Mattia Isella NibionnOggiono
Mattia Isella, capitano NibionnOggiono

Al Comunale “Mario Riboldi” stenta a tramontare l’estate. NibionnOggiono, reduce dalla sua prima vittoria nei Dilettanti di mercoledì, prova a volare sulle ali dell’entusiasmo. I bergamaschi di Villa d’Almè, nonostante la falsa partenza, possiedono un organico che può puntare ai quartieri alti della classifica. I padroni di casa si rendono subito pericolosi al 5’ con Iori che, raccoglie su sponda di Isella, supera due avversari in area di rigore, ma strozza il tiro controllato senza patemi da Asnaghi. al 14’ arriva il vantaggio del Nibionno. Castria dà vita ad un insidioso contropiede e si invola verso la porta ospite. Sulla tre quarti avversaria, a difesa schierata, trova il corridoio vincente con un delizioso filtrante. Capitan Isella, scattato sul filo del fuorigioco, fredda il portiere e non manca l’appuntamento con il gol. Al 22’ prima occasione per Villa Valle. Un traversone apparentemente innocuo disorienta Vinci, ma Lella non riesce ad imprimere la giusta forza al pallone. Nei minuti seguenti assistiamo ad una partita a senso unico: NibionnoOggiono spadroneggia a metà campo, chiude gli spazi e rischia di fare sempre male con repentini cambi di fronte e insidiose verticalizzazioni. Villa Valle impalpabile e nervosa, quando l’arbitro fischia la fine del primo tempo può tirare un sospiro di sollievo.
Nella ripresa Mister Mussa rivoluziona la squadra ospite effettuando quattro cambi contemporaneamente. Il Villa Valle ritorna in campo con un altro piglio e, dopo soli sette minuti, acciuffa il pareggio. Crotti dalla bandierina crossa sul secondo palo e pesca Micheletti che ha tutto il tempo di controllare, girarsi e mettere in rete. Forze e contrappesi si bilanciano e ne gode lo spettacolo. Le due squadre duellano a viso aperto, ma entrambe faticano a rendersi veramente pericolose in area di rigore. Alla mezz’ora del secondo tempo Tarchini stende Isella in fuga. L’arbitro estrae il secondo giallo: Villa Valle in 10. Tuttavia gli equilibri non si rompono e il Nibionno non riesce a sfruttare la superiorità numerica. Nel finale Micheletti strozza con un fallo tattico il contropiede di Arrigoni. Cosseddu estrae un ingeneroso cartellino rosso. In pieno recupero i padroni di casa hanno una ghiotta opportunità per portarsi in vantaggio. Bonfanti va sul fondo e la mette sul secondo palo, l’intelligente sponda di Giuliano trova Isella che però, contrastato dal centrale ospite, colpisce il palo. La partita termina sul 1 a 1. Il Villa Valle ritorna in auge dopo un pessimo primo tempo e strappa, di fatto, un punto. NibionnOggiono, forse colpevole di non aver chiuso la pratica nel primi 45’, si deve accontentare di un amaro pareggio.

NIBIONOGGIONO 1
VILLA VALLE 1
RETE: 14’ Isella (N), 52’ Micheletti (V)
NIBIONNOGGIONO (4-2-3-1): Vinci 6, Panzeri 6, Lanini 6.5 (66’ Lazzoni 6), Losa 7.5 (89’ La Fauci sv), Pirola 7, Perego 6.5, Castria 7.5 (66’ Bonfanti 5.5), Arrigoni 7, Citterio 6 (66’ Gambazza 6), Isella 7.5, Iori 6.5 (57’ Giuliano 6.5). A disp: Fumagalli, Redaelli, Loizzo, Basanisi. All. G.Commisso 6.5
VILLA VALLE (4-4-2): Asnaghi 6, Brioschi 5.5, Crotti 6.5, Mazza 6, Lella 5.5, Valli 5.5 (46’ Ghisalberti 6), Baggi 6 (46’ Ravasio 6), Massarucci 5.5 (46’ Tarchini 5), Sonzogni 6.5 (77’ Ronzoni 6), Del Carro 5.5, Corna 5 (46’ Micheletti 7). A disp: Gritti, Barulli, Bassi, Vitali. All. G.Mussa 6
ESPULSI: Tarchini, Micheletti (V).
AMMONITI: Lanini, Isella (N), Sonzogni, Corna, Mazza, Del Carro (V)

Il DOPO GARA
Un finale di gara piuttosto concitato e falloso porta qualche strascico di nervosismo anche al di fuori degli spogliatoi. Giuseppe Commisso, allenatore del Nibionno, si rammarica di non aver messo in cassaforte la partita nel primo tempo dominato dai padroni di casa. Il Tecnico aggiunge: “Siamo stati ingenui a concedere il pareggio su calcio d’angolo. Micheletti non avrebbe dovuto girarsi così facilmente in piena area di rigore”. Dopo la prima espulsione il Nibionno avrebbe potuto riprendersi in mano il match, ma l’allenatore ha rimarcato la mancanza di precisione nell’ultimo passaggio. “Abbiamo costruito tanto, ma le Serie D è questa! Dopo tre partite nell’arco di una settimana abbiamo sofferto un inevitabile calo fisico ad inizio secondo tempo”. Commisso si congeda con l’augurio di una stagione all’insegna dell’umiltà: “Siamo un collettivo neopromosso ed è necessario rimanere con i piedi per terra. Il nostro primo obiettivo è salvarsi, ma vogliamo provare a giocarcela con tutti”. Mattia Isella, capitano e migliore in campo, lamenta gli eccessivi errori della terna: “Ci hanno fischiato un fuorigioco molto dubbio e sul finale nessuno si è accorto del fallo che ho subito in area di rigore”. Il numero 10, un po’ rattristato dal risultato finale dichiara: “Per le numerose occasioni create non meritavamo il pareggio, ma prendiamo il punto e guardiamo avanti”. Isella sente ormai sua la categoria ed è pronto a trascinare ancora una volta i compagni nella trasferta contro Milano City.