Folgore Caratese, vinto il ricorso: con la Sanremese è dunque 3-0 a tavolino

Le più lette

Italia Under 15 Lega Pro, poker nell’amichevole contro San Marino

(FOTO: lega-pro.com. Credit: @fsgc) La Rappresentativa Under 15 di Lega Pro ha battyto 4-0 in amichevole quella di San...

Dove siamo stati Nazionali – Dalla Primavera all’Under 13

Campionati Giovanili Nazionali Dove siamo stati - Ecco tutte le partite che abbiamo seguito con i nostri inviati sui...

Promozione, le statistiche del girone A: Lolli superstar, Tartaglione e Italia non stanno a guardare

Da quest’anno abbiamo svolto un grande lavoro dedicando sempre più spazio anche alla Promozione, sia sul giornale che sulla...

Dopo un’attesa lunga quasi 20 giorni, ecco che finalmente è uscita la sentenza del Giudice Sportivo in merito alla semifinale d’andata di Coppa Italia Serie D. Un esito che, visto il motivo del ricorso avanzato dalla Folgore Caratese, sembrava essere scontato e che infatti non ha mutato le aspettative: va dunque eliminato l’1-0 con cui la Sanremese ha superato nella gara di andata la Folgore, e sostituito con il 3-0 a tavoli assegnatoli dal Giudice Sportivo a causa della squalifica, mai scontata, da parte di Gagliardini Alex impiegato dalla Sanremese, ma squalificato dal match 28 agosto 2016 quando ancora vestiva la maglia dell’Aquila Calcio, nel match contro l’Avezzano. Ecco di seguito le motivazioni apparse sul comunicato inerenti alla questione:

“Il Giudice Sportivo,
– letto il reclamo fatto pervenire a seguito di tempestivo preannuncio dalla U.S. FOLGORE CARATESE ASD, con il quale si deduce la irregolare posizione, nella gara in epigrafe, del calciatore GAGLIARDINI ALEX tesserato per la S.S.D. SANREMESE CALCIO;
– letta le controdeduzioni difensive fatte pervenire dalla S.S.D. SANREMESE CALCIO, con cui si eccepisce la carenza del potere di rappresentanza processuale della società reclamante, la buona fede della società resistente, nonché l’avvenuta estinzione della sanzione comminata ex art. 40 CGS. – lette le successive note difensive e di replica depositate dalle due società e visionata l’ulteriore documentazione allegata.
– rilevata la manifesta infondatezza e inconferenza delle eccezioni diparte resistente.
– rilevato che al calciatore GAGLIARDINI ALEX, all’epoca tesserato per l’AQUILA CALCIO 1927 SRL, è stata comminata all’esito della gara della Coppa Italia LND, AVEZZANO CALCIO ARL – AQUILA CALCIO 1927 SRL del 28 agosto 2016, la squalifica per una gara per recidiva in ammonizione di cui al C.U. n. 8 del 2 settembre 2016, emesso dal Dipartimento Interregionale – LND;
– rilevato che la summenzionata squalifica non è stata scontata nella Coppa Italia LND 2016/17, non avendo il l’AQUILA CALCIO 1927 SRL, guadagnato l’accesso alle fasi successive del torneo, né tantomeno nella successiva stagione sportiva 2017/18 in cui il Semifinale – Ritorno CITTA DI FASANO – TOLENTINO 1919 SSDARL 4 – 0 Pag. 3 / 33 calciatore risultava tesserato dapprima per lo C.S. SCANDICCI 1908 e successivamente per l’AQUILA CALCIO 1927 SRL, ma non prendeva parte a nessuna gara di Coppa Italia LND, poiché entrambi i sodalizi, nel momento in cui tesseravano il calciatore risultavano già eliminati dalla competizione;
– rilevato che nella stagione sportiva 2018/2019 il calciatore GAGLIARDINI ALEX risultava tesserato per la U.S.D. FOLLONICA GAVORRANO con cui prendeva parte a tutte e 3 le gare disputate dal sodalizio nella Coppa Italia LND 2018/2019, mentre il successivo trasferimento al A.S.D. ATLETICO TERME FIUGGI avveniva quando la società era già stata eliminata dalla medesima competizione;
– rilevato che la medesima squalifica non è stata scontata nemmeno nella presente stagione sportiva, avendo il calciatore GAGLIARDINI ALEX preso parte a tutte le gare di Coppa Italia LND 2019/20 disputate S.S.D. SANREMESE CALCIO, inclusa quella in epigrafe, alla quale il medesimo, pertanto, ai sensi del combinato disposto degli artt. 19, comma 4, e 22, comma 6, del Codice di Giustizia Sportiva, non aveva titolo a partecipare; P.Q.M.
Delibera: 1) di accogliere il reclamo;
2) di infliggere alla S.S.D. SANREMESE CALCIO la punizione sportiva della perdita della gara con il punteggio di 0-3;
3) di non addebitare il contributo di reclamo.”

Un risultato dunque che sorride a 32 denti alla squadra del Presidente Michele Criscitiello che, in attesa di giocare il ritorno, con questo 3-0 ottenuto in trasferta tra l’altro ha virtualmente un piede e mezzo in finale, dove andrà ad affrontare, come detto, il Città di Fasano che grazie al 4-0 di ieri ha conquistato la finale imponendosi con un totale nei 180 minuti di 5-1 sul Tolentino.


Sprint e Sport lo trovi in tutte le edicole di Piemonte, Valle d’Aosta e Lombardia il lunedì mattina e sullo store digitale. Abbiamo attivato la sezione PREMIUM, un servizio riservato agli abbonati.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli

Privacy Policy Cookie Policy