25 Giugno 2021

Caronnese-Sanremese Serie D: Lo Bosco pareggia Banfi, ma il mago Siani porta i rossoblù in zona playoff

Le più lette

Il Saluzzo brinda alla salvezza in Serie D, Boschetto: un miracolo

Moltissimi titolari provenienti dall’Eccellenza della passata stagione; con ogni probabilità il budget più basso del girone; allenamenti di sera....

Prevalle Eccellenza: Ufficializzato il nuovo tecnico della prima squadra, è Fabio Valotti

In seguito all'addio di Aldo Nicolini dopo due stagioni, il Prevalle ufficializza quello che sarà il nuovo tecnico per...

Christian Zullo e il suo Caselle si lanciano verso la Promozione 21/22: molte conferme e 5 novità

Terminata l'Eccellenza, in via alle Fabbriche torna ad essere protagonista la Promozione. Dopo aver ospitato la Pro Eureka per...

Lo stadio è sempre lo stesso, cambiano solo le due contendenti sul campo: la Caronnese del tecnico Gatti ospita la vicinissima rivale, la Sanremese di Andreoletti. La differenza è pochissima: solo un punto separa, infatti, le due squadre. L’obiettivo è solo uno: vincere per tornare in zona playoff. Ad avere la meglio è solo una delle rivali e veste i colori rossoblù: finisce 3-1 al Comunale. Conquistato il modesto pareggio a Fossano, i padroni di casa sono affamati, ma davanti a sé hanno un’ottima concorrente. Il ritmo della gara è alto fin dal fischio iniziale, e viene guidato maggiormente dagli ospiti. Ma al 16’ i rossoblù sbloccano la gara: su cross di capitan Corno, il giovane Banfi buca la rete. Nel secondo tempo si riaccendono parzialmente le speranze liguri, con il gol di Lo Bosco. Ma i rossoblù rispondono a dovere, e la doppietta di Siani chiude i conti.

Banfi apre le danze, quante occasioni per i liguri. Le squadre partono a razzo, il primo corner viene conquistato dalla Sanremese subito al 1’. Con un bellissimo colpo di tacco di Danovaro, gli ospiti iniziano già a rendersi pericolosi. I liguri continuano con un ritmo davvero alto, vogliono subito impadronirsi del pallino di gioco per trovare la rete. Al 12’ arriva la prima grandissima occasione per la Sanremese: sul lancio lungo di Mikhaylovskiy, Convitto s’invola e si trova davanti alla porta. Il suo tiro è potente, ma troppo centrale per il giovane 2002 Marietta che dice di no, facendosi trovare pronto. Nonostante le tante giocate dei biancocelesti, la Caronnese al 16’ buca la rete. Sulla fascia sinistra è capitan Corno, intelligente e attento abbastanza da vedere in area Banfi, che senza tanta esitazione la spedisce in porta. La Sanremese risponde subito, con un contropiede portato avanti da Convitto, che la scarica per Vita, ma avviene tutto troppo tardi e Cosentino riesce a bloccare l’iniziativa. Dopo i primi 20 minuti completamente a favore per gli ospiti, la Caronnese inizia a macinare campo, creando anche ottime occasioni. Arriva al 25’ quella firmata da Arcidiacono, che salta in velocità tutti sulla fascia sinistra, ma nessuno riesce ad arrivarci in area. Il pressing è altissimo, e lo dimostra al 26’ il velocissimo Rocco: su lentezza e imprecisione di Dragone, il giocatore riesce a soffiargli il pallone, ma non trova la porta avversaria. Dopo un giro d’orologio, sono ancora i padroni di casi a provarci: è Gargiulo questa volta a farlo, con una conclusione dal limite dell’area troppo lenta però per poter fare male agli ospiti. Gli animi iniziano a scaldarsi al 30’, quando diversi falli non sanzionati dal direttore di gara fanno innervosire i giocatori della Sanremese. I minuti passano, con buonissime manovre da entrambe le parti del campo. Al 37’ sono gli ospiti a provarci. Il loro uomo è il numero 11 Vita, che arrivato al limite dell’area riesce a saltare Putzolu, ma la sua conclusione viene rimpallata preso dall’attento ed esperto Cosentino. Al 42’ è brivido per la Caronnese: il cross di Danovaro trova Vita, cha salta più in alto di tutti e sfiora di pochissimo la traversa. Il primo tempo termina senza alcun minuto di recupero, con tantissime occasioni da entrambe le parti, ma un pesante gol di Banfi che è un macigno sulle spalle dei liguri.

L’espulsione e i gol. Il secondo tempo si apre con il primo cambio che vede l’uscita di M’Zoughi per il compagno Galletti. Parte subito la Sanremese, che vuole davvero trovare il gol. Sulla fascia sinistra è sempre Convitto, ma la sua giocata non sfocia in nulla, trovando solo il rimpallo di Arcidiacono. Gli ospiti ci riprovano al 6’, con la conclusione di Gemignani che sfiora di poco la traversa. Caronnese che risponde al 7’ con un grandissimo brivido: sulla fascia destra è Calì, che vede ancora una volta Banfi: il suo tiro sfiora di pochissimo il palo destro. Entrambe le squadre si assestano con opportuni cambi, ma è quello della Sanremese il più azzeccato. Il neo-entrato Lo Bosco, infatti, trova subito il gol all’11’. Dopo la traversa trovata di Vita, la palla arriva nei piedi dell’attaccante che pareggia i conti e riapre le speranze liguri. Speranze che vengono meno al 15’, quando il capitano Bregliano, già ammonito, commette un fallo stupido su Corno che gli costa l’espulsione. In campo esplode la rissa, e solo dopo alcuni minuti gli animi tornano a calmarsi. I rossoblù di Gatti cambiano completamente i giocatori, tirando fuori l’artiglieria pesante: Siani-Becerri-Battistello. Ed è proprio uno di loro a raddoppiare la dose al 31’: dopo la caduta in area di Corno, la palla termina tra i piedi del neo-entrato Siani, che si gira e con il suo sinistro frega completamente Dragone. Ancora Caronnese che si rende pericolosa al 35’: la palla è sulla fascia destra tra i piedi di Siani, che con precisione trova Corno, ma sfortunatamente il capitano non riesce a girarsi e controllarla. Passano pochissimi minuti, e ancora il numero 17 si rende pericoloso: dal limite dell’area, dopo lo scambio con Putzolu, l’attaccante sfoggia il suo sinistro, ma la palla sfiora di pochissimo il palo. Nonostante il vantaggio, i rossoblù non demordono, e trovano ancora la magia al 44’. La palla è a centrocampo nei piedi di Putzolu, che la filtra per Corno, poi per Siani: in area sulla fascia destra, il mago buca la rete di Dragone. I minuti di recupero sono 5, visti i diversi gol e le sostituzioni. Arriva il fischio finale e la gioia incontenibile dei padroni di casa, che si portano così a casa 3 punti fondamentali.

IL TABELLINO

CARONNESE-SANREMESE 3-1
RETI (1-0, 1-1, 3-1): 16′ Banfi (C), 11′ st Lo Bosco (S), 31′ st Siani (C), 44′ st Siani (C).
CARONNESE (4-4-2): Marietta 6.5, M’Zoughi 6 (1′ st Galletti 6), Arcidiacono 6.5, Cosentino 6.5, Travaglini 7, Gargiulo 6.5, Putzolu 7.5, Banfi 6.5 (26′ st Siani 9), Rocco 6.5 (26′ st Becerri 6.5), Corno 7, Calì 6 (29′ st Battistello 6). A disp. Angelina, Coghetto, Costa, Torin, Yamba. All. Gatti 7.5.
SANREMESE (3-4-3): Dragone 5.5, Doratiotto 6 (19′ st Miccoli 6), Bregliano 5, Mikhaylovskiy 6, Demontis 6, Gagliardi 6 (34′ st Murgia 6), Vita 6.5, Gemignani 6, Danovaro 6.5, Pellicanò 6, Convitto 6.5 (9′ st Lo Bosco 7). A disp. Giletta, Castaldo, Scarella, Ponzio, Fava, Fenati. All. Andreoletti 6.
ARBITRO: Tartarone di Frosinone 5.5.
COLLABORATORI: Gentile di Isernia e Savasta di Bra.
AMMONITI: 27′ Gargiulo (C), 30′ Bregliano (S), 1′ st Doratiotto[99] (S), 40′ st Becerri (C).
ESPULSI: 15′ st Bregliano (S).

LE PAGELLE

CARONNESE

Marietta 6.5 Il giovane 2002 dimostra qualità e attenzione, già al 12’ è chiamato in causa sulla conclusione di Convitto. Meno impegnato durante il resto del primo tempo. Sul gol di Lo Bosco può poco e nulla. Anche oggi un’ottima prestazione del portiere.
M’Zoughi 6 Scivola parecchie volte durante il primo tempo causa pioggia, ma fortunatamente ciò non intacca la gara. Forse oggi tra i meno attenti in difesa, viene per questo sostituito dal tecnico Gatti.
1’st Galletti 6 Non entra benissimo in partita, è un po’ confuso e poco attento. Il tempo però gli dà più sicurezza, prestazione in crescita.
Arcidiacono 6.5 Il suo compito non è semplice: marcare il giovanissimo Pellicanò, ma nonostante la grande qualità dell’avversario, Arcidiacono ne dimostra altrettanta. Sulla fascia sinistra s’invola più di una volta e in pochi riescono a fermarlo durante la prima parte del match. Nel secondo tempo è meno preciso.
Cosentino 6.5 Si dimostra attento e pronto: in difesa è una sicurezza per i suoi, con anticipi puliti e di qualità per tutti i 90 minuti del match.
Travaglini 7 Stesso discorso di Cosentino, il difensore gioca come sempre al massimo, concedendo poco agli avversari, ma tanto alla sua squadra. Si sacrifica con diverse incursioni, dà tutto sé stesso fino alla fine della gara. Prestazione di qualità.
Gargiulo 6.5 Tecnica e professionalità: il giocatore a centrocampo ha la calma e la freddezza che contraddistinguono i grandi, e lo dimostra per tutta la durata della partita.
Putzolu 7.5 Il guerriero dei rossoblù è il più grintoso, nonostante alcune sviste durante i primi 20 minuti. Lotta su ogni pallone, incita i suoi, corre e corre per 90 minuti di gara sotto la pioggia. Grande partita.
Banfi 6.5 L’uomo della Caronnese non manca nemmeno oggi di stupirci: è suo il gol al 16’ che setta l’asticella al Comunale. Combatte su ogni palla per tutto il primo tempo, creando un po’ meno ma rimanendo presente.
26’st Siani 9 Torna finalmente al pieno della sua forma il mago di Caronno. Entra e chiude la partita. Ha tecnica e qualità da vendere, il suo tocco è pura magia.
Rocco 6.5 Instancabile e creativo: sono questi i pregi che contraddistinguono il giocatore. Il suo pressing e la sua velocità fanno male e danno ritmo alla squadra.
26’st Becerri 6.5 Entra insieme a Siani per dare ritmo ai suoi, e lo fa. Ha grinta e velocità come il compagno Putzolu, la fisicità è la sua arma.
Corno 7 Il capitano dimostra ancora oggi grande tecnica, sua infatti è l’iniziativa che sblocca la partita. Durante tutta la gara non si distrae un attimo, riuscendo a tenere salda la squadra.
Calì 6 La sua fisicità non manca nemmeno oggi, e sulla fascia sinistra non smette mai di combattere per trovare un cross che possa sbloccare le danze.
29’st Battistello 6 Il giovane giocatore entra bene in partita, recuperando alcuni palloni e facendosi trovare sempre pronto in area.
All. Gatti 7.5 La Caronnese gioca una partita impeccabile, ed era da un po’ che non lo faceva. Forse il pareggio a Fossano l’ha aiutata. Dopo i primi 15 minuti a senso unico, la squadra mostra a pieno le sue qualità, trovando subito il gol. Subita la rete, il team non demorde e sfoggia la sua carta vincente: Siani. I cambi sono azzeccati, le occasioni sfociano in due gol che chiudono la partita. La Caronnese, con 49 punti, è ora al quinto posto. Riuscirà a mantenerlo?

SANREMESE

Dragone 5.5 Il giovanissimo 2002 si prende un paio di rischi durante il primo tempo: può fare sicuramente di più sul gol, così come sul pressing di Rocco che provoca quasi la seconda rete. Subisce altri due gol da parte del mago Siani, su cui può forse poco e niente.
Doratiotto 6 Entra alla fine del riscaldamento in sostituzione di Ponzio. Attento e celere, il giocatore mostra le sue qualità durante tutta la partita.
19’st Miccoli 6 Ingresso positivo in partita, il giocatore prova a dare una spinta al gruppo, ma non si rende per niente pericoloso.
Bregliano 5 Il capitano ha esperienza e saggezza da vendere, forse non oggi però. Dopo un ottimo primo tempo, trova l’espulsione sciocca all’inizio della ripresa, che avrebbe potuto evitarsi.
Mikhaylovskiy 6 Attento e pulito, il difensore è anche molto intelligente nelle ripartenze, con lanci lunghi che spesso trovano ottimi sbocchi.
Demontis 6 Il giocare ha abbastanza esperienza e tecnica per poter fare male. Dopo un primo tempo un po’ in sordina, nel secondo tempo si sblocca finalmente, ma con poche occasioni.
Gagliardi 6 Cerca di fare viaggiare i suoi, cambiando spesso gioco e improvvisando giocate interessanti. Nel secondo tempo è meno attento e costruisce meno. Prestazione sufficiente.
34’st Murgia 6 Ingresso positivo, lotta su ogni palla come può, ma la Caronnese di Gatti travolge anche lui.
Vita 6.5 Dopo 20 minuti di assenza, il giocatore inizia pian piano a uscire dal guscio. Lo fa in diverse occasioni, che siano palla a terra o per aria. Si rende pericoloso anche durante il secondo tempo, ma non trova mai la rete.
Gemignani 6 Le sue incursioni e i suoi lanci inventano ottime azioni che lanciano spesso il compagno Convitto.
Danovaro 6.5 Spinge tanto la squadra, è lui ad alzare sempre di più l’asticella e il ritmo del team. È ottima la sua comunicazione con il compagno Pellicanò.
Pellicanò 6 La fascia destra è tutta sua, manovra l’azione, è il regista della squadra nonché uno dei più giovani (classe 2002). Durante i primi 20 minuti sembra poter fare male alla Caronnese, poi però si spegne per il resto della partita, forse per l’ottima copertura di Arcidiacono.
Convitto 6.5 Sulla fascia sinistra fa tanto male alla Caronnese, dimostrandolo subito al 12’ con il primo grande brivido della partita. Lo continua a fare in diverse occasioni, ma non trova il gol.
9’st Lo Bosco 7 Ottimo ingresso, è abbastanza aggressivo da trovare in soli due minuti il gol che pareggia i conti. Lotta per la restante mezz’ora abbondante, ma la sua fantasia non trova sbocco.
All. Andreoletti 6 La Sanremese è agguerrita e sembra dominare la partita, ma ha davanti a sé un grande guerriero con il suo stesso interesse: vincere. Subiscono un pesante gol, ma si rialzano in fretta continuando a creare tantissime occasioni succulente. Forse un po’ di sfortuna, forse la bravura dell’avversario, i biancazzurri chiudono il match con 3 gol subiti, non riuscendo a rientrare in zona playoff.

ARBITRO
Tartarone di Frosinone 5.5
 Fischia quasi sempre in modo corretto, sicuramente lo è per quanto riguarda l’espulsione di Bregliano. Sono però anche molte le sviste, che gli costano tanti insulti, sia dal campo che non.

LE INTERVISTE

Fierissimo e soddisfatto dei suoi, dopo la partita è il tecnico Roberto Gatti a parlare: «La Sanremese è un’ottima squadra di grande livello, sapevamo benissimo che ci sarebbe aspettata una partita non facile. Abbiamo un po’ sofferto nei primi minuti, poi ci siamo sbloccati grazie al gol di Banfi. Loro hanno creato davvero tanto, noi ci siamo difesi benissimo. Nel secondo tempo poi siamo riusciti a fare ancora meglio, andando a raddoppiare con Siani che finalmente è tornato al massimo. Sono davvero soddisfatto dei miei ragazzi e felice per Giorgio, aspettava questo momento da tanto. Devo fare i complimenti però anche agli avversari che si sono dimostrati molto agguerriti. Adesso siamo in zona playoff ma mancano ancora diverse partite, ce la giocheremo fino alla fine».

Meno contento è invece il tecnico Matteo Andreoletti: «Non sono totalmente soddisfatto della gara, abbiamo avuto tantissime occasioni e forse anche tanta sfortuna dietro. Sicuramente la Caronnese è una grande squadra che oggi aveva il nostro stesso interesse. Abbiamo creato sin dal primo minuto e abbiamo dimostrato a tutti le nostre qualità, poi purtroppo il calcio è uno sport così, non va sempre bene. Sono comunque orgoglioso dei miei ragazzi, ci hanno provato fino all’ultimo ed è questo ciò che conta. La strada è ancora lunga, ci sono ancora tante partite in cui speriamo di riprenderci».


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli