25 Giugno 2021

Crema-Casatese Serie D: zampata di Assulin in pieno recupero, bianconeri quarti

Le più lette

Coppa Angelo Quarenghi, a fine agosto a San Pellegrino Terme torna il torneo più importante per la categoria Under 14

Dopo lo stop forzato, la Coppa Angelo Quarenghi tornerà a dare spettacolo. A darne notizia è il comitato organizzatore,...

Ac Leon-Lumezzane Eccellenza, le pagelle: Martignoni mette le mani sulla D griffata Bonseri, per Politti serata da dimenticare

Un gol di Bonseri decide lo spareggio in favore del Leon sul Lumezzane (clicca qui per la cronaca), e...

FBC Saronno: il Gorla Maggiore cede il titolo e gli amaretti sono in Promozione

In casa FBC Saronno le cose si muovono, eccome se si muovono: a inizio giugno la notizia della collaborazione...

Quella fra Crema e Casatese era una delle gare più attese della giornata, se non la più attesa fra tutte. E le aspettative non sono state tradite. A spuntarla, dopo novanta minuti di battaglia, sono stati gli uomini di Dossena, che ha pescato dalla panchina il jolly Assulin, che con un sinistro in pieno recupero ha sentenziato i biancorossi, permettendo ai suoi di agganciare al quarto posto in classifica il NibionOggiono. Mastica amaro invece la banda Tricarico che, pur avendo dominato la ripresa, esce dal Voltini a bocca asciutta.

 

Parco divertimenti. Il primo tempo è il lunapark degli appassionati di calcio. Intensità estrema, giocate dall’alto tasso tecnico e, ovviamente, tante occasioni da gol per entrambe le squadre. A partire meglio sono i bianconeri, che ne confezionano tre nei quindici minuti iniziali. Il primo squillo è un colpo di testa di Bardelloni, servito da un cross di Russo, terminato alto sopra la traversa, malgrado il numero 10 cremasco si trovasse solo in area di rigore. Poco dopo, sale in cattedra Salami, che si rende pericoloso prima con un sinistro terminato alla destra di Pirola, poi con un’inzuccata su suggerimento di Bardelloni, smanacciata in corner dal portiere degli ospiti. Retto l’urto iniziale, la Casatese si sveglia e va più volte vicina a sbloccare il punteggio. La prima occasione nasce dagli sviluppi di un corner. Sassella taglia sul primo palo e spizza il cross di Perez, ma nessun biancorosso riesce a spingere la sfera in rete. Poi, è Pontiggia a prendersi la scena, con un destro a giro schiaffeggiato in angolo da Ziglioli.

 

Fotofinish. Nella ripresa i ritmi si abbassano e il Crema fatica a rendersi pericoloso. Al contrario, la Casatese sembra averne di più e attacca a più riprese per cercare i tre punti. Al 22′, gli ospiti hanno una ghiotta possibilità per stappare la lattina. Candido dribbla secco Russo in area, ma sciupa malamente concludendo alto. Poi è Gambazza a sfiorare il gol, colpendo il palo esterno da posizione defilata dopo aver dribblato Ziglioli. A gettare alle ortiche l’ultima opportunità per Pontiggia e compagni è Perez, che fa tutto bene salvo il tiro di sinistro, che termina più vicino alla bandierina che alla porta. E così, dopo una ripresa dominata, la Casatese incassa il colpo del ko. Improvvisa verticalizzazione di Bardelloni che pesca Assulin, il quale a tu per tu con Pirola è freddo e sentenzia gli avversari con una stoccata mancina, mandando Dossena in paradiso.

IL TABELLINO

CREMA-CASATESE 1-0
RETE: 49’ st Assulin (CR).
CREMA (4-3-3): Ziglioli 6.5, Mapelli 6.5, Russo 6.5, Nelli 6 (43’ st Tomella sv), Baggi 6, Gianola 6, Salami 6, Laner 5.5 (23’ st Assulin 7), Cocci 5.5 (23’ st Bignami 5.5), Bardelloni 6, Poledri 6.5. A disp. Ghidini, Stringa, Adobati, Ruscitto, Torchio, Lekane. All. Dossena 7.
CASATESE (4-3-1-2): Pirola 6.5, Sordillo 6 (19’ st Pennati 6), Gambazza 6.5, Perez 6.5, Morganti 6, Perego 6, Sassella 6 (19’ st Mandelli 6), Candido 6.5 (26’ st Gaeta 6), Baldan 6 (31’ st Crea 5.5), Isella 6, Pontiggia 6. A disp. Ferrara, Frigerio, Zangrillo, Morlandi, D’Amuri. All. Tricarico 7.
ARBITRO: Iacobellis di Piusa 7.
ASSISTENTI: Aletta di Avellino e Dell’Isola di Sapri.
AMMONITI: Sassella (CA), Gambazza (CA), Crea (CA).

LE PAGELLE

CREMA
Ziglioli 6.5 La Casatese non centra mai la porta, quindi è poco impegnato, ma è attento quando serve.
Mapelli 6.5
La manovra offensiva cremasca si sviluppa prevalentemente da sinistra, ma quando è chiamato in causa si fa sempre trovare pronto a supportare l’offensiva dei suoi.
Russo 6.5
Di fatto un’ala aggiunta. Costantemente proiettato nella metà campo offensiva, sfida sempre il suo avversario nell’uno contro uno per provare a creare superiorità numerica.
Nelli 6
Non ha paura a fare qualche tocco di troppo, pur giocando in una posizione delicata. Alla fine ha ragione lui, gestendo sempre bene la sfera. (43’ st Tomella sv).
Baggi 6
Solido, senza sbavature dietro.
Gianola 6
Fa partire l’azione cremasca con personalità. Difensivamente è sicuro e attento.
Salami 6
Ha due grosse palle gol per portare in vantaggio i suoi, ma le spreca. Nella prima occasione avrebbe potuto fare meglio e inquadrare la porta.
Laner 5.5
Unica nota stonata del centrocampo. Si nota solo per una conclusione da fuori area ad inizio ripresa.
23’ st Assulin 7 Secondo gol in campionato trovato nel momento giusto, quando conta di più.
Cocci 5.5
Esordio stagionale dal primo minuto per il classe 2003. Forse tradito anche dall’emozione, si vede poco, ma avrà tutto il tempo per sfornare prestazioni migliori.
23’ st Bignami 5.5 Poco servito, non entra granchè in partita.
Bardelloni 6
Ogni tanto taglia il campo per andare sul destro, ogni tanto cerca il fondo. Meglio in veste di rifinitore.
Poledri 6.5
Dinamico, si propone spesso e volentieri a ridosso dell’area della Casatese, anche se le sue conclusioni sono innocue.
All. Dossena 7
I suoi partono a mille, calano alla lunga, ma sono lucidi fino alla fine e conquistano tre punti d’oro.

 

CASATESE
Pirola 6.5 Si oppone a Salami nel primo tempo, non può nulla su Assulin in pieno recupero.
Sordillo 6
Senza infamia né lode. Non si nota per qualcosa in particolare, ma non commette nemmeno errori grossolani.
19’ st Pennati 6 Sulla falsariga del compagno.
Gambazza 6.5
Non molla un centimetro quando viene puntato e, pur non essendo un giocate, aiuta anche sulle palle alte.
Perez 6.5
Lotta come un leone su ogni contrasto ed è utile anche in fase di impostazione, sbagliando poco e niente.
Morganti 6
Sicuro su Cocci, che non gli crea nessun problema.
Perego 6
Come il compagno di reparto, ogni tanto affonda il tackle mettendo più pepe ai suoi interventi.
Sassella 6
Si spinge in area avversaria per offrire supporto agli attaccanti.
19’ st Mandelli 6 Si piazza in mezzo al campo e dà freschezza alla mediana.
Candido 6.5
Gioca fra le linee, da collante fra centrocampo e attacco. Abbina quantità a giocate di qualità.
26’ st Gaeta 6 Prova a rendersi pericoloso in zona gol.
Baldan 6
Lotta in mezzo al campo per tutta la partita, contribuendo alla fase difensiva.
31’ st Crea 5.5 Qualche sponda e nient’altro.
Isella 6
Svaria lungo tutto il fronte offensivo, ma non riesce mai a calciare in porta.
Pontiggia 6
Il più pericoloso dei suoi. Ciò che manca è la mira, che non gli consente di iscriversi al tabellino dei marcatori.
All. Tricarico 7
I suoi hanno l’approccio giusto, ma non centrano la porta nemmeno per sbaglio. Avrebbe meritato qualcosa in più.

 

ARBITRO
Iacobellis di Piusa 7 Sicuro, deciso e mai esitante.


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli