14 Agosto 2020 - 02:39:09

Pro Sesto – Legnano Serie D: 7 minuti di lucida follia lanciano i Sestesi a +4

Le più lette

Svelati i gironi di Prima Categoria, ecco le neopromosse e le ripescate

A pochi giorni dalla formulazione dei gironi di Eccellenza e Promozione, ecco svelati i sette gironi di prima categoria...

Verbano giovanili, Barbarito definisce le panchine: Under 19 a Cortazzi, Di Marco-Murano per Under 16 e Under 14

Sarà ancora Giovanni Cortazzi a guidare l'Under 19 del Verbano nel prossimo campionato regionale fascia B. La decisione è...

Novara, è ufficiale: Sergio Zanetti nuovo allenatore della Berretti

Mancava solo l'ufficialità per l'approdo di Sergio Zanetti al Novara. L'argentino allenerà la Berretti prendendo il posto di Giacomo...

Una vittoria in rimonta di per sè è difficile da dimenticare, se aggiungiamo che era uno scontro per il primato e che la Pro Sesto, sotto dopo pochi minuti, ha siglato 3 reti nell’arco di 7 minuti, chiudiamo degnamente il quadro. Il Legnano rimane comunque in corsa, visto che 4 punti non sono molti, ma ai Lilla resta anche l’amaro in bocca per un blackout che è costato la vetta. Parravicini schiera i suoi con il solito 4-1-4-1, ma con tre novità di formazione. Pisoni prende il posto di Tamma fra i pali, Bosco sostituisce Di Maio squalificato e Tascini fa l’esordio in attacco dal primo minuto. I Lilla di Cusatis rispondono con un solido 3-5-2 con Borghi avanzato sulla linea dei centrocampisti a dare aiuto in fase difensiva a Ortolani. Parte meglio il Legnano che in 7 minuti fa ammonire prima Capelli e poi Gattoni con due ripartenze centrali che colgono impreparato il centrocampo Sestese. In occasione del calcio di punizione che ha causato l’ammonizione del numero 4 biancazzurro ecco il vantaggio. Dai 25 metri si presenta Ricozzi. Destro a giro sopra la barriera e palla all’angolino che non lascia scampo a Pisoni, partito forse in ritardo sul tiro. Dopo il vantaggio i Lilla di Cusatis lasciano il possesso palla alla Pro attendendo tutti dietro alla linea della palla. I padroni di casa faticano, però, a trovare il varco giusto fra le maglie avversarie, disposte con una difesa a 5 sul giro palla dei biancazzurri. Parravicini prova a scambiare gli esterni con Capelli a sinistra e Scapuzzi a destra. Proprio dal piede del capitano nasce un bel cross che Tascini dal limite dell’area piccola non riesce a deviare. Pochi istanti dopo arriva il pareggio. Cross questa volta dalla sinistra, Miculi anticipa il taglio di Gualdi ma esagera nel tentare un improbabile appoggio di testa verso Ragone. Sulla sfera si catapulta lo stesso Gualdi che in scivolata insacca il gol dell’1-1. Al 37’ Scapuzzi sfonda a sinistra, cross che batte sul braccio dietro alla schiena di Ortolani e Vergaro assegna il calcio di rigore fra le proteste degli ospiti. Sul dischetto va lo stesso numero 10 che apre il piattone ed è fortunato visto che il pallone passa sotto la pancia di Ragone che aveva intuito la direzione del tiro. Nel giro di 4 minuti e con le prime due conclusioni in porta la Pro Sesto ribalta il risultato e si riprende la testa della classifica. Il Legnano accusa il colpo e ancora dalla sinistra arriva il 3-1. Cross di Scapuzzi e colpo di testa di Gualdi che sovrasta Miculi e insacca a fil di palo. È l’ultima emozione di un primo tempo ricco di colpi di scena con assoluto protagonista Gualdi, autore di una doppietta, supportato da uno Scapuzzi in splendida forma. Il Legnano, sotto di due gol, è costretto ad alzare il baricentro e a fare la partita e si rende subito pericoloso. Al 5’ un tiro da fuori di Ricozzi viene arpionato in area da Gasparri che riesce a girarsi ma il suo destro va alto sopra la traversa. Sempre dal piede di Ricozzi il Legnano crea pericoli alla difesa avversaria, ma sul cross del numero 4 Foglio arriva in leggero ritardo sul secondo palo e non riesce a impattare la sfera da ottima posizione. Stessa situazione ma nell’area apposta, Carnevale va in mezzo, Tascini controlla bene e si gira velocemente, ma il suo tiro finisce il curva. Lo spavento fa abbassare nuovamente il baricentro al Legnano con la Pro che riesce a far girare bene il pallone facendo correre gli avversari, ma soprattutto il cronometro. Ancora le palle inattive sono l’arma per far male degli ospiti. Dalla bandierina va il solito Ricozzi, palla al limite dell’area piccola e stacco imperioso di Ciappellano che gira troppo la testa con la sfera che va vicinissima al palo alla sinistra di Pisoni. Sempre dalla bandierina di sinistra il Legnano va vicino al gol. Il cross di Alvitrez viene impattato dalla testa di Miculi, ma la conclusione del centrale lilla viene bloccata da Pisoni. Quando il 3-1 sembrava ormai assodato, un altro tiro dalla bandierina permette al Legnano di accorciare le distanze. Sempre dalla sinistra il cross di Alvitrez non viene allontanato dalla difesa di casa, la palla dopo una serie di colpi di testa arriva nei pressi della linea di porta con Gasparri che deve solo spingerla dentro. Gli ospiti si buttano in avanti nei 4 minuti di recuperi accendendo diverse mischie in area avversaria che la difesa Sestese fatica ad allontanare la sfera facendo trattenere il respiro al Breda, che al triplice fischio può esplodere. La Pro Sesto allunga in vetta e va a +4 dal Legnano che comunque mantiene saldamente il secondo posto viste le sconfitte dello Scanzorosciate e dell’Arconatese. Rimane il rammarico per quei 7 minuti dove la squadra di Cusatis si è vista ribaltata dal vantaggio iniziale di Ricozzi al 3-1.

IL TABELLINO

PRO SESTO  3
LEGNANO  2
RETI: 8’ Ricozzi (L), 34’ Gualdi (P), 38’ rig. Scapuzzi (P), 41’ Gualdi (P), 45’ st Gasparri (L).
PRO SESTO (4-1-4-1): Pisoni 5.5, Giubilato 5.5, Carullo 6 (42’ st Bulgarella), Gattoni 7, Bosco 7, Bettoni 7, Capelli 7 (38’ st Monni), Gualdi 8, Tascini 6 (23’ st Cominetti), Scapuzzi 7.5 (43’ st Romeo), Carnevale 6.5. A disp.: Tamma, Mehic, Segato, Crosariol, Fasolo. All. Parravicini 6.5.
LEGNANO (3-5-2): Ragone 6, Ortolani 5.5, Foglio 5 (18’ st Pavesi), Ricozzi 6.5 (27’ Alvitrez), Miculi 5, Ciappellano 6, Borghi 6.5 (23’ st Pennati), Rinaldi 6, Cocuzza 5.5, Perez 6 (33’ st Pllumbaj), Gasparri 6. A disp.: Sottoriva, Nava, Montenegro, D’Aversa, Fabozzi. All. Cusatis 5.5.
ARBITRO: Vergaro di Bari 5.5 Il rigore per la Pro Sesto lascia qualche dubbio. Mancano anche  un paio di cartellini gialli.
AMMONITI: Capelli (P), Gattoni (P), Cocuzza (L).

La coreografia dei tifosi della curva della Pro Sesto

PAGELLE PRO SESTO
Pisoni 5.5
Parte in leggero ritardo sulla bella punizione di Ricozzi che lo condanna. Poco sicuro in uscita.
Giubilato 5.5 Impreciso in fase di spinta e si lascia sorprendere spesso alle spalle.
Carullo 6 Non spinge come al solito, ma è più attento in fase di copertura.
Gattoni 7 Vera diga davanti alla difesa e non viene condizionato dal cartellino giallo rimediato dopo pochi minuti.
Bosco 7 Non fa rimpiangere Di Maio ed è semplicemente perfetto in marcatura.
Bettoni 7 Le palle alte sono tutte sue e tiene a bada il capocannoniere del girone senza troppi affanni.
Capelli 7 La differenza di passo fra lui e Foglio lo agevola e molto nell’uno contro uno.
Gualdi 8 Il primo gol ridà fiato ai suoi, mentre quello del 3-1 spezza le gambe al Legnano che si vede sotto di due in soli 7 minuti.
Tascini 6 Lotta con Ciappellano in duello rusticano che non ha nè vinti nè vincitori. Peccato per quella girata spedita in curva.
Scapuzzi 7.5 Il capitano e numero 10 torna a splendere nel momento più importante guadagnandosi il rigore e servendo l’assist a Gualdi per il 3-1.
Carnevale 6.5 Dinamicità e qualche pallone recuperato. Gli manca lo spunto giusto per inserirsi in area, compito che fa alla perfezione Gualdi.
All. Parravicini 6.5 Con uno Scapuzzi così la Serie C sembra essere solo questione di tempo. I calci piazzati sono l’unico nei difensivo.

Circa 200 tifosi hanno seguito il Legnano, questa la loro coreografia

PAGELLE LEGNANO
Ragone 6
Praticamente non deve effettuare nessuna parata, solo qualche buona uscita alta e poco altro.
Ortolani 5.5 Causa il rigore del 2-1e Scapuzzi in questo stato è un difficilissimo cliente
Foglio 5.5 La velocità di Capelli lo mette in difficoltà, con il passare dei minuti gli prende le misure. Si perde Gualdi in occasione del 3-1.
Ricozzi 6.5 La parabola della punizione del vantaggio termina proprio nell’angolino. Dal suo destro nascono le più grandi occasione per i suoi.
Miculi 5 La sua prova, tutto sommata buona, è macchiata in maniera decisa dal retropassaggio che permette a Gualdi il gol del pareggio.
Ciappellano 6 Duella alla pari con Tascini e va anche vicino al gol su azione da corner.
Borghi 6.5 Qualche sgroppata buona sulla fascia lo fa ed è sempre pericoloso quando trova il fondo.
Rinaldi 6 In mezzo al campo ha il compito di chiudere gli spazi sul giro palla avversario e, soprattutto nella prima frazione, lo fa bene.
Cocuzza 5.5 Il capocannoniere del girone fatica a trovare lo spunto giusto in mezzo all’ottima marcatura della coppia Bosco-Bettoni.
Perez 6 La sua regia va in stand-by per 7 minuti e il Legnano incassa 3 reti che decidono la gara.
Gasparri 6 La sufficienza la raggiunge al 45 della ripresa con il gol che accende i minuti di recupero.
All. Cusatis 5.5 Rimane il rammarico per il vantaggio iniziale che poteva risultare decisivo. Il campionato è ancora lungo e bisogna credere ancora al sogno. La buona notizia che il secondo posto è ancora al sicuro.

LE INTERVISTE

CLICCA QUI PER ASCOLTARE LA CONFERENZA DI PARRAVICINI, ALLENATORE DELLA PRO SESTO

CLICCA QUI PER ASCOLTARE LA CONFERENZA DI CUSATIS, ALLENATORE DEL LEGNANO


Sprint e Sport lo trovi in tutte le edicole di Piemonte, Valle d’Aosta e Lombardia il lunedì mattina e sullo store digitale. Abbiamo attivato la sezione PREMIUM, un servizio riservato agli abbonati.

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli