10 Aprile 2021

Gozzano – Legnano Serie D, Allegretti e Sylla schiantano i lilla: rossoblù in fuga?

Le più lette

Villa Valle, Giorgio Gatti suona la carica: comincia il programma verso la nuova stagione

A Villa D'Almé è tempo di pensare al futuro e d’ora in avanti il principale obiettivo è quello di...

Ciliverghe Eccellenza: rinforzo in difesa per Cogliandro, arriva Marchesi dal Forza e Costanza

Non si ferma la campagna acquisti del Ciliverghe che dopo aver ufficializzato nella giornata di ieri l'arrivo dell'attaccante Filippo...

Lutto in casa Leo Team: l’ultimo saluto a Giuseppe Totaro storico tecnico del settore giovanile dei biancorossi

È scomparso lo scorso 4 aprile Giuseppe Totaro tecnico storico della Leo Team. Uomo di grande professionalità e persona...

Fuga per la vittoria. Il Gozzano batte 3-1 il Legnano e resta saldamente in vetta al girone A di Serie D, mantenendo la distanza di sicurezza di 6 punti dal duo Castellanzese e Bra, entrambe reduci da due vittorie non facili contro Sanremese e Fossano. Per i rossoblù è stata la partita perfetta. I ragazzi di Soda non hanno concesso praticamente nulla al Legnano, che ha trovato il gol nell’unico tiro effettuato nello specchio della porta (per giunta arrivato all’ultimo secondo di partita), ma è stato anche sempre pericoloso, complice un Allegretti in splendida forma e due ali – Vono e Kayode – in versione Freccia Rossa. Umore diametralmente opposto in casa Legnano. Perdere in casa della capolista è lecito, ma non in questo modo. La squadra è parsa troppo molle e senza idee, diventando sin dalle prime battute una facile preda per il Gozzano. Ai ragazzi di Sgrò è mancato lo spirito combattivo visto per tutti i 90 minuti contro il Borgosesia, per intenderci. Entrambe le formazioni sono attese da un turno ostico nella giornata di domenica 28 febbraio: il Gozzano farà visita alla Sanremese, mentre il Legnano ospiterà la Lavagnese.

LA PARTITA

Come detto in apertura, i ragazzi di Soda hanno interpretato la gara nei migliori dei modi sin dai primi minuti. In particolare Allegretti, il quale nel giro di 10 minuti è andato tre volte vicino alla rete del vantaggio. La prima occasione si registra dopo pochi secondi dal fischio d’inizio, quando il fantasista rossoblù solo in mezzo all’area non riesce ad inquadrare lo specchio della porta. Passano pochi minuti, quando Vono, autore di un’ottima gara, riesce a liberarsi della marcatura con un ottimo stop a seguire e successivamente a mettere la sfera in mezzo per Allegretti, che non è freddo e si fa respingere la conclusione da Russo. All’8’ è ancora Allegretti il protagonista dei suoi. Il fantasista, lanciato a rete (in posizione dubbia), ha tentato di saltare Russo in dribbling, ma ha sprecato tutto facendosi recuperare dai difensori lilla. Dopo un avvio turbolento, il Legnano è bravo ad abbassare i ritmi della gara con un buon possesso palla, utilizzato più per difendersi dalle ripartenze del Gozzano che per offendere i locali. La tattica, però, funziona per pochi minuti. Al 23’ Vono prova a sorprendere Russo con un tiro da fuori, ma la conclusione dell’esterno è centrale. Gol che comunque arriva cinque minuti più tardi. Al 28’ follia di Russo, che sbaglia l’uscita dai pali e travolge Sylla. Per Tagliente non ci sono dubbi: è calcio di rigore. Dal dischetto si presenta Allegretti, che riscatta le tre occasioni sprecate nei primi minuti e centra il 13esimo gol stagionale, portando il Gozzano in vantaggio. Al 38’ la saga AllegrettiRusso si arricchisce di un altro episodio: il 10 è bravo a trovare lo spazio per calciare dal limite dell’area, ma Russo lo è altrettanto e respinge la conclusione dell’attaccante rossoblù sull’esterno. Il primo tempo è Gozzano show. I rossoblù vanno vicino al 2-0 anche al 42’ con Confalonieri, che raccoglie perfettamente l’assist di uno scatenato Vono, ma spreca malamente calciando fuori dallo specchio.

La ripresa si apre come il primo tempo, ossia con il Gozzano in attacco alla costante ricerca del gol del 2-0. La grande occasione capita sui piedi del rientrante Sylla intorno al 4′: imbeccato in area di rigore, il centravanti si smarca con un sombrero delizioso, ma poi anziché calciare immediatamente, si perde nel tentare di superare Russo in dribbling. Un minuto più tardi e Russo si rende nuovamente protagonista, ma questa volta in negativo: su un tiro cross di Vono, il numero 1 è insicuro nell’uscita alta e non blocca la sfera, rischiando di farla carambolare nella propria porta. Ma è questione di minuti. Infatti, al 13′ il Gozzano raddoppia. Carboni sventaglia sulla fascia destra per Kayode, che è bravissimo nel stoppare la sfera e a mettere un cross col contagiri in area di rigore, dove sbuca il solito Allegretti, che da pochi passi non sbaglia. Classica azione manovrata dalla panchina da Antonio Soda. La squadra piemontese si conferma squadra forte e fisica, ma con degli interpreti abili a livello tecnico, e il gol del 2-0 ne è una chiara dimostrazione. La rete taglia definitivamente le gambe agli ospiti, che faticano a costruire delle semplici trame di gioco. Il Gozzano è padrone del campo e al 20’ si fa pericoloso con Vono, ma Russo è nuovamente attento e si rifugia in calcio d’angolo. A chiudere definitivamente il match ci pensa uno straripante Sylla, autore di una vera e propria perla. Il 9 rossoblù si mette in proprio e, da solo contro tutta la difesa del Legnano, batte Russo con un tiro rasoterra. Un gol di fisico e tecnica, che ha ricordato una tipica giocata di Adriano o, se vogliamo essere più attuali, di Romelu Lukaku. Si tratta della ciliegina sulla torta. Nel finale il Gozzano sfiora anche il poker con Carta prima e Modesti dopo, ma nel finale non può nulla sul bel gol di Bingo, che trova la rete della bandiera al 48′. L’esterno lilla è bravo a trovare lo spazio per il tiro e a battere Vagge con una conclusione precisa all’angolino. Quasi una beffa per il Gozzano, che subisce il gol alla prima conclusione in porta. Dopo le numerose vittorie ottenute con prestazioni sottotono, il Gozzano contro il Legnano non solo è riuscita ad abbinare gol e spettacolo per quasi tutti i 90 minuti, ma ha anche confermato una solidità difensiva invidiabile.

IL TABELLINO 

GOZZANO-LEGNANO 3-1
RETI (3-0, 3-1): 30′ rig. Allegretti (G), 13′ st Allegretti (G), 30′ st Sylla (G), 48′ st Bingo (L).
GOZZANO (3-1-4-2): Vagge 6, Carboni 6.5, Vono 6.5 (42′ st Modesti sv), Sylla 7, Allegretti 7.5 (37′ st Mastaj sv), Kayode 6.5, Confalonieri 6 (33′ st Gemelli 6), Carta 6, Piraccini 6 (42′ st Bane sv), Bianconi 6.5, Cella 6. A disp. Cincilla, Rampin, Olivato, Di Giovanni, Siano. All. Soda 6.5.
LEGNANO (4-2-3-1): Russo 5.5, Barbui 5 (17′ st De Stefano D. 5.5), De Stefano F. 5.5 (27′ st Beretta 5), Pellini 5.5 (17′ st Ortolani 5), Nava 6, Luoni 5.5, Tunesi 5 (23′ st Bingo 6), Ronzoni 5.5 (33′ st Febbrasio sv), Cocuzza 6, Radaelli 5, Gasparri 5. A disp. Ferrari, Brusa, Diana, Todaj. All. Sgrò 5.
ARBITRO: Tagliente di Brindisi 6.5.
AMMONITI: 5′ Allegretti (G), 22′ Confalonieri[01] (G), 28′ Russo (L), 8′ st Barbui[02] (L).

LE PAGELLE

GOZZANO

Vagge 6 Spettatore non pagante per 93 minuti. Non può nulla sul bel gol di Bingo. 
Carboni 6.5
Piedi da centrocampista per il leader difensivo di Soda. Il gol del 2-0 nasce da una sua invenzione, ma anche tutte le azioni del Gozzano partono da lui. 
Vono 6.5
Freccia Rossa. Assolutamente imprendibile sulla fascia. Cerca più volte il gol, ma Russo è bravo a negarglielo. 42′ st Modesti sv
Sylla 7
Strapotere fisico e buona tecnica di base. Il Sylla visto oggi è paragonabile ad Adriano o Lukaku dell’Inter, specie nell’occasione del gol del 3-0. Bravo anche nel lavoro di squadra, si completa alla grande con Allegretti.
Allegretti 7.5
Nonostante i tre gol sbagliati in avvio, è di gran lunga il migliore in campo. Freddo dagli 11 metri, spietato sotto porta. Dai suoi piedi nascono sempre giocate pericolose. 37′ st Mastaj sv
Kayode 6.5
Se ha commesso un errore in tutto il match è tanto. Partita pressoché perfetta per l’esterno classe 2004. Il cross per Allegretti è fantastico.
Confalonieri 6
Autore di una buona partita. Bravo ad inserirsi e a conquistare palla, nel primo tempo è abile a sfruttare gli spazi concessi dalla mediana del Legnano. 33′ st Gemelli 6 Aiuta a congelare il risultato in mezzo al campo. 
Carta 6
Non deve fare grandi interventi. Viene autorizzato più volte della battuta dei calci d’angolo, dove nascono sempre dei pericoli. Sempre attento.
Piraccini 6
Meno dinamico del solito, ma la sua prestazione è assolutamente positiva. Recupera diversi palloni preziosi, ed è bravo a far ripartire le azioni del Gozzano. 42′ st Bane sv
Bianconi 6.5
Ennesima prestazione positiva per il difensore di Soda. Attento e preciso, non va mai in difficoltà.
Cella 6
Non tocca tantissimi palloni, ma fa girare la sua squadra come una giostra. Nonostante la giovane età, si conferma un regista di altri tempi.

All. Soda 6.5 I suoi ragazzi non hanno concesso praticamente nulla al Legnano, ma sono stati anche sempre pericolosi, rispondendo ai commenti di chi la vedeva una squadra difensivista. Forse il Gozzano più bello della stagione.

LEGNANO

Russo 5.5 L’errore sull’uscita dai pali costa troppo ai fini del risultato. Alterna buone parate ad errori semplici. Peccato.
Barbui 5 Più “abbottonato” rispetto al suo colle De Stefano F., sono poche le volte che accompagna i suoi compagni in attacco. La velocità di Vono lo mette in costante difficoltà. 17′ st De Stefano D. 5.5 Non dà la spinta offensiva sperata. Soffre anche lui la rapidità degli esterni rossoblù.
De Stefano F. 5.5  Si propone molto nella metà campo del Gozzano, ma la mancanza di idee da parte dei suoi compagni, rendono vani i suoi inserimenti. 27′ st Beretta 5 Tocca pochi palloni, non entra mai nel vivo del gioco.
Pellini 5.5 Nei primi minuti di gioco tocca tanti palloni. Si mette sempre a disposizione dei suoi compagni per ricevere e scaricare la sfera, ma poi dopo l’1-0 sparisce dal campo. 17′ st Ortolani 5 Entra per cambiare le sorti del centrocampo lilla, ma la mossa non paga. Naufraga insieme ai suoi compagni.
Nava 6 A lui il compito di impostare le azioni da dietro. La sua partita è sufficiente, anche se l’errore sul gol del raddoppio di Allegretti è presente.
Luoni 5.5 Patisce lo scontro fisico con Sylla, che lo manda fuori giri in più circostanze.
Tunesi 5 Nel primo tempo svaria molto per tutto il campo. Lo si vede a destra, poi a sinistra e al centro dell’attacco lilla. Però i palloni toccati e le occasioni create sono pari a 0. 23′ st Bingo 6 Entra e prova a dare la scossa. Forse il suo ingresso in campo è tardivo, visto che realizza anche una bella rete all’ultimo secondo di gara. Buon approccio.
Ronzoni 5.5 Non è il solito Ronzoni e lo si intuisce subito. A centrocampo viene divorato dai ragazzi di Soda. Recupera pochi palloni e non trova mai la giocata per far male agli avversari. 33′ st Febbrasio sv
Cocuzza 6 L’unico a crederci fino alla fine, ed è per questo il 6 in pagella. Oggettivamente non ha creato nulla per tutti i 90 minuti, però ha lottato come un vero leone, andandosi a prendere il pallone anche in zone del campo a lui sconosciute.
Radaelli 5 Partita anonima per il numero dieci di Sgrò. Non recupera palloni e non inventa giocate degne della sua tecnica.
Gasparri 5 Irriconoscibile. Non dà peso e profondità all’attacco lilla. Fatica a toccare palloni e a creare azioni da gol.

All. Sgrò 5 La sua squadra è parsa troppo molle e senza idee, diventando sin dalle prime battute una facile preda per il Gozzano. Ai suoi ragazzi è mancato lo spirito combattivo visto nelle gare contro il Chieri e il Borgosesia.


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli

nativery.com, 601bdb002ee3c4075ca20115, DIRECT appnexus.com, 11707, RESELLER, f5ab79cb980f11d1 google.com, pub-4529259506427490, DIRECT, f08c47fec0942fa0