14 Aprile 2021

Real Calepina – Virtus Ciserano Bergamo Serie D: i ragazzi di Carminati ritrovano la vittoria grazie a un regalo di Nassi e Colleoni

Le più lette

Pro Vercelli-Lecco Primavera 3: Nuzzo illude in apertura, poi la rimonta piemontese con Jukaj, Di Chio e Formia

La Pro Vercelli si riscatta dalle ultime due prestazioni opache, entrambe concluse con una sconfitta, rimonta ed effettua il...

Taino Under 14, Salbego: «Educazione e rispetto alla base di tutto. Stagione difficile da commentare»

«Una squadra particolare, con pochi elementi, ma tanta voglia di lavorare» così Alessandro Salbego ha definito il gruppo del...

Albese-Chisola Eccellenza: Bellino risponde a Begolo, esordio amaro per Perlo

Sgambetto. Il Chisola ferma l'Albese sul risultato di 1-1 al Michele Coppino di Alba. Una partita giocata su buoni...

Allo stadio comunale Luciano Libico la Real Calepina si aggiudica il derby con la Virtus Ciserano Bergamo. I padroni di casa riescono così a rifarsi dopo il pari nel turno infrasettimanale contro lo Sporting Franciacorta. Tre punti che servono come il pane per interrompere la striscia di gare senza vittorie, caratterizzata soltanto da tre pareggi maturati nelle ultime 6 partite giocate, e per ritrovare quella condizione mentale persa con l’inizio del 2021. Da sottolineare la presenza del neo arrivato Bosio, partito dalla panchina e subentrato a Okyere intorno al 20′ della ripresa. Per quanto riguarda i titolari, invece, Carminati propone il collaudato 3-5-2, ma gli interpreti rispetto all’ultima gara cambiano e non poco. In mezzo alla difesa cambiano i colleghi di reparto di Paris, con Belotti e Capelli che prendono il posto rispettivamente di Cerri e Piacentini. A centrocampo cambiano gli esterni: fuori Messali, dentro Valois, mentre Belotti, arretrato in difesa, lascia il posto a Fini. In avanti trova spazio Okyere dopo la prova incolore di Colonetti, uscito al 1′ della ripresa nel turno infrasettimanale. Dall’altro lato la Virtus Ciserano Bergamo, dopo il pareggio contro il Caravaggio, riacciuffato due volte nonostante l’inferiorità numerica dovuta all’espulsione di Capitanio, si presenta con un cambio modulo passando al 4-3-1-2 con Careccia dietro le punte per trovare gli spazi tra le linee nemiche e rifornire i compagni di reparto.
La gara si sbocca subito al 6′ quando un traversone dalla sinistra totalmente innocuo coglie impreparato Colleoni. Il suo intervento sembra sicuro, ma il pallone gli scivola e carambola sul corpo di Nessi che, senza colpa, realizza l’autorete e porta in vantaggio la Real Calepina. Al 14′ gli ospiti provano a rispondere con un cross dalla destra che trova Spini, bravo a impattare di testa il pallone, ma Gherardi è altrettanto bravo a mettere in angolo. Al 19′ l’incomprensione in mezzo al campo tra Valois e Chiossi favorisce il recupero del pallone di Spini che è bravo a defilarsi, rientrare e tirare da fuori area; la sfera è diretta in porta, ma Gherardi si fa trovare pronto e respinge. Al 21′ sull’asse Fini e Okyere i padroni di casa vanno vicini al raddoppio con Giangaspero: Fini mette in mezzo un pallone rasoterra, Okyere stoppa la sfera con qualche difficoltà ma riesce a trovare la sponda per Giangaspero che in area di rigore prova a trovare l’angolino basso alla sinistra di Colleoni, ma il pallone accarezza il palo. La Real Calepina con questo giro palla da sinistra a destra mette in difficoltà gli uomini di Del Prato. Al 23′ errore in uscita tra Paris e Valois, Spini è sempre nei pressi e prova ancora il tiro da fuori, ma Gherardi risponde ancora presente mettendo sopra la traversa. Le due squadre giocano a viso aperto con continui cambi di fronte, ma il risultato non cambia e la prima frazione di gioco si chiude con i padroni di casa in vantaggio.
Al ritorno sul campo le due squadre non effettuano cambi. Al 7′ della ripresa Giangaspero su calcio di punizione da destra impatta nuovamente di testa e va vicino al pari, ma Gherardi con un colpo di reni si salva mettendo in corner. Un minuto più tardi Del Prato aumenta il peso offensivo della squadra facendo entrare Confalonieri che prende il posto di Chiapparin, bomber di Eccellenza che in questa stagione sta trovando continuità anche in Serie D, dove ha già realizzato 4 reti. Dall’altro lato, invece, fa il suo debutto Bosio che sostituisce Okyere. Aumenta così il peso offensivo della squadra, mente il campo diventa sempre più pesante a causa della pioggia e la pressione della Virtus Ciserano si fa più aggressiva. Al 21′ occasione clamorosa per il raddoppio della Real Calepina con Lussignoli che sfrutta l’errore in disimpegno della difesa ospite, ma a tu per tu con Colleoni calcia debolmente e colpisce il palo. Al 30′ Ambrosini, appena entrato, apre la fascia a Moioli che entra in area di rigore, Esposito lo lascia scappare non potendo intervenire, ma il pallone carambola sulla difesa avversaria e finisce in angolo. Nel finale gli ospiti tentano il tutto per tutto, ma i ragazzi di Carminati sono bravi a difendere il vantaggio fino al triplice fischio. Arriva così un successo importantissimo per la Real Calepina che finalmente interrompe la striscia di gare senza vittorie, ritrova i tre punti e forse la serenità mentale per riprovare a risalire la china della classifica.

IL TABELLINO

REAL CALEPINA  1
VIRTUS CISERANO BERGAMO 0
RETE:
6′ aut. Nessi (V).
REAL CALEPINA (3-5-2):
Gherardi 6.5, Belotti 6, Paris 6.5, Capelli 6.5, Valois 6, Chiossi 5.5 (7′ st Manenti 5.5), Esposito 7, Lussignoli 5.5 (40′ st Cerri sv), Fini 6, Okyere 6 (19′ st Bosio 6.5), Giangaspero 6.5 (30′ st Girasole sv). A disp. Rossi, Messali, Piacentini, Locatell, Colonetti. All. Carminati 6.5.
VIRTUS CIERANO BERGAMO (4-3-1-2): Colleoni 5, Moioli 7 (31′ st Fanzaga), Pellegrini 6, Ricozzi 6.5 (39′ st Jaouhari sv),Bonfanti 6.5, Nessi 5.5, Chiapparin 6 (8′ st Confalonieri 6), Muchetti 6.5, Careccia 5.5 (31′ st Suagher), Spini 7, Haoufadi 5.5 (24′ st Ambrosini 6). A disp. Fenili, Del Carro, Nessi, Galdoune. All. Del Prato 6.
ARBITRO: Gandino di Alessandria 5 Nella ripresa il gioco si fa più aggressivo anche a causa della pioggia e qualche cartellino giallo poteva essere sventolato. Non vede un chiaro tocco di mano nell’area della Real Calepina.
AMMONITI: Okyere (R), Nessi (V), Mucchetti (V), Chiossi (R), Capelli (R), Valois (R).

LE PAGELLE

REAL CALEPINA
Gherardi 6.5
Dalla distanza Spini ingaggia un duello fino a quando rimane in campo. Bravo a rispondere sempre presente.
Belotti 6 Voglia e grinta sono una costante, anche dietro in difesa fornisce una prestazione di sostanza.
Paris 7
Nella prima frazione di gioco non ha particolari problemi a guidare il reparto, ma è nella ripresa che si erge a colonna in quello che è stato un arrembaggio costante.
Capelli 6.5
Nell’assalto finale si fa trovare ovunque.
Valois 6
Spinge i primi 45 minuti, nella ripresa non si vede troppo in avanti ma dà un contributo importante alla fase difensiva.
Chiossi 7
In mezzo al campo regala respiro alla manovra con tanta qualità, quando il campo diventa pesante diventa guerriero.
Esposito 7
Interdizione costante, giro palla veloce e tanta intelligenza tattica. Lui e Chiossi danno protezione costante alla difesa.
Lussignoli 5.5
Lavoro sporco, ha sulla coscienza la palla che avrebbe chiuso la gara, ma si fa ipnotizzare da Colleoni.
Fini 6
Sulla fascia è ordinato, ma sale fin troppo poco.
Okyere 6
In avanti lotta e gioca spalle alla porta, è bravo a scappare al primo uomo in marcatura ma poi manca di precisione.
Giangaspero 6.5 Ci prova più volte di testa e da fuori, sfortunato.
All. Carminati 6.5 La squadra è cinica e sa quando soffrire. Potrebbe essere la gara della svolta.

VIRTUS CISERANO BERGAMO
Colleoni 5 L’unico errore che commette il reparto difensivo è la sua presa goffa. Ci prova a riscattarsi ma non può essere sufficiente.
Moioli 7 Ordinato dietro, sempre presente quando c’è da mettere una pezza e spina costante sulla fascia destra.
Pellegrini 6 Attento e composto, non commette particolari errori difensivi.
Ricozzi 7 Prosegue il momento positivo. Nel turno infrasettimanale trova la rete, oggi no, ma la prestazione è di sostanza e qualità.
Bonfanti 6.5 Uno dei più propositivi, suona la carica finale.
Nessi 5.5 Non ha particolari colpe sulla rete, ma la prestazione è timida e nella ripresa rischia con un retropassaggio.
Chiapparin 6 Tampona dove può e ci mette intensità.
Careccia 5.5 Ruolo delicato sulla trequarti, in fase offensiva è spento e in quella di non possesso Esposito ha vita facile.
Muchetti 6.5 Dietro dà solidità, il reparto non commette nemmeno troppe sbavature. 
Spini 7
Nel secondo tempo si fa vedere di più in avanti, delizia con una roulette in mezzo al campo tra due uomini e si procura più di un giallo.
Haoufadi 5.5 Poco incisivo, si defila troppo sulla fascia pur ricoprendo il ruolo di seconda punta.
All. Del Prato 6 La squadra non paga errori di reparto e in campo se la gioca a viso aperto. I cambi in avanti danno quel peso al reparto offensivo che permette un arrembaggio finale costante.


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli

nativery.com, 601bdb002ee3c4075ca20115, DIRECT appnexus.com, 11707, RESELLER, f5ab79cb980f11d1 google.com, pub-4529259506427490, DIRECT, f08c47fec0942fa0