mercoledì, 27 Maggio 2020

Dro Alto Garda, Manfioletti e Sparano rinunciano agli stipendi fino a giungo

Le più lette

Collegno Paradiso, Marco Mezzapesa nuovo tecnico alla guida dei 2007

Stefano Peddis, Ds del Collegno Paradiso, ufficializza il nuovo tecnico che guiderà i 2007 nel passaggio dalla scuola calcio...

FeralpiSalò, Pietro Strada non è più il Responsabile del Settore Giovanile: Alex Pinardi il successore

Pietro Strada non è il Responsabile del Settore Giovanile della FeralpiSalò. A comunicarlo è lo stesso club salodiano, che...

Schiaffino, Enrico Falcinelli è il nuovo Direttore Tecnico: «continueremo sui grandi l’ottimo lavoro fatto dalla pre-agonistica»

Nuova stagione, nuovo incarico: così anche per Enrico Falcinelli, ufficialmente il nuovo Direttore Tecnico del Centro Schiaffino. «Dopo un...

In tempi difficili come quelli che sta attraversando l’Italia e la maggior parte del mondo i gesti di solidarietà si stanno susseguendo con grande regolarità. L’ultimo esempio viene dalla società del Dro Alto Garda e dai suoi due allenatori. Stefano Manfioletti, tecnico della prima squadra che milita nel girone B di Serie D, e Tiziano Sparano, coach dell’Under 19 Nazionale, hanno deciso di rinunciare allo stipendio e al rimborso spese previsto nei loro contratti per i mesi che vanno da marzo a giugno. A darne notizia lo stesso club trentino con un lungo post sulla propria pagina ufficiale di Facebook. Ripotiamo qui l’intero comunicato, con anche le parole dei due diretti interessati e del Presidente Lucio Carli. «Una decisione spontanea, forte e simbolica. Di fronte alla sempre più preoccupante situazione ed incertezza causata anche nel mondo sportivo dall’emergenza Coronavirus (Covid 19), e alla sempre più problematica ripresa della Serie D – si legge sul social network – un segno di impegno e solidarietà giunge dagli allenatori Stefano Manfioletti e Tiziano Sparano alla guida della Prima Squadra e della formazione Juniores Nazionale del USD Dro Alto Garda Calcio impegnato nel girone B della Serie D. I due allenatori hanno deciso unilateralmente di rinunciare alle somme legate al contratto in essere e al rimborso spese a partire dal mese di marzo e sino a fine stagione. Una decisione che dimostra la grande attenzione dello staff tecnico del Usd Dro Alto Garda Calcio verso le tematiche sociali e solidali ed impegnato sin dalla preparazione pre-campionato in favore della ricerca e della lotta alla Sla (Sclerosi Laterale Amiotrofica) e della ricerca delle somme necessarie alle cure riabilitative per il giovane portiere della Val di Sole Diego Canella (US RediVal)». Ecco anche l’intervento del numero uno del Dro, Carli: «Nella vita ci sono situazioni che arrivano in un colpo. Il nostro pensiero è per questo momento davvero difficile nel quale dobbiamo affrontare un grave problema vivendo un forzato e necessario isolamento. Sappiamo dei nostri sofferenti ospedali, di quanto il governo ha deciso e che ancora dovrà decidere, di quanto si sta facendo e che tanto c’è da fare, di aziende, famiglie e persone che hanno bisogno». «Egregio signor Presidente, volevo informarla – queste le parole usate da Manfioletti per riferire la sua scelta – che vista la problematica nata con il Coronavirus, rinuncio al contratto – rimborso spese – stipulato con la Vostra società per i mesi di marzo aprile maggio e giugno, disposto quindi appena possibile a firmare la liberatoria in vostro favore. Inoltre, se il campionato dovesse riprendere, continuerò e porterò a termine il mio lavoro a titolo gratuito. Il tutto spero possa aiutare l’Usd Dro Alto Garda Calcio a perseguire e proseguire nel proprio obiettivo non solo sportivo ma soprattutto sociale. Con stima. Forza Dro». Gli fa eco Sparano: «Mi trovo perfettamente in linea col pensiero del Presidente. Nel rapporto con la società mi sono ispirato a mister Manfioletti, perché tutti noi crediamo nella forza dei rapporti umani che alla nostra latitudine risulta vincente e indispensabile. Ai miei ragazzi ho sempre detto – rubando la citazione a Sacchi – che per noi il calcio è la cosa più importante dopo le cose veramente importanti. Questo momento rimette in ordine le priorità e sono particolarmente orgoglioso di appartenere ad una società sportiva così diretta. Colgo l’occasione per ringraziare tutti i miei ragazzi che mi hanno ripagato con impegno e dedizione per tutta la stagione. Finirà e tutti ci troveremo sotto un solo pensiero. Viva la vita». Spazio anche al pensiero del Team Manager, Roberto Andreatta: «La decisione di mister Stefano Manfioletti è espressa da uomo di sport e da una persona di spessore. Le parole di mister Sparano, sono invece un stimolo per i giovani. In questo momento il pensiero va alle persone che abbiamo intorno a noi, alle piccole cose da apprezzare, a fare qualcosa per gli altri, a ritrovare i nostri rapporti personali e le nostre relazioni».

SPRINT-SOLIDALE – 3 MESI GRATIS


Sprint e Sport lo trovi in tutte le edicole di Piemonte, Valle d’Aosta e Lombardia il lunedì mattina e sullo store digitale. Abbiamo attivato la sezione PREMIUM, un servizio riservato agli abbonati.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli

Privacy Policy Cookie Policy