12 Giugno 2021

Gozzano-Città di Varese Serie D: bomber Allegretti non basta, Ebagua regala il pari all’ultimo respiro

Le più lette

Corsico-Arca Pulcini B: Sciascia e Mascolo intesa vincente, Fossati è una meraviglia

Uno spettacolo di calcio a tutti gli effetti quello offerto tra Corsico e Arca, tra gol stupendi e parate...

All Stars Under 16: Tucci tripleggia, Cipullo pennella, Brocci-Bombieri la B&B di Grugliasco

All Stars, brillano le stelle sui campi di Venaria, Cbs e Collegno Paradiso. Riscatto prepotente dell'Alpignano, la squadra di...

È una partita da film quella andata in scena al D’Albertas di Gozzano, con i rossoblù di Antonio Soda che passano in vantaggio nel primo tempo con il solito Diego Allegretti ma vengono riacciuffati nei secondi finali da una splendida punizione di Osarimen Giulio Ebagua che congela l’1-1 finale senza possibilità di risposta. Gozzano che quindi non risponde ai colpi del PDHAE ritrovandosi così scavaltati proprio dai valdostani che ora guidano la classifica a 63 punti, uno solo sopra i ragazzi di Soda e la Castellanzese appaiate al secondo posto a 62. Punto importantissimo invece per il Città di Varese che stacca così il Saluzzo in chiave playout.

Solidità difensiva è la frase chiave del primo tempo, e questo si evince da quanto scritto di seguito. Fischia Borriello di Arezzo e la partita prende il via e fin da subito sono gli ospiti guidati per questa volta da Neto a far la partita. Il primo squillo arriva al 6′, bella azione di fisico di Besmir Balla sulla sinistra che butta una rasoiata in mezzo sulla quale si avventa Hervé Otélé: ma è una finta di velo, pallone che passa a Alessandro Capelli che sfodera il destro ma impegna solo un cartellone pubblicitario, fuori di poco alla destra di Vagge. Capelli è in partita, là davanti è ovunque, svaria da destra a sinistra e prende parecchie botte dai difensori di casa che sono comunque bravi a limitarli. Ci mette 15′ il Gozzano a carburare, a questo minuto è Youssouph Sylla che raccoglie un bel pallone a sinistra ma è molto defilato, prova quindi a mettere un pallone morbido in mezzo ma non ha troppi problemi Ovidijus Siaulys a bloccare. Ora sul campo ci sono tutte e due le squadre, anche se il Varese sembra avere una marcia in più. Al 23′ ecco un’altra occasione ancora per Capelli: sulla sinistra soffre il Gozzano e Francesco Nicastri è bravo a spingere da quella parte, il pallone arriva al numero 11 biancorosso che dalla sinistra si accentra in area e lascia partire un bel destro a giro che si alza, si abbassa verso la porta ma che trova un Alessandro Vagge preparatissimo a respingere togliendo la palla dall’angolino. Il Città di Varese ci crede, pochi minuti dopo è il turno di Se-Hyun Baek, cross bellissimo del coreano dalla destra sul quale si avventa Donato Disabato che non ci arriva per questione di centimetri. Ma ora è il 26′, il minuto del gol. Grande azione di Riccardo Vono sulla fascia sinistra che supera con una bella giocata Gozo e entra in area, si avventa su di lui Baek che riesce a togliergli il pallone dal destro servendo però inconsapevolmente Allegretti che la piazza sfruttando una deviazione proficua a superare Siaulys: 1-0. Biancorossi un po’ storditi dal vantaggio, ma già al 31′ ecco un’occasione per pareggiare con Balla che accoglie un pallone sporco di Disabato dalla sinistra con un tiro al volo che però va alto sopra la traversa. Passa qualche minuto e ancora il Città di Varese all’arrembaggio sfiora il pari con Otélé che però trova una risposta miracolosa di Vagge, sulla respinta poi ecco anche il secondo miracolo su Capelli, ma il gioco è fermo per fuorigioco di quest’ultimo. Finisce il primo tempo così, sull’1-0 con il Varese che però non molla un centimetro.

Come nei film, perché le fatiche dei biancorossi vengono ricompensate all’ultimo momento disponibile, come un eroe che viene ricompensato alla fine della storia dopo averle prese a destra e a sinistra. Ma andiamo in ordine. Passano appena 4′ e si capisce già che il canovaccio è lo stesso del primo tempo. Otélé semina il panico sempre sul lato destro dell’area di rigore, lascia partire il tiro sul quale è ancora provvidenziale Vagge. Sulla respinta si avventa Balla che va giù in area, ma per l’arbitro non c’è nulla sull’albanese. Gli uomini di Ezio Rossi e Neto corrono tantissimo, sembrano non sentire sulle gambe tutta la fatica dei primi 45′. Al 14′ ecco un’occasione colossale. Disabato passa in avanti e palla che carambola tra mille gambe, sulla sfera che sta rotolando in area si avventa Otélé, in posizione irregolare ma fallo reso nullo dalla passività dell’azione, che si ritrova a tu per tu con Vagge, ma il portiere col numero 22 è reattivissimo con i piedi e concede appena un calcio d’angolo. I biancorossi annusano il pari, ma non lo vedono ancora. A questo punto il Gozzano non ci vede più dalla stanchezza, i ragazzi di Neto invece sembrano averne ancora e ancora, ma la difesa di casa regge solidamente: infatti gli unici pericoli per i prossimi minuti arriveranno solo da conclusioni da fuori area. Arriviamo dunque nei minuti finali, precisamente al 38′, quando il Gozzano si riaffaccia dalle parti di Siaulys. Punizione dal limite causata da un fallo di Tommy polo molto interessante per il destro di capitan Carboni, ma il 4 non riesce a far girare bene il pallone che esce di poco alla sinistra del portiere lituano biancorosso. I cambi, però, cominciano a farsi vedere. È il 44′, il neoentrato Edoardo Confalonieri disegna con il compasso una traiettoria fantastica per l’altro novello corridore Mastaj, il polacco di Castel Volturno da sinistra si accentra e lascia partire una bellissima parabola che però scheggia solo il palo lontano, mai ci sarebbe arrivato Siaulys. Passa un minuto, perché siamo al 45′, il Varese è all’attacco, ma su ribaltamento di fronte Cella la gira di prima per Sylla che con un bellissimo controllo semina due difensori biancorossi e si ritrova tutto solo contro Siaulys: ma qui la decisione che cambia la partita. Sylla decide di scartare il portiere, ma così facendo, e grande lode va al numero 1 ospite, si decentra troppo e tira quando ormai è troppo tardi, colpendo così inevitabilmente il palo. Il Città di Varese è ancora clamorosamente vivo. È il 49′, Simone Dellavedova è appena entrato e subisce fallo al limite. È senza ombra di dubbio l’ultima occasione della partita, l’ultima pagina ancora tutta da scrivere di un libro infinito. È una palla da mancino, un po’ decentrato verso destra. Sul pallone si presenta Osarimen Giulio Ebagua. Sinistro a scavalcare la barriera, gira e si abbassa verso l’angolo a sinistra di Vagge che fin qui era stato miracoloso, ma nulla può contro una sceneggiatura del genere. Il deus ex machina Ebagua ha colpito e finisce la partita. 1-1.

IL TABELLINO

GOZZANO-CITTÀ DI VARESE 1-1
RETI (1-0, 1-1): 26′ Allegretti (G), 49′ st Ebagua (C).
GOZZANO (3-5-2): Vagge 7, Bane 6, Carboni 6.5, Pavan 6, Kayode 6, Carta 6 (23′ st Rao sv), Cella 6, Piraccini 6.5 (32′ st Confalonieri 5.5), Vono 6.5 (42′ st Di Giovanni sv), Allegretti 6.5 (37′ st Mastaj sv), Sylla 5. A disp. Cincilla, Modesti, Rabuffi, Bianconi, Siano. All. Soda 6.
CITTÀ DI VARESE (4-3-1-2): Siaulys 6.5, Polo 7.5 (42′ st Dellavedova 6.5), Mapelli 7, Parpinel 6.5, Nicastri 6.5 (9′ st Petito 7), Beak 6 (26′ st Minaj 6), Gazo 6.5 (37′ st Aiolfi sv), Disabato 6.5, Capelli 7, Otelè 6.5 (15′ st Ebagua 7.5), Balla 6.5. A disp. Lassi, Ritondale. All. Neto Pereira 7.
COLLABORATORI: Chichi di Palermo e Ciacia di Palermo.
AMMONITI: 9′ Otelè (C), 42′ Kayode (G), 7′ st Carta (G), 9′ st Mapelli (C), 26′ st Rao (G), 35′ st Gazo (C), 40′ st Confalonieri (G).

LE PAGELLE

GOZZANO
Vagge 7 Strepitoso in almeno un paio di occasioni, si deve arrendere al sinistro magico di Ebagua.
Bane 6 Soffre un po’ da quel lato le incursioni ospiti, Capelli gli fa venire più di un capello bianco ma regge bene.
Carboni 6.5 Là dietro è un vero e proprio playmaker, tutte le azioni dei suoi partono dai piedi del capitano che comanda bene la linea difensiva.
Pavan 6 Soprattutto nel secondo tempo Polo e Balla sono una spina nel fianco, fa quel che può senza troppe sbavature.
Kayode 6 Corre tantissimo su e giù per la fascia, qualche bella giocata e tanto sudore per questo giovanissimo titolare.
Carta 6 È un buon frangiflutti a centrocampo, nella ripresa come tutti i suoi compagni però è esausto.
23′ st Rao 5.5 Mai troppo in partita ma dà fiato ai suoi.
Cella 6 Il perno di centrocampo, che però si è sfaldato nel secondo tempo sotto gli infiniti attacchi ospiti.
Piraccini 6.5 Molto bravo a comunicare con l’attacco, i suoi passaggi e le sue incursioni hanno fatto correre parecchio gli ospiti. 32′ st Confalonieri sv
Vono 6.5 Nella ripresa sembra essere l’unico ad avere fiato. È un treno inesauribile che ha creato più di un fastidio agli ospiti. 42′ st Di Giovanni sv
Allegretti 6.5 Il bomber ha lasciato il segno anche oggi, ma anche lui esce esausto dal campo. 37′ st Mastaj sv
Sylla 5 Avrebbe anche giocato bene là davanti, in una partita fatta di corsa e fatica, ma ha sbagliato completamente decisione nel momento decisivo che avrebbe forse portato ai suoi i tre punti.
All. Soda 5.5 I suoi ragazzi sembravano stremati nella ripresa, i cambi hanno portato qualcosa ma il secondo tempo è tutto da rivedere.

CITTÀ DI VARESE
Siaulys 6.5 Sul gol non può fare molto, ma appare molto sicuro nelle uscite e nelle poche parate effettuate.
Polo 7.5 Un pendolino sulla fascia, ma non solo, attacca bene e difende ancora meglio limitando alla grande un pericolo come Vono.
42′ st Dellavedova 6.5 Entra e guadagna la punizione del pari.
Mapelli 7 Baluardo davanti al portiere, dove c’è lui non passa neppure uno spillo. Bravissimo anche a coordinarsi con i suoi compagni.
Parpinel 6.5 Anche per lui prestazione solida in difesa, pochissimi i rischi corsi dalle sue parti.
Nicastri 6.5 Una partita di grande sostanza, spesso attacca e genera una delle occasioni più pericolose del primo tempo per i biancorossi.
9′ st Petito 7 Ottimo impatto sul match, continua la partita di Nicastri giocando forse anche meglio.
Beak 6 Si fa vedere con un cross bellissimo, ma poco dopo è protagonista di un mancato rinvio che ha causato il vantaggio rossoblù.
26′ st Minaj 6 Porta nervi e forze fresche per l’assalto finale.
Gazo 6.5 È tornato dopo un lungo stop con una partita di grinta fuori dal comune. Esce esausto. E dire che doveva giocare poco. 37′ st Aiolfi sv
Disabato 6.5 Qualità e geometrie in mezzo al campo, è forse mancata un po’ di lucidità, ma è un collante determinante lì in mezzo.
Capelli 7 È una furia quasi per tutta la partita, poi anche lui deve tirare il fiato. Ma lo fa molto molto dopo chi lo ha inseguito.
Otélé 6.5 Ha sui piedi l’occasione del pari ma spreca tutto. Match comunque di grande valore che lo vede come uno degli uomini più pericolosi.
15′ st Ebagua 7.5 Entra e fa poco. Ma quando arriva al dunque finale, eccolo lì. Una sentenza. Un gol meraviglioso all’ultimissimo respiro.
Balla 6.5 Sgomita e fa a sportellate per tuti i 90′, non ha molte chances, ma lavora come un matto per far smarcare i compagni.
All. Neto Pereira 7 I cambi forse sono stati chiamati da Ezio Rossi in tribuna, ma li ha eseguiti alla perfezione.

ARBITRO: Borriello di Arezzo 5.5 Molti dubbi sulla sua gestione dei falli.


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli