14 Aprile 2021

Crema – Caravaggio Serie D: Ferrari perdona, i ragazzi di Terletti no e abbandonano l’ultimo posto con qualche brivido finale

Le più lette

Real Calepina-Tritium Serie D: i milanesi di Calvi vincono in 23 secondi, per i bergamaschi di Carminati una cinquina di sconfitte

Una Tritium corsara si aggiudica incontro e 3 punti contro la Real Calepina, al termine di un match combattuto...

Albinoleffe-Carrarese Serie C: Manconi suggella una gara senza storia, sempre più notte per i toscani di Baldini

Allo stadio comunale «Città di Gorgonzola» va in scena l’unico e combattuto anticipo pomeridiano del girone C: AlbinoLeffe-Carrarese. Uno...

Vergiatese-Pontelambrese Eccellenza: Mammetti show, Fiorito parte col piede giusto

Tre punti di sostanza e la certezza che questa Vergiatese ci proverà fino alla fine a giocarsi il passaggio...

Posticipo frizzante e pieno di emozioni fra Crema e Caravaggio che al Voltini vede uscire vincitrice la formazione ospite. Passo falso per i bianconeri che ora vedono messo in pericolo il suo posto nei playoff considerando la gara in meno del Brusaporto e l’avanzamento del Desenzano Calvina. La formazione di Terletti conquista tre punti pesanti su un campo difficilissimo e abbandona così l’ultimo posto in classifica agganciando la Tritium a quota 18 punti. Solito 4-3-3 per Dossena che conferma Assulin nel tridente d’attacco dopo la prima rete con la nuova maglia. I padroni di casa devono fare a meno di Bardelloni, mentre è ormai pienamente recuperato Nicola Ferrari che prende il suo posto al centro dell’attacco. A completare il reparto offensivo è Salami. Modulo speculare per il Caravaggio, che è guidato dalla solita coppia difensiva composta da Marku e Gritti. Lamesta guida le operazioni a centrocampo nella sua posizione di mezz’alla sinistra a supporto del tridente offensivo Bangal-Perrotti-Fumagalli. Prima curiosità della gara: la arbitra Bianchini ha effettuato il calcio di inizio con ben due minuti di anticipo rispetto all’orario previsto delle 14.30. Primissima occasione al 9′ per il Crema che ricorda quella di ieri sera capitata a Ibrahimovic in Roma-Milan: palla indietro per Vitali che controlla male la sfera e se la fa soffiare da Ferrari che di sinistro da ottima posizione incrocia troppo il tiro che termina a lato del palo della porta del Caravaggio. Un errore non da un killer dell’area di rigore come il 9 del Crema che perdona così l’errore del giovane estremo difensore ospite. La clamorosa occasione consegna l’inerzia della sfida in mano al Crema, come era prevedibile prima del fischio di inizio, con la formazione di Dossena che spinge molto sulla fascia sinistra grazie al lavoro della coppia Russo-Assulin. Caravaggio che attende tutto dietro la linea del pallone in attesa di un’occasione per scatenare la velocità del proprio attacco, specialmente quella di Perrotti e Bangal. Al quarto d’ora Vitali riscatta l’errore con i piedi con una grandissima parata sulla girata al volo di Assulin su perfetto cross di Salami dalla destra. In fase di possesso il Crema si posiziona con un 4-2-3-1 con Nelli che si alza sulla trequarti all’altezza di Assulin e Salami, lasciando così la mediana a Poledri e Bignami. Padroni di casa che comandano il gioco senza grandissima opposizione degli avversari ed è ancora una volta Assulin a tentare la conclusione, ma questa volta l’esterno cresciuto nella cantera del Barcellona non riesca a inquadrare la porta dai 20 metri. Al 24′ il Caravaggio si fa vedere in avanti e alla prima occasione trova il vantaggio: Perrotti si abbassa sui 25 metri, imbuca un bel pallone sulla sinistra per Bangal che di prima intenzione mette al centro dove arriva Fumagalli che deve solo appoggiare in rete da pochi passi. Doccia gelata per il Crema che stava gestendo molto bene la gara. Il gol è un duro colpo per i padroni di casa che dopo 4 minuti concedono il 2-0. Retropassaggio di Gianola che rimbalza, Pennesi controlla malissimo la sfera al limite dell’area e si fa soffiare il pallone da Basanisi in pressing altissimo, il numero 8 biancorosso non replica l’errore di Ferrari e deposita in rete. Clamoroso quello che è successo al Voltini con il Crema che ha controllato la gara fino al 24 e in soli 4 minuti ha incassato due gol alle prime conclusioni degli ospiti, che adesso intravedono l’impresa. Crema che fatica immensamente a trovare spazio nella metà campo avversaria e anzi lascia praterie ai contropiedi del Caravaggio che al 37′ hanno un’altra occasione con Fumagalli che, innescato da un rilancio della difesa, può andare in uno contro uno con Russo e dai 25 metri lascia partire un destro che Pennesi alza sopra la traversa, non senza qualche problema di troppo. Dal corner seguente di Basanisi, i bergamaschi vanno ancora vicini al tris con uno schema che libera al limite il sinistro di Lamesta che al volo sfiora il palo alla sinistra di Pennesi. La risposta del Crema arriva al 40′ con il solito Assulin che scappa sulla sinistra, serve al limite l’accorrente Russo che di sinistro chiama alla grande parata Vitali, che respinge in tuffo. È l’ultima emozione di un primo tempo dai due volti ed esattamente diviso a metà fra le due squadre: la prima in totale controllo del Crema che va vicino al vantaggio per due volte prima con Ferrari, che spreca a porta vuota e dopo con Assulin, dove Vitali è prodigioso. Ma come un fulmine a ciel sereno arriva il gol del Caravaggio alla prima occasione con Fumagalli che conclude un perfetto contropiede orchestrato da Perrotti e Bangal. Pochi minuti dopo Pennesi combina un pasticcio di proporzioni cosmiche facendosi scippare il pallone dai piedi da Basanisi che deve solo appoggiare in rete. La ripresa riprende sullo stesso spartito e dopo soli 3′ minuti ecco un altro contropiede micidiale del Caravaggio che recupera palla sulla metà campo, Lamesta serve sulla destra Fumagalli che entra in area e serve un rasoterra preciso sul secondo palo dove Bangal ribadisce in rete in una sorta di fotocopia del gol del vantaggio. Dopo il 3-0 altri problemi per Dossena che al 5′ perde Assulin per un problema muscolare alla coscia al flessore destro. Al suo posto entra in campo Laner con Poledri che va a occupare la posizione di esterno sinistro. Ma il Caravaggio è in pieno controllo della gara che gestisce con una fase difensiva attenta e con delle accelerazioni in contropiede che lo portano ancora a minacciare la porta di Pennesi che al l’8′ si fa trovare pronto sul tiro da fuori di uno scatenato Fumagalli. Ma a riaprire la gara poco prima del quarto d’ora, al 13′, ci pensa Poledri con un’autentica invenzione: scambio corto dalla bandierina fra il classe 2000 e Ferrari, la punta restituisce il pallone al compagno, che da posizione defilata non ci pensa due volte e fa partire un destro a giro che si insacca sul secondo palo dove Vitali non può arrivare. Il gol dà vigore alle speranze del Crema e apre una piccola crepa nelle convinzioni del Caravaggio, che abbassa il proprio baricentro ancora di più e rinuncia quasi totalmente alle ripartenze. Su azione da corner Laner riesce a liberare il destro, con Vitali che fa sua la sfera in due tempi prima del tentativo di intervento di Baggi che viene ammonito per una carica sul portiere. Al 25 il Crema trova il secondo gol grazie a un calcio d’angolo dalla destra di Nelli che viene ribadito in rete dalla deviazione sfortunato di Pirola che insacca nella sua porta nel tentativo di contrastare Baggi. Proteste vibranti degli ospiti che reclamavano un intervento falloso sul proprio terzino. Si riscaldano gli animi a bordocampo con Dossena che, forse dopo essere stato provocato a male parole da un componente della panchina del Caravaggio, va quasi faccia a faccia con lui e viene espulso dalla direttrice di gara. Gara che negli ultimi minuti è molto spezzettata con il Crema si affida alle discese di Poledri che dopo aver segnato si sta mettendo la squadra sulle sue spalle. Il Caravaggio resiste fino al 50′ grazie a una prova maiuscola di Bangal, che dopo l’uscita di Perrotti e Fumagalli si è visto rimanere da solo in avanti, ma nonostante ciò è riuscito a far rifiatare la squadra. Vittoria tutto sommato meritata per il Caravaggio, mentre il Crema dovrà ora guardarsi le spalle e anche sperare di recuperare qualche pedina come Bardelloni, mentre per Assulin sembra un problema non di poco conto.

IL TABELLINO

CREMA 2
CARAVAGGIO 3
RETI: 24′ Fumagalli (Car), 28′ Basanisi (Car), 3′ st Bangal (Car), 13′ st Poledri (Cre), 25′ st   aut. Pirola (Car).
CREMA (4-3-3): Pennesi 4.5, Mapelli 5.5 (42′ st Otabie sv), Russo 6 (9′ st Gerevini 6), Bignami 6, Baggi 5.5, Gianola 5 (19′ st Adobati 6.5), Salami 5, Nelli 5.5, Ferrari 5, Poledri 7, Assulin 6.5 (7′ st Laner 6.5). A disp. Ziglioli, Stringa, Viviani, Forni, Lekane. All. Dossena 5.
CARAVAGGIO (4-3-3): Vitali 6.5, Pirola 5, Cortinovis 6, Marku 6.5, Gritti 6.5, Messaggi 6, Perrotti 6.5 (27′ st Dalessandro 6), Basanisi 7, Bangal 7.5, Lamesta 7, Fumagalli 8 (38′ st Cancelliere sv). A disp. Dominici, Gerosa, Pirovano, Nossa, Marchiondelli, Borgogna, Viola. All. Terletti 7.
ARBITRO: Bianchini di Terni 6 Sempre molto vicina all’azione, lascia correre i contatti a metà campo. Qualche indecisione nella gestione dei cartellini, ma alla fine arriva alla sufficienza in una gara molto tesa e combattuta, specie nella ripresa
AMMONITI: Bangal (Car), Nelli (Cre), Ferrari (Cre), Baggi (Cre), Mapelli (Cre), Marku (Car), Dalessandro (Car).
ESPULSO: All. Dossena (Cre).

 

LE PAGELLE

CREMA
Pennesi 4.5 Non è mai sicuro nei suoi interventi e si fa beffare da Basanisi dopo un controllo che definire imbarazzante è poco.
Mapelli 5.5 Bangal è un cliente scomodo per fisicità e velocità e lui lo soffre. Dalla sua parte nasce il gol del vantaggio del Caravaggio. Manca anche in fase di spinta.
Russo 6 Insieme a Assulin costituisce una catena di sinistra di livello superiore e per metà primo tempo mandano in apnea la difesa del Caravaggio, almeno prima del gol di Fumagalli che fa prendere una piega decisa alla partita.
Bignami 6.5 Anche nel momento di difficoltà dei suoi è uno dei migliori per sostanza in mezzo al campo.
Baggi 5.5 La velocità del reparto avanzato del Caravaggio lo mette in continua apprensione. Fa la sua parte nel tentativo di riprendere la gara sulle palle inattive.
Gianola 5 La sicurezza che il suo acquisto doveva portare alla retroguardia non è ancora pervenuta. Commette un errore in impostazione da dove nasce il gol del 3-0 del Caravaggio.
Salami 5 Forse la sua peggior prestazione di questo campionato. Mai pericoloso sulla fascia dove perde nettamente il confronto Cortinovis.
Nelli 5.5 Fatica a prendere in mano la manovra dei suoi. In una prestazione che non lo vede mai inserito totalmente nella gara. Dal suo piede, però, nascono i pericoli sui calci piazzati.
Ferrari 5 Sparisce praticamente dalla partita dopo 9 minuti e cioè quando manda fuori un tiro semplice semplice dopo aver rubato palla a Vitali. Prova a fare il suo solito lavoro spalle alla porta ma Marku è tosto almeno quanto lui.
Poledri 7 Fino all’uscita di Assulin e al suo conseguente spostamento sulla fascia fa una fatica enorme, come Nelli, a mantenere i reparti di difesa e attacco ben collegati. Si inventa un gol da cineteca che riapre la gara e da allora è l’arma in più dei suoi.
Assulin 6.5 È l’unico che crea pericoli alla difesa organizzata del Caravaggio. A inizio gara va vicino al gol con un destro potente che chiama alla grandissima parata Vitali. Esce per un problema al flessore a inizio ripresa. Dossena incrocia le dita per il suo uomo migliore al momento.
All. Dossena 5 Che il Caravaggio potesse agire di rimessa era cosa logica e prevedibile e sembra che non abbia preparato al meglio i suoi su tale argomento. Si fa espellere nel momento più sbagliato (dopo il gol del 3-2) quando la perdità di tempo era un favore ai suoi avversari. Deve sperare che per Assulin non sia nulla di grave.

 

CARAVAGGIO
Vitali 6.5 Inizia la partita facendosi rubare il pallone dai piedi da Ferrari che però lo grazia. Nonostante sia un 2003 poi sforna una prestazione da grande portiere con delle parate superlative, vedasi quella su Assulin nel primo tempo.
Pirola 5 L’autogol, per quanto sfortunato e forse anche condizionato da una spinta, è la ciliegina sulla torta di una partita in totale sofferenza. Nella prima frazione va in apnea con Assulin e nella ripresa con Poledri.
Cortinovis 6 La giornata no di Salami gli fa vivere un pomeriggio tutto sommato tranquillo dalle sue parti
Marku 6.5 Si prende cura di Ferrari non facendolo mai girare anche con qualche argomento ai limiti del regolamento. Per sua fortuna l’arbitra è di manica larga e lo ammonisce quando la partita è praticamente finita.
Gritti 6.5 Lascia il duello rusticano a Marku e lui gli copre le spalle su eventuali inserimenti in profondità.
Messaggi 6 Prova di sostanza della mezz’ala biancorossa che non si spinge molto in avanti ma fa bene la guardia al fortino.
Perrotti 6.5 Impegna i due centrali avversari costringendoli a seguirlo anche lontano dall’area di rigore. Inizia il contropiede del vantaggio con una grandissima palla in profondità per il cross di Bangal.
Basanisi 7 Guida il pressing offensivo dei suoi alla perfezione e in una di queste circostanze va a rubare palla addirittura a Pennesi andando a insaccare il gol del momentaneo 2-0.
Bangal 7.5 Lo scambio con lo Scanzorosciate non fa che dare ragione ai dirigenti biancorossi che in lui hanno trovato una risorsa importantissima in zona gol e anche in mille altre cose, basti vedere l’assist per Fumagalli in occasione del vantaggio.
Lamesta
Fumagalli 8 Apre le marcature con un inserimento che lo porta a spingere la sfera da pochi passi. L’assist per il 3-0 di Bangal è un cioccolatino che l’ex Scanzo deve solo scartare. È un pericolo costante e fa nascere un bel duello con Russo prima e con Gerevini poi.
All. Terletti 7 L’ha portata a casa con l’unica arma a sua disposizione: il contropiede. Ma guai a limitare la prestazione odierna del Caravaggio solo a questa parola perchè i suoi ragazzi mettono grinta e attenzione per tutti i 90 minuti. Il Crema ha un attacco molto temibile e dopo il gol di Poledri va all’attacco a testa bassa. Questi 3 punti danno morale e permettono di lasciare l’ultima piazza. L’unica tona stonata sono i due gol presi da calcio d’angolo.


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli

nativery.com, 601bdb002ee3c4075ca20115, DIRECT appnexus.com, 11707, RESELLER, f5ab79cb980f11d1 google.com, pub-4529259506427490, DIRECT, f08c47fec0942fa0