18 Giugno 2021

Castellanzese – Fossano Serie D: i neroverdi rimontano con Mecca e Chessa

Le più lette

Fossano – Arconatese Serie D: Vincenzo Alfiero fa tutto e forse anche di più

Si dice che le vittorie all'ultimo minuto siano le migliori. Ed è vero. Il Fossano batte in extremis l'Arconatese...

Città di Sangiuliano-Vogherese Eccellenza: un super Zingari non basta a Crucitti. I pavesi di Martignoni rimontano 3 gol e ottengono un pareggio clamoroso

Il campionato di Eccellenza volge al termine, e nell'ultima giornata il Città di Sangiuliano ospita la Vogherese, e il...

Roma-Milan Primavera 1: Zalewski e Tall mettono fine alle flebili speranze playoff dei rossoneri

La Roma di De Rossi regola il Milan con un secco 2-0 e pone fine definitivamente alle residue speranze...

Dopo il pareggio di Vado, la Castellanzese torna tra le mura i di cassa e lo fa con una convincente vittoria ai danni del Fossano. Fossano che era partito con una vittoria in questo girone A di Serie D, ma è caduto alla prima trasferta. E pensare che per un tempo gli uomini di Viassi hanno condotto il match, salvo poi capitolare sotto i colpi degli scatenati Mecca e Chessa.

La partenza della partita è lenta. I due 4-3-3 speculari scelti da Mazzoleni e Viassi rendono difficile trovare gli spazi e per almeno 10 minuti non si contano occasioni da rete. Poi Di Salvatore sfrutta un errore in impostazione de capitano neroverde Pedrocchi e si invola verso la porta di Cirenei. Sul suo tiro, però, trova l’opposizione di Concina, che salva un gol fatto. L’episodio fa saltare il tappo alla partita, che diventa spettacolare. Con la Castellanzese a fare gioco e gli ospiti a puntare sui contropiedi e su un Coulibaly che per un tempo sfrutta molto bene le praterie che ha davanti. Proprio su contropiede, al 19’, il Fossano passa con Di Salvatore imbeccato da una volata stupenda di Coulibaly. Per una sorte che conosce solo il calcio, il tutto parte da un palo colpito a botta sicura da Negri. La Castellanzese non si disunisce e, anzi, comincia ad attaccare quasi a pieno organico e le occasioni fioccano. I tre centrocampisti di Viassi non riescono a fare filtro e gli inserimenti delle due mezzali Negri e Mecca fanno venire il mal di testa ai difensori. I tre attaccanti – Chessa, Fusi e Pedrocchi – lavorano bene, ma si scontrano con le parate miracolose di un grande Merlano. Che manda i suoi al riposo in vantaggio.

Nella ripresa la spinta dei padroni di casa non si ferma e si concretizza subito nella rimonta. Al 10’ Chessa lavora un pallone a destra e serve il taglio di Mecca, che brucia Coviello e fa 1-1. Cinque minuti dopo il numero 17 neroverde ricambia il favore: cross, sempre da destra, per Chessa che dal limite calcia al volo completando il sorpasso. Il centrocampo degli ospiti fatica sempre di più a contenere le avanzate, anche perché Tassone e Albani non sono nella loro miglior giornata. Anche se, proprio Albani, al 22’, rischia di pareggiare il match con un destro dai venti metri che si stampa sul palo e che pone fine alle speranze di rimontare. Al 26’, poi, il neo entrato Bigotto chiude i conti dopo una grande discesa a destra di Marcone, che sfrutta il buco lasciato ancora da Coviello. Sul risultato di 3-1 i neroverdi fanno in tempo a sbagliare un gol clamoroso con Corti, oggi molto impreciso sottoporta, prima che la partita scivoli fino al 50’, quando Mazzoni da Prato fischia tre volte.

Il risultato finale premia una Castellanzese che non rinuncia mai a giocare, pur assumendosi molti rischi in costruzione. Al Fossano, squadra molto giovane, come dimostrano i ben sette giocatori titolari nati dopo il 2000, non resta che lavorare di più, soprattutto in difesa, per evitare certe disattenzioni che nel corso di un campionato difficile come la Serie D possono essere fatali.

IL TABELLINO

CASTELLANZESE – FOSSANO 3-1
RETI (0-1; 3-1): 
19′ Di Salvatore (F), 10′ st Mecca (C), 15′ st Chessa (C), 26′ st Bigotto (C).
CASTELLANZESE (4-3-3): Cirenei 6, Concina 6.5, Alushaj 6.5, Marcone 7 (35′ st Giugno sv), Chessa 8, Negri 7 (43′ st Molinari sv), Fusi 6 (23′ st Bigotto 6.5), Corti 6 (35′ st Ornaghi sv), Pedrocchi 6.5, Mecca 8 (29′ st G. Perego sv), A. Perego 7.5. A disp.: Brusco, Marchio, Bertoletti, Manfré. All. Mazzoleni.
FOSSANO (4-3-3): Merlano 7, Albani 5.5, Scotto 5.5, Galvagno 5.5, Di Salvatore 6.5 (38′ st S. Giraudo sv), F. Giraudo 6 (20′ st Manuali 6), Coviello 5.5, Fogliarino 5.5 (32′ st Medda sv), Tassone 5.5, Coulibaly 6.5 (35′ st Chiappino sv), Lazzaretti 5.5 (13′ st Bergesio 5.5). A disp.: Bosia, Quaranta, Reale, Giordano. All. Viassi.
AMMONITI: 18′ st Albani (F), 20′ st S. Giraudo (F), 44′ st Molinari (C).
ARBITRO: Mazzoni Manedo di Prato 6.5. (Dattilo di Roma, Palermo di Pisa).

LE PAGELLE

PAGELLE CASTELLANZESE
Cirenei 6:
il Fossano lo spaventa in avvio, ma dove non arriva lui arriva Concina.
Concina 6.5: in avvio di partita salva un gol fatto. Poi si fa rispettare.
Alushaj 6.5: soffre la velocità di Coulibaly, ma nella ripresa lo mette in riga.
Marcone 7: Coulibaly è tosto, ma lui non demorde e ne esce vincitore. L’assist per Bigotto è una perla. (35’ st Giugno sv).
Chessa 8: delizioso l’assist per Mecca e ancor più delizioso il gol del sorpasso.
Negri 7: bravo negli inserimenti e nel lavoro di copertura. (43’ st Molinari sv).
Fusi 6: parte molto bene, poi si spegne. Spesso si intestardisce. (23’ st Bigotto 6.5).
Corti 6: tantissimo lavoro, ma lascia a casa il killer instinct. Si rifarà. (35’ st Ornaghi sv).
Pedrocchi 6.5: passo molto compassato, ma regia di grande affidabilità.
Mecca 8: segna, fa segnare e corre per due. What else? (29’ st G. Perego sv).
A. Perego 7.5: non soffre mai e quando può attacca con convinzione.
Mazzoleni 7.5: i suoi non rinunciano mai a giocare. E giocano molto bene.

 Castellanzese-Fossano Serie D Bryan Mecca
Castellanzese – Fossano Serie D: il migliore in campo Bryan Mecca

PAGELLE FOSSANO

Merlano 7: nel primo tempo para qualsiasi cosa. Poi si deve arrendere.
Albani 5.5: fa poco filtro ed è impreciso. Quel palo avrebbe potuto cambiare la partita.
Scotto 5.5: soffre moltissimo le incursioni di Corti e non riesce mai a contenerlo.
Galvagno 5.5: tanto sacrificio, ma è lento nelle decisioni.
Di Salvatore 6.5: segna il gol della speranza ed è l’uomo più pericoloso con Coulibaly. (38’ st S. Giraudo sv).
F. Giraudo 6: fa quel che può, ma dal suo lato Coviello lo aiuta poco. (20’ st Manuali 6).
Coviello 5.5: dal suo lato passano con troppa facilità.
Fogliarino 5.5: difende poco e in attacco non si vede mai. Confuso. (32’ Medda sv).
Tassone 5.5: quando Perego e Fusi alzano i giri lui va in confusione.
Coulibaly 6.5: nel primo tempo è indomabile, poi Marcone riesce a prendergli le misure. (35’ st Chiappino sv).
Lazzaretti 5.5: non copre Coviello, che soffre i due contro uno. (13’ st Bergesio 5.5).
Viassi 6: Buon approccio, ma i suoi calano nella ripresa.

CASTELLANZESE – LE INTERVISTE

In sala stampa, prima di mister Mazzoleni, si presenta il giovane Alessandro Perego, terzino sinistro che oggi si è ben comportato. Il classe 2002 si dice emozionato per la prima in casa e parla di vittoria di esperienza: “La prima in casa è stata emozionante. È stata una partita difficile, perché siamo andati in svantaggio. Nell’intervallo, però, eravamo soddisfatti di come stavamo giocando e sapevamo di poter segnare. Come l’abbiamo ribaltata? Con la fisicità e la maggior esperienza”.
Su questo punto non è d’accordo mister Mazzoleni, che, invece, pone l’accento sulla qualità del gioco espresso: “L’abbiamo vinta con la qualità dei singoli e della squadra. Fisicamente possiamo migliorare. Penso a giocatori come Pedrocchi, Marcone e Negri a cui servono diverse partite per carburare”.
Poi una battuta sull’obiettivo finale: “Dobbiamo crescere e pensare subito a mercoledì. A Sanremo giocheremo come se fosse l’ultima di campionato. Prima ci salviamo, poi vediamo a che punto saremo”.

Castellanzese - Fossano Serie D Mazzoleni
Castellanzese – Fossano Serie D: Mazzoleni, allenatore dei neroverdi


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli