18 Giugno 2021

Real Calepina-Breno Serie D: Duda-gol e i bergamaschi allontanano il fantasma play-out

Le più lette

Rg Ticino-Borgovercelli Eccellenza: Rognone-Meo rovinano la festa per la Serie D ai padroni di casa

Partita decisiva quella che si gioca in quel di Romentino, dove la "calda" sfida tra Rg Ticino e Borgovercelli...

Sassuolo-Ausonia Under 15: De Crescenzo ne fa due, Pascarella è da Oscar, colpaccio dei milanesi

Dilettanti a chi? Dopo la doppia vittoria di settimana scorsa dell'Alcione sull'Atalanta (Under 15 pari età e Under 14...

Monza-Pro Sesto B Under 12 Femminile: il cuore bianco-blu non basta, le ragazze di Silani regalano altre grandi perle

Il tiki-taka del Monza abbindola e colpisce anche la Pro Sesto di Matteo Terranova che alla fine si deve...

In un girone B dove in mezzo alla classifica c’è ancora molto da decidere, la vittoria di misura per 1-0 contro i rivali del Breno vale oro per i padroni di casa della Real Canepina. I bergamaschi con questo bottino pieno superano i granata della Val Camonica e si portano a 35 punti in classifica allontandano i fantasmi della zona playout. I Blancos di Telgate che, prima della vittoria di mercoledì contro il Nibbionnoggiono, avevano portato a casa solo 1 punto in 7 turni di campionato bissano il successo del turno infrasettimanale con un’altra vittoria per 1-0. Bresciani che invece subiscono nuovamente una sconfitta di misura dopo quella contro il Seregno capolista e iniziano a sentire il fiato sul collo di Ciserano e Ponte San Pietro con cui condividono i 34 punti in classifica.

Intensità. Il primo tempo allo Stadio Comunale “L. Libico” di Grumello del Monte, su un campo reso scivoloso dalla pioggia, è arcigno. Le squadre si schierano con uno speculare 4-3-1-2 e come da pronostico i granata del tecnico Tacchinardi cercano di prendere subito in mano le redini della partita e al 6′ vanno vicino al gol del vantaggio complice un errore sanguinoso del portiere telgatese. Ma col passare dei minuti, la Real trova sempre più la sua identità e proponendo gioco e arginando le sortite offensive avversarie, prova a ribaltare l’inerzia della partita. Al 20′ ottima incursione del terzino dei Blancos Belotti che serve un cross in mezzo, fatto preda facile del portiere granata. Al 34′ l’episodio che decide l’incontro: Giangaspero lavora con maestria un ottimo pallone in mezzo al campo, serve Lussignoli sulla destra che fa partire un cross in mezzo dove Duda si fa trovare pronto e insacca alla perfezione. Vantaggio che corona l’intensità mostrata dai bergamaschi dopo i primi minuti di pochezza. Il protagonista del finale di frazione è Giangaspero. Al 41′ è al centro dell’episodio più controverso della partita: l’attaccante si libera di Brancato e si lancia come ultimo uomo verso la porta bresciana, ma il direttore di gara fischia una dubbia carica dell’attaccante sul difensore. E ancora, al 42′ il sinistro al volo dell’attaccante della Real sulla palla in mezzo del solito Lussignoli si ferma sui guantoni di un attento Tota. Si va negli spogliatoi con un vantaggio di una lunghezza che sta stretto ai padroni di casa.

Mantenere il risultato. Si torna in campo e il canovaccio della gara ricalca quello della prima frazione: Breno arrembante in attacco e Real attenta. L’attacco dei bresciani è però sterile e, complice soprattutto la pochezza di un Libertazzi annullato egregiamente da Paris, non riesce a trovare la via del gol. I bergamaschi aspettano i varchi giusti per colpire, ma le palle migliori arrivano sui piedi di Bosio, subentrato al 28′ st ma decisamente non in giornata, che spreca due ottime occasioni al 35′ st e 41′ st. A contribuire a non rendere più pesante il parziale concorre la prestazione maiuscola di Brancato, il difensore “tuttofare” in maglia granata, che non sbaglia un intervento ed è molto propositivo anche in mezzo al campo. L’episodio che direziona la partita sui binari del definitivo 1-0 è l’espulsione al 44′ st per doppia ammonizione del subentrante Carminati che non lascia il segno in campo, ma lascia i suoi compagni in dieci uomini per i conclusivi 5 minuti di recupero.

IL TABELLINO

REAL CALEPINA-BRENO 1-0
RETI (1-0, 0-0 ): 34’ Duda (R)
REAL CALEPINA (4-3-1-2): Gherardi 6, Fini 6.5 (30’ st Messali sv), Duda 6.5 (19’ st Ungaro 6), Belotti 6.5, Paris 7, Piacentini 6.5, Lussignoli 6.5, Valois 6, Giangaspero 7 (15’ st Capelli 6), Chiossi 6, Gullit 5.5 (28’ st Bosio 5). A disp. Strippoli, Cerri, Locatelli, Torri, Poma. All. Carminati 6.5.
BRENO (4-3-1-2): Tota 6, Ndiour 6, Tagliani 5.5, Goglino 5.5, Lordkipanidze 6, Melchiori 5.5, Triglia 5, Mondini 5.5 (33’ st Tanghetti sv), Nolaschi 5 (1’ st Carminati 5), Brancato 6.5, Libertazzi 5 (15’ st Trovadini sv). A disp. Serio, Pelamatti, Baltrunas, Manzoni, Morandini, Faye. All. Tacchinardi 5.
ARBITRO: Toro di Catania 5.5.
ASSISTENTI: Giannetti di Firenze e Jordan di Firenze.
AMMONITI: 30’ Lordkipanidze (B), 39’ Nolaschi (B), 44’ Mondini (B), 41’ st Carminati (B), 47’ st Piacentini (R), 47’ st Brancato (B), 50’ st Ungaro (R).
ESPULSI: 44’ st Carminati (B).

esultanza_dudagol_realcalepina
L’esultanza di Duda per il gol segnato sull’ottimo inserimento al 34′

LE PAGELLE

REAL CALEPINA
Gherardi 6 Pronti via e rischia di combinare un pasticcio. Compensa l’errore in apertura con interventi sicuri durante la gara e facendo valere la sua stazza con prese alte importanti
Fini 6.5 Al 32′ compie un intervento che salva il risultato e spinge con efficacia sulla fascia dando cuore e polmoni. Sfinito viene sostituito. (30′ st Messali sv)
Duda 6.5 È suo l’inserimento perfetto che sigla il gol della vittoria. Voto non entusiastico perché oltre all’occasione da gol non si vede moltissimo.
19′ st Ungaro 6 Entra per dare peso davanti e ci riesce. Lotta tanto e si prende anche il giallo.
Belotti 6.5 Terzino di grandissima spinta. Al 20′ parte dai suoi piedi una delle azioni che risvegliano la squadra. Quando parte o lo si ferma con le cattive o non lo si ferma.
Paris 7 Monumentale. Annulla completamente il pericoloso Libertazzi e non è cosa da poco. Dalla sua parte non entra neanche uno spillo.
Piacentini 6.5 Col compagno di reparto forma una coppia difensiva di livello assoluto. Se il Breno non segna molto merito è loro.
Lussignoli 6.5 Che cross fa questo giocatore. Suo l’assist per il gol di Duda e sua la palla al bacio per Giangaspero dieci minuti più tardi. Sfrutta la specularità dei moduli per sfondare sull’esterno.
Valois 6 Prestazione sufficiente e di mestiere. Forse il meno brillante dei suoi, ma svolge il compito e corre per tutta la partita senza mollare mai.
Giangaspero 7 Giocatore di livello superiore. Sale in cattedra e insegna calcio. Suo il lancio illuminante che porta Lussignoli al gol. Giocate come piovessero e tanta qualità.
15’ st Capelli 6 Il suo ingresso tatticamente coincide con una maggior copertura dietro e effettivamente riesce nel compito.
Chiossi 6 Smista palloni in mezzo al campo. Si vede poco però, forse a causa del tipo di partita portato avanti dai bergamaschi.
Gullit 5.5 Il capitano si sbatte tanto, ma pesa nella valutazione il grave errore di testa al 43′ che impedisce il raddoppio telgatese.
28’ st Bosio 5 Nota negativa. Pur giocando solo una ventina di minuti, spreca tre occasioni ghiottissime. Da rivedere.
All. Carminati 6.5 Disegna una Real Calepino che fa la partita che deve fare. Trame offensive efficaci e attenzione in difesa. Porta a casa tre punti essenziali.

BRENO
Tota 6
Incolpevole sul gol di Duda, è poco chiamato in causa dalle offensive avversarie.
Ndiour 6 Buona partita del terzino. Spinta costante e buone diagonali difensive.
Tagliani 5.5
Si perde Duda in occasione del gol. Per il resto è un centrale attento e ordinato.
Goglino 5.5
L’argentino non si rende pericoloso davanti. Non riesce a sfondare col dribbling ed è un po’ fuori dalle trame granata.
Lordkipanidze 6
Gioca bene in mezzo al campo. Organizza bene le trame e strappa una sufficienza in una giornata difficile per gli ospiti.
Melchiori 5.5
Mezzo voto in meno del compagno di reparto a centrocampo perché davvero si vede poco.
Triglia 5
Entra in campo con il guizzo giusto, ma poi sparisce dai radar. Poteva dare di più e non lo ha fatto.
Mondini 5.5
Risucchiato dalla mediana avversaria, non riesce a trovare il modo di incidere sulla partita. (33’ st Tanghetti sv).
Nolaschi 5
Gioca una brutta partita, sbagliando molto. La sua partita dura solo una frazione.
1’ st Carminati 5
Entrato per cambiare l’inerzia, si rende protagonista negativo della gara. Espulsione per doppia ammonizione che priva di un uomo il forcing finale del Breno.
Brancato 6.5
Il migliore dei suoi per distacco. In difesa è ostacolo quasi insormontabile e anche quando smista palloni a centrocampo mostra il suo valore.
Libertazzi 5
I riflettori erano puntati su di lui. Da uno con il suo curriculum ci si aspetta qualcosa di diverso e invece viene eclissato da un Paris informissima. (15’ st Trovadini sv).
All. Tacchinardi 5
Se da un lato la sua squadra produce buone trame di gioco, dall’altro non riesce a essere concreta. Dovrebbe dare più carica ai suoi che invece nel secondo tempo non scendono in campo con la giusta cattiveria.

ARBITRO
Toro di Catania 5.5 Giusti i tanti cartellini gialli e anche l’espulsione di Carminati. Resta il dubbio per quel fallo in attacco fischiato a Giangaspero che sembra non esserci.


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli