10 Aprile 2021

Crema – Vis Nova Serie D: Poledri e Assulin ispirano il tris di Dossena, le Lucertole restano a bocca asciutta

Le più lette

Giovanili e ripartenza, Tisci: Riprendere è una priorità, già a maggio e giugno. E per il futuro blocco delle categorie?

La parole del Presidente del Settore Giovanile e Scolastico della Figc, Vito Tisci: «Ripartire gradualmente con tutte le attività...

Il ballo delle panchine: scatto Ricardo, ipotesi Ciletta, Massimo pronto e Zaccarelli…

Come nelle stagioni in cui non vi era traccia di ‘pandemie’, gli orizzonti, gli scenari e le scelte, a...

Eccellenza Girone C, Castegnato e Lumezzane completano i rispettivi attacchi: arrivano Tettamanti e Farimbella

Giunti ormai agli sgoccioli di questa lunghissima sessione di mercato le società stanno sfornando gli ultimi colpi per terminare...

Dopo un periodo complicato la squadra di Dossena torna a vincere tra le mura amiche del “Voltini” con il risultato netto di 3-1, largo il predominio avuto dai padroni di casa nel corso della gara. La Vis Nova di Mastrolonardo ha tentato principalmente di difendersi per poi ripartire in velocità, ma senza riuscire a capitalizzare le occasioni create se non sul finale della partita a risultato ormai deciso.
Il Crema conquista fin da subito il pallino del gioco fraseggiando molto bene in mezzo al campo e trovando più volte nei primi minuti la profondità tramite le incursioni da destra di Otabie, respinte in qualche modo da Tranquillini. Al 3’ è proprio il giovane numero 3 a portare avanti l’azione degli ospiti: la sua progressione da sinistra innesca Fall in buona posizione, ma il destro del numero 11 è da dimenticare. Crema che appare padrone del campo per i primi venti minuti in cui macina gioco e porta la pressione molto alta, gli ospiti si difendono con ordine e affidano le proprie ripartenze alla velocità di Fall, che al 17’ ruba palla a Nelli nella propria metà campo prima di involarsi verso la porta avversaria; a tu per tu con Pennesi è però troppo macchinoso nel concludere e Baggi riesce ad anticiparlo. Poco prima della mezz’ora i padroni di casa trovano un vantaggio decisamente nell’aria: Nelli pesca Assulin sulla sinistra, il numero 11 s’invola e mette un cross delizioso che Ferrari è abile a girare perfettamente in rete. Vantaggio più che meritato non tanto per le occasioni da gol create quanto per la mole di gioco costruita. Al 36′ un accenno di reazione ospite guidata da Lacchini, la cui conclusione viene sporcata rendendo agevole l’intervento a Pennesi che lancia immediatamente Assulin in profondità; l’israeliano dialoga bene con Ferrari che prova a servire l’imbucata per Russo lanciato in area, ma il numero 3 non riesce ad agganciare bene il pallone. I neroverdi vanno vicini al pareggio di lì a poco sfruttando un calcio piazzato battuto dalla trequarti: Fall riesce a prolungare di testa, la palla carambola prima ad Orellana e poi a Cazzaniga, che mette giù bene ma all’ultimo viene contrastato da Baggi. Sul finire del primo tempo ancora gli ospiti si fanno pericolosi con Lacchini che approfitta del retropassaggio sbagliato di Assulin per superare Otabie e dirigersi verso la porta, fortunatamente per il Crema la conclusione da poco fuori area non inquadra lo specchio.
Nella seconda frazione di gara la partita rimane nelle mani del Crema, che già dopo cinque minuti si fa pericoloso: Assulin si impegna per mantenere in campo un pallone che sembrava ormai perduto, dalla linea di fondo appoggia per Nelli che dal limite dell’area lascia partire un destro che impegna Ragone. Passati altri cinque minuti di giro palla, Nelli trova la verticalizzazione per Salami, che sulla via del gol trova l’eccellente uscita di Ragone che sceglie il tempo perfettamente e neutralizza l’azione del numero 7. Al quarto d’ora della ripresa gli uomini di Dossena trovano il raddoppio grazie alla risoluzione da calcio piazzato di Poliedri che con uno splendido destro a giro mette la palla dove il portiere non può arrivare regalando ai suoi il 2-0. Dopo soli due minuti Assulin decide di mettersi in proprio superando in slalom tre difensori neroverdi e, trovatosi davanti a Ragone, lo infila con un esterno destro dritto nell’angolino basso; è un gol meraviglioso che mette in mostra tutte le qualità del “Messi d’Israele”. Gli uomini di Mastrolonardo tentano una timida reazione con Caruso che approfitta di un liscio di Russo per raggiungere il fondo e crossare, ma nessuno dei suoi compagni riesce ad intervenire sul pallone. Crema che dopo il triplo vantaggio sembra aver abbassato decisamente i ritmi e concede qualcosa di troppo agli avversari, infatti dopo un altro paio di minuti il solito Fall si invola dalla destra servendo bene Orellana che calcia da buona posizione, ma è ottimo il riflesso di Pennesi. Sul finale di gara Ragone dovrà impegnarsi ulteriormente per non concedere altre reti sulle conclusioni di Lekane, il giovane subentrato a Ferrari nel centro dell’attacco da buona prova di sé liberandosi al tiro in più di un’occasione. Un colpo di testa a dieci minuti dallo scadere, su ottimo cross di Poledri, esalta sia il giovane attaccante che il portiere neroverde. A tempo praticamente scaduto gli ospiti realizzano il classico gol della bandiera battendo velocemente un calcio d’angolo e mettendo in mezzo un pallone che Proserpio è abile a girare in rete fissando il 3-1.
Risultato che rispecchia pienamente l’andamento della partita che ha visto gli uomini di Dossena vincere meritatamente. La Vis Nova è stata sicuramente pericolosa in alcune occasioni, ma ha compiuto l’errore di lasciare il gioco completamente in mano agli avversari.

IL TABELLINO

CREMA 3
VIS NOVA 1
RETI (3-0, 3-1): 28’ Ferrari, 14’ st Poledri, 16’ st Assulin, 45’ st Proserpio (V).
CREMA (4-5-1): Pennesi 6.5, Otabie 6.5 (13’ st Bignami 6), Russo 6.5 (28’ st Campisi sv), Nelli 7.5, Baggi 7, Gianola 6.5, Salami 6, Laner 6 (13’ st Mapelli 6), Ferrari 7 (24’ st  Lekane 6), Poledri 7, Assulin 8 (24 Gerevini sv). A disp.: Ziglioli, Stringa, Viviani, Ruscitto. All. Dossena 7.
VIS NOVA (4-4-2): Ragone 6, Cazzaniga 5, Tranquillini 6.5, Molteni 5.5 (28’ st Proserpio 6.5), De Lisio 5, Fossati 5.5, Caruso 5, Orellana 6, Comi 5 (24’ st Fadda sv), Lacchini 6, Fall 6 (34’ st Tremolada sv). A disp.: Stropeni, Fossati, Valtuina, Redalli, Boga. All. Mastrolonardo 5.
ARBITRO: Colaninno di Nola 6 Dirige la gara con attenzione e padronanza, stronca sul nascere i momenti di tensione mettendo in riga i giocatori.
AMMONITI: Otabie (C), De Lisio (V), Campisi (C).

LE PAGELLE

CREMA
All. Dossena 7 Partita preparata nel migliore dei modi, mette senza paura in campo i nuovi acquisti e questi lo premiano regalandogli i tre punti.
Pennesi 6.5 Giornata non particolarmente impegnativa per lui, ma è determinante in un paio di occasioni. Sicuro anche con i piedi, imposta bene dal basso. Oggi ha mostrato tutta l’importanza della sua esperienza.
Otabie 6.5 Inizialmente riesce a mettere in difficoltà gli avversari grazie ai suoi sprint, cala alla distanza e viene sostituito in quanto già ammonito.
Russo 6.5 Nonostante inizi la gara fuori ruolo non sfigura affatto, dalle sue parti si rischia ben poco e quando si affaccia davanti è pericoloso in diverse occasioni.
Nelli 7.5 Prestazione sontuosa, porta qualità e tempi giusti in mezzo al campo, sbaglia poco e crea tantissimo ponendosi al centro del gioco.
Baggi 7 Risolve con decisione un paio di situazioni pericolose, fa girare bene la palla e concede poco e nulla agli avversari in ripartenza.
Gianola 6.5 
Spesso agisce anche da regista arretrato con la calma del giocatore di grande esperienza; gara più che positiva.
Salami 6 Manca l’appuntamento con il gol per colpa di una grande uscita del portiere avversario, meno incisivo di quanto potrebbe.
Laner 6 Forse meno appariscente dei suoi colleghi in mezzo al campo ma comunque utile la sua prestazione per la squadra, sempre ordinato nella gestione del gioco e mai fuori posizione.
Ferrari 7 Segna un gol da centravanti di razza e tanto basterebbe, in più partecipa in maniera attiva alla manovra spesso e volentieri con ottimi risultati.
Poledri 7 Partita forse non delle migliori per lui, ma il gol su punizione è un vero e proprio gioiello. Quando si attiva fa sempre cose preziose, un po’ discontinuo nei novanta minuti.
Assulin 8 Giocatore di un’altra categoria, non è al meglio eppure manda nel panico la retroguardia ospite con una facilità di corsa e qualità disarmanti. Il gol in slalom è un diamante.

VIS NOVA
All. Mastrolonardo 5 Prestazione sicuramente al di sotto delle aspettative, i suoi sono stati poco lucidi sotto porta e troppo schiacciati in difesa; giornata da dimenticare.
Ragone 6 Evita che il risultato diventi ancor più rotondo compiendo una bella uscita su Salami e rispondendo egregiamente a Lekane; si guardi il bicchiere mezzo pieno.
Cazzaniga 5 Messo sistematicamente in difficoltà da Assulin, si fa saltare troppo facilmente sia in occasione del primo che del terzo gol.
Tranquillini 6.5 Una delle poche note positive di oggi vista soprattutto la giovane età, compie anche una bella incursione ad inizio partita in cui Fall avrebbe potuto segnare.
Molteni 5.5 In balia del centrocampo avversario fa quel che può a schermo della difesa, bene quando si tratta di impostare e ripartire.
De Lisio 5 Ferrari spesso riesce ad avere la meglio, soffre la costante pressione avversaria al momento del giro palla.
Fossati 5.5 Lievemente meglio del compagno di reparto, compie alcuni interventi difensivi di pregevole fattura.
Caruso 5 Troppo fuori dalla manovra, quando è il momento di ripartire non riesce ad essere concreto e a fare male alla retroguardia avversaria. Perde abbondantemente il duello con Russo.
Orellana 6 Tra i pochi a riuscire a mettere ordine e ripartire in mezzo al campo, vicino al gol in più di un’occasione, anche un po’ sfortunato.
Comi 5 Impalpabile, i difensori avversari non gliela fanno prendere praticamente mai; tanto sacrificio in fase difensiva.
Lacchini 6 Pregevoli le verticalizzazioni ad innescare la velocità di Fall; le azioni pericolose iniziano tutte dai suoi piedi.
Fall 6 Con la sua velocità mette più volte in difficoltà la difesa avversaria ma non è mai abbastanza lucido una volta giunto in area di rigore. È comunque il più pericoloso degli ospiti.


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli

nativery.com, 601bdb002ee3c4075ca20115, DIRECT appnexus.com, 11707, RESELLER, f5ab79cb980f11d1 google.com, pub-4529259506427490, DIRECT, f08c47fec0942fa0