18 Giugno 2021

Caronnese – PDHAE Serie D: bacchetta Scaringella, Corno d’altro livello; Cretaz a testa alta

Le più lette

Città di San Giuliano-Assago Pulcini B: doppiette di Gualtieri e Rivieccio, Coviello e Villella non mollano mai

Dribbling, conclusioni dalla lunga distanza, alta intensità e spirito combattivo. Non è mancato nulla nella sfida fra Città di...

Gozzano-Fossano Serie D: All’Albertas festa per tutti, coppa a Soda e… FOSSAlvo

Non ci credeva nessuno, tranne Viassi e la sua squadra. Nel giorno della festa del Gozzano, il Fossano si...

Serie D Girone B: in finale playoff domenica vanno NibionnOggiono e Fanfulla

Le semifinali playoff del Girone B di Serie D rispettano la classifica, ma con emozioni e ribaltamenti di risultati in...

La Caronnese si mette alle spalle Bra con la vittoria, sudata, per 3-1 sulla neopromossa Pont Donnaz. Partita dal doppio volto per la squadra di Roberto Gatti che ha avuto bisogno della “scossa” per azzannare il match e prendersi i tre punti grazie a una mezzora finale dove sono saliti in cattedra il capitano Corno, l’esterno Scaringella e l’ultimo arrivo Banfi. Tre punti che, per quanto visto nella parte finale, sono meritati nonostante il black-out degli ultimi venti minuti del primo tempo e delle prime battute della ripresa. Il Pont Donnaz, comunque, ha dimostrato di avere la tempra giusta per arrivare alla meta e, con un pizzico di fortuna, avrebbe potuto trovare il pari in anticipo e, magari, scrivere una sceneggiatura differente.

Il risultato si sblocca nelle primissime battute ad opera del solito Federico Corno che trova il vantaggio con un rasoterra di sinistro dal limite dell’area su servizio di Scaringella. Caronnese rapida nella circolazione, che prova a sfruttare la catena di destra partendo da Costa, proseguendo da Battistello e terminando con Rocco che, quando punta riesce a trovare il varco giusto dalle parti di Mazzeffoli. In mediana è Gargiulo a tenere in mano le redini e avviare l’azione: da una sua iniziativa al 25′ arriva il servizio di Scaringella per Calì che, dal limite, trova i riflessi di Vinci a disinnescare in calcio d’angolo. Il PDHAE, organizzato nel suo 4-2-3-1 guidato dal sempreverde Lauria sul fronte offensivo è osso duro, ribatte colpo su colpo e prova a farsi vedere con i traversoni dall’esterno. Al 36′ i valdostani sono pericolosi su un’azione prolungata avviata dalla corsia di destra di Jeantet che, nel mezzo, ha trovato l’imprecisione del caronnese Calì sulla quale D’Onofrio è stato murato; sul proseguimento dell’azione è Masini a concludere di testa alto. Quattro minuti più tardi è il palo a negare il pareggio alla squadra di Cretaz che, per quanto visto fino a quel momento, sarebbe stato meritato: Lauria, giocatore da oltre 160 gol in carriera, mostra tutto il suo repertorio con la rovesciata che si stampa in pieno sul palo. Nel recupero si vede la Caronnese con una fiammata di Rocco che, dopo aver avuto la meglio di Maffezzoli, prova la conclusione da posizione defilata e Vinci si salva in angolo.
In avvio di ripresa la Caronnese è pericolosa sugli sviluppi di un calcio d’angolo con Battistello. Il PDHAE trova il pareggio, meritato, con l’ex Novara Sterrantino appena entrato in campo al posto di Filip: azione rapida finalizzata con una girata in area piccola sulla quale Marietta non è perfetto quanto deve. Pont Donnaz che la riprendere con merito e d’improvviso se la vede scivolare per l’errore in area piccola di Ciappellano che, nel tentativo di rinviare, la mette sui piedi di Scaringella che non perdona. Al 23′ dal servizio di Scaringella è Banfi a provarci con un rasoterra da lontano che si perde di poco alla destra della porta di Vinci. Cretaz negli ultimi venti minuti inserisce tutti gli attaccanti a disposizione, abbassando D’Onofrio terzino.
Al 37′ è Banfi a chiudere i conti al termine dell’azione avviata da Corno sulla sinistra approfittando della poca opposizione di D’Onofrio; il capitano rossoblù mette in mezzo per Santonocito, il quale vede la sua girata respinta da Vinci e poi, sulla ribattuta, è l’ex Pro Patria fa festa.

IL TABELLINO

Caronnese-PDHAE 3-1
RETI (1-0, 1-1, 3-1):
3′ Corno (C), 6′ st Sterrantino[02] (P), 15′ st Scaringella (C), 38′ st Banfi[00] (C).
CARONNESE (4-3-1-2): Marietta[02] 5.5, Costa[02] 5.5 (30′ st Gualtieri[02] 6), Cosentino[99] 6.5, Galletti[99] 6, M’Zoughi[00] 6, Gargiulo 7, Calì 6.5, Battistello 5.5 (9′ st Putzolu[99] 6.5), Rocco 7 (18′ st Banfi[00] 7), Corno 7 (48′ st Musicò sv), Scaringella 7.5 (34′ st Santonocito 6.5). A disp. Angelina[01], Arcidiacono[01], Bosisio[02], Torin[01]. All. Gatti 6.5.
PDHAE (4-2-3-1): Vinci[00] 6.5, Sassi[01] 6 (24′ st Ruatto[01] 6), Maffezzoli[99] 6, Tanasa 5.5, Ferrando 6 (26′ st Balzo sv), Ciappellano 5.5, Filip[02] 6 (5′ st Sterrantino[02] 7), Masini 6 (39′ st Borettaz sv), Jeantet 6 (17′ st Varvelli 6), Lauria 6.5, D’Onofrio 5.5. A disp. Gini, Paris[00], Scala, Cena. All. Cretaz 6.
ARBITRO: Campobasso di Formia  6.
AMMONITI: Tanasa, Masini[01] (P), Scaringella (C).

LE PAGELLE

CARONNESE
Marietta 5.5
Sul gol del pareggio non fa quello che dovrebbe.
Costa 5.5 Sotto pressione va in affanno. Perde palloni e gioca troppo timido.
Cosentino 6.5 Il centralone suona la carica nel momento della difficoltà.
Galletti 6 Qualche incertezza ma nel complesso non sfigura.
M’Zoughi 6 Non proprio fortunato in occasione del pareggio. Fa la sua parte.
Gargiulo 7 Pallone in cassaforte. Detta i tempi davanti alla difesa.
Calì 6.5 Non esita a provarci dalla distanza. Perde qualche pallone ma si sforza di recuperare.
Battistello 5.5 In ombra. Impreciso e incostante.
Rocco 7 Quando decide di giocare non ce n’è per nessuno. (18′ st Banfi 7 L’ex Pro Patria ha il piede caldo. Prima lo manca, poi timbra).
Corno 7 Il capitano si carica la squadra sulle spalle pure con un ginocchio malconcio.
Scaringella 7.5 Assist per l’1-0 e gol del 2-1. C’è sempre su quella fascia.
All. Gatti 6.5 Quando la squadra è in vantaggio vederla giocare è un piacere.

PDHAE
Vinci 6.5
Due grandi parate nel primo tempo. Sul gol del 2-1 respinge ravvicinato e viene punito.
Sassi 6 Cerca di stringere i denti con le incursioni di Scaringella.
Maffezzoli 6 Quando è puntato concede qualcosa. Prova a giocare e a sbrogliare quando ne ha l’occasione.
Tanasa 5.5 Non esce vincitore nella battaglia a metà campo.
Ferrando 6 Punto fermo, resta concentrato fino alla fine.
Ciappellano 5.5 Era stato quasi perfetto ma quella scivolata andata male gli è costata caro.
Filip 6 Prova a mettere l’armatura per andare in battaglia.
Masini 6 Maramaldeggia là davanti alla difesa.
Jeantet 6 Un paio di discese pericolose dal lato di M’Zoughi.
Lauria 6.5 Gli basta toccare un pallone per far vedere di che pasta è fatta. Quel palo trema ancora.
D’Onofrio 5.5 Tanta volontà per l’ex di giornata ma in occasione del 3-1 è “macinato” da Corno.
All. Cretaz 6 Una buona ora per la sua squadra. Carattere e agonismo, così ci si salva.


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli