22 Giugno 2021

Caravaggio-Casatese Serie D: Tricarico rimane in dieci e Basanisi, Messaggi e Bangal fanno tris

Le più lette

Città di Sangiuliano Eccellenza, capitan Monteverde lascia i gialloverdi dopo quattro stagioni: «Grazie di tutto»

Con un post sul suo profilo Facebook, Michele Monteverde annuncia il suo addio al Città di Sangiuliano dopo quattro...

In Val d’Aosta nasce il River Plaine, Fenusma e Quart si uniscono

Far fronte comune per ovviare alle difficoltà di questo periodo e costruire un futuro roseo all’insegna della comunione d’intenti....

Il Cantello Belfortese cambia volto: è Massimo Miglioli il nuovo direttore sportivo dei biancorossi

Una società che punta su un progetto nuovo ed ambizioso, capace di ridare slancio dopo annate non semplici, ed...

Vittoria fondamentale per il Caravaggio che con questi tre punti accorcia le distanze con le concorrenti ai playout e rende infuocata la lotta per la salvezza mentre per la Casatese è crisi senza fine e sta ormai buttando a mare una stagione che fino a poche settimane fa era quasi da incorniciare. Nel primo tempo la Casatese ha cercato di creare delle opportunità per passare in vantaggio con la qualità del proprio possesso, ma il pressing dei padroni di casa è stato molto alto e, dopo aver recuperato palla, sono riusciti a mettere in affanno la difesa di Tricarico con i loro lanci a cercare gli inserimenti dei centrocampisti.

 

Tante emozioni, Basanisi su rigore. Dopo pochi minuti da inizio gara, i ragazzi di Terletti sfiorano il gol del vantaggio: imposta Gritti dalla difesa e favorisce l’inserimento di Frana che serve Bangal in area. L’attaccante locale appoggia per Lamesta che calcia di prima intenzione, colpendo in pieno la traversa e lasciando immobile il povero Ferrara. Al 10’ è invece Basanisi a servire in profondità Bangal che da posizione defilata cerca di concludere in porta, ma la sfera termina sul fondo di pochissimo. La Casatese però comincia ad aumentare i giri del motore e al 23’ sfiora il vantaggio: Pontiggia allunga la falcata, dribbla con un doppio passo Viola e crossa in mezzo per Isella che fa la sponda per Pennati che cerca la porta, ma Marku è provvidenziale e salva la propria porta frapponendosi con il corpo. Il Caravaggio ci riprova però con Messaggi che viene dimenticato completamente dal pacchetto difensivo ospite e a tu per tu davanti a Ferrari si lascia ipnotizzare dall’estremo difensore e sciupa una ghiotta occasione. La risposta della Casatese questa volta non si fa attendere e arriva con Pontiggia che ara la corsia di sinistra, crossa in mezzo per Bello che tutto solo nell’area piccola impatta di testa senza trovare lo specchio della porta. Proprio nei minuti finali Viola si porta al limite dell’area e crossa in area, ma Gambazza tocca il pallone di mano obbligando Finzi ad indicare il dischetto. È Basanisi ad incaricarsi della battuta e dagli undici metri non sbaglia, spiazzando Ferrara con un cucchiaio vellutato.

 

Messaggi scaccia la paura. Inizia la ripresa, la Casatese sembra aver approcciato meglio la gara facendo girare il pallone con maggiore velocità, ma su un contropiede di Messaggi, Bello stende il proprio avversario involato verso la porta e lasciando i propri uomini in inferiorità numerica. La decisione è forse un po’ troppo severa: in fianco a Bello c’era anche Perego che avrebbe potuto dare una mano e forse era più da ammonizione che da rosso diretto. Prova a cambiare in corsa Tricarico, mettendosi con il 4-3-2 con Pontiggia che, ricevuta palla centralmente, si defila a sinistra per poi cercare la testa di Isella. La paura di vincere sembra colpire il Caravaggio che capisce l’importanza dei tre punti. La palla sembra che scotti tra i piedi e appena ne sono in possesso i ragazzi di Terletti provano a spazzare lontano. Al 20’ sono proprio gli ospiti ad avere un’occasione colossale per agguantare il pari: sugli sviluppi di un angolo, il pallone arriva a Perez che è completamente solo a destra e calcia in porta, ma un provvidenziale Vitali devia in angolo. Al 30’ buon break di Perrotti che serve Messaggi che parte in contropiede, si porta in area e questa volta a tu per tu davanti a Ferrari non sbaglia e mette al sicuro il risultato. Ora i locali sono più tranquilli e giocano sul velluto e al 36’ Frana viene atterrato in area da un’uscita a valanga di Ferrari. È Bangal ad incaricarsi della battuta e con freddezza spiazza il portiere avversario, chiudendo di fatto i giochi.

Caravaggio Casatese Serie D-Inizio
Il lancio della monetina prima del fischio di inizio

IL TABELLINO

CARAVAGGIO-CASATESE 3-0
RETI: 43’ Basanisi rig. (Car), 30’ st Messaggi (Car), 36’ st Bangal rig. (Car).
CARAVAGGIO (3-4-3): Vitali 6, Marku 6.5, Frana 6.5, Gritti 6.5 (41’ st Cortinovis sv), Pirola F. 6.5, Viola 6, Messaggi 7 (36’ st Nossa sv), Basanisi 7 (43’ st Prati sv), Bangal 6.5, Lamesta 6.5, Fumagalli 6 (24’ st Perrotti 6.5). A disp. Valtorta, Traina, Pirovano, Dalessandro, Caccia. All. Terletti 7.
CASATESE (4-4-2): Ferrara 5.5, Sordillo 5.5, Gambazza 5 (15’ st Zangrillo 6), Perez 6 (27’ st Gaeta 6), Perego 5.5, Bello 5, Mandelli 5.5 (11’ st Sassella 6), Candido 5.5 (7’ st Frigerio F. 5.5), Pennati 6.5, Isella 5.5, Pontiggia 6.5. A disp. Pirola C., Frigerio A., Morlandi, D’Amuri, Crea. All. Tricarico 5.
ARBITRO: Finzi di Foligno 6.
ASSISTENTI: Mastrosimone di Rimini e Singh di Macerata.
AMMONITI: Perego (Cas), Frigerio F. (Cas).
ESPULSO: 6’ st Bello (Cas) per gioco falloso.

 

LE PAGELLE

CARAVAGGIO
Vitali 6 Quando è chiamato in causa risponde presente con parate semplici ma pulite.
Marku 6.5 Partita senza errori di distrazione e salva un gol fatto nel primo tempo. Bravissimo a contenere le folate avversarie.
Frana 6.5 Spinge sempre molto bene sulla sinistra, creando pericoli alla difesa avversaria che fatica a chiuderlo.
Gritti 6.5 È lui il primo regista della squadra, cercando di imbucare per le punte non appena ha spazio per ragionare. (41’ st Cortinovis sv).
Pirola F. 6.5 Prova molto solida dal punto di vista difensivo, sempre attento e concentrato a non concedere campo dietro di sé.
Viola 6 Il meno brillante del pacchetto arretrato: Pontiggia gli va via un paio di volte ma è bravissimo a proporsi e a procurare il rigore del vantaggio.
Messaggi 7 Si butta dentro sempre con grande coraggio e con tempi d’inserimento perfetti. Sbaglia un gol nel primo tempo, ma toglie le castagne dal fuoco nel secondo. (36’ st Nossa sv).
Basanisi 7 Quando gioca con questa qualità a centrocampo tutta la squadra sembra viaggiare a mille all’ora. Sempre nel vivo dell’azione, glaciale dal dischetto. (43’ st Prati sv).
Bangal 6.5 Da apprezzare tutto il lavoro di sponda che si sorbisce in attacco. Il gol è il giusto premio per delle prestazioni sempre sufficienti.
Lamesta 6.5 Nel primo tempo è lui che si fa dare sempre palla, a cercare la giocata per i compagni e a suonare la carica. Gesto generoso (e da capitano) quello di lasciare il rigore al proprio compagno.
Fumagalli 6 Fa a sportellate dal primo minuto in cui entra in campo. Poco pericoloso, ma intraprendente.
24’ st Perrotti 6.5 Entra bene in partita e appena vede lo spazio, regala un cioccolatino per Messaggi.
All. Terletti 7 La squadra gioca molto bene e non si vede il divario in classifica con la Casatese.

Caravaggio Casatese Serie D-Basanisi
Il cucchiaio di Basanisi che sblocca il risultato

 

CASATESE
Ferrara 5.5 qualche buon intervento, ma tre gol sono troppi e sul secondo rigore esce troppo male.
Sordillo 5.5 In costante difficoltà con le folate di Messaggi e le sovrapposizioni di Frana. Fatica a contenere gli avversari.
Gambazza 5 Causa un rigore evitabilissimo e non riesce ad entrare in partita come vorrebbe. (15’ st Zangrillo 6).
Perez 6 Uno dei meno peggio oggi: si fa dare il pallone e prova a gestire il possesso a centrocampo, anche se si limite alle giocate scolastiche. (27’ st Gaeta 6).
Perego 5.5 Anche per lui, come per tutto il pacchetto arretrato, è una giornata storta. Non riesce a chiudere gli spazi in profondità agli avversari che lo infilano.
Bello 5 Nel primo tempo commette tanti errori in copertura, l’espulsione ad inizio ripresa è la fotografia della partita.
Mandelli 5.5 Qualche buono spunto sulla fascia, ma troppo poco per impensierire la difesa locale che si chiude con tanti uomini. (11’ st Sassella 6).
Candido 5.5 Poco coinvolto nel gioco offensivo, non riesce a essere pericoloso e a creare occasioni da gol.
7’ st Frigerio F. 5.5 Cerca di dare maggior solidità al reparto, ma dopo poco è costretto a franare.
Pennati 6.5 Il migliore dei suoi: corre dal primo all’ultimo minuto, lottando su tutti i palloni e cercando di essere efficace negli inserimenti.
Isella 5.5 Qualche buon colpo di testa, ma in inferiorità numerica fatica a tenere su palla e ad incidere.
Pontiggia 6.5 Prova ad accendere la manovra offensiva con la propria imprevedibilità e con qualche buon dribbling che manda al bar Viola.
All. Tricarico 5 La Casatese è in un periodo nero, urge porvi rimedio. Nel primo tempo la squadra sembrava vuota e senza grandi idee.

Caravaggio Casatese Serie D-Pennati
Tutta la contrarietà di Pennati della Casatese

 

ARBITRO
Finzi di Foligno 6 I rigori sembrano ineccepibili, mentre forse l’interpretazione del rosso è stata troppo dura.

 

LE INTERVISTE

Non vuole parlare Terletti, non per polemica ma per lasciar parlare i protagonisti della partita. Il primo ad offrirsi è Basanisi: «La partita è stata molto difficile, dovevamo dare tutto per prendere questi tre punti che sono fondamentali. Nell’arco della stagione abbiamo avuto episodi a volte a favore, a volte contro, ma come squadra noi ci siamo sempre stati e ogni domenica cerchiamo di mettere in campo la migliore prestazione. Oggi abbiamo giocato contro una bella squadra, con tanti giocatori importanti ma abbiamo dimostrato che l’importante è la forza del gruppo» mentre Bangal aggiunge: «Siamo partiti molto bene, dominando la partita e sfiorando il gol in diverse occasioni. Abbiamo fatto una grandissima prestazione, dobbiamo guardare partita dopo partita, pensando solo a noi stessi e cercando di portare a casa dodici punti».

 

Di tutt’altro umore invece Tricarico che commenta così: «Siamo in difficoltà oggettiva, ma oggi ho visto segnali di ripresa. Nonostante l’espulsione dubbia abbiamo provato a giocarcela fino alla fine, facendo meglio paradossalmente nella ripresa che nel primo tempo, dove invece non ci siamo stati. Gli episodi ci sono girati un po’ storto, ma è un periodo che va così: dobbiamo rimboccarci le maniche e riprendere il cammino verso i playoff. Non dobbiamo dimenticarci che è vero che abbiamo seminato tanto prima, ma ora siamo terzi e dobbiamo dare tutto per arrivare in fondo al campionato».


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli