25 Giugno 2021

Castellanzese-Hsl Derthona Serie D: il poker d’assi Chessa-Gazzetta rimonta i leoni di Zichella e lancia i neroverdi più su

Le più lette

PDHAE-Bra Serie D: Masini e Sterrantino regalano il terzo posto a Cretaz

Antipasto di playoff tra il PDHAE e il Bra nella cornice di Montjovet. I valdostani si aggiudicano la sfida...

Entrambe reduci da pareggi, entrambe per riscattarsi e guadagnare più punti possibile. Sarà solo una delle contendenti ad espugnare il forziere dei 3 punti: la Castellanzese del tecnico Mazzoleni. Durante il primo tempo sono i piemontesi ad avere il boccino tra le mani, con due gol che pesano sulle spalle dei neroverdi firmati dal rigore di Spoto e dall’autogol di Negri. Ma oggi i veri leoni in campo sono i padroni di casa, che durante il secondo tempo ribaltano completamente le sorti della partita: la doppietta di Chessa, unita al gol di Gazzetta, fanno volare i neroverdi con 3 punti in più in tasca.

Spoto la apre dal dischetto, l’autogol di Negri. Le avversarie scendono in campo pronte, una più affamata dell’altra. I leoni ringhiano sulla difesa della Castellanzese al 10′, con l’incursione di Spoto che vede scoperta la porta neroverde, ma non trova la rete. La Castellanzese deve sfruttare quei pochi spazi che si aprono, ma gli ospiti si difendono e chiudono bene. Il Derthona continua a costruirsi occasioni, ma al 19′ Gueye trasforma la partita: il giocatore cade in area, è calcio di rigore. A timbrare il cartellino è il numero 9: Spoto, 0-1 al Provasi. La Castellanzese subisce il colpo, ma prova subito a rifarsi al 20′ con Chessa, che viene presto schermato da Emiliano. Al 24′ sono ancora i leoni a rendersi insidiosi, con una punizione dai 20 metri, ma la potenza supera la precisione. Ancora gli ospiti pericolosi al 25′, con una conclusione personale di Manasiev dopo aver superato in velocità Marchio, ma il suo sinistro non trova l’incrocio dei pali. La Castellanzese ha un’ottima palla al 30′: su un errore a centrocampo di Lipani, Colombo parte in contropiede, ma ha troppa fretta di passarla a Chessa, sprecando così la prima occasione per i neroverdi. I padroni di casa alzano il naso al 34′, quando in area Colombo la scarica al limite per Manfrè, ma il suo destro viene sporcato dalla difesa dei leoni ed è solo un’illusione gol. Ancora pericolosi i neroverdi al minuto successivo, con il destro di bomber Colombo, ma troppo debole per fare male ad un veterano come Teti. Quando aziona la velocità la Castellanzese fa male, e lo fa al 38′: il contropiede è guidato da Chessa, che la filtra in area per Colombo, ma il pallone è troppo lungo anche per lui. Il brivido più grande dei leoni arriva al 41′: la punizione è sulla fascia destra, a batterla il mago Chessa, ma il liscio di Colombo trova in extremis il guantone di Teti. I neroverdi vengono però puniti al 44′: sulla sinistra s’invola Manasiev, che la filtra in area per trovare qualche compagno, ma sono i piedi del difensore Negri a buttarla ingenuamente in porta. Sono quindi due i gol che pesano sulle spalle dei neroverdi.

La rimonta della Castellanzese. La ripresa vede squadre distese e nessun cambio per i 22 schierati. I padroni di casa aprono il secondo tempo con tanta grinta, al  2′ è Manfrè a provarci dal limite dell’area, ma la parabola non si abbassa e il risultato non cambia. Al 10′ sono però i Leoni a rendersi pericolosi con un sinistro potente di Manasiev, ma troppo centrale per sorprendere Cirenei. Al 15′ la Castellanzese, dopo tre sostituzioni, sfiora di pochissimo il gol: il neo-entrato Mecca la filtra per capitan Colombo, che bacia però solo il palo esterno e non trova il gol. I neroverdi guardano verso l’alto ancora al 19′: il contropiede è guidato da Corti, ma il giovanissimo Gualtieri lo chiude. Dopo un giro d’orologio sono sempre i padroni a provarci, ma il bomber Colombo non trova l’incrocio dei pali. La squadra di Mazzoleni prova a raddrizzare la partita al 27′, con una conclusione di Corti che è però respinta prontamente da Lipani. Scoccato il 35′, il goleador Chessa viene falciato in area: è questa l’occasione per sbloccare la partita e il mago dalla zolla non sbaglia. I neroverdi ci credono, e trovano la doppia dose al 40′ con l’appena entrato Gazzetta. I padroni continuano ad alzare al baricentro e dopo un giro d’orologio Corti sfiora di pochissimo la traversa. Al 44′ la Castellanzese sfiora la rimonta totale: è sempre Corti a provarci e ad avere il boccino in mano, ma il suo tiro bacia solo il palo esterno. I padroni ribaltano totalmente la partita durante i 4 minuti di recupero e la rete porta la firma ancora una volta di super Mario Chessa. Termina 3-2 per i padroni di casa, con tanta gioia e 3 punti più in tasca.

IL TABELLINO

CASTELLANZESE-HSL DERTHONA: 3-2

RETI (0-2; 3-2): 19′ rig. Spoto (H), 44′ aut. Negri, 35’st rig. Chessa (C), 40’st Gazzetta (C), 46’st Chessa (C).
CASTELLANZESE (3-5-2): Cirenei 6, Marchio 5.5 (12’st Mecca 6.5), Perego G. 6, Alushaj 6, Chessa 7.5, Negri 4 (12’st Corti 7), Colombo 5.5 (33’st Bigotto 6.5), Fusi 6 (39’st Gazzetta 8), Manfrè 6 (12’st Perego A. 6.5), Talarico 6, Ghilardi 6. A disp. Porro, Tagliamonte, Sestito, Chilafi. All. Mazzoleni 7.5.
HSL DERTHONA (4-2-3-1): Teti 6.5, Brumat 6, Gualtieri 6.5, Gjura 6, Emiliano 6, Kanté 6.5 (25’st Cardore 6), Zerbo 6.5 (39’st Magne 6), Lipani 6.5, Spoto 7 (27’st Varela 5.5), Gueye 7, Manasiev 7. A disp. Rosti, Tordini, Andriolo, Akouah, Mingiano, De Simone. All. Zichella 6.5.
ARBITRO: Giuseppe Rispoli di Locri 7.
ASSISTENTI: Francesco Festa di Barletta e Davide Fedele di Lecce.
AMMONITI: 11′ Manfrè (C), 10’st Fusi (C), 14′ Gueye (H), 39′ Manasiev (H), 9’st Kanté (H), 32’st Emiliano (H).
ESPULSI: 34’st All. Mazzoleni (C).

LE PAGELLE

CASTELLANZESE

Cirenei 6 I suoi guantoni sono impuni su entrambi i gol subiti, risponde bene alle successive occasioni dei leoni, non lasciando mai la porta scoperta.
Marchio 5.5 Si fa saltare in più di un’occasione da Manasiev, un po’ disattento su alcuni palloni.
12’st Mecca 6.5 Il giocatore è l’emblema della grinta e tenacia, entra in partita con la voglia di fare e lo dimostra in più occasioni.
Perego G. 6 Prestazione sufficiente, il giocatore è attento e non si fa mai cogliere impreparato dagli avversari.
Alushaj 6 Forse meno attento e presente rispetto al solito, il guerriero della Castellanzese pecca un po’ di disattenzione oggi.
Chessa 7.5 Il mago della Castellanzese fa fatica ad ingranare, si risveglia un po’ al 40′ con più di un’occasione interessante. Durante il secondo tempo – finalmente – fa vedere a tutti di che pasta è fatto, aprendo e chiudendo le danze.
Negri 4 Disattento e spento, il giocatore ingenuamente trova la porta ma è quella sbagliata. Prestazione insufficiente.
12’st Corti 7 Il giovane giocatore entra con forza e tenacia, si rende pericoloso e guida i suoi in più di un contropiede. Grandissima prestazione per un giocatore in crescita.
Colombo 5.5 Il bomber non si rende così pericoloso per come siamo abituati, creando davvero poco durante il primo tempo. Come il compagno Chessa inizia a svegliarsi verso la fine del primo tempo, ma le scintille non si trasformano oggi in stelle.
33’st Bigotto 6.5 Ingresso positivo e propositivo, il giovane è la chiave per la vittoria dei neroverdi.
Fusi 6 Usato oggi come interno, trova la doppietta nella scorsa partita contro il Città di Varese, non si però dire lo stesso per questa giornata. Non crea quasi niente ed è poco propositivo per i suoi. Prestazione sufficiente ma potrebbe fare di più.
39’st Gazzetta 8 Oggi è lui l’uomo dei neroverdi: il suo compito lo svolge al meglio, entra e segna. Cos’altro potrebbe fare? Prestazione ottima.
Manfrè 6 Ci prova in qualche occasione dal limite dell’area, ma i suoi tiri non colgono mai di sorpresa il veterano Teti.
12’st Perego A. 6.5 Ottima giornata oggi per questo giocatore, è tra i più attenti e disponibili in campo.
Talarico 6 Non al meglio delle sue prestazioni, il giocatore ci ha abituato a giornate ben più motivate e ricche di qualità. Prestazione in sordina.
Ghilardi 6 Sprinta sulla fascia sinistra, ma più di una volta Lipani lo chiude. Non si rende quasi mai pericoloso, vale un po’ lo stesso discorso di Talarico.
All. Mazzoleni 7.5 La Castellanzese ha tanti propositi oggi, e lo dimostra subito ma davanti a sé durante il primo tempo ha un’ottima avversaria che la schiaccia con due gol. Nel corso del secondo tempo ritorna ad essere la squadra che conosciamo veramente e tira fuori l’artiglieria pesante. Le sostituzioni sono azzeccatissime, così come i gol. Rimonta spettacolare che porta in vetta alla classifica i neroverdi, riusciranno a continuare così?

HSL DERTHONA

Teti 6.5 il veterano dei leoni subisce oggi 3 gol, e forse su qualcuno potrebbe fare un po’ di più.
Brumat 6 La fascia destra è la sua pista, riuscire a fermarlo non è semplice per i lombardi, ma durante il secondo tempo ci riescono alla perfezione.
Gualtieri 6.5 Il giovane 2002 è sempre attento e lascia pochissimi spazi agli attaccanti neroverdi, sicuramente il migliore in linea difensiva.
Gjura 6 Attento e pulito, copre bene gli spazi e usa la sua fisicità al meglio.
Emiliano 6 Stesso discorso di Gjura, il giocatore scherma bene ogni conclusione dei neroverdi e il suo sguardo è sempre proiettato verso l’alto.
Kanté 6.5 Prova diverse battute dal limite dell’area, a centrocampo riesce a recuperare tanti palloni per i leoni. Esce stremato e con l’accompagnamento dei sanitari per un brutto fallo subito.
25’st Cardore 6 Ingresso positivo, il giocatore si lancia in alto in più occasioni ma non trova mai nessuno spunto interessante.
Zerbo 6.5 La sua tecnica lascia spesso a bocca aperta i neroverdi, così come il pubblico. Stop precisi e giocate pulite, ottima prestazione per un grande giocatore.
39’st Magne 6 Viene inserito per dare velocità alla squadra, ma non cambia le sorti dei leoni.
Lipani 6.5 Propositivo e inventivo, guarda sempre in alto e propone tante palle interessanti ai suoi attaccanti.
Spoto 7 Il giocatore ha esperienza e tecnica per fare male ai neroverdi, e lo dimostra subito siglando il rigore. Durante il secondo tempo però si spegne e viene prontamente sostituito.
27’st Varela 5,5 L’argentino non muove oggi le danze, il suo gioco è lezioso e lento.
Gueye 7 Qualità e classe, è un muro insormontabile per i neroverdi. Sugli stacchi salta sempre più in alto di tutti, così come in velocità riesce a superare sempre la difesa dei lombardi.
Manasiev 7 Assente durante i primi 20 minuti, poi inizia a rendersi pericoloso per i neroverdi. Lo fa prima con il suo sinistro potente. Suo poi lo spunto che provoca l’autogol di Negri e raddoppia la dose.
All. Zichella 6.5 Il Derthona parte con il turbo e sembra avere la partita in mano alla fine del primo tempo. Dopo la ripresa, però, i leoni si chiudono in gabbia e subiscono la rimonta tenace dei lombardi.

ARBITRO
Giuseppe Rispoli di Locri 7
Conduzione di gara ottima, nessuna svista e buonissima collaborazione con gli assistenti di gara.

LE INTERVISTE

Soddisfatto della rimonta, a parlare del match è il tecnico Mazzoleni: «Avevamo davanti a noi una squadra con il nostro stesso obiettivo: vincere per fare più punti possibile. Nel primo tempo eravamo sotto di due gol ed era una partita in cui pochi ci credevano, ma abbiamo avuto la saggezza e la razionalità di non lasciarci prendere dalla situazione. I cambi hanno avuto tutti la grinta di strappare questa vittoria, e penso che soprattutto Gazzetta l’abbia dimostrato a tutti. Una grande rimonta e una vittoria che ci serve tanto, soprattutto dopo la striscia di risultati non troppo favorevoli».


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli