Folgore Caratese
Folgore Caratese

Cinica al punto giusto e con la guardia sempre alta. Brava nell’alzare lo scudo per far fronte ai colpi avversari, capace di soffrire fino all’ultimo minuto, senza mai gettare la spugna e lasciare c he l’avversario potesse sorprenderla. La Folgore Caratese è tornata a vincere in campionato, un abitudine che era andata incontro ad una piccola pausa nell’ultima gara contro il Ponte San Pietro. Di contro lo Scanzorosciate perde una gara fondamentale nell’economia della classifica, mostrandosi tutto il contrario di quello che è stata la Folgore, risultando spesso sprecona e e incapace di concretizzare ciò di buono che è riuscito a costruire. Il tecnico Emilio Longo ha dovuto far fronte con due assenze pesanti, la prima quella di Mattia Monticone, la seconda di Placido Castaldo, portiere classe 2000 alle prese con la frattura ad un pollice. Indisponibilità per nulla scontata visto la regola degli Under a cui il tecnico deve far fronte, visto il posto da 2000 che Castaldo avrebbe potuto occupare. La gara vede lo Scanzorosciate mostrare un’ottima forma nelle battute iniziali: completamente saltata la fase di studio, è stata la squadra di  , ad andare vicino alla rete, prima grazie alla conclusione di Giangaspero e successivamente con quella di Bangal, entrare terminate a fil di palo. La prima frazione non ha suscitato particolare emozione se non le prime occasioni dei bergamaschi. Il gioco è ristagnato nelle zone mediane del campo senza mai trovare sbocchi nelle aree delle due squadre. Il secondo tempo si è aperto con due sostituzioni per la Folgore Caratese: fuori Derosa e Ngom, e dentro Saporito e Silvestro. Sebbene non sia riuscito a lasciare il suo nome sul tabellino, l’attaccante napoletano (Silvestro, nda) ha saputo dare alla squadra il giusto brio, utile ai brianzoli per farsi vedere in avanti. Il Gol del vantaggio arriva dagli 11 metri: lo Scanzorosciate concede il tiro dal dischetto a seguito di un fallo di mano nell’area di rigore. Sul punto di battuta si presenta Ferrari che non ha alcun tentennamento nel realizzare il gol che vale i tre punti. Tolta una traversa colpita, sempre da Ferrari, e un gran tiro dalla distanza di Silvestro, la seconda frazione di gioco non offre ulteriori occasioni da gol. La gara termina così 1-0, la Folgore Caratese conquista il secondo posto, a pari merito con il Seregno dietro la Pro Sesto per la prima volta capolista.

TABELLINO FOLGORE CARATESE – SCANZOROSCIATE SERIE D

FOLGORE CARATESE – SCANZOROSCIATE 1-0
RETI: 8′ st Ferrari rig. (F)
FOLGORE CARATESE (4-3-3) Delventisette 6, Agnelli 6 (28’ st De Foglio sv), De Rosa 6 (1’ st Silvestro 7.5), Burato 5.5, Parenti 6, Marconi 6.5, Ngom 5.5 (1’ st Saporito 6), Graziani 6.5, Ferrari 7, Candiano 5.5 (36’ Di Stefano sv), Valotti 5.5 (16’ st Ciko 6). A disp.: Attianese, Kyeremateng, Troiano, Bartulovic. All. Longo 5.5.
SCANZOROSCIATE (4-3-3) Colleoni 6, Motta 6, Corno 6.5, Nessi 6 (18’ Colosio 5.5), Paris 6, Rota 6, Zambelli 5.5, Fumagalli 5.5 ( 31’ Moraschini 6), Giangaspero 6, Bertacchi 6 (43’ Gambarini sv), Bangal 5.5 (18’ st Aranotu 5.5). A disp.: Berardelli, Bertolotti, Albini, Carrara, Vallisa.
AMMONITI: Rota (S), De Foglio (F), Corno (S) Saporito (F).
ESPULSI: Kyeremateng (F), All. Scanzorosciate (S).

PAGELLE FOLGORE CARATESE

Delventisette 6 Praticamente non impegnato, porta a casa la sufficienza.
Agnelli 6 Recupera al meglio dalla brutta botta subita contro il Ponte San Pietro (28’ st De Foglio sv)
De Rosa 6 un buon primo tempo, lascia il campo per fare spazio a Saporito (1’ st Silvestro 7.5).
Burato 6 Una gara di sacrificio, bravo nel cimentarsi in tutte due le fasi
Parenti 6 Non commette sbavature, in crescita.
Marconi 6.5 Difficile passare su di lui, fondamentale vista l’assenza di Monticone.
Ngom 5.5 Non riesce ad essere incisivo, viene sostituito dopo la prima frazione (1’ st Saporito 6),
Graziani 6.5 Conferma ciò di buono visto nella gara di Coppa Italia contro il Ciliverghe.
Ferrari 7 Si fa carico dell’attacco brianzolo e regala i tre punti. 
Candiano 5.5 Poco incisivo, non riesce a imporsi nella sua area di competenza (36’ Di Stefano sv).
Valotti 5.5 I difensori capiscono i suoi movimenti e lo arginano al meglio (16’ st Ciko 6).
All. Longo 6 Riesce a portare a casa tre punti per nulla scontati. Il secondo posto in classifica è farina del suo sacco.

PAGELLE SCANZOROSCIATE 

Colleoni 6 Para una grande conclusione su Silvestro, spettatore non pagante per il resto della gara, rigore escluso. 
Motta 6 Fa il suo sulla fascia.
Corno 6.5 Si comporta bene non lasciando grandi occasioni.
Nessi 6 Come il compagno sa bene dove porre le toppe giuste (18’ Colosio 5.5).
Paris 6 In linea con la prestazione della squadra. 
Rota 6 Non eccelle ma nemmeno delude. Piena sufficienza. 
Zambelli 5.5 Non sa rendersi pericoloso e utile alla manovra offensiva.
Fumagalli 5.5 Come Zambelli, viene meno quando c’è da proporsi in avanti ( 31’ Moraschini 6).
Giangaspero 6 Non inquadra la porta nei primi minuti, occasione che poi non gli capita più sui piedi.
Bertacchi 6 Svolge il suo compito senza strafare (43’ Gambarini sv).
Bangal 5.5 Tolta la conclusione nei primi minuti non regala emozioni (18’ st Aranotu 5.5).
All. Valenti 6 Malgrado la sconfitta dimostra di meritarsi il posto occupato in classifica