25 Giugno 2021

Desenzano Calvina-Caravaggio Serie D: tris di Recino e il Desenzano continua a sognare

Le più lette

Folgore Caratese Serie D: è Giuseppe Commisso il nuovo allenatore dopo Longo

Salutato Emilio Longo, la Folgore Caratese ha già scelto il suo nuovo allenatore: Giuseppe Commisso. Liberatosi dal NibionnOggiono, destinato a...

Città di Varese – HLS Derthona Serie D: i Leoni passano all’Ossola, nel finale il rigore di Zerbo vale i 3 punti

L'ultimissimo atto del girone A di Serie D vede affrontarsi Città di Varese e HLS Derthona, una sfida tra...

Calcio Bosto: novità Under 18 sotto la guida di Figliolia, Giardini: «C’è entusiasmo, c’è voglia di ricominciare»

Sono stati mesi difficili per le due società Bosto e Calcio Bosto e per tutto il mondo del calcio...

Tripletta e pallone portato a casa: bomber Recino fa 21 in campionato e permette al Desenzano di superare in scioltezza per 3 a 1 il Caravaggio del tecnico Terletti, che rimane così fermo a quota 26 in campionato, in una zona pericolosissima della classifica. I gardesani, dopo il brutto stop con il Breno della settimana scorsa, dominano il match nel primo tempo, imponendo il loro gioco e non lasciando scampo ai bergamaschi. Nel secondo tempo non basta il gol di Frana a ribaltare la situazione: troppo superiore l’undici di Florindo per gli ospiti, che nonostante tutto ci hanno messo cuore e anima per provare a risollevarsi. Non avevano fatto i conti con il centravanti dei locali, sempre più lanciato verso il suo record personale di reti in una stagione di Serie D e protagonista assoluto del cammino che spinge il Calvina verso il traguardo playoff.

 

A lezione da Recino. La prima frazione si apre con i locali subito intraprendenti; alle iniziative biancoblù (ispirate soprattutto da Mauri) risponde un Caravaggio pronto ad approfittare delle ripartenze. Tanti anche i lanci lunghi da dietro a scavalcare la mediana. All’8′ è però un filtrante basso di Mazzotti a indirizzare il match. Rifinito da un velo prodigioso di Segalina, il pallone arriva a Recino dopo aver beffato la difesa bergamasca: il bomber del Desenzano non si lascia sfuggire l’occasione e con un destro angolato e potente fa palo-gol. Prova allora a reagire la squadra ospite, che al 14′ ha l’occasione più nitida per pareggiarla: Fumagalli infatti si libera di Zanolla ed entra in area, quindi calcia sul secondo palo, ma trova attento Ferrara che in tuffo devia in angolo. Gli uomini di Terletti sembrano comunque in crescita, almeno fino a quando Recino decide di salire nuovamente in cattedra: prima al 26′, quando mette giù in area con un aggancio da stropicciarsi gli occhi uno spiovente delizioso del solito Mazzotti e sfiora l’incrocio dei pali; poi al 29′ quando, approfittando dell’assist di Mauri che sradica palla a Bangal a metà campo, il centravanti dei gardesani supera Valtorta con un tocco sotto alla Higuaìn e raddoppia. Il Caravaggio sembra uscire così dal match: senza idee e mai pericolosi, Lamestra e compagni rientrano negli spogliatoi sotto di due reti.

 

Reazione e KO. La ripresa è un’altra storia. In un moto d’orgoglio collettivo, gli ospiti rientrano in campo con uno spirito diverso spingendosi, timidamente all’inizio, poi sempre più prepotentemente, nella metà campo avversaria. Traina al 17′ sfiora il gol di testa su cross da calcio d’angolo: salva sulla linea la difesa del Calvina. Insieme alle occasioni, arriva anche un maggior possesso palla dei biancorossi, che al 29′ lo concretizzano: ottima combinazione sulla destra tra Basanisi e Viola, quest’ultimo arriva sul fondo e spara in mezzo una sfera su cui Ferrara non riesce ad avventarsi per tempo. Dalla parte opposta si fionda Frana che spara in rete da distanza ravvicinata. Il Desenzano però non perde la testa e anzi torna a farsi vedere dalle parti di Valtorta. È il 33′ quando Recino sfonda la difesa guidata da Pirola facendo tutto da solo, il suo mancino però è impreciso. Ma è l’avvisaglia di ciò che avverrà di lì a poco: il neoentrato Franzoni, infatti, dopo un dialogo sulla destra con l’instancabile Zanolla, mette a centro area la palla perfetta per un attaccante come Recino. Il 9 infatti riceve e in girata insacca nuovamente, con un colpo da biliardo che lascia immobile l’estremo difensore avversario. Il 3 a 1 è il KO che chiude i giochi, perché in un colpo solo Recino continua a far sognare ai suoi il paradiso e allo stesso tempo condanna i rivali a una zona che assomiglia sempre di più all’inferno.

IL TABELLINO

DESENZANO CALVINA-CARAVAGGIO 3-1
RETI: 8′ Recino (D), 29′ Recino (D), 29′ st Frana (C), 36′ st Recino (D).
DESENZANO CALVINA (4-4-2): Ferrara 6, Zanolla 6.5, Ruffini L. 6, Mazzotti 7 (45′ st Alves sv), Ruffini M. 6.5, Missaglia 6, Crema 6.5 (22′ st Tomasini 6), Cazzamalli 6.5, Recino 8 (48′ st Mazzurega sv), Mauri 7 (32’st Chiari sv), Segalina 6.5 (18′ st Franzoni 6.5). A disp. Bolzoni, Perotta, Treccani, Ricciardi. All. Florindo 6.5.
CARAVAGGIO (3-4-3): Valtorta 6, Traina 6.5 (42′ st Prati sv), Frana 7 (38′ st Gerosa sv), Marku 5, Pirola 5, Viola 6, Messaggi 5.5 (45′ st Caccia sv), Basanisi 5.5, Bangal 5, Lamesta 6.5, Fumagalli 6 (24′ st Perrotti 6). A disp. Dominici, Cortinovis, Dalessandro, Pirovano, Marchiondelli. All. Terletti 6.
ARBITRO: Gauzolino di Torino 6.5.
ASSISTENTI: Pischedda di Torino e Decorato di Cosenza.
AMMONITI: 21′ Mauri (D),12’st Missaglia (D), 18’st Frana (C), 40’st All. Terletti (C).

LE PAGELLE

DESENZANO CALVINA
Ferrara 6 
Attento nelle poche situazioni in cui è chiamato in causa. Forse poteva fare di più sul gol subito.
Zanolla 6.5 Fornisce spinta inesauribile sulla fascia destra. Mostruoso.
Ruffini L. 6 A sinistra nel primo tempo si limita a contenere. Lavoro attento in fase difensiva.
Mazzotti 7 Un genio del centrocampo. Assist-man, visione, tecnica: versatile ed efficace, non cala mai di concentrazione. (45′ st Alves sv).
Ruffini M. 6.5 Partita solida: lì dietro non passa nessuno.
Missaglia 6 Come il compagno di reparto, mura le (rare) discese avversarie. Rimedia un giallo nella ripresa.
Crema 6.5 Anche lui collabora all’organizzazione perfetta della mediana gardesana. Sbaglia qualche appoggio di troppo nel primo tempo.
22’st Tomasini 6 Entra combattivo in partita e dà quel che può per la buona riuscita della squadra.
Cazzamalli 6.5 Veterano, cerca in tutti i modi il gol numero 100 in carriera; è una delle tante anime della squadra di Florindo.
Recino 8 Inimitabile: attaccante tuttofare, segna una tripletta che rende ancor più evidente il suo strapotere in zona offensiva. (48′ st Mazzurega sv).
Mauri 7 Ispiratissimo e rapido, semina il panico tra le maglie avversarie. (32′ st Chiari sv).
Segalina 6.5 Il velo con cui lascia filtrare la sfera che Recino trasforma nell’1 a 0 è classe pura.
18′ st Franzoni 6.5 Entra e collabora all’azione del 3 a 1 che chiude il match.
All. Florindo 6.5 Festeggia il compleanno con una vittoria importante. La sua è una squadra dalle mille risorse, organizzata e cinica quanto serve.

 

CARAVAGGIO
Valtorta 6 
Non ha grandi colpe sui tre gol, ma non sembra sempre sicuro tra i pali.
Traina 6.5 Meglio nella ripresa, sfiora anche il gol di testa. Giovane di prospettiva. (42′ st Prati sv)
Frana 7 Il gol che per un breve attimo riapre il match porta la sua firma. (38′ st Gerosa sv)
Marku 5 Disattento dietro, si fa beffare dalle incursioni degli avversari.
Pirola 5 Insicuro al centro della difesa: viene surclassato dal centravanti del Calvina.
Viola 6 Primo tempo in ombra; sale nella ripresa e partecipa all’azione del 2 a 1 provvisorio.
Messaggi 5.5 Poco efficace a destra nella fase offensiva; non sfonda mai. (45′ st Caccia sv)
Basanisi 5.5 Perde il confronto con i mediani gardesani. Non riesce a fare da perno di riferimento in mezzo per i suoi.
Bangal 5 Troppi errori banali per colui che dovrebbe essere il riferimento offensivo della squadra. Non è mai pericoloso.
Lamesta 6.5 L’ultimo ad arrendersi: da vero 10 conduce lui le incursioni che nella ripresa sembrano poter risollevare il match del Caravaggio.
Fumagalli 6 Un primo tempo da migliore dei suoi: pericoloso, impegna Ferrara con un bel destro a giro. Cala però alla distanza.
24′ st Perrotti 6 Prova a dare freschezza a una manovra mai del tutto efficace.
All. Terletti 6 Squadra molle nel primo tempo e orgogliosa nella ripresa: l’avversario in questo caso è apparso però superiore.

 

ARBITRO
Gauzolino di Torino 6.5
Dirige con attenzione un match non facile. Mantiene un metro di giudizio sempre equilibrato.

LE INTERVISTE

Florindo (Desenzano Calvina): «Abbiamo giocato un grande primo tempo, gestendo palla con ordine e organizzazione. Siamo stati meno frenetici e il risultato lo dimostra. Inoltre, con caparbietà, siamo riusciti a lavorare bene il pallone, facendo correre i mediani avversari. Fondamentali poi gli apporti anche di coloro che sono entrati a partita in corso. Un plauso particolare a Recino e Cazzamalli, che rappresentano per la squadra due valori umani di riferimento».

Recino (Desenzano Calvina): «Dobbiamo cercare di dare qualcosa di più rispetto a quanto fatto finora per raggiungere i playoff. Sono contento per la mia seconda tripletta stagionale e per la squadra, soprattutto. Dei tre, penso che il secondo sia il gol più bello, anche perché più difficile, visto il gesto tecnico richiesto dal pallonetto al portiere. Mi piacerebbe poi raggiungere e superare i 23 gol in stagione, così da abbattere il mio record personale; ciò che conta di più però è l’obiettivo del team».


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli