21 Settembre 2020 - 15:12:34
sprint-logo

Con passione e duro lavoro i risultati diventano la conseguenza: si presenta la Vis Nova formato Serie D

Le più lette

Lumezzane-Ciliverghe Eccellenza: X factor fra Lume e Cili, prima Caracciolo poi Valotti

Il volo dell’Airone, la variante impazzita di bomber Valotti: una copertina per due. A dividersi la posta in palio...

Accademia Bustese Under 15, Simone Locatelli ai nastri di partenza: «Il nostro obiettivo deve essere la salvezza»

Tra le ultime squadre entrate ai regionali c’è l'Accademia Bustese Under 15. Una compagine nuova ed inesperta che, stando...

Serie D, Gironi A e B a 20 squadre, sei lombarde con le piemontesi

Alle 14.00 la LND pubblicherà i gironi della Serie D 2020/2021. Alcune indiscrezioni però vedono le squadre piemontesi e...

Repetita iuvant, ripetere è utile per fissare nella mente un concetto ben preciso. La Vis Nova dopo tre incredibili stagioni in cui ottiene tre promozioni, passando dalla Prima Categoria alla Serie D, si è svelata ufficialmente nella serata di lunedì 20 luglio 2020. In un gremito Centro Sportivo Stefano Borgonovo i neroverdi si sono presentati come una vera famiglia, caratterizzata da una forte unione e da un innato senso di appartenenza. Dal presidente Emiliano Sironi al mister Agostino Mastrolonardo, sino al capitano Simone Fossati e al direttore generale Marco Barollo il diktat è uno solo: lavorare sodo.

La pensa così il Presidente Emiliano Sironi, da anni al timone di questa meravigliosa società e grande amico, sino agli ultimi battiti di vita, del grande Stefano Borgonovo: «Trovarci in Serie D per noi è veramente una grande emozione, l’obiettivo è sempre lo stesso: andare spediti. Stefano da lassù sarà sicuramente orgoglioso del cammino fatto dalla nostra società negli ultimi anni e dal futuro mi aspetto molto coraggio e lavoro, per puntare ai nostri più grandi obiettivi sia in campo che fuori».

I dettami di Stefano Borgonovo come linee-guida di una società sempre più regina nell’élite del calcio brianzolo, sia per quanto riguarda il settore giovanile che per la Prima Squadra. Il “progetto piramide” fu voluto proprio da Borgonovo anni fa e prevede l’ascesa dei ragazzi del settore giovanile in Prima Squadra e in questi anni ha raccolto notevoli risultati, grazie anche alla concreta applicazione da parte della società e in particolare di Marco Barollo, direttore generale della Vis Nova e ideatore di questo metodo: «Il messaggio che esce dalla Vis Nova: una prima squadra atipica con un pensiero atipico. Se penso che nel 2015 eravamo in Prima Categoria ed oggi siamo qui a presentare la Serie D è veramente inaspettato, ma penso che sia frutto di un lavoro e di una precisa ideologia di calcio. Il nostro unico vero obiettivo è quello di proseguire quanto fatto negli ultimi anni, facendo crescere il settore giovanile. Oggi è un vero orgoglio avere una Juniores Nazionale ed una grandissima percentuale di giocatori della Prima Squadra formati dal settore giovanile. Credo che l’obiettivo debba rimanere sempre lo stesso, ossia la crescita dei nostri ragazzi e di fare bella figura facendo le cose in maniera seria, tutto il resto ha poco senso».

E a proposito di giovanili e “progetto piramide” sono limpide anche le parole di Massimo Rampinelli, tecnico della Juniores Nazionale, che introduce così i prossimi obiettivi: «Impossibile fare come la Prima Squadra! Ciò che hanno fatto loro è qualcosa di eccezionale, sarebbe un onore solo pensare di poterli emulare. Pur essendo abituati come società a fare l’élite con gli Under 17, questa sarà una nuova esperienza in una nuova categoria per noi: l’obiettivo è certamente fare bene, poi sarà il campo a parlare. A livello di organico siamo molto giovani, perché non teniamo fuoriquota ed abbiamo inserito qualche 2004 e la maggioranza sarà composta da 2003. Pensiamo di fare bene e lavoriamo per fare crescere ogni ragazzo, cercando di spingere qualcuno di loro verso l’approdo in Prima Squadra».

Vis Nova Juniores
La Juniores Nazionale della Vis Nova 2020/2021

E sui giovani ha edificato la propria squadra Agostino Mastrolonardo, tecnico e deus ex-machina della corazzata neroverde, che esprime apertamente la volontà di divertire: «Siamo arrivati in Serie D e sarà sicuramente una grossa avventura per tutti. Non mi piace parlare di obiettivi e voglio dire solamente quanto ripetuto in questi anni: conosco il livello dei miei ragazzi e so che non sarà facile per nessuno giocare contro di noi, nell’anno del centenario vi faremo divertire, ne sono certo. Chiunque giocherà vi farà divertire, perché i miei ragazzi sono tutti titolari, siamo una famiglia e continueremo ad esserlo. Il nostro obiettivo è che si possono fare cose egregie pur non investendo milioni euro».

Se in panchina orchestra Mastrolonardo, in campo guida i ragazzi capitan Simone Fossati, all’ennesima sfida sui campi di Giussano: «Non dimentichiamo da dove siamo partiti, oggi si prova grande gioia e soddisfazione. Le tre promozioni consecutive sono frutto di un grande lavoro fatto sia in campo che fuori e l’obiettivo della Vis Nova è pensare sin da oggi all’allenamento: sicuramente sarà un campionato più difficile e solo lavorando bene in settimana e curando lo stile di vita fuori dal campo potremo raggiungere i nostri obiettivi che sono convinto raggiungeremo. La sfida che attendo con più ansia è quello contro il Seregno: non faccio la Serie D da molti anni, ma ritornare al Ferruccio dopo aver perso un campionato anni fa contro gli azzurri con la maglia del Mariano, mi farà sentire maggiormente la partita rispetto alle altre».

Infine, dopo le dichiarazioni di rito dei protagonisti della prossima stagione è stata presentata una rinnovata Juniores Nazionale, ma soprattutto è stata svelata la rosa ufficiale della prossima stagione della Prima Squadra. Fa notizia l’inaspettato abbandono del calcio giocato da parte dei giovani ma più che promettenti Riccardo Formentoni e Matteo Pagin, fino allo scorso anno punti fermi della rosa di Mastrolonardo, che tuttavia appare ampiamente rinforzata da innesti mirati: dalla Pontelambrese arrivano il difensore Eddy Gnaziri, il portiere Paolo Stropeni e l’attaccante Mansour Niang, dal Renate tornano i giovani Tancredi Fadda e Andrea Venier, dalla Cisanese sbarca a Giussano l’esperto attaccante Marco Valtulina, mentre completano il quadro arrivi Davide Drovetti (Sondrio), Valter Giandinoto (Lecco), Alessandro Fossati (Ascoli Primavera), Cristian Airoldi (Inter Primavera), Marco Colombo e Alberto Redaelli (Juniores). A questi si uniscono le lietissime conferme del blocco Prima Categoria-Promozione-Eccellenza, composto da Matteo Boga, Manuel Brighenti, Domenico Caruso, Luca De Lisio, Gabriele Della Torre, Luca Dugnani, Simone Fossati, Stefano Molteni, Marcelo Orellana Cruz, Nicola Proserpio, Alessio Tremolada.

Vis Nova Prima Squadra
La Prima Squadra della Vis Nova 2020/2021

Una nuova avventura che è una giusta ricompensa per lo straordinario lavoro svolto da ogni singola componente di una società perfettamente in sintonia in tutti i suoi reparti. A Giussano si respira aria di calcio puro, quello in cui ci si diverte e non si pensa così intensamente ai risultati: i risultati non sono delle linee-guida da raggiungere ad ogni costo, ma sono delle semplici conseguenze, frutto della passione e del duro lavoro.

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli