Calvina nuovo allenatore: esonerato Matteo Serafini, annunciato Michele Florindo

478
Calvina nuovo allenatore
Eugenio Olli, direttore sportivo della Calvina

Non è stato sicuramente l’avvio di campionato migliore che si poteva sperare per la Calvina, che dopo sei giornate si trova ancora ferma a 0 punti, nonostante le aspettative della scorsa estate. Una mancanza di risultati che ha spinto la dirigenza a prendere in mano la situazione per tentare di cambiare al più presto lo stato attuale delle cose. Dopo l’esonero dell’allenatore Matteo Serafini, annunciato nei giorni scorsi, la società ha reso noto il nome del nuovo tecnico della prima squadra. Si tratta di Michele Florindo, che nella passata stagione è arrivato secondo in campionato nel girone C di Serie D sulla panchina dell’Adriese. Quando abbiamo chiesto al direttore sportivo della CalvinaEugenio Olli, per quale motivo la scelta sia ricaduta proprio su questo nome, abbiamo ricevuto la seguente risposta: «Abbiamo scelto Michele Florindo perché è un allenatore che ha sempre fatto bene, e soprattutto è un allenatore che conosce bene questa categoria, lavorandoci ormai da quattro anni». E ancora: «Noi abbiamo giocato anche delle buone partite, al termine delle quali però non siamo riusciti a portare a casa il risultato che volevamo. Certe volte sono gli episodi a fare la differenza. Come domenica scorsa con il Fiorenzuola per esempio, quando abbiamo giocato alla pari con i terzi in classifica, poi loro hanno segnato il rigore e noi l’abbiamo sbagliato. Alla fine ci è mancato il risultato. Per questo abbiamo scelto un allenatore che possiede la personalità per cambiare questa tendenza e che ci auguriamo possa darci una mano ad uscire da questa situazione». Queste le prime parole di Michele Florindo, nuovo allenatore della Calvina: «Mi aspetto di uscire da questa situazione difficile e di raggiungere il nostro obbiettivo primario, che in questo momento è la salvezza, insieme a tutte le componenti di questa società, a partire dalla proprietà, dai giocatori e tutto lo staff, tutti insieme, uniti». Prosegue poi il tecnico, approfondendo i motivi che lo hanno indotto a intraprendere questa nuova avventura: «L’importanza e la serietà della proprietà mi hanno spinto a dire sì alla Calvina. Inoltre, ha contribuito anche la presenza di un direttore come Olli, che ha esperienza anche in categorie superiori e mi aiuterà a crescere. Mi porta qui la mia volontà di riuscire a dare una mano a venire fuori da questa situazione, la mia passione e la mia voglia di stare sul campo. Penso che si possa uscire da questo periodo negativo attraverso il lavoro, l’impegno e la voglia di migliorarsi sempre, e credo che alla fine troveremo risorse, qualità e forza per risalire. Io sono molto fiducioso. Dovremo partire già domenica con la giusta determinazione e senza nessun tipo di paura».


Sprint e Sport lo trovi in tutte le edicole di Piemonte, Valle d’Aosta e Lombardia il lunedì mattina e sullo store digitale. Abbiamo attivato la sezione PREMIUM, un servizio riservato agli abbonati.