fossano prato serie d

«Senza entusiasmo e voglia il Fossano è già retrocesso», con un esordio così però di entusiasmo e voglia la banda degli enfant terrible di Fabrizio Viassi ha fatto il pieno. Non solo voglia ed entusiasmo (riportata anche sugli spalti gremiti per il grande esordio), ma anche maniacale organizzazione con cui il vate di Fossano ha provocato il primo grosso tonfo della corazzata Prato. Tra la straripante forza fisica di Fofana, l’estro di Kouassi e l’esperienza di Fanucchi, la devastante artiglieria offensiva toscana ha piantato per lunghissimi tratti le tende nella metà campo fossanese testando subito l’intesa di Scotto e trincea.

Tempo di sistemarsi in tribuna e Kouassi e Fofana già fanno il primo squillo in velocità costringendo ad un’uscita coraggiosa Merlano che col piede vince il contrasto al limite dell’area. Allontanato il pericolo di un avvio shock, il Fossano trova il modo di mettere nero su bianco la sua personalità. La prima chiave per aprire la difesa toscana è il genio di Romani: al 6′ cerca un assist bellissimo a palombella, ma per Mitta la palla è troppo scomoda. Bisogna aggiustare la mira e allora al 12′ il cross è perfetto e Mitta riesce a farsi trovare pronto nell’area piccola. Il Prato però ha un lustro da difendere e con orgoglio e qualità si ributta subito in avanti alla ricerca del binomio più pericoloso. Kouassi-Fofana, uno-due e uscita maldestra di Merlano che dagli 11 metri non riesce a farsi perdonare toccando solo il penalty del 9 pratese. Ritrovato il pareggio la maggior qualità nel palleggio e la diga in mediana costruita da Ghini e Mariani equivale all’assedio. Tomi dalla sinistra sforna fiondate per la testa di Fofana (al 38′ Merlano si stende e sventa, al 40′ incornata troppo incrociata e palla sul fondo), che sul gioco aereo non viene mai raggiunto da Scotto e Giraudo.

Nella ripresa il protagonista ha un nome e un cognome: Giacomo Galvagno. Già al 5′ infatti riesce a capitalizzare al meglio una discesa perfetta e ispirata sulla destra di Coviello. Il terzino di Viassi appoggia per Galvagno, che cambia passo, resiste alla carica di Diana e fulmina Bagheria. Altra doccia ghiacciata per i pratesi che rispondono come in precedenza sull’asse Kouassi-Fofana, col secondo lanciato a tupertu con Merlano. Uscita decisa, ma questa volta il portiere prende la palla, ma non per Frosi di Treviglio che assegna il penalty. Fofana non può sbagliare. 2-2. Qui comincia la partita a scacchi tra Vincenzo Esposito e Fabrizio Viassi. Il primo che butta nella mischia pezzi da novanta come Surraco per cercare fantasia e spunti in una difesa ermeticamente chiusa; il secondo getta nella mischia il nuovo acquisto Sangare per sfruttare le ripartenze e infatti, tra un tiro e un dribbling di Kouassi al limite dell’area fossanese, l’ex Pro Dronero innesca ripartenze pericolose tra cui quella del definitivo 3-2. Da ua palla vagante davanti a Merlano, si passa ad una fuga di Romani sulla sinistra, Sangare porta via due uomini aprendo un corridoio per Galvagno che ha tutto il tempo di stoppare e prendere la mira dal limite dell’anno. Colpo da biliardo e jackpot.

IL TABELLINO DI FOSSANO PRATO SERIE D

FOSSANO-PRATO 3-2
RETI (1-0, 1-2, 3-2): 12′ Mitta (F), 13′ rig. Fofana (P), 16′ rig. Fofana (P), 6′ st Galvagno G. (F), 34′ st Galvagno G. (F).
FOSSANO (4-3-3): Merlano 6.5, Boloca 7.5, Scotto 7, Cristini 6.5, Galvagno G. 8.5, Romani 7.5 (43′ Campana sv), D’Ippolito 7, Giraudo F. 7, Coviello 7.5, Bergesio 6.5 (39′ Brondino sv), Mitta 6.5 (28′ Sangare 7). A disp. Maggiolo, Giraudo S., Massucco, Bertoglio, Madeo, Angeli. All. Viassi 8.5.
PRATO (3-4-2-1): Bagheria 5.5, Gentili 6 (39′ Diarrasouba sv), Tomi 5, Ghini 7, Bassano 5.5 (9′ Giampà 6), Diana 6.5, Regoli 5.5 (39′ Cecchi sv), Mariani 7.5 (39′ Cellini sv), Fofana 7, Kouassi 6.5, Fanucchi 5.5 (13′ Surraco 6). A disp. Piretro, Sciannamè, Gargiulo, Maggini. All. Esposito 5.

LE PAGELLE DI FOSSANO PRATO SERIE D

FOSSANO (4-3-3)
All. Viassi 8.5 Gara preparata di rimessa e guadagnata con cuore e organizzazione. Colpi di genio ed esordio vincente. Avanti così.
Merlano 6.5 Uscita maldestra sull’1-1. Recupera con qualche ottima parata. Sul secondo rigore è incolpevole.
Boloca 7.5 Piuttosto che fare un passaggio scontato si lancia in serpentine spezza-pressing. Coraggio e fortuna lo rendono protagonista.
Scotto 7 Fisico e personalità. Non rifiuta i duelli e sventa senza troppi complimenti le palle scomode.
Cristini 6.5 Che fatica là in mezzo con Ghini e Mariani. Spesso in difficoltà, ma i suoi palloni li recupera.
Galvagno G. 8.5 Quando può gonfia la rete, cosa chiedere di più? Viassi lo reinventa largo per duellare fisicamente con Bassano. Esordio indimenticabile… un altro. Uomo copertina.
Romani 7.5 Si nasconde e scompare per lunghi tratti di partita, ma quando la palla passa tra le sue scarpette diventa letale.
D’Ippolito 7 Ottimo pendolino sulla sinistra con l’intesa con Romani in crescita.
Giraudo F. 7 Come il compagno di reparto soffre qualche palla alta su Fofana, ma rimane un baluardo in una partita difensiva. Si divora un gol a due metri dalla riga, ma ne salva uno prima clamoroso recuperando su Regoli.
Coviello 7.5 Col tempo guadagna fiducia e alla ottima prestazione difensiva aggiunge contributi offensivi.
Bergesio 6.5 Qualche duello con Mariani riesce a vincerlo.
Mitta 6.5 Al posto giusto nel momento giusto. Non è una partita che premia una boa.
28′ Sangare 7 La vittoria cancella dalla memoria il gol divorato. Apre quegli spazi per cui Viassi lo ha preso. In due giorni nuova maglia e gran presentazione.

PRATO (3-4-2-1)
All. Esposito 5 Inizio con sgambetto. Con una rosa simile e una mole di occasioni così si doveva portare a casa di più.
Bagheria 5.5 Non grandi colpe, ma tre gol sono tanti.
Gentili 6 Riesce a isolare Romani dal gioco per lunghi sprazzi. Gli manca spesso il raddoppio.
Tomi 5 Avvio da mortaio pericolosissimo in area avversaria. Ma il calo a inizio ripresa costa caro.
Ghini 7 In mezzo il meccanismo con Merini è superoleato. Preziosissimo.
Bassano 5.5 I due gol di Galvagno dalla sua parte pesano sul curriculum.
9′ Giampà 6 Ingresso pulito. I gol non arrivano per suoi demeriti.
Diana 6.5 Dominatore aereo, anche su Mitta.
Regoli 5.5 Impalpabile in ambe le fasi. Timide.
Mariani 7.5 Fa il bello e il cattivo tempo. Tiranno in mediana.
Fofana 7 Nonostante lo sforzo enorme di Scotto e Giraudo riesce a sfuggire due volte. Straripante.
Kouassi 6.5 Dribbling secco sfavillante, però non centra lo specchio.
Fanucchi 5.5 Non trova il guizzo giusto.
13′ Surraco 6 Buoni dialoghi nello stretto.


Sprint e Sport lo trovi in tutte le edicole di Piemonte, Valle d’Aosta e Lombardia il lunedì mattina e sullo store digitale. Abbiamo attivato la sezione PREMIUM, un servizio riservato agli abbonati.