9 Agosto 2020 - 19:29:09

NibionnOggiono – Levico Terme Serie D: Il NibionnOggiono spinge, il Levico tiene: nessun gol… al Bersaglio

Le più lette

Un giornale dedicato ai nostri ragazzi, quelli che non mollano mai

Andiamo in vacanza per due settimane, torneremo in edicola il 24 agosto che, malgrado l’incapacità conclamata delle istituzioni calcistiche,...

Ilario Di Nicola è sul mercato: «Ringrazio la Virtus per questi quattro anni, ora cerco nuovi stimoli»

Dopo quattro stagioni Ilario Di Nicola lascia la Virtus Ciserano Bergamo. Le ultime settimane hanno infatti portato diversi cambiamenti...

Federico Albisetti, dalla cantera dell’Alpignano all’Under 18 del Torino

Non c'è ancora la firma, ma è solo una questione di giorni, a settembre Federico Albisetti sarà un giocatore...

Il NibionnOggiono attacca tutta la partita, crea diverse potenziali occasioni da gol ma non riesce a bucare il Levico che, grazie ad un’arcigna difesa, tiene e, meritatamente, conquista un prezioso punto che muove la classifica dopo le recenti sconfitte. I padroni di casa ci mettono una decina di minuti per assestarsi, subendo, già al terzo minuto, un’imbucata di Caruso, che, lanciato in porta, viene steso da Perego il quale spende un’ammonizione intelligente per evitare guai peggiori. Questa sortita è l’unica ospite in tutto il primo tempo dove, invece, il NibionnOggiono macina gioco e staziona costantemente sulla trequarti avversaria. A risultare pericolose sono spesso le accelerazioni di Tremolada e i suggerimenti di Isella che però non trovano mai un terminale che possa convertire a rete il lavoro fatto. Sono anzi gli stessi Tremolada e Isella a concludere due volte dalle parti di Boglic che comunque non deve mai dannarsi per tenere inviolata la sua porta. Il secondo tempo ricalca pienamente il primo con la differenza che i padroni di casa hanno due concrete occasioni per passare ma, in compenso, concedono qualche contropiede al Levico, che sul finale dimostra di avere gamba e intensità veramente notevoli. Fino a venti minuti dalla fine infatti il NibionnOggiono pur attaccando, non tira mai da distanza ravvicinata e lo fa sempre senza inquadrare la porta. Poi, negli ultimi dieci minuti la squadra di Commisso costruisce in rapida successione (35’ e 36’) le due migliori chance per passare. Prima è Giugliano che da ottima posizione spara alto col suo piattone sinistro poi è Isella che stavolta da dentro l’area, non troppo disturbato, fallisce il bersaglio grosso. I cambi effettuati da entrambi gli allenatori sono positivi: le squadre mantengono fiato e corsa, senza smettere di lottare e di battersi. Nei minuti finali il Levico ci prova proprio col neoentrato Cardore, prima che Gorzelewski fermi fallosamente l’ottimo Tremolada lanciato pericolosamente a rete. La punizione seguente non porta però a nulla e la partita si spegne sullo 0-0. Il Pareggio, per motivi differenti, non viene salutato col sorriso da nessuno dei due coach. Cortese sperava infatti di condurre una partita dal piglio più offensivo («Abbiamo subito troppo il loro gioco anche se la nostra difesa si è comportata in maniera eccellente; il punto dà sicuramente morale anche se prima della gara speravamo in qualcosa in più»). Commisso invece recrimina, naturalmente per la gran mole di gioco non finalizzata: «Imprecisioni dei singoli ci hanno impedito di conquistare la vittoria; la manovra mi è piaciuta, ma partite come quella di oggi vanno vinte; purtroppo sono due punti persi». La sensazione è quella di una classifica che rispecchia i valori attuali delle due compagini, con il NibionnOggiono che ha tanta qualità, a volte inespressa, mentre il Levico fatica troppo in zona gol (penultimo attacco del campionato) nonostante il reparto difensivo sia pienamente di categoria.

IL TABELLINO DI NIBIONNOGGIONO – LEVICO TERME:

NIBIONNOGGIONO 0 LEVICO TERME 0

NIBIONNOGGIONO (4-2-3-1): Guarino 7, Premoli 7, Gambazza 6.5, Tagliabue 7 (34’ st Basanisi s.v.), Pirola 6.5, Perego 6.5 (43’ st Panzeri s.v.), Tremolada 7.5, Arrigoni 6, Citterio 6 (29’ st Castria 6.5), Isella 6.5, Iori 6.5 (18’ st Giugliano 6.5). A disposizione: Vinci, Redaelli, Bonfanti, Donadio, Mair. All. Commisso 6.5

LEVICO TERME (4-3-3): Boglic 7, De Nardi 6.5, Piacente 7, Voltasio 6, Monaco 7.5, Gorzelewski 6.5, Bonetto 6, Sartori 6.5 (10’ st Cardore 7), Caruso 6.5 (10’ st Rizzieri 6.5), Esposito 7 (39’ st Micheli s.v.), Petrucci 6.5 (19’ st Togola 6.5). A disposizione: Bertè, Marku, Capra, Belesi. All. Cortese 6.5

ARBITRO: Ramondino di Palermo 6.5 Fischia forse troppo poco ma sulle ammonizioni non sbaglia.

ASSISTENTI: Denisov di Bari, Tomasi di Schio.

AMMONITI: 4’ Perego (N), 5’ st Gambazza (N), 13’ st Petrucci (L), 24’ st Togola (L), 47’ st Gorzelewksi (L)

SPETTATORI: 80 circa

PAGELLE NIBIONNOGGIONO

All. Commisso 6.5 Il suo undici è propositivo e cerca costantemente i tre punti; la squadra è messa bene in campo.

Guarino 7 Bravo nelle uscite e coi piedi non se la cava male; tra i pali è sicuro.

Premoli 7 Preciso nell’impostare, deciso nel difendere: bella partita la sua.

Gambazza 6.5 Spesso è un centrocampista aggiunto; volenteroso e dinamico.

Tagliabue 7 Ruba diversi palloni e riesce ottimamente a non far sbilanciare la squadra. (34’ st Basanisi s.v.).

Pirola 6.5 Non ha moltissimo di cui occuparsi ma quando viene chiamato in causa non tradisce.

Perego 6.5 Imposta bene, anche con lanci lunghi e difende in maniera intelligente. (43’ st Panzeri s.v.).

Tremolada 7.5 Soprattutto sulla fascia, ma anche in mezzo, è protagonista di una serie di attacchi pericolosi.

Arrigoni 6 Forse troppo dedito alla copertura, non si avventura mai in attacco, giocando facile.

Citterio 6 Conclude poco, rispetto alla notevole mole di gioco costruita dalla squadra. Qualche buon movimento ma non sempre incisivo. (29’ st Castria 6.5).

Isella 6.5 E’ il facitore principale di gioco e la sua prova è certamente di sostanza, positiva. Mezzo punto in meno per la mancanza di lucidità in zona gol.

Iori 6.5 Si muove bene svariando sia a destra che a sinistra; il piede è educato. (18’ st Giugliano 6.5).

A disposizione: Vinci, Redaelli, Bonfanti, Donadio, Mair.

Dirigente: Campanella.

PAGELLE LEVICO TERME

All. Cortese 6.5 Il suo Levico subisce tanto, ma sa difendersi e sia fisicamente che mentalmente sta bene.

Boglic 7 Ok nelle parate, esce con puntualità e guida la difesa anche con la voce.

De Nardi 6.5 Ottimo tempismo e buon presidio della zona.

Piacente 7 Nonostante dalle sue parti graviti lo scomodo Tremolada, lotta sempre con intensità e grinta, proponendosi anche in avanti.

Voltasio 6 Non eccelle nella fase di filtro e contenimento, sebbene giochi con ordine il pallone.

Monaco 7.5 Grande presenza in difesa, sia in anticipo che nei contrasti: sicurezza.

Gorzelewski 6.5 Sempre attento; le sue chiusure sono buone.

Bonetto 6 Prova, anche se un po’ timidamente, qualche verticalizzazione. Discreto supporto alla difesa.

Sartori 6.5 Si inserisce bene, dando pochi riferimenti agli avversari. (10’ st Cardore 7).

Caruso 6.5 Parte forte con la prima pericolosa sgroppata, poi si adegua un po’ alla partita della squadra dove comunque non sfigura. (10’ st Rizzieri 6.5).

Esposito 7 Il più attivo in attacco. Svaria molto bene, risultando il principale riferimento offensivo. (39’ st Micheli s.v.).

Petrucci 6.5 Gli appoggi verso i compagni sono buoni, così come la precisione nelle giocate. Manca un pizzico di continuità ma la valutazione è positiva. (19’ st Togola 6.5.).

A disposizione: Bertè, Marku, Capra, Belesi.

Dirigente: Ravelli.

SCARICA L’APP PER I RISULTATI LIVE


Sprint e Sport lo trovi in tutte le edicole di Piemonte, Valle d’Aosta e Lombardia il lunedì mattina e sullo store digitale. Abbiamo attivato la sezione PREMIUM, un servizio riservato agli abbonati.

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli