25 Giugno 2021

Folgore Caratese-Sestri Levante Serie D: Ngom abbatte i “corsari”, 3 punti d’oro in ottica playoff

Le più lette

San Gallo Settimo: nuovo campo a San Benigno e fine settimana ‘galattico’

Settimana col botto per il San Gallo Settimo! Dopo aver disputato una serie di amichevoli di prestigio con Torino...

Vanchiglia-Lucento All Stars Under 16: Amrhar fa una magia, i granata volano in semifinale

Quando trovare gli spazi è difficile, quando nessuno vuole mollare un centimetro e quando due squadre con due difese...

Collegno Paradiso-Bacigalupo All Stars Under 15: Chirila-Negro fanno volare i lupi ai quarti

Ai quarti di finale del Torneo All Stars ci andrà il Bacigalupo. Lo ha decretato il campo, che ha...

Allo stadio “XXV Aprile” la Folgore Caratese porta a casa il bottino pieno, superando 1-0 il Sestri Levante. Quello dei brianzoli è un successo di notevole importanza, visto che il match odierno rappresentava uno scontro diretto tra due compagini che galleggiano a ridosso della zona play-off. A decidere l’incontro è la rete nel primo tempo di uno scatenato Ngom, su assist di Macrì. Per i liguri prosegue il periodo di risultati altalenanti, anche se la classifica continua a sorridere, soprattutto rispetto all’obiettivo fissato ad inizio stagione, ovvero la salvezza. La sfida si rivela combattuta e in bilico fino agli ultimi istanti, con entrambe le squadre che hanno avuto palle-gol nei minuti finali; in particolare gli ospiti che falliscono il pareggio in extremis con il capitano Pane, il quale sciupa una chance colossale a tu per tu con il portiere. Longo opta per il solito 4-3-3, mentre Ruvo dispone i suoi con un 3-5-2.

Ngom cavalca l’onda brianzola La Folgore approccia il match con uno spirito più propositivo, cercando di fare la partita attraverso un maggior possesso palla e un’aggressività decisamente più elevata. Il Sestri, invece, appare un po’ imbrigliato e in balia degli avversari. Proprio a causa di questi due atteggiamenti opposti, la prima occasione è per i padroni di casa al 11’: Ngom parte in velocità da centrocampo, giunto al limite dell’area calcia con il destro, ma la sua conclusione si spegne a lato. I “corsari” impostano la gara utilizzando il proprio tandem d’attacco come sponda, al fine di permettere gli inserimenti dei centrocampisti. Tuttavia, il piano di gioco rossoblù non risulta particolarmente efficace. Inoltre, la formazione allenata da Ruvo si dimostra troppo imprecisa nella gestione del pallone nella zona nevralgica del campo, tanto da perdere troppi possessi in modo banale. Infatti, per via di una di queste imprecisioni, viene punita al 18’: Selvatico sbaglia un passaggio regalando la sfera a Macrì, quest’ultimo si invola verso la porta e serve in area Ngom, il numero 7 salta in dribbling un avversario ed infila sotto la traversa Salvalaggio. La Folgore, anche dopo il vantaggio, continua a rendersi propositiva, soprattutto grazie alla rapidità del proprio tridente. Verso la mezz’ora iniziano a vedersi i primi segnali di vita ospite, grazie ai lampi di Cirrincione. Il numero 11 si smarca bene sulla linea di fondo, scarica al centro dell’area per Scarlino, ma quest’ultimo riesce solamente “a fare la barba” al palo. Nel finale di tempo ci prova ancora Cirrincione con una buona iniziativa in solitaria, tuttavia il suo tiro è troppo centrale.

Resistenza Folgore Al rientro dagli spogliatoi i liguri mostrano sin da subito un nuovo atteggiamento, nettamente più arrembante. La prima occasione della frazione capita a Selvatico. Il centrocampista rossoblù prova a farsi perdonare dipingendo una traiettoria magnifica su punizione dai 25 metri; tuttavia trova l’opposizione di Bertozzi che, con una parata stratosferica, toglie la sfera dal sette. Ancora il numero 6 ospite va vicino alla rete, questa volta con un tentativo da centrocampo, avendo visto il portiere fuori dai pali. La Folgore reagisce con una buona azione di Di Stefano, terminata con la parata di Salvalaggio. In generale, però, la squadra brianzola appare in difficoltà rispetto ai primi 45 minuti, subendo la pressione più veemente dei “corsari”. Longo, dunque, decide di cambiare qualcosa per evitare che la spinta avversaria condanni i suoi. Sostituisce un attaccante come Drogba, e al suo posto inserisce un giocatore di maggiore copertura come Ciko. Grazie all’equilibrio generato da questa mossa, i lombardi reggono bene le avanzate rossoblù. Questo equilibrio dura fino al 31’, quando Bini allarga il braccio in modo improprio, colpendo in volto un avversario; l’arbitro Gigliotti non ha dubbi ed estrae il cartellino rosso. La superiorità numerica permette ai liguri di creare nuovamente un’elevata pericolosità. Al 33’ è provvidenziale Marconi a salvare in scivolata su un tiro-cross di Pane. Nei minuti successivi anche la Folgore ha due buone opportunità per chiudere il match: i subentrati Ciko e Tronco, però, mancano il bersaglio. All’ultimo giro di orologio, quando ormai la sfida sembra finita, Pane vince un rimpallo e finisce incredibilmente a tu per tu con Bertozzi, tuttavia colpisce malamente e spedisce la palla sul fondo. L’incontro si conclude sul punteggio definitivo di 1-0, regalando tre punti d’oro alla Folgore e lasciando l’amaro in bocca al Sestri Levante.

Folgore Caratese-Sestri Levante Serie D foto punizione
Selvatico e Grea, Sestri Levante, in procinto di calciare una punizione

TABELLINO

FOL.CARATESE-SESTRI LEVANTE 1-0
RETI: 18′ Ngom (F).
FOL.CARATESE (4-3-3): Bertozzi 7, Bini 5.5, Monticone 6.5, Ngom 7.5, Macrì 7 (26′ st Derosa 6.5), Alabiso 6.5 (29′ st Buono 6), Marconi 7, Troiano 6 (29′ st Cacciatori 6), Drogba 6 (19′ st Ciko 6.5), Di Stefano 6.5, Cozzari 6.5 (37′ st Tronco sv). A disp. Pizzella, Paoluzzi, Finessi, Schiavina. All. Longo 7.
SESTRI LEVANTE (3-5-2): Salvalaggio 6.5, Cavalli 6 (45′ st Zanoli sv), Grea 6.5, Pane 6.5, Chella 6, Selvatico 6, Buffo 5.5 (13′ st Cuneo 6.5), Ferretti 6, Croci 6 (35′ Marquez 6), Buso 6 (23′ Scarlino 5.5), Cirrincione 7. A disp. Di Stasio, Marianelli, Iurato, Bonaventura, Bianchi. All. Ruvo 6.
ARBITRO: Gigliotti di Cosenza 6.5.
COLLABORATORI: Storgato di Castelfranco Veneto e Scardino di Trento.
AMMONITI: 2′ st Cozzari[99] (F), 39′ st Chella (S).
ESPULSI: 31′ st Bini (F).

PAGELLE

FOLGORE CARATESE
Bertozzi 7 Riesce a mantenere la porta inviolata grazie ad un intervento superlativo sulla punizione di Selvatico, in cui toglie la sfera dall’incrocio. Per il resto carica la squadra a parole, dando indicazioni continue ai compagni.
Alabiso 6.5 Gioca con convinzione e personalità, facendo dimenticare la sua carta d’identità (classe 2003). Presente sia in copertura che in fase di spinta. 29’ st Buono 6.
Bini 5.5 Fino all’espulsione è praticamente impeccabile, con interventi di una pulizia assoluta. Peccato per quell’ingenuità che gli costa un cartellino rosso e che rischia di compromettere il finale per i suoi.
Monticone 6.5 Ogni tanto ha qualche amnesia difensiva evitabile. Tuttavia è molto abile nello stare incollato all’attaccante che deve marcare, riuscendo a concedergli veramente poco spazio.
Marconi 7 Il capitano trascina il resto della squadra con la sua leadership. Nella prima frazione si mette in risalto con le continue sovrapposizioni; nella seconda chiude tutti i varchi, salvando anche un gol.
Troiano 6 Parte un po’ troppo pasticcione, con diversi passaggi sbagliati. Col passare dei minuti acquisisce fiducia, portando a casa la sufficienza. 29’ st Cacciatori 6.
Cozzari 6.5 Dirige l’orchestra a centrocampo con buoni cambi di gioco. Quando la palla scotta, i compagni sanno di poter contare su di lui. 37’ st Tronco sv.
Di Stefano 6.5 Nei primi 45 minuti non riesce a mettersi particolarmente in mostra, mentre nei restanti crea pericolosità con buoni inserimenti.
Ngom 7.5 Mattatore dell’incontro, è lui a decidere la gara con un gol da gran finalizzatore. Inoltre, per tutto il primo tempo semina il panico nella retroguardia rossoblù. Utile anche nel finale a tenere diversi palloni importanti.
Drogba 6 Il figlio d’arte non riesce a ripetersi dopo la rete siglata nella gara di domenica contro la Caronnese. Ad ogni modo aiuta la squadra disputando una prestazione di sacrificio, condita da corsa e pressing costante.
19’ st Ciko 6.5 Viene inserito per garantire più copertura; esegue la propria mansione con dedizione e precisione.
Macrì 7 Dal suo sinistro possono nascere sempre delle insidie per il Sestri Levante. Scaltro a recuperare il pallone in occasione dell’1-0 e altrettanto abile a mandare in porta Ngom con i tempi giusti.
26’ st Derosa 6.5 Dà una mano con i suoi centimetri nel limitare i pericoli in area.
All Longo 7 Imposta la partita nel modo corretto, mettendo in difficoltà da subito una squadra ostica come quella ligure. Nel secondo tempo è bravo ad adattarsi al nuovo volto dell’incontro, reinventandosi e cambiando modulo.

SESTRI LEVANTE
Salvalaggio 6.5 Incolpevole sul gol subito, in tutte le altre circostanze risponde sempre presente con parate discrete. Tiene in vita i suoi fino alla fine.
Pane 6.5 Quando viene puntato, difficilmente viene superato. Soprattutto nel secondo tempo diventa una diga, lasciando passare ben poco. Nel recupero ha una chance clamorosa per pareggiare l’incontro, ma la fallisce.
Chella 6 Al centro della difesa disputa una gara sufficiente, in cui esegue i suoi compiti senza strafare.
Grea 6.5 Parte spesso dalle retrovie con incursioni palla al piede pericolose. Anche sui calci piazzati rappresenta un’insidia costante per la Folgore.
Cavalli 6 Nella prima frazione la sua partita è abbastanza anonima. Nella ripresa cambia marcia, spingendo ripetutamente sulla fascia destra. 45’ Zanoli sv.
Cirrincione 7 Decisamente l’uomo più pericoloso della squadra nei primi 45 minuti. Effettua inserimenti da centrocampista di alto livello; in aggiunta mette il massimo della cattiveria agonistica su tutti i contrasti.
Selvatico 6 Commette un errore in impostazione evitabile, permettendo a Macrì di servire Ngom per l’1-0. Si riscatta nella seconda parte del match, sfiorando il gol con due magie.
Ferretti 6 Prova a generare pericolosità con traversoni che tagliano in mezzo ai centrali avversari. Buffo 5.5Sulla sinistra soffre parecchio le avanzate lombarde. Troppo assente ed impreciso in fase di spinta.
13’ st Cuneo 6.5 Porta vivacità a metacampo con giocate interessanti e di qualità.
Buso 6 Quest’oggi il bomber rossoblù non può incidere, dato che un infortunio nei primi 20’ lo costringe al cambio.
23’ st Scarlino 5.5 Ha subito un’ottima occasione per siglare il pareggio, ma la sciupa malamente. Nel resto dell’incontro combina troppo poco.
Croci 6 Approccia la gara con lo spirito giusto, facendo a sportellate con il proprio fisico e agendo come sponda per i compagni. Costretto anche lui ad uscire anzitempo.
35’ Marquez 6 Rispetto al collega d’attacco subentrato aiuta maggiormente producendo un discreto lavoro sporco.
Ruvo 6 L’inizio di partita dei suoi è da rivedere. Tuttavia, nella ripresa, trova una buona reazione e con un pizzico di fortuna in più avrebbe portato a casa almeno un punto.

 

ARBITRO
Gigliotti
di Cosenza 6.5 Lascia correre un po’ troppo, permettendo ai giocatori anche scontri duri. Ad ogni modo, resta coerente con il metro di giudizio per tutta la gara. La decisione riguardante l’espulsione sembra essere corretta.

 

INTERVISTE

Al termine dell’incontro si esprime così Longo, allenatore della Folgore Caratese: “La partita è stata intensa, diversa rispetto alle solite nostre gare. Almeno fino al gol abbiamo espresso una qualità di gioco notevole, dopodiché abbiamo disputato un incontro differente, attaccando di più le seconde palle e diventando meno belli, ma più concreti. Nonostante ciò, abbiamo avuto almeno due palle-gol per siglare il raddoppio. La sintesi è che i ragazzi sono stati straordinari, ciò che stanno facendo è davvero eccezionale. Su questo bisogna fare i complimenti al lavoro fatto dalla società, per tutti i giovani interessanti che ha sfornato e ci ha messo a disposizione. Solitamente non parlo dei singoli, ma quest’oggi mi complimento particolarmente con uno di questi giovani, Alabiso. L’avversario odierno ha messo sotto diverse squadre, quindi siamo stati bravi a risolvere le difficoltà e a portare a casa i tre punti”.

Folgore Caratese-Sestri Levante Serie D foto Longo
Emilio Longo, allenatore della Folgore

Invece il tecnico del Sestri Levante Ruvo afferma: “Giudico la prestazione, primi 15/20 minuti a parte, ottima; a mio modo di vedere il risultato è un po’ bugiardo. Come accaduto due domeniche fa a Caronno, anche oggi meritavamo qualcosa in più. Abbiamo avuto circa 5 occasioni nitide per fare gol, ma non siamo stati sufficientemente cinici. La colpa, però, è solo nostra e dovremo essere bravi a migliorare su questo aspetto. Ho da recriminare sulla prima parte della partita, in cui praticamente non siamo scesi in campo; questo ci succede un po’ troppo spesso. A volte partenze come queste non riesci più a recuperarle. Noi siamo partiti per disputare un campionato con obiettivo la salvezza, ad oggi siamo oltre le nostre aspettative; tuttavia dobbiamo entrare in campo ogni domenica con la fame giusta per potercela giocare con tutti.

Folgore Caratese-Sestri Levante Serie D Ruvo, tecnico del Sestri Levante
Ruvo, tecnico del Sestri Levante


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli