22 Giugno 2021

Desenzano Calvina-Real Calepina Serie D: Mauri illude i padroni di casa, Ungaro e Duda puniscono nel finale regalando 3 punti d’oro a Carminati

Le più lette

All Stars Under 16: ecco le quattro semifinaliste che si affronteranno a Collegno

L'All Stars sta per arrivare alle battute finali. Per gli Under 16 è stato il weekend dei quarti, che...

Eccellenza B, Riccardo Molina dà l’addio al calcio: «Farò l’allenatore»

Non lo ammetterà, ma qualche lacrima gli sarà scesa. Riccardo Molina lascia definitivamente il calcio giocato. Per lui, adesso,...

Tritium, inizia comporsi il quadro degli allenatori dell’agonistica: confermati Pala, Gregori, Tarabella e Schifano

Nicola Bassani, responsabile del settore giovanile della Tritium, scioglie i primi dubbi riguardo quello che sarà il prossimo organigramma...

La partita tra Desenzano Calvina e Real Calepina si gioca su ritmi alti e frizzanti per quasi tutta la partita, con i padroni di casa forti della vittoria di domenica contro la capolista Seregno, che provano sin da subito ad imporsi. Sulla loro strada però, trovano un Real Calepina organizzato e soprattutto in grande forma, oltre che con la fame di portare a casa punti importanti per la salvezza. Dopo l’illusorio gol di Mauri al 15′, la squadra di casa si rilassa un po’ e permette delle  pericolose incursioni agli ospiti. Da una di queste velocissime ripartenze al 37′ del primo tempo viene assegnato un pericoloso calcio piazzato dal limite dell’area, che il delicato piede sinistro di Ungaro non sbaglia e allo scadere del primo tempo fa 1-1. La ripresa invece diventa un vero e proprio assedio degli uomini di Florindo che provano in tutti i modi a trovare un gol che sembra non voler arrivare. Quando tutto ormai portava a presupporre ad un timido pareggio ecco che al 43′, ancora grazie a una ripartenza, arriva il gol vittoria di Duda per l’ 1-2 finale in favore degli ospiti.
Gli schieramenti iniziali sono risultati sin dai primi minuti a specchio: gli uomini di Florindo hanno attaccato soprattutto per vie centrali con i soliti Recino e Mauri che appena hanno potuto hanno sfoderato tutta la loro tecnica nell’uno contro uno, abilità che li ha portati diverse volte a tu per tu con l’estremo difensore. Apparentemente più rinunciataria invece la squadra di Carminati che attende la squadra bresciana per lunga parte della gara e prova a prenderla in velocità pungendola il contropiede e sfruttando la grande velocità di Ungaro e Giangaspero.

Mauri illude. Il Desenzano Calvina non tradisce le aspettative e sin dal 1′ inizia la gara con grande autorità e fiducia nei propri mezzi. Sin da subito i padroni di casa sono pericolosi sfruttando la grande velocità di Ruffini che prova rendersi pericoloso sulla catena di sinistra sbagliando però troppo spesso la conclusione finale. Il primo vero e proprio squillo arriva proprio al 15′ quando Recino, dopo essersi liberato molto bene in area calcia strozzando però il tiro, per sua fortuna il pallone va a finire proprio sui piedi di Mauri che da centro area fa partire una bella rasoiata che va a finire alle spalle di Gherardi. Dopo il gol del vantaggio i ragazzi di Florindo continuano ad attaccare creando tante occasioni per il possibile doppio vantaggio, questo attacco continuo però porta la squadra bresciana a prendere diversi rischi in fase difensiva, soprattutto sulle ripartenze guidate da Giangaspero che impegnano diverse volte l’estremo difensore Ferrara. Al 37′ un fallo un po’ ingenuo di Franzoni regala una buona occasione alla squadra ospite, sul punto di battuta si presenta Ungaro che con il suo dolce sinistro fa girare la palla attorno alla barriera e batte sul suo palo Ferrara, che non vede nemmeno partire il pallone. Il gol del momentaneo pari alzagli animi degli uomini di Carminati che chiudono la prima frazione di gara in attacco.

Finale con il botto. Se nella prima frazione i bergamaschi se la sono giocata alla pari rispondendo colpo su colpo alle offensive del Desenzano, nella ripresa gli ospiti si chiudono totalmente arretrando tutti i giocatori dietro la linea della palla.Il Desenzano prova lo stesso a creare occasioni importanti con i suoi giocatori di maggior talento, cercando di scardinare la difesa ospite che però si dimostra molto attenta e concentrata non lasciando spazio a occasioni importanti. Florindo allora decide di spolverare l’artiglieria pesante e al  14′ del secondo tempo sostituisce uno stanco Franzoni per schierare un attaccante di peso come Cazzamalli, alla ricerca del suo centesimo gol in carriera. L’ex Sant’Angelo non si fa attendere e subito al 17′ scodella dentro l’area di rigore una palla deliziosa che però Recino in girata, spreca malamente. L’occasione più limpida della ripresa però è proprio sulla testa del numero 18, che al 42′ su un assist al bacio di Mauri non colpisce bene e spreca tutto. Pochi secondi dopo il gol sbagliato dal Desenzano, il Real Calepina trova un varco per un ultima ripartenza e grazie anche a un rimpallo favorevole segna il gol del 1-2 con Duda sul finire della partita.Un gol all’ultimo che taglia le ali del Desenzano ma dà speranza al Real Calepina, che insegue strenuamente la salvezza.

 

IL TABELLINO

Desenzano Calvina-Real Calepina 1-2
RETI: 15’ Mauri (D), 37’ Ungaro (R), 43’ st Duda (R).
DESENZANO CALVINA (3-5-2): Ferrara 6 , Turlini 5.5 , Zanolla 6, Mazzotti 6.5 , Ruffini M. 6, Chiari 6, Crema 6( 20’ st Tomasini 6) , Franzoni 6.5(14’ st Cazzamalli 5.5) , Recino 6.5 , Mauri 7, Ruffini L. 6 . A disp. Sellitto, Missaglia, Sorbo, Ricciardi, Pojani, Forlani, Alves. All. Florindo 6.
REAL CALEPINA (3-5-2): Gherardi 7, Fini 6 , Duda 7, Piacentini 6.5, Paris 5.5 , Capelli 6.5, Lussignoli 5.5 , Torri 6 (12’ st Belotti 5.5) , Giangaspero 6.5 (31’st Bosio 6), Chiossi 6, Ungaro 7 (35’ st Girasole 5.5). A disp. Rossi, Cerri, Lancini, Locatelli, Messali, Colonetti. All. Carminati 6.5.
ARBITRO: Esposito di Napoli 6.5.
ASSISTENTI: Munitello di Gradisca d’Isonzo e Caldarola di Asti .
AMMONITI: Tomasini(D), Paris(R), Mauri(D).

LE PAGELLE

DESENZANO CALVINA
Ferrara 6 L’estremo difensore è stato impegnato poco quest’oggi, purtroppo non sempre preciso negli interventi.Il gol del pareggio preso sul suo palo non lo aiuta.
Turlini 5.5 Impegnato poco in fase difensiva fa il suo dovere, però si fa trovare un po’ impreparato sul gol del 1-2.
Zanolla 6 Partita tranquilla la sua senza acuti, quando ha la palla tra i piedi la gioca molto bene con intelligenza.
Mazzotti 6.5 Spinge molto e mette ordine nel reparto difensivo, compie anche ottimi interventi difensivi che fermano sul nascere occasioni pericolose.
Ruffini 6 Dirige  molto bene alcune trame e ha un ottima visione di gioco nel servire i compagni. Peccato per alcune palle in cui poteva essere più lucido.
Chiari 6Molto attivo su tutto il fronte del gioco, ma pecca di troppa imprecisione in diverse occasioni.
Crema 6 Uno dei meno coinvolti per tutto l’arco della gara. Il suo compito lo fa comunque senza sbavature.
20’ st Tomasini 6 Subito nel vivo del gioco prova a dare manforte alla manovra offensiva del Desenzano. Prende però un giallo totalmente inutile.
Franzoni 6.5 Buona partita per lui in centro al campo, organizza e soprattutto mette ordine, entra sempre nelle azioni pericolose dei suoi. Peccato per quel fallo evitabile che porta al pareggio.
14′ st Cazzamalli 5.5 Subito nel vivo del gioco prova a dare manforte alla manovra offensiva del Desenzano. Prende però un giallo totalmente inutile.
Recino 6.5 Anche se non segna è sempre presente nelle trame offensive dei suoi, scompare un po’ nella ripresa ma mai perderlo di vista perchè può punire in qualsiasi momento.
Mauri 7 E’ ovunque oggi, oltre alla fase offensiva si abbassa per aiutare a iniziare la azione, punta e crea continuamente superiorità numerica. Il gol è solo la ciliegina sulla torta.
Ruffini 6 Nel primo tempo spinge tanto e insieme a Franzoni e Mauri è uno dei più attivi, poi si spegne e non si vede più.
14′ st Cazzamalli 5.5 Entra bene in gara ma oltre all’assist sprecato da Recino e l’occasione sprecata di testa si vede poco.Ci si aspetta di più da un giocatore come lui.
20′ st Tomasini 6 Subito nel vivo del gioco prova a dare manforte alla manovra offensiva del Desenzano. Prende però un giallo totalmente inutile.
All. Florindo 6 Più di così non poteva fare, sprona la squadra per tutta la gara. Cambi azzeccati peccato che non l’abbiano ripagato sul campo.

REAL CALEPINA
Gherardi 7 E’ lui il vero fortino del Real Calepina, salva tantissime palle gol e tiene a galla i suoi fino all’ultimo.
Fini 6 Gioca un ottimo primo tempo, ma si spegne nel secondo.
Duda 7 Il dodicesimo uomo in campo è lui, è ovunque e in fase difensiva è un muro. Il gol corona una prestazione eccellente.
Piacentini 6.5 Gioca una buona partita senza troppi acuti, copre bene gli spazi e corre fino al 90′ senza sosta.
Paris 5.5 Partita spenta la sua, un po’ troppo nervoso nel finale, si prende un giallo e rischia anche la doppia ammonizione.
Capelli 6.5 Metronomo a centrocampo gioca ogni pallone con intelligenza, fa il suo senza esagerare, anche perché oggi è quello che si doveva fare per portare a casa il risultato.
Lussignoli 5.5 Si vede poco per tutta la gara, corre e fa il lavoro sporco. Forse un po’ stanco nel finale andava sostituito.
Torri 6 Partita tranquilla la sua, un buon primo tempo senza troppi acuti.
12′ st Belotti 5.5 Entra poco convinto e si vede pochissimo, poteva fare di più.
Giangaspero 6.5 Partita di sacrificio la sua corre avanti e indietro per tutta la partita, le ripartenze pericolose partono tutte da lui.
31′ st Bosio 6 Il minutaggio che gli viene concesso non è molto ma viene inserito in un momento cruciale della gara e fa il duo dovere.
Chiossi 6 Si vede poco la davanti, un po’ colpa della partita difensivista fatta dalla squadra, non ha molti palloni giocabili.
Ungaro 7 La punizione che mette a segno è un capolavoro, oltre questo gioca una signora partita mettendosi a disposizione della squadra.
35′ st Girasole 5.5 Si vede poco anche lui, da una mano ai suoi compagni in fase difensiva ma niente di più.
All. Carminati 6.5 Ottimo lavoro il suo, la sua squadra gioca una buona partita. Nel primo tempo non abbassa la testa, nel secondo decide di difendersi e usare le ripartenze per fare male: strategia azzeccata.

 


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli