25 Giugno 2021

Brusaporto-Vis Nova Serie D: un incredibile colpo di tacco di Galelli regala la vittoria ai gialloblù

Le più lette

Eccellenza B, tante riconferme e poche novità in panchina; per il San Domenico Savio spunta Cascino

Questa annata particolare di Eccellenza è ormai terminata, ma già tutte le società hanno già la testa alla prossima...

Pro Sesto-Speranza Agrate Serie C Femminile: a Biffi e Ebali, le biancoblù rispondono con una cinquina che ribalta il risultato

Partita "pazza" quella giocata allo stadio Breda di Sesto San Giovanni tra la neo eletta in B, Pro Sesto,...

Marnate: collaborazione con il Gorla Maggiore e separazione da Luca Andrini

Non una fusione, ma una collaborazione se così possiamo dire: Marnate e Gorla Maggiore hanno deciso di “unire” le...

Vittoria importantissima per il Brusaporto che domina il match contro la Vis Nova allo Stadio Comunale e vola a quota 42 punti inseguendo l’obiettivo playoff. Nonostante le vittorie di Desenzano e NibionnOggiono, i gialloblù infatti tengono il passo e acciuffano il Crema. I neroverdi, invece, penalizzati da una pesante espulsione al 20′ del primo tempo, si ritrovano nei guai, a soli 31 punti, nonostante una partita giocata con grande ordine e compattezza. Mastrolonardo, infatti, non ha molto da rimproverare ai suoi, schiacciati dagli avversari in seguito all’ingenuità di Proserpio. Nonostante una grande partita di Ragone, infatti, è una magia a chiudere i giochi. Sul finire del primo tempo un ispiratissimo Galelli trova un colpo di tacco imprevedibile e strepitoso. Per i brianzoli, dunque, è tempo di stringere i denti e lottare per trovare, oltre alle buone prestazioni, anche una continuità nei risultati.

 

Espulsione decisiva. Le due squadre si presentano al match affamate di punti. I gialloblù di Carobbio hanno bisogno di vincere la terza partita consecutiva per agguantare la zona playoff e coltivare il sogno promozione. Le lucertole di Mastrolonardo, invece, dopo un’importantissima vittoria contro il Franciacorta, hanno grande voglia di ripetersi per sfuggire dalle grinfie della zona playout. I primi 20 minuti vedono una partita spezzettata, con il gioco spesso fermo e le squadre intente a studiarsi. Al 20′, tuttavia, come un fulmine a ciel sereno, arriva un episodio decisivo per il match: Iori scatta palla al piede verso la porta avversaria e viene atterrato ingenuamente da Proserpio che viene espulso per doppia ammonizione. La Vis Nova allora reagisce schierandosi in un 4-4-1 con Fall unica punta e Orellana arretrato a coprire la zona di campo lasciata incustodita dal compagno. Da questo momento il Brusaporto diviene padrone del campo e la partita si trasforma in un monologo. Al 38′ ci prova Alvitrez dalla distanza ma la sua conclusione esce di poco al di sopra della porta difesa da Ragone. Dopo il danno al 44′ arriva la beffa: nonostante la solida resistenza della difesa neroverde arriva, infatti, il gol improvviso del Brusaporto. Alvitrez serve con un passaggio filtrante Valsecchi che si allarga sulla destra e crossa in mezzo per Galelli. L’attaccante classe 1996 osa e realizza un capolavoro, battendo di tacco il portiere avversario. La prima frazione si chiude, dunque, con i padroni di casa con un uomo in più e in vantaggio di 1-0.

 

Dominio gialloblù. La ripresa continua sulla falsariga del primo tempo, con i padroni di casa scatenati e la Vis Nova chiusa in difesa e pronta a ripartire in contropiede. Al 1′ è sempre Galelli a provarci con il destro su una deviazione in area di Tranquillini, ma il tiro finisce alto. I gialloblù però non ci stanno e vogliono il raddoppio, al 6′ è il turno di Iori che ci prova con il mancino ma si vede respingere la conclusione da un miracolo di Ragone. Il portiere neroverde, infatti, nonostante le difficoltà dovute all’inferiorità numerica, è in gran forma, come dimostrato da un’altra straordinaria parata al 15′ su Galelli. La Vis Nova prova a reagire, soprattutto con i calci di punizione battuti dalla trequarti da Fossati, ma l’assalto si rivela vano. È ancora il Brusaporto a fare la partita e al 37′ Draghetti e Vitali ubriacano la difesa avversaria mancando di poco il raddoppio. L’occasione clamorosa arriva, però, un minuto più tardi quando lo stesso Draghetti viene servito da Galelli e si divora un gol già fatto mancando il pallone. I brianzoli provano allora il tutto per tutto ma i gialloblù tengono duro. Nonostante una buona partita in inferiorità numerica della Vis Nova sono i padroni di casa ad aggiudicarsi i tre punti.

IL TABELLINO

BRUSAPORTO–VIS NOVA 1-0
RETE: 44′ Galelli (B).
BRUSAPORTO (4-3-3): Asnaghi 5.5, Seck 6.5, Menni 6 (18′ st Rondi 6.5), Alvitrez 6.5, Beduschi 6, Ondei 6, Valsecchi 6.5 (35′ st Maspero sv), Consonni 6, Sokhna 6.5 (13′ st Vitali 6.5), Galelli 7 (42′ st Suardi sv), Iori 7 (27′ st Draghetti 5). A disp. Gavazzeni, Iovine, Franchini, Rondi, Vertua,. All. Carobbio 6.5.
VIS NOVA (4-4-2): Ragone 6.5, Tranquillini 6, Gnaziri 5.5 (35′ st Della Torre sv), Tremolada 5.5, De Lisio 5.5 (20′ st Caruso 5.5), Fossati 6 (40′ st Migliavacca sv), Schingo 6 (15′ st Giandinoto 6), Proserpio 4.5, Fall 6.5, Orellana Cruz 6, Cazzaniga 5.5 (3′ st Dugnani 6). A disp. Stropeni, Venier, Redaelli, Molteni. All. Mastrolonardo 5.5
ARBITRO: Riccardo Gagliardini di Macerata 6.5.
ASSISTENTI: Leonardo Mallimaci di Reggio Calabria e Lucio Salvatore Mascali di Paola.
AMMONITO: Menni (B).
ESPULSO: 20′ Proserpio per doppia ammonizione (V).

 

LE PAGELLE

BRUSAPORTO
Asnaghi 5.5 Nonostante sia stato chiamato poco in causa si è rivelato insicuro sulle uscite regalando qualche brivido inatteso ai propri tifosi. Dovrebbe garantire più sicurezza.
Seck 6.5 Continua il ottimo momento di forma con questa prestazione. Tanta corsa e grinta lo portano a giocare una grande partita. Sulla sua fascia gli avversari trovano moltissima difficoltà.
Menni 6 Nonostante gli avversari attacchino poco sembra messo duramente alla prova. Ne è la dimostrazione l’ammonizione rimediata per un intervento decisamente in ritardo. I suoi errori, comunque, non sono decisivi e la prestazione rimane sufficiente.
18′ st Rondi 6.5 Entra e si dimostra fondamentale in fase di impostazione. Fa girare bene la palla e guida con carattere la sua squadra nelle ripartenze.
Alvitrez 6.5 Guida il gioco della sua squadra con la sua buonissima visione di gioco. Dai suoi piedi nasce il gol del vantaggio gialloblù. Importantissimo in entrambe le fasi.
Beduschi 6 Molto solido in fase difensiva, spinge poco però sulle ripartenze. Potrebbe migliorare, forse, nella fase di costruzione.
Ondei 6 Tanta grinta gli permette di recuperare palloni importantissimi e di tenere alta la sua squadra. Prova da vero lottatore.
Valsecchi 6.5 Un suo cross pennellato verso Galelli regala i tre punti ai padroni di casa. Pericolosissimo in fase offensiva e sempre presente nelle ripartenze. Uno dei migliori dei suoi. (35′ st Maspero sv).
Consonni 6 Non è tra i più incisivi della sua squadra ma per essere un classe 2003 dimostra molto talento e carattere. Da tenere d’occhio.
Sokhna 6.5 Il suo dribbling e la sua tecnica sono di un’altra categoria. Ingaggia un duello con Gnaziri e ubriaca il difensore avversario con le sue giocate. Ha più volte l’occasione di arrivare al gol ma manca un po’ di precisione.
13′ st Vitali 6.5 Duella con Tremolada e lo mette spesso in difficoltà, riuscendo a superarlo e a entrare in area.
Galelli 7 Al 44′ trova la giocata vincente che serviva a sbloccare la partita. Su un cross di Valsecchi inventa un colpo di tacco pregevole e imprendibile. (42′ st Suardi sv).
Iori 7 Lotta spesso da solo contro tutta la difesa avversaria e ne esce vittorioso. Una prova di gran carattere, come dimostra lo scatto decisivo che procura l’espulsione di Proserpio.
27′ st Draghetti 5 Entra in campo per chiudere la partita e si divora un’occasione clamorosa con il portiere praticamente battuto. Serve più concretezza sotto porta.
All. Carobbio 6.5 I suoi dominano con facilità la partita dopo l’espulsione. L’entrata di Vitali dona poi ancora energie offensive. Prestazione impeccabile e partita portata a casa con grande voglia e cinismo.

 

VIS NOVA
Ragone 6.5 Sul gol di Galelli può davvero poco. Nel secondo tempo per due volte compie dei miracoli e tiene in vita la sua squadra. Nonostante la sconfitta grande prestazione.
Tranquillini 6 Il meno colpevole della sua linea difensiva. Sempre pronto nelle chiusure e bravo nell’allontanare la palla al momento giusto.
Gnaziri 5.5 Soffre moltissimo le incursioni degli attaccanti avversari, in particolare di Sokhna. Nel secondo tempo, infatti, viene cambiato di ruolo. (35′ st Della Torre sv).
Tremolada 5.5 Nei duelli con gli avversari esce spesso sconfitto e perde palloni importanti regalando occasioni agli avversari. Da lui ci si aspetta di più.
De Lisio 5.5 Poco lucido, forse a causa delle grandi difficoltà dovute all’inferiorità numerica. Troppe sbavature condizionano la sua partita.
20′ st Caruso 5.5 Non entra bene in partita, spesso impreciso, perde dei palloni importanti. Prestazione non sufficiente.
Fossati 6 Prova a far salire la squadra con interessanti passaggi verticali. Le sue punizioni, battute molto bene, sono le occasioni migliori per le lucertole ma, purtroppo per lui, non si riesce a concretizzare. (40′ st Migliavacca sv).
Schingo 6 Non ha particolari colpe. Lotta su ogni pallone e cerca di far salire la squadra ma ciò che gli viene richiesto risulta davvero un’impresa.
15′ st Giandinoto 6 Entra quando la sua squadra è in grandissima difficoltà ma il classe 2002 fa bene quel che gli viene richiesto.
Proserpio 4.5 Fin da subito in difficoltà decide involontariamente la partita. Ingenuamente, infatti, rimedia una doppia ammonizione e viene espulso dopo soli 20 minuti. Dal classe 1994 ci si aspetta molto di più.
Fall 6.5 Gli viene affidato l’indegno compito di guidare da solo l’attacco della squadra e ne esce a testa alta. Fa a sportellate con i difensori avversari e in alcune occasioni arriva vicino al gol.
Orellana Cruz 6 Meglio nel primo tempo, quando ha l’occasione di giocare più avanzato. Nella seconda frazione arretra a centrocampo e non riesce a incidere come dovrebbe.
Cazzaniga 5.5 Primo tempo anonimo, poi si fa male ed esce dal campo. Prestazione sicuramente non all’altezza delle aspettative.
3′ st Dugnani 6 Entra in un momento delicato e non riesce a incidere. Lotta comunque per tutta la seconda frazione per trovare il gol del pareggio, senza riuscirci.
All. Mastrolonardo 5.5 La sua squadra gioca con ordine dopo l’espulsione ma non riesce a compiere il miracolo. Il tecnico non trova i cambi giusti per ravvivare la sua squadra, perennemente schiacciata in difesa e incapace di ripartire. Prestazione da rivedere.

 

ARBITRO
Riccardo Gagliardini 6.5 Gestisce la partita con ordine e non esagera con i cartellini. Sulla doppia ammonizione di Proserpio, infatti, non ci sono dubbi.


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli