14 Aprile 2021

Caronnese-Bra Serie D: quarta vittoria consecutiva e quarto posto per i rossoblù di Gatti

Le più lette

Juventus-Parma Under 16: Cavalieri salva la vecchia signora, super tripletta di Vacca

La Juventus vince, in casa, contro il Parma con il risultato di 3-2. Una gara ricca di emozioni che...

Varesina-Gavirate Eccellenza: Spilli non stecca all’esordio, Kate ed Allodi consegnano i primi 3 punti ai rossoblù

Esordio positivo, come da pronostico, per la Varesina di Marco Spilli, che inizia con una vittoria il suo percorso...

Oleggio-Borgovercelli Eccellenza: il «Toro» Pinelli porta i primi 3 punti per il sogno D

Torna alle buone abitudini il Borgovercelli, che nel campionato di Eccellenza «Covid-19 edition» trova subito il modo di far...

Durante la seconda giornata del girone di ritorno, è subito incontro al vertice per il girone A. Le sfidanti del big match sono affamate entrambe di 3 punti, ma è solo una a espugnare il forziere: la Caronnese del tecnico Gatti. Reduce da una pesante sconfitta contro l’Imperia di Lupo (1-3), il Bra di Daidola non sfrutta al massimo le sue possibilità. Dal canto suo, invece, la Caronnese di Gatti cerca la quarta vittoria consecutiva e la trova, con una grandissima prestazione degna di nota. I 3 punti conquistati rendono il girone sempre più interessante: con il Gozzano sempre in alto a 46 punti, seguito ora dalla Castellanzese e Bra a 40 punti, mentre il quarto posto è riservato alla Caronnese.

 

Primo tempo La partita si apre con squadre ben distese sin dall’inizio, entrambe alla ricerca dei 3 punti tanto ambiti. I primi a provarci sono i padroni di casa, con il numero 10 Vernocchi che, dopo un’incursione, arriva in area solo ma viene prontamente chiuso dalla difesa degli ospiti. Il Bra risponde con il primo brivido per la Caronnese, quando Marchisone si gira al limite dell’area al 4’ e il suo destro potente arriva dritto sui guantoni di Marietta che risponde benissimo all’appello. Il Bra riesce a tenere in scacco la squadra avversaria durante i primi minuti, poi finalmente i padroni rossoblù iniziano a farsi sentire. Dopo il calcio d’angolo battuto dal lato destro ed una serie di rimpalli, il numero 6 Gargiulo ci prova in area di punta, ma Guerci chiude ogni possibilità. Il gioco della Caronnese è lento e lezioso per i primi 15 minuti, ma a pesare è sicuramente anche la qualità degli avversari che coprono e chiudono ogni spazio possibile. Al 16’, però, il numero 15 Reeb viene sopraffatto da Siani che ruba palla agli avversari; alza la testa e, al posto di puntare la difesa in difficoltà, tenta l’impresa da centrocampo, fallendo e buttando via una situazione più che favorevole. Il tecnico Gatti si fa sentire e sprona i suoi: «Portiamoli fuori, siamo a casa nostra, non devono girarsi» e questi richiami svegliano un po’ la Caronnese. Al 24’, infatti, su cross di Calì, la palla arriva in area sulla testa del difensore Mzoughi, che vola più in alto di tutti, ma non trova la porta. La Caronnese ritrova piano piano la propria rapidità e pericolosità, al 26’ Gargiulo apre in modo splendido cambiando totalmente gioco per Putzolu, che la butta in area ma non trova nessun compagno. Il Bra risponde allo stesso minuto con una palla interessantissima e filtrante in area per Capellupo, che viene anticipato però da Marietta. Gli sfidanti continuano a provarci, e questa volta lo fanno con il giovane 2001 Marchisone. Dopo aver saltato due uomini al limite dell’area, si gira e cerca l’angolo destro della porta, ma ancora una volta Marietta respinge. La Caronnese risponde al 31’, con uno spunto bellissimo di Vernocchi, che trova libero il compagno Siani: stop di petto e rete, ma l’arbitro vede un dubbio contatto e annulla tutto, considerando l’azione un fallo in attacco. Dopo diverse azioni di botta-risposta, arriva finalmente lo sblocco per i padroni di casa al 36’. Vernocchi scambia con Calì, che riesce a saltare più difensori sulla fascia sinistra, alza la testa e vede in area il compagno Banfi: davanti a Guerci punisce e non dimentica, è 1-0 al Comunale.

Caronnese-Bra Serie D
L’abbraccio della Caronnese dopo l’1-0

La Caronnese esulta e si rende ancora pericolosa dopo un minuto, quando dai 20 metri sulla fascia destra Calì ci prova e sfiora l’incrocio dei pali. Il Bra è un ottimo avversario però ed è affamato di punti. Al 40’, una bellissima palla filtrante di Saltarelli arriva in area, ma l’insuperabile Travaglini è tutto fuorché disattento, sventrando un’importante occasione degli avversari. I minuti passano e una palla interessante arriva al 44’, ed è ancora una volta per i padroni di casa. Dopo la punizione respinta, il contropiede vede Banfi involarsi sulla fascia sinistra e tagliare il campo a metà, ma arrivato al limite dell’area il calciatore tira troppo debolmente e non sorprende Guerci. I minuti di recupero sono 2, ma la Caronnese non molla e se la gioca fino all’ultimo. Sullo stesso copione del gol, Vernocchi apre per Gargiulo, che crossa in area e trova ancora Banfi: il tiro è troppo alto e il Bra non subisce, per sua fortuna, la seconda rete. È l’ultima occasione del primo tempo che lascia inalterato il risultato.

Secondo tempo Il secondo tempo si apre senza nessun cambio per i 22 giocatori. A rendersi pericoloso è subito il Bra, grintoso e tenace nel prendersi i 3 punti. Il contropiede coglie i padroni di casa distratti, la palla arriva filtrante al numero 7 Campagna, che scivola però e non riesce a concludere in nulla. La Caronnese è un po’ spenta, ma trova il guizzo al 14’ con un contropiede: a guidarlo è Banfi, da solo contro 3 difensori del Bra. Attende i suoi compagni e trova prima Gargiulo, che scarica per il numero 11 Calì. La botta è fortissima e angolata, il pubblico già esulta ma viene tutto respinto dal capitano Tos, che salva in extremis la squadra. La partita si accende sempre di più, rendendosi molto più fisica, a dimostrazione della fame e qualità delle squadre. Al 10’ sono ancora i padroni a provarci, con il trascinatore Calì che sulla fascia sinistra ne salta 3, la butta in area ma la palla è troppo lunga e non trova nessun compagno. Entrambe le squadre cambiano e sostituiscono diversi giocatori, cercando di trovare quell’occasione che possa raddoppiare o recuperare la situazione. La Caronnese al 17’ butta via un ottimo contropiede: la palla è nei piedi del neo-entrato Becerri, alza la testa e vede il compagno Banfi, ma il passaggio è troppo lungo e non si conclude in nulla. Il Bra tenta di provarci come può e ad aiutarlo è anche il fischietto dell’arbitro, che al 21’ espelle il difensore già ammonito Galletti. La situazione aiuta gli ospiti, che al 27’ si mangiano una situazione che avrebbe potuto riaprire la partita: la palla trova libero in area il numero 11 Merkaj, che da solo davanti alla porta calcia troppo alto. La Caronnese non perdona l’imprecisione dell’avversaria e raddoppia la dose. Scoccata la mezz’ora, i padroni s’involano: la palla è sulla fascia sinistra, passa da Banfi a Becerri, che salta tutti, alza la testa e vede in area il compagno Calì: è 2-0 e un passo sempre più vicino alla vittoria per la Caronnese.

Caronnese-Bra Serie D
L’esultanza di Calì dopo il gol del 2-0

La squadra continua a rendersi pericolosa e lo fa al 39′. Il contropiede vede la Caronnese in maggioranza ed è guidato sulla fascia destra da Torin, che butta in area la sfera ma non trova nessun compagno. Forse indice di stanchezza, al minuto successivo, il rinvio di Guerci è troppo lento e viene rimpallato da Calì, la palla rimbalza a favore di Becerri, che la spara verso la porta: a sventrare il terzo gol sono sempre i guanti di Guerci. Il Bra ci prova al 44’, con un’ottima azione che trova in area il numero 7 Campagna: è questo l’unico grande brivido per i padroni di casa, ma non si conclude in nulla e lascia inalterata la situazione. I minuti di recupero sono 5, viste le diverse sostituzioni e l’infortunio di Gualtieri. Il Bra si rende ancora pericoloso proprio in questi minuti, con una conclusione dal limite dell’area sinistra che viene prontamente respinta dal giovane Marietta. La partita aspetta solo il fischio finale dell’arbitro, che arriva con precisione dopo il recupero: è 2-0 per la Caronnese che si porta a casa 3 importantissimi punti e il quarto posto.

IL TABELLINO

CARONNESE-BRA 2-0

RETI: 36’ Banfi (C), 30’ st Calì (C).

CARONNESE (4-4-2): Marietta 6.5, Mzoughi 6.5 (18’ st Cosentino 6), Gualtieri 6.5 (39’ st Arcidiacono sv), Galletti 5.5, Travaglini 6.5, Gargiulo 6.5, Banfi 7 (35′ st Torin 6), Putzolu 6, Siani 6 (15’ st Becerri 6.5), Vernocchi 6.5 (27’ st Battistello 6), Calì 7. All. Gatti 7. A disp. Angelina, Boschetti, Corno, Midolo.

BRA (3-4-3): Guerci 5, Tos 6.5, Saltarelli 6, Campagna 6, Merkaj 6, Magnaldi 6 (33’st D’Ambrosio sv), Reeb 6 (16’ Bongiovanni 6), Hoxha 6 (33′ st Baggio sv), Marchisone 6, Capellupo 6, Daqoune 6. All. Daidola 5.5. A disp. Giaccardi, Olivero, Bruno, Petracca, Lala.

AMMONITI: Magnaldi (B), Putzolu (C), Campagna (B).

ESPULSO: Galletti (C).

ARBITRO: Di Francesco di Ostia Lido 5.5 Amministra la gara con attenzione per quasi tutta la partita, è ottima la collaborazione con gli assistenti. Forse poco celere con i cartellini e un po’ troppo severa l’espulsione di Galletti.

LE PAGELLE

CARONNESE
Marietta 6.5 Il giovanissimo 2002 non viene mai sorpreso durante il primo tempo, facendosi trovare sempre attento e respingendo diverse occasioni interessanti degli avversari. Durante il secondo tempo i suoi guantoni salvano per ben 4 volte la squadra, grandissima prestazione.

Mzoughi 6.5 Il difensore copre benissimo la fascia destra e respinge ogni incursione possibile del Bra, soprattutto quelle del numero 17 Marchisone. Al 20’, infatti, lo chiude benissimo, sventando un’azione che potrebbe trasformarsi benissimo in gol (18’ st Cosentino 6).

Gualtieri 6.5 Poco impegnato durante il primo tempo, nel secondo tempo anticipa sempre Marchisone sulla fascia destra, non facendosi mai sorprendere. Al 39’ st subisce un brutto contrasto alla caviglia con il numero 16 avversario ed è costretto ad abbandonare il campo (39’ st Arcidiacono sv).

Galletti 5.5 Corre veloce e si fa trovare pronto, forse un po’ disattento sulla palla filtrante per Capellupo. Viene ammonito e dopo nemmeno due minuti espulso con troppa severità.

Travaglini 6.5 Preciso e pulito su ogni contatto, è il difensore più intelligente della squadra. Ci mette la testa e il corpo, arrivando sempre per primo e volando più in alto di tutti.

Gargiulo 6.5 Giocatore intelligente, l’esperienza non manca e si vede benissimo. Fantasioso, rapido, guarda sempre in alto e trova sempre spunti interessanti. Suo l’assist successivo al gol che quasi raddoppia la dose. Grandissima partita.

Banfi 7 Il giovane 2000 va ancora a segno per la quarta settimana successiva, dimostrando a pieno la sua qualità e tecnica. Attento a non sprecare occasioni, questo giocatore sta regalando alla squadra ottime soddisfazioni (35′ st Torin 6).

Putzolu 6 Il giocatore non entra al massimo in partita, è un po’ incosciente e si lamenta tanto con il direttore tecnico. Migliora la sua prestazione durante i 90 minuti e dimostra bene di che pasta è fatto un vero capitano.

Siani 6 Durante i primi minuti è quasi assente, al 11’ subisce un contrasto con Saltarelli alla caviglia ma i veri campioni si vedono anche in queste situazioni. Inizia a sbloccarsi dopo 20 minuti, ma è ancora al di sotto di ciò che questo giocatore può veramente fare, la causa è il dolore alla caviglia che si porta dietro (15’ st Becerri 6.5 entra a pieno in partita, corre e salta chiunque gli si pari davanti. Suo l’assist per il raddoppio).

Vernocchi 6.5 Non entra benissimo in partita, viene sempre chiuso dalla difesa del Bra che non gli lascia scampo vista la sua grande qualità. Si sblocca e si concentra di più dopo 20 minuti, riuscendo a trasformare più palle in occasioni degne di nota. Prestazione in crescita e ottima (27’ st Battistello 6).

Calì 7 Assente e poco sfruttato durante la prima parte del primo tempo. Si sveglia piano piano, è suo l’assist del primo gol. Durante il secondo tempo è ancora più in forma, trova diversi spunti e finalmente il gol che chiude la partita. Grande partita di un grande giocatore.

All. Gatti 7 La Caronnese si riconferma anche oggi grazie alle sue grandi qualità, trovando una vittoria che nei primi 20 minuti non sembrava sarebbe mai arrivata. Ma la squadra è pronta e non si lascia scappare nessuna palla, la chiude con il gol di Calì e azzecca ogni cambio possibile. Il quarto posto è conquistato, riuscirà a mantenerlo e magari salire sempre più in alto?

Caronnese-Bra Serie D
La formazione della Caronnese di Gatti

BRA
Guerci 5 Il portiere ha tanta esperienza ma nelle due occasioni più importanti della Caronnese è impreparato e potrebbe fare molto di più.

Tos 6.5 Forse il migliore in difesa, il capitano della squadra incoraggia i suoi a non mollare mai. Chiude bene quando serve, sventrando una palla di Becerri che sarebbe diventata possibilmente un altro gol.

Saltarelli 6 Le sue incursioni e la sua velocità sono sicuramente un punto di forza che potrebbero far molto più male, la prestazione è sufficiente.

Campagna 6 In attacco si rende troppo poco pericoloso non riuscendo a sbloccare la partita quando potrebbe. Peccato perché il giocatore ha qualità e fisico per poter punire.

Merkaj 6 Non molto sfruttato e abbastanza assente durante tutta la partita, prestazione da migliorare.

Magnaldi 6 Sulla fascia corre e copre bene gli spazi, peccato per il cartellino giallo ricevuto in modo molto ingenuo (33’st D’Ambrosio sv).

Reeb 6 Giocatore classe 2000 che durante i primi minuti s’incarica di diverse involate interessanti che potrebbero far male alla Caronnese, si spegne un po’ col passare della partita (16’ Bongiovanni 6)

Hoxha 6 Il nuovo acquisto del Bra è interessante ma non è oggi la sua partita. Ha qualità e tecnica, però la prestazione non è delle migliori (33′ st Baggio sv).

Marchisone 6 Il giovane 2001 ha tante qualità e tecnica, riuscendo a rendersi pericoloso in più occasioni. Peccato però che alcune volte sia poco razionale e molto fisico, commette infatti un bruttissimo e cattivo fallo al 22’ su Putzolu e riceve perciò un bel richiamo verbale.

Capellupo 6 A centrocampo inventa ma non abbastanza per poter far male alla Caronnese. L’esperienza non manca ma oggi non è il suo match.

Daqoune 6 Prestazione in sordina, pochi spunti e poche palle interessanti a centrocampo. Potrebbe fare molto di più per la squadra.

All. Daidola 5.5 Il Bra era al secondo posto con soli 3 punti dal Gozzano, ma dopo questa sconfitta il divario si fa ancora più lungo e la scalata ancora più difficile. La squadra ha qualità ma oggi ha trovato un ottimo avversario che non ha lasciato scampo nemmeno ai migliori.

Caronnese-Bra Serie D
La formazione del Bra di Daidola

LE INTERVISTE

Dopo l’importante vittoria sul Bra, il tecnico della Caronnese Gatti commenta così lo scontro: «Una bella vittoria contro una squadra solita che sapevamo fosse forte, perché non ha fatto sicuramente per caso 40 punti. Sono solidi in tutti i reparti, hanno buoni giocatori e buon allenatore che ha vinto con questa squadra il campionato qualche anno fa, è normale che quando incontri un avversario così devi cercare di essere al meglio; infatti, i primi 20 minuti della partita non abbiamo approcciato benissimo, siamo stati bravi nell’occasione del gol che è stato davvero molto bello. Nel secondo tempo abbiamo sofferto il giusto i primi minuti, dopo quando siamo rimasti in 10 abbiamo avuto la forza di fare il secondo gol che è stata la cosa più importante. Il nostro portiere ha fatto 4 interventi interessanti. Un applauso alla squadra, un applauso all’avversario e niente da dire, sono contento. Quando è uscito Galletti qualche ripartenza in più potevamo farla, poi quelli che sono entrati freschi sono riusciti a trasformare ottime palle. Mi spiace per Giorgio Siani che ha giocato con una puntura, ha giocato sacrificato come ha potuto ma non è facile giocare con una caviglia così in disordine. Adesso cerchiamo anche di recuperare il nostro capitano anche se il suo problema è veramente importante perché sicuramente è uno che non si tirerebbe mai indietro. Nelle ultime partite abbiamo ridotto i gol subiti, la solidità difensiva è più presente e abbiamo ritrovato il nostro equilibrio».

Meno soddisfatto dell’esito finale è invece il capitano del Bra, Cristian Tos commenta così: «La palla di Merkaj è stata sicuramente ottima, fossimo andati lì sul 1-1 la partita sarebbe cambiata, però purtroppo non è andata così. Sappiamo che il girone è molto tosto, ci sono molte squadre agguerrite, dovremo fare sempre di più per andare avanti. Per noi Gaeta è un giocatore importante e la sua assenza si è sentita, però tutta la rosa è molto agguerrita e ci abbiamo provato».


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli

nativery.com, 601bdb002ee3c4075ca20115, DIRECT appnexus.com, 11707, RESELLER, f5ab79cb980f11d1 google.com, pub-4529259506427490, DIRECT, f08c47fec0942fa0