12 Luglio 2020 - 11:48:21

Il Busto 81 non parteciperà alla Serie D: i giocatori e il tecnico Crucitti saranno i pezzi pregiati del mercato. Ora tutto dice Varese

Nelle scorse ore il patron Luigi Galli ha comunicato alla squadra la mancata iscrizione alla prossima Serie D. Ora tutto sembra dire Varese

Le più lette

Aygreville, il nuovo tecnico è Matteo Pasteris

Dopo l'addio a sorpresa di Rizzo, accasatosi alla Biellese, l'Aygreville si è preso qualche giorno di riflessione prima di...

Castelleone Under 19, un ritorno per la panchina: il nuovo allenatore è Andrea Terletti

Andrea Terletti è il nuovo allenatore del Castelleone Under 19. Per lui si tratta di un ritorno, e nell'ultima...

Sancolombano Eccellenza, Andrea Orlandini confermato e nominato nuovo capitano

Andrea Orlandini è il nuovo capitano del Sancolombano. Classe 1992, all'ex Rc Codogno, Sant'Angelo, Accademia Pavese, Sestri, Voghera e...

È stata un’impresa senza il lieto fine quella del Busto 81 che, dopo la trionfale stagione di Eccellenza sotto la guida di Paolo Crucitti, non si iscriverà al prossimo campionato di Serie D, quello che sarebbe stato il primo della sua storia.
Già prima della decisione del Comitato Regionale di cristallizzare le classifiche il patron del club biancorosso Luigi Galli aveva manifestato perplessità riguardo il futuro di quella che è stata la sua creatura. Nonostante i consigli dei suoi più stretti collaboratori di tentare l’avventura in Serie D (andava però cercato un campo di gioco omologato per la categoria) il patron ha deciso di alzare bandiera bianca: la decisione è stata comunicata proprio dal patron alla squadra e staff da poco.

Tanta l’amarezza da parte dei giocatori e dello staff guidato dal ds Danilo Agrelli, il team manager Danilo Vago e il tecnico Paolo Crucitti che, quest’anno, ha vinto il suo terzo campionato in cinque anni con i bustocchi. «Dispiace che tutto sia finito in questo modo ma se il nostro presidente ha preso questa decisione è perché non se la sentiva davvero di affrontare la Serie D – dice Paolo Crucitti – Personalmente, come tutti i ragazzi, non mi aspettavo una fine del genere e pensavo che la situazione si potesse risolvere con l’aiuto di qualcuno. Da quanto ho avuto modo di capire subentrerà il Varese». E la fusione con il Città di Varese (neopromosso in Seconda) è l’unica pista concreta visto che, proprio oggi, dal Club Milano è stata smentita ancora una volta la possibilità di un coinvolgimento per disputare la Serie D.
Cosa resta a Crucitti di questa stagione? «La grande soddisfazione per essere riusciti a vincere un campionato proprio nella stagione in cui non ci era stato chiesto di farlo. E questo è sicuramente merito di Agrelli e Vago che hanno allestito la squadra con grandi giocatori». Per quanto riguarda i giocatori, nelle scorse ore hanno trovato collocazione Mira (Varesina), Sorrentino e Napoli (Ro.Ce), ma sembra già partita la corsa verso gli altri pezzi pregiati quali Urso, Torraca, Panzetta, Scarcella e Mauro, anche se molti Under 25 (così come gli Under 19) saranno assorbiti dalla nuova società. «I ragazzi sono tutti validissimi e non avranno difficoltà a trovare squadra. Per quanto mi riguarda ora sono alla finestra: mi piacerebbe allenare in Serie D in quanto è l’unica categoria che mi manca. Aspetto l’opportunità, magari anche in corsa. Se mi chiamasse il Varese direi di sì», la chiusura di Crucitti.


Sprint e Sport lo trovi in tutte le edicole di Piemonte, Valle d’Aosta e Lombardia il lunedì mattina e sullo store digitale. Abbiamo attivato la sezione PREMIUM, un servizio riservato agli abbonati.

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli

×