9 Agosto 2020 - 10:36:23

Fanfulla – Calvina Serie D: Florindo festeggia fra le polemiche dei bianconeri in 9 per tutta la ripresa

Le più lette

Denuncia una società: «I dati dei giocatori potrebbero finire anche in Qatar, Mossino questo lo sa?». Intanto in Lombardia spunta tra i soci un...

Continua ad agitare le acque la decisione dei comitati regionali, Piemonte e Lombardia, di affidarsi ad una società esterna,...

Federico Albisetti, dalla cantera dell’Alpignano all’Under 18 del Torino

Non c'è ancora la firma, ma è solo una questione di giorni, a settembre Federico Albisetti sarà un giocatore...

Novità dall’ultimo DPCM: Via libera agli allenamenti e competizioni a porte aperte per i dilettanti dall’1 settembre

La comunicazione più attesa alla fine è arrivata, in attesa di capire se tra le righe ci sono delle...

Non basta il cuore al Fanfulla per ripagare gli errori dei primi 20’ e anche la sfortuna data da errori arbitrali a dir poco discutibili per strappare almeno un punto alla Calvina. La formazione bresciana con il minimo sforzo, ma anche tanta sofferenza, conquista tre punti che la rilanciano a pieno nella zona playoff, ora distanze solo cinque lunghezze. Fanfulla che invece complice la sconfitta del Lentigione a Forlì rimane al quinto posto, ma non può che recriminare con sé stesso e con la malasorte per l’andamento della partita di ieri. Perché dopo le reti di Cazzamalli e Sorbo tra il 3’ ed il 20’ del primo tempo, entrambe di testa e nate sugli sviluppi di calcio d’angolo, con Ruzzenenti che in occasione della seconda rete serve involontariamente il capitano bresciano, i ragazzi di mister Florindo si spengono del tutto, lasciando spazio invece ai lodigiani che perdono Pascali e Stefano Bernardini tra il 23’ ed il 43’ per doppio fallo da ultimo uomo che scatena le più vibranti proteste (e davvero il rosso è eccessivo in entrambi i casi a rivedere le immagini) ma sono bravi allo stesso tempo a non perdersi d’animo. Una ripresa ad alto ritmo e con una serie di occasioni da gol incredibile per una squadra in nove uomini (e che schierava due soli giocatori con più di 25 anni) che vede però solo Palmieri trovare la via del gol al 25’ della ripresa, su perfetta imbeccata del sempre vivo Qeros, bravo a rendere pericoloso ogni calcio piazzato, dopo un rigore macroscopico negato. Se il Fanfulla dà tutto sul campo, la Calvina invece è troppo rinunciataria, non cercando mai l’affondo decisivo e limitandosi nella ripresa a difendersi nella propria metacampo, sparando poi verso Cizza, che riceve il primo tiro al 37’ nel secondo tempo, ogni singolo pallone che vaga sulla trequarti. A tenere tutti incollati ai seggiolini della Dossenina è sicuramente il finale, con il Fanfulla negli ultimi 10’ costantemente nell’area avversaria. Al 35’ Bertelli tutto solo manca la sfera a colpo sicuro all’altezza del dischetto del rigore, mentre al 40’ Scaramuzza non si accorge dell’uscita di Sellitto colpendo di testa debolmente favorendo così l’intervento del numero uno ospite. Nel finale, quando la partita va via via innervosendosi anche per la paura della Calvina di subire il gol del pareggio ecco altre due grandi occasioni per il Fanfulla: dopo la punizione di Qeros messa in angolo dalla difesa bresciana, è Brunelli ad immolarsi sulla linea sulla conclusione di Palmieri, mentre all’ultima azione utile la conclusione dal limite di Scaramuzza sfiora la traversa terminando alta di poco per la disperazione dei lodigiani che escono tra gli applausi del pubblico ma sconfitti, mentre la Calvina festeggia rimanendo imbattuta in questo girone di ritorno.

 

IL TABELLINO

FANFULLA 1
CALVINA 2
Reti: 3’ pt Cazzamalli (C), 20’ Sorbo (C), 25’ st Palmieri (F).
FANFULLA (4-2-3-1): Cizza 6; Baggi 7.5, Pascali 6, Aprile 6.5, Negri 6.5 (45’ st Mouddou sv); Ruzzenenti 5.5 (1’ st Bertelli 6), Palmieri 7; Scaramuzza 6.5, Qeros 6.5, Radaelli 6 (26’ pt Bernardini S. 6); Belleri 6.5. A disp. Ugazio, Barbieri, Bernardini D., De Stefano, Chilafi, Gennari. All. Ciceri 6.5
CALVINA (4-3-1-2): Sellitto 6; Zanolla 6, Chiari 6 (45’ st Ruffini sv), Sorbio 6.5, Boldrin 6.5; Boreggio 5.5 (7’ st Brunelli 6), Meduri 6, Cazzamalli 6.5; Bracaletti 6; Mauri 6.5 (46’ st Valenti sv), Recino 6. A disp. Ravelli, Turlini, Broli, Pellegrini, Gbelle, Bittaye. All. Florindo 6.5
ARBITRO: Virgilio di Agrigento 5 Due espulsioni discutibili, due rigori non concessi ed un metro arbitrale che fa storcere il naso a tutti.
AMMONITI: Aprile, Palmieri, Zanolla, Mauri
ESPULSI: 23’ pt Pascali (F) e 42’ pt Bernardini S. (F).

 

PAGELLE FANFULLA
Cizza 6
Spettatore non pagante dal 20’ del primo tempo.
Baggi 7.5 Partita mostruosa da difensore centrale dopo l’espulsione di Pascali.
Aprile 6.5 Non si allena in settimana per un virus e sfodera una prestazione di cuore.
Negri 6.5 Nella ripresa costante proiezione offensiva.
Ruzzenenti 5.5 Errore fatale sullo 0-2.
Palmieri 7 Nella ripresa prende per mano la squadra.
Scaramuzza 6.5 Se quel tiro al 50’ fosse entrato.
Qeros 6.5 Dai suoi piedi le occasioni più pericolose.
Radaelli 6 Altro problema muscolare che lo costringe ad uscire.
Belleri 6.5 Si batte come un leone fino all’ultimo.
All. Ciceri 6.5 Sfiora la rimonta in doppia inferiorità.

 

PAGELLE CALVINA
Sellitto 6
Non pare sicurissimo.
Zanolla 6 Non spinge mai nonostante la doppia superiorità.
Chiari 6 Spesso sovrastato da Belleri.
Sorbo 6.5 Bravo a crederci nell’occasione del gol.
Boldrin 6 Vedi Zanolla, troppo timido.
Boreggio 6 Rischia l’espulsione per un paio di entrate, graziato.
Meduri 6 Dovrebbe mettere ordine nella ripresa ma non ci riesce.
Cazzamalli 6.5 Gol ed esperienza quando serve.
Bracaletti 6 Spento nel secondo tempo.
Mauri 6.5 La media tra il 7 dei primi 40’ ed il 5 della ripresa.
Recino 6 Dopo il 2-0 non si vede praticamente più.
All. Florindo 6.5 Mezzo voto in più solo per la partita vinta.


Sprint e Sport lo trovi in tutte le edicole di Piemonte, Valle d’Aosta e Lombardia il lunedì mattina e sullo store digitale. Abbiamo attivato la sezione PREMIUM, un servizio riservato agli abbonati.

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli