28 Ottobre 2020 - 10:37:37
sprint-logo

Città di Varese Serie D, presentata la maglia e il nuovo vicepresidente Lo Pinto

Le più lette

La Nuova Abbiate Under 17 riparte da Buraglio. Pellegatta: «Abbiamo voglia di stupire»

C’è molta ambizione nella Nuova Abbiate under 17, la squadra del nuovo tecnico Roberto Buraglio dopo una stagione sottotono...

Cit Turin – Alpignano Under 16: Tucci devastante, blitz di Genovesio

Vittoria convincente per l’Alpignano di Paolo Genovesio, che si impone sul campo del roccioso Cit Turin di Luca Piccareta,...

Tra Independiente e Torino Women, tutto il femminile in edicola

Ampio spazio sul calcio femminile sul giornale di lunedì 26 ottobre. A partire dalle emozioni della Serie C con...

A tre giorni dal debutto in campionato a Sestri Levante il Città di Varese ha presentato ufficialmente la maglia della prossima stagione. Una maglia, elegante, che va nel segno della tradizione e della storia, oltre che del sociale visto che recherà retro il fiocco di “Fuck the Cancer”, evento benefico in ricordo di Erika Gibellini, che già la scorsa stagione aveva accompagnato la squadra nell’avventura in Terza Categoria con il logo sui pantaloncini.

La presentazione della maglia, che si è tenuta nella sala dei matrimoni del Comune di Varese, è stata l’occasione per presentare ufficialmente anche il nuovo vicepresidente con delega ai rapporti con gli sponsor Filippo Lo Pinto che, con la sua azienda Gemal Italy, è anche lo sponsor principale della maglia. «In questo progetto sono stato coinvolto da un amico, ho conosciuto le persone e visto i numeri della società. Varese è una piazza importantissima e, riuscendo a coinvolgere anche altri amici come Rasizza e Laporta, vogliamo portarla in breve tempo dove merita. Ho sposato questo progetto e non solamente come sponsor». Biagio Laporta, in rappresentanza della Openjob, ha portato il suo saluto: «Come Openjob siamo nella pallacanestro da tanti anni e con Rasizza abbiamo voluto essere della partita. La pallacanestro ha fatto tanto, ora vogliamo che anche il calcio faccia tornare a parlare di Varese».

Ad aprire la presentazione è stato il presidente Stefano Amirante che, dopo aver ringraziato il Comune per l’ospitalità, ha fatto anche il punto sulla situazione riguardo le strutture: «A breve dovremmo firmare la convenzione per le Bustecche. Riguardo lo Stadio stiamo cercando di ampliare lo spazio di fruizione all’interno dello Stadio: cercheremo di aprire la Curva Sud e utilizzarla come settore ospiti e stiamo lavorando anche per un’apertura parziale del settore distinti». Parole importanti pronunciate da Amirante per il vice-presidente Lo Pinto: «Ha iniziato a darci una mano e si è subito appassionato ed è giusto che facesse parte della compagine societaria con un ruolo».
In questi mesi il Città di Varese, grazie al suo progetto mirato, è riuscito a rinsaldare anche i rapporti con l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Davide Galimberti. Un avvicinamento che il primo cittadino ha subito sottolineato: «Questa avventura è nata subito con lo spirito giusto, presentata in una nuova modalità, moderata e con le giuste prospettive. Si è partito dall’impiantistica sportiva e poi progressivamente fare delle progressioni. Siamo contenti sia del progetto che ci è stato presentato che dei tempi. Questa sarà una stagione particolare ma ci auguriamo che sia ricca di successi: il primo successo sono gli elementi di serietà e le basi solide e credibili».

Questo articolo è gratis, non hai dovuto pagare nulla per leggerlo, questo perché c’è chi sostiene il giornale. Fallo anche tu, scopri come puoi contribuire andando a questo link

SCARICA LA NOSTRA APPLICAZIONE

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli