7 Marzo 2021

Fanfulla – Sona Serie D: i rossoblù si fanno Strada a Tavazzano, bianconeri alla prima sconfitta in casa

Le più lette

L’istinto del bomber, episodio 4: la rubrica dedicata ai centravanti del settore giovanile

Ebbene si, siamo ancora qua. Giunge al quarto e ultimo episodio "l'istinto del bomber", la rubrica targata Sprint e...

Alcione Eccellenza: si interrompe il rapporto con il DS Angelo Anselmi, il saluto del Presidente Montini

Nella giornata in cui si è dato il via libera all'Eccellenza, in casa Alcione si conclude la collaborazione, cominciata...

Inter-Lazio Primavera 1: Satriano in stato di grazia, Casadei giganteggia, nerazzurri al secondo posto

Colpire e affondare. Nel primo tempo a colpire ci hanno pensato l'autogol di Novella - propiziato da una grande...

Fresco dell’ingaggio dell’ex interista Maicon, il Sona espugna Tavazzano e batte il Fanfulla nell’undicesima giornata del Girone B. Gara controllata dall’inizio alla fine dai veneti, capaci di rendersi pericolosi a più riprese e di non concederne ai rivali. Pur non dominando la gara dal punto di vista del gioco, il Sona crea tutte le occasioni dei primi quarantacinque minuti. Dopo appena cinque giri di lancette, i rossoblù vanno a millimetri dal vantaggio. Spaneshi copre male un pallone destinato apparentemente a perdersi sul fondo, Torri si avventa sulla sfera e con la punta del piede tiene vivo il possesso, riuscendo a crossare al centro. Deviazione fortuita di Pascali, colto di sorpresa dal guizzo dell’avversario, e salvataggio sulla linea dello stesso numero cinque bianconero. Poi, Cizza si oppone ad un paio di buone situazioni in favore degli ospiti. Il portiere del Fanfulla respinge prima una conclusione di Torri, liberatosi bene sulla sinistra, poi una violenta conclusione dal limite di Strada. Ma l’appuntamento con il gol per il centravanti dei veneti è solo rimandato. Ad una manciata di secondi dal duplice fischio, Boccalari scippa Laribi nel cerchio di centrocampo e con un filtrante mette davanti all’estremo difensore dei lodigiani il suo numero dieci, che è freddo e preciso con il piattone e regala il vantaggio ai suoi. Opaca la prestazione dei ragazzi di Ciceri, incapaci di rendersi pericolosi durante tutta la prima metà di gara. L’unico a provarci, senza troppo successo, è Cirigliano, con qualche buono spunto sulla fascia sinistra. Il copione della ripresa è pressoché identico. Il Guerriero non riesce ad impensierire mai la difesa del Sona, grazie anche ai ripiegamenti difensivi di La Mota e del neoentrato Marchesini. I rossoblù, malgrado le poche occasioni da rete avute dopo il tè caldo, mantengono il controllo della partita piuttosto agevolmente. È di Torri l’unico squillo della seconda frazione. Autore di una buonissima partita, il trequartista di Tommasoni controlla di coscia e conclude di prima intenzione, ma Cizza blocca agevolmente. La prestazione del numero otto del Sona è però macchiata da un inutile fallo a metà campo su Pascali, punito dall’arbitro Balducci con il cartellino rosso. Ma il Fanfulla non riesce a macinare occasioni, nonostante la superiorità numerica. L’opportunità potenziale più ghiotta nasce dai piedi di Spaneshi, che a due minuti dal novantesimo fa partire un bel cross sul quale il giovanissimo Sanogo non arriva per un ciuffo d’erba. Si spengono così le speranze di rimonta dei bianconeri, che vengono agganciati dal Sona a diciassette punti in classifica. Seconda vittoria di fila per gli ospiti, mentre il Fanfulla assapora una sconfitta che mancava dallo scorso 12 dicembre, nella sconfitta in casa della Casatese.

IL TABELLINO

FANFULLA 0
SONA 1
RETE: 43’ Strada.
FANFULLA (4-3-3) Cizza 6, Baggi 6.5, Pascali 6, Fabiani 6 (33’ st Bernardini sv), Spaneshi 6, Laribi 5, Guerrini 5, Palmieri 5.5 (26’ st Bertelli 6), Anastasia sv (21’ pt Qeros 5), Mouddou 5.5 (17’ st De Carli 6), Cirigliano 5.5 (26’ st Sanogo 6.5). A disp. Carriello Serbouti, Tourè, Negri. All. Ciceri 5.5.
SONA (4-2-3-1) Rosa 6, Gecchele 6, Dal Cortivo 7, Della Fiore 6, Belem 6.5, Boccalari 6.5, Gerevini 6.5, Galazzini 5 (1’ st Marchesini 6), Torri 6, Da Mota 6.5 (35’ st Valbusa sv), Strada 7 (42’ st Belfanti sv). A disp. Carletti, Calabrese, Montresor, Scamperle, Belfanti, Multari, Caldeo. All. Tommasoni 7.
ARBITRO: Balducci di Empoli 6.5 Gestisce bene una gara complicata. Giusta l’espulsione a Torri.
AMMONITI: Baggi (F), Dal Cortivo (S), Laribi (F), Fabiani (F).
ESPULSO: 30′ st Torri (S).

LE PAGELLE

FANFULLA
Cizza 6 Si oppone in un paio di occasione, ma è incolpevolmente freddato da Strada a fine primo tempo.
Baggi 6.5 Domina sulla fascia destra, contrastando duramente chi si palesa dalle sue parti e proponendosi con ottima gamba in zona offensiva.
Pascali 6 Rischia un clamoroso autogol in apertura, ma ci mette una pezza e salva sulla linea. Nel complesso, prestazione sufficiente.
Fabiani 6 Oggi Strada è un cliente scomodo. Ma lui resta concentrato, dominando soprattutto sulle palle alte e non andando in confusione nonostante la presenza del dieci avversario.
Spaneshi 6 Oggi sulla fascia sinistra e non a destra come consuetudine, se la cava comunque bene. Per poco non sfiora l’assist del pareggio.
Laribi 5 Sanguinosa la palla persa che costa la partita. Errore da matita rossa per uno come lui.
Guerrini 5 Prova anonima. Fatica a far girare il pallone e non garantisce protezione ai suoi centrali difensivi.
Palmieri 5.5 Nel primo tempo è pimpante, voglioso di riscattare l’ultima prestazione incolore. Si spegne nella ripresa.
Anastasia sv Esce anzitempo per infortunio, prestazione ingiudicabile.
Mouddou 5 Viene servito poco, lui cerca di farsi largo fra la difesa rossoblù svariando sul fronte offensivo, senza rendersi mai pericoloso.
Cirigliano 5.5 Gli unici spunti bianconeri portano la sua firma, ma da solo contro una difesa può poco e niente.
All. Ciceri 5.5 I suoi non si rendono mai realmente pericolosi e faticano a contenere l’avanzata ospite.

 

SONA
Rosa 6 Spettatore non pagante. Non viene mai chiamato in causa, è già tanto se i suoi guanti sono leggermente macchiati.
Gecchele 6 Fatica inizialmente su Cirigliano, poi si rimette in carreggiata e passa un pomeriggio tutto sommato tranquillo.
Dal Cortivo 7 Il colosso della difesa rossoblù ha solo diciannove anni, ma ne dimostra dieci in più. Sicurezza al servizio di Tommasoni
Della Fiore 6 Senza infamia né lode. Si limita a controllare bene le poco situazioni che si trova a fronteggiare.
Belem 6.5 Dalle sue parti gli avversari trovano la scritta “Chiuso”. Un muro, oggi dalle sue parti non passa niente.
Boccalari 6.5 Si avventa come un rapace su Laribi per recuperare un pallone che vale tre punti.
Gerevini 6.5 Padrone del centrocampo. Fa da filtro alla difesa rosoblù, non facendo correre rischi ai suoi.
Galazzini 5 Non entra mai in partita, a differenza dei suoi compagni di reparto.
Torri 6 Oscilla sulla trequarti, garantendo qualità e quantità. Mezzo voto in meno per l’espulsione ingenua.
Da Mota 6.5 Partita di spessore. La sua abilità tecnica gli consente di proteggere la palla e di sbagliare pochi passaggi. Prezioso anche in fase di non possesso.
Strada 7 Il migliore in campo. Oltre al gol partita, fa valere la sua supremazia tecnica, arretrando la sua posizione per dialogare coi compagni.
All. Tommasoni 7 Ottima prova dei suoi, impenetrabili dietro e creativi in avanti.


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli