12 Giugno 2021

Real Calepina-Brusaporto Serie D: le reti Giangaspero e Valois ribaltano il gol di Sokhna

Le più lette

LG Trino-Borgaro: la lavagna tattica di Rosario Ligato

LG Trino e Borgaro si affrontano in queste ultime giornate di Eccellenza, le due formazioni onorano il campionato disputando...

Il giovane di Eccellenza A: Gabriele Aseglio Gianinet, debutto vincente con il brivido

Quando ormai il campionato sta vivendo le sue fasi conclusive, c’è ancora spazio per qualche esordiente che vuole prendersi...

Arconatese-Imperia Serie D: bella vittoria casalinga per l’Arconatese che batte per 3-1 l’Imperia

Trentacinquesima giornata di Serie D del Girone A che inizia con entrambe le squadre a segno dopo appena venti...

La Real Calepina vince in rimonta 2-1 contro il Brusaporto, grazie alle marcature di Giangaspero e di Valois ed al salvataggio miracoloso di Capelli sul tiro da centrocampo di Alvitrez, e raccoglie tre punti fondamentali per la salvezza. La squadra guidata dal tecnico Carminati adesso è artefice del proprio destino, essendo uscita dalla zona play-out, con un punto di vantaggio sul Ponte San Pietro, a quattro giornate dalla fine del campionato. Per il Brusaporto si tratta di una sconfitta pesante, in quanto la formazione bergamasca adesso scivola a -7 dalla quota play-off occupata dal Crema. Per i ragazzi di Carobbio non è ancora detta l’ultima parola e con una partita di recuperare possono sperare di raggiungere il treno dei play-off se offriranno prestazioni simili a quella di oggi, che non ha fruttato punti ma ha messo in mostra le qualità di diversi giocatori.

 

Alta tensione. La posta in palio è altissima per entrambe le formazioni, che iniziano il match a viso aperto cercando subito la via del gol. Il risultato è una partita molto dinamica e con poche lotte a centrocampo, preferendo i lanci lunghi verso gli attaccanti o le iniziative personali. Il Brusaporto inizia meglio la gara, grazie all’ottima gestione del pallone di Sokhna che permette ai suoi di alzare il baricentro. I padroni di casa si affidano all’esperienza di Giangaspero che però si ritrova spesso isolato in avanti e circondato dalle maglie gialle degli ospiti che lo fermano agevolmente. La prima vera occasione del match arriva al 19′, con la prima azione manovrata della Real Calepina, che, grazie ad un fraseggio al limite dell’area da sinistra a destra, trova tutto solo Fini in area di rigore, ma il terzino spreca tirando addosso a Gavezzeni. Il Brusaporto allarmata dall’occasione dei padroni di casa si riversano nuovamente sulla trequarti ospite e al 27′ riescono a trovare il gol del vantaggio: Galelli riceve palla sulla destra, salta due uomini e passa il pallone al centro per Sokhna che, tutto solo in area deve solo appoggiare in porta la palla che vale il vantaggio. Neanche il tempo di festeggiare e i padroni di casa trovano lo spunto per pareggiare due minuti dopo: al 29′ Lussignoli sulla fascia sinistra salta Beduschi, crossa al centro e il colpo di testa di Giangaspero non è potente ma assume una traiettoria beffarda che supera Gavezzeni sulla sua sinistra e si infila in rete. Il ritmo è altissimo e la partita vive di continui di cambi di fronte. Al 32′ Sokhna (il migliore dei suoi) in azione personale trova la conlusione dal limite dell’area che trova l’esterno della rete. Sull’azione successiva i la formazione di casa trova, sempre sulla destra, un’ottima iniziativa di Fini che passa la palla per Giangaspero che, liberatosi ottimamente in area, tira un rigore in movimento miracolosamente deviato all’ultimo momento da Rodolfi che mette la palla in calcio d’angolo.

 

Capelli e Valois decisivi. Nel secondo tempo, il Brusaporto, che ha tutto sommato giocato meglio la prima frazione, torna in campo per far valere il miglior piazzamento in classifica e attacca con molta aggressività i padroni di casa. Al 2′ arriva la prima occasione con Seck che sulla fascia destra salta Paris ed effettua in cross basso che Galelli e Sokhna non riescono a ribadire in rete. Al 12′ arriva l’episodio che sposta gli equilibri della partita: un lancio apparentemente innocuo di Seck viene mal interpretato da Gherardi, che si spinge sino alla propria trequarti per spazzare pallone, che calciato in maniera approssimativa viene raccolto da Alvitrez, che non ci pensa due volte e calcia verso la porta sguarnita. La palla sembra diretta verso il fondo della rete ma Capelli, che correva disperato verso la porta con un balzo riesce a toccare la sfera quel tanto che basta per spedirla sulla traversa ed evitare il vantaggio ospite. Gli ospiti hanno altre due occasioni con un tiro cross di Alvitrez deviato in angolo da Gherardi al 14′ e con un tiro centrale di Seck al 21′. Nel momento migliore della formazione ospite arriva il gol che completa la rimonta della Real Calepina: al 31′ Giangaspero riceve palla sulla destra, salta Rodolfi e mette la palla in mezzo, lisciata inizialmente da Bosio ma colpita in seconda battuta da Valois che, dal limite dell’area infila Gavezzeni sul secondo palo con un bellissimo tiro di prima. Il gol della formazione di casa taglia le gambe al Brusaporto che prova a trovare il gol del pareggio negli ultimi da situazione di palla inattiva ma la retroguardia di casa si chiude bene e non concede occasioni da gol. Dopo quattro minuti di recupero l’arbitro Selvatici di Rovigo sancisce la fine del match che vede la Real Calepina compiere un passo importante verso la salvezza.

 

IL TABELLINO

REAL CALEPINA-BRUSAPORTO 1-2
RETI: 27′ Sokhna (B), 29′ Giangaspero (R), 31′ st Valois (R)
REAL CALEPINA (3-5-2): Gherardi 5.5, Fini 6, Duda 6, Belotti 6, Paris 6.5, Capelli 7 (17′ st Piacentini 6.5), Lussignol 6.5, Valois 7 (37′ st Torri sv), Giangaspero 7, Chiossi 5, Ungaro 5.5 (7’st Bosio 5.5). A disp. Rossi, Cerri, Locatelli, Messali, Girasole, Torri, Colonetti. All. Carminati 6.5.
BRUSAPORTO (4-3-1-2): Gavazzeni 6, Seck 6.5, Consonni 6, Rodolfi 5, Beduschi 5.5, Ondei 5.5, Maspero 6 (33′ st Suardi sv), Alvitrez 6.5 (23′ st Tomasi 5.5), Sokhna 7, Galelli 6.5, Iori 5 (23’st Vitali 5.5). A disp. Asnaghi, Iovine, Allegrini, Rondi, Grandi, Franchini. All. Carobbio 5.5.
ARBITRO: Selvatici di Rovigo 6.
ASSISTENTI: Almanza di Latina e Gibin di Chioggia.
AMMONITI: Alvitrez (B), Capelli (R), Valois (R), Tomasi (B), Suardi (R), Bosio (R).

LE PAGELLE

REAL CALEPINA
Gherardi 5.5 Para agevolmente i tiri scagliati dagli attaccanti del Brusaporto ma rischia di rovinare la partita dei suoi in occasione della palla regalata ad Alvitrez salvata da Capelli.
Fini 6 Partita diligente per il laterale destro che sfiora il gol nel primo tempo. Ne secondo tempo contribuisce a mantenere il vantaggio.
Duda 6 Gioca un buon primo tempo sulla mediana e i suoi passaggi sono precisi. Nel secondo tempo si vede meno ma si sacrifica negli ultimi minuti in difesa.
Belotti 6 Nel primo tempo soffre tantissimo le iniziative di Sokhna e va in affanno. Nel secondo tempo prende le misure alla punta avversaria e la annulla.
Paris 6.5 Soffre inizialmente anche lui Sokhna ma nel secondo tempo ogni traiettoria aerea è sua, dando ai suoi la vittoria.
Capelli 7  Il suo salvataggio miracoloso su Alvitrez è l’ago della bilancia di questa partita. Se la palla fosse entrata quasi sicuramente la Real non avrebbe portato a casa i tre punti.
17′ st Piacentini 6.5 Entra molto bene e prende molti falli a centrocampo che permettono alla squadra di rifiatare.
Lussignoli 6.5 Inizia timidamente la partita ma col passare dei minuti prende fiducia. Le sue iniziative a sinistra creano molti grattacapi alla difesa avversaria.
Valois 7 Molto propositivo durante tutta la partita. Corona la sua prestazione con il gol della vittoria. (37′ st Torri sv).
Giangaspero 7 Il leader caratteriale e tecnico dei suoi. Trova un gol di testa difficilissimo e serve l’assist a Valois dopo una bella azione personale. Lotta contro tutta la difesa senza mai tirarsi indietro.
Chiossi 5 Il numero dieci incide poco nella vittoria dei suoi. Non trova mai la conclusione in porta e viene schermato dalla difesa.
Ungaro 5.5 Non era al top, offre dinamismo e velocità ma non si rende protagonista di giocate degne di nota.
7′ st Bosio 5.5  Il centravanti di peso non si rende pericoloso nel secondo tempo e non fa salire la squadra nella fase calda del secondo tempo.
All. Carminati 6.5 Porta a casa tre punti, la cosa più importante. I cambi effettuati non portano gli effetti sperati, ma la squadra regge bene.

 

BRUSAPORTO
Gavezzeni 6 Incolpevole sui gol subiti, non commette sbavature.
Seck 6.5 Il laterale destro sgroppa sulla fascia destra per tutta la partita. Crea qualche buona occasione ma i compagni non ribadiscono in porta i suoi assist.
Consonni 6 Il mediano classe 2003, inizia la partita soffrendo la fisicità del centrocampo di casa. Alza il livello del suo gioco nel secondo tempo, ma i compagni non accompagnano le sue iniziative.
Rodolfi 5 Il centrale difensivo bergamasco si fa saltare troppo facilmente da Giangaspero, spianando la strada al gol del 2-1.
Beduschi 5.5 Il centrale ferma bene Giangaspero in più occasioni nel primo tempo. Non scala bene in occasione del 2-1 e lascia libero Valois.
Ondei 5.5 Viene penalizzato dagli errori dei compagni di reparto e non compie interventi degni di nota.
Maspero 6 Molto attivo nel primo tempo. Le sue leve lunghe gli permettono di vincere molti contrasti. Nel secondo tempo cala fisicamente e viene sostituito. (33′ st Suardi sv).
Alvitrez 6.5 Il suo livello tecnico gli permette di governare la trequarti nel primo tempo. Nel secondo tempo Capelli gli nega la gioia di un gol da cineteca.
23′ st Tomasi 5.5 Non dà qualità al gioco dei suoi. Si fa notare solo in occasione dell’ammonizione.
Sokhna 7 Il giovane attaccante classe 2000 fa ammattire la difesa avversaria nel primo tempo e trova il gol del vantaggio. Cala fisicamente nella ripresa.
Galelli 6.5 Il gol del vantaggio è opera sua, grazie alla sua giocata sulla fascia destra. Nel primo tempo ha dei buoni spunti. Nel secondo tempo si vede meno.
Iori 5 Il partner d’attacco di Sokhna non entra mai nel vivo del gioco e costringe Carobbio a sostituirlo nella ripresa.
23′ st Vitali 5.5 Non entra in partita, cerca di prendere posizione in area sui calci d’angolo ma la difesa lo contrasta facilmente.
All. Carobbio 5.5 Era una partita fondamentale per la corsa ai play-off e questa sconfitta compromette il cammino dei suoi. I cambi si sono rivelati inefficaci e non hanno portato soluzioni offensive negli ultimi minuti.

 

ARBITRO
Selvatici di Rovigo 6
Fischia troppo in certe occasioni e spezza il ritmo della gara nella seconda frazione. Gestione dei cartellini ottimale. Non si è trattato di un compito proibitivo per il direttore di gara che ha arbitrato due squadre molto corrette dal punto di vista comportamentale.


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli