18 Giugno 2021

Scanzorosciate-Sona Serie D: Marchesini chiude la partita e Damini vede la salvezza, debutto casalingo amaro per Cefis

Le più lette

Inter-Bologna Primavera 1: Satriano sblocca il punteggio, Oristanio si inventa il raddoppio

L’Inter vince e torna in testa alla classifica grazie ai gol di Satriano nel primo tempo e di Oristanio...

Football Leon, giornata ricca di calcio a Zingonia: i 2012 incontrano i Primi Calci dell’Atalanta

A Zingonia va in scena un vero e proprio spettacolo i cui protagonisti sono gli atleti della Football Leon...

PDHAE-Borgosesia Serie D: Filip-Varvelli, una rimonta che significa Playoff

Una rimonta pazzesca quella siglata dai ragazzi del tecnico Roberto Cretaz, che sotto di un gol non demordono e...

La squadra di Damini, sempre in rimonta, conquista una vittoria importantissima sul campo dello Scanzorosciate, ormai quasi condannata alla retrocessione. Il gol del definitivo 3-2 siglato da Marchesini, a dieci minuti dal termine, regala tre punti d’oro al Sona che ora sogna la salvezza senza passare dai playout. Alla vigilia la partita rappresenta una sorta di dentro o fuori per lo Scanzorosciate che, da fanalino di coda del girone, non può che aggrapparsi a queste ultime giornate per sperare di raggiungere la zona playout. Il nuovo tecnico giallorosso Cefis debutta nella sua prima gara tra le mura casalinghe, dopo le dimissioni di qualche settimana fa di Valenti che ha concluso la sua esperienza con lo Scanzorosciate dopo sette anni coronati con la promozione in Serie D. L’ultima vittoria dei padroni di casa risale a metà febbraio quando i giallorossi disputano la loro migliore gara dell’anno contro l’attuale capolista e probabile vincitrice, il Seregno. Dall’altra parte il Sona è motivato a conquistare punti per uscire dalle zone calde della parte bassa della classifica e un successo rappresenterebbe una trampolino di lancio verso la salvezza. Il tecnico dei rossoblù deve rinunciare a uno dei suoi giocatori migliori, l’attaccante Rasic, che ultimamente stava trovando la via della rete con una certa continuità.

 

A Cariello risponde Gerevini. Nel corso della prima frazione il Sona prova a fare la partita, gestendo tecnicamente bene il possesso palla ma faticando a trovare la verticalizzazione giusta. Dall’altra parte lo Scanzorosciate è paziente e aspetta la prima mossa degli avversari, che si rendono pericolosi solo da calcio d’angolo. Il primo squillo del match arriva al 21’ e coincide con il vantaggio dei padroni di casa grazie alla rete di Cariello, che con il destro sorprende sul primo palo Dal Bosco. Il Sona però non si scompone e torna a giocare come se non fosse successo nulla, cominciando a guadagnare terreno come nei precedenti venti minuti, ma l’occasione più ghiotta è ancora per lo Scanzorosciate, ancora con Cariello che stavolta, con il suo piede preferito, il mancino, trova l’ottima risposta dell’estremo difensore avversario. La squadra di Damini reagisce al 38’ con un tiro dal limite dell’area di Rossi che colpisce la traversa, sulla respinta, al volo, si coordina Gerevini che trova il gol del pareggio. La prima frazione va in archivio sul punteggio di 1-1 ma con una partita gestite e controllata dagli ospiti, con dei lampi improvvisi dei giallorossi che, cinici, erano riusciti a trovare il momentaneo vantaggio.

 

Illude Aranotu. Nel secondo tempo la partita sale di livello e i ritmi aumentano. Lo Scanzorosciate sembra essere entrato in campo con un piglio diverso, prova a gestire il possesso del pallone, aspetto per nulla considerato nei primi 45’. I padroni di casa confermano di aver invertito il trend trovando nuovamente la rete del vantaggio, all’11’ grazie alla rete di Aranotu, il quale approfitta di un’indecisione della retroguardia rossoblù per involarsi a rete e trafiggere Dal Bosco. Come accaduto nel primo tempo però, il vantaggio dei padroni di casa non dura a lungo perché, dagli sviluppi dell’ennesimo corner battuto da Boccalari, Dal Cortivo salta più in alto di tutti e incorna il pallone spingendolo alle spalle di Berardelli. Il Sona non molla la presa e spinge per trovare il gol del vantaggio provandoci con Marchesini che in un primo momento trova il portiere reattivo a negargli la gioia, ma una decina di minuti più tardi invece, sempre tramite un’azione solitaria, riesce a segnare con una grande conclusione la rete del definitivo 3-2. Lo Scanzorosciate prova con le poche energie rimaste a calciare qualche pallone dentro l’area di rigore avversaria tentando di non incorrere nell’ennesima sconfitta, ma non riesce ad impegnare seriamente la retroguardia rossoblù. Il Sona vede la luce in fondo al tunnel e conquista tre punti straordinari, sofferti ma meritati per quanto prodotto sul campo dell’ultima della classe che, a meno di miracoli improvvisi, è praticamente condannata al peggio.

IL TABELLINO

SCANZOROSCIATE-SONA 2-3
RETI (1-1, 2-3): 21’ Cariello (Sc), 38’ Gerevini (So), 11’ st Aranotu (Sc), 15’ st Dal Cortivo (So), 35’ st Marchesini (So).
SCANZOROSCIATE (4-3-3): Berardelli 6, Cazzago 5, Bianchi 5 (24’ st Stefanoni 6), Baggi 6, Gambarini 5.5, Rota 5.5, Aranotu 6.5, Zambelli 6.5, Paghera 5, Cariello 7 (38’ st Travellini sv) , Di Lauri 6 (24’ st Corno 6). A disp. Romeda, Malvestiti, Mangili, Comelli, Lizzola, Binetti. All. Cefis 6.
SONA (4-3-1-2): Dal Bosco 6.5, Maicon 6.5, Gecchele 6.5, Montresor 6, Boccalari 7, Dal Cortivo 7, Marchesini 7 (38’ st Frinzi sv), Vaudagna 6.5, Torri 6.5 (37’ st Valbusa sv), Rossi 6 (31’ st Numerato sv), Gerevini 7. A disp. Carletti, Belem, Multari, Zanette, Caldeo, Bentivoglio. All. Damini 7.
ARBITRO: Romei di Isernia 7.
ASSISTENTI: Schirinzi di Casarano e Mallimaci di Reggio Calabria.
AMMONITI: Di Lauri, Aranotu (SC), Rossi, Numerato (SO).

LE PAGELLE

SCANZOROSCIATE
Berardelli 6 Incerto sull’uscita del gol del 2-2 ospite, in altre occasioni però è bravo a respingere con decisione le conclusioni degli attaccanti rossoblù.
Cazzago 5 Non entra mai in partita e le poche volte che scende sulla fascia effettua dei cross sbagliati e imprecisi.
Bianchi 5 Le fasce per i giallorossi hanno rappresentato uno dei punti deboli. Soffre le scorribande di Maicon&Co. riuscendo a limitare solo parzialmente gli attacchi del Sona. 24’st Stefanoni 6 Entra con il piglio giusto nel match con una conclusione che genera un’importante occasione per la squadra, sprecata da Aranotu.
Baggi 6 Cerca di dare respiro alla manovra di gioco della squadra smistando palloni intelligenti da una parte all’altra del campo.
Gambarini 5.5 Tiene molto bene le redini della difesa per una frazione, poi cade nei tranelli dei contropiedi avversari lasciando spazio per colpire.
Rota 5.5 Insieme ai compagni di reparto soffre molto le ripartenze ospiti nella ripresa, ma l’atteggiamento dimostrato nei primi 45’ è molto solido.
Aranotu 6.5 Una prima frazione sottotono per il fantasista californiano che nella ripresa concretizza il gol del vantaggio ma ne sbaglia un altro enorme che sarebbe valso il 3-2.
Zambelli 6.5 Uno dei più positivi della squadra di Cefis, gioca sempre a uno o due tocchi per velocizzare la manovra e soprattutto nella prima frazione riconquista una quantità di palloni importanti. Cala nella ripresa.
Paghera 5 Praticamente non si vede mai, nascosto tra le maglie dei due centrali difensivi del Sona. Non riesce mai a liberarsi e non fa registrare nemmeno una conclusione verso lo specchio della porta.
Cariello 7 È il migliore dei giallorossi, apre le danze con una rete segnata col suo piede debole e pochi minuti più tardi, con quello più forte, sfiora la doppietta. Vivace e intraprendente, scende di ritmo nel secondo tempo. (39’st Travellini sv)
Di Lauri 6 Sufficiente l’apporto dato al centrocampo con qualche inserimento per accompagnare l’azione e garantire un uomo in più in fase offensiva.
25’st Corno 6 Entra per dare sostegno alla squadra alla ricerca del successo ma tocca pochi palloni utili.
All. Cefis 6 Esordio in casa piuttosto amaro, ma la squadra ritrova il gol dopo 400 minuti di astinenza.

 

SONA
Dal Bosco 6.5 Compie un autentico miracolo su Aranotu nella ripresa, ma ha più di qualche responsabilità sul vantaggio iniziale dei padroni di casa essendosi fatto sorprendere sul suo palo.
Maicon 6.5 Il fenomeno brasiliano è sinonimo di sicurezza e affidabilità. Tecnicamente non sbaglia nulla, ma in fase offensiva ci si aspetta sempre una giocata di livello che quest’oggi non offre.
Gecchele 6.5 Incomprensione difensiva e regalo a Cariello sul gol dell’1-0, ma nel corso del match acquista sicurezza e conferisce al reparto difensivo estrema solidità.
Dal Cortivo 7 Fin dai primi minuti è intraprendente e si lancia spesso in avanti per creare superiorità numerica e scompiglio nella formazione avversaria. L’ingenuità che costa il 2-1 giallorosso è rimediata dal gol superbo, di testa, realizzato al quarto d’ora della ripresa.
Montresor 6 Non si mette in luce con giocate estrose o con galoppate poderose sulla fascia, si limita a mantenere la posizione difendendo ordinatamente.
Boccalari 7 Ha sempre l’idea di passaggio corretta, batte sapientemente tutti i calci piazzati e aumenta il baricentro della squadra quando ce n’è bisogno. È una risorsa indispensabile per la squadra.
Marchesini 7 Nella prima frazione non si mette in mostra e rimane piuttosto in ombra, ma nella ripresa si prende la scena con due azioni importanti, nella seconda arriva il gol della vittoria. (38’ st Frinzi sv)
Vaudagna 6.5 Preziosa pedina in mezzo al campo, utile nelle due fasi e sempre pronto a lottare su ogni pallone. Cerca spesso la giocata d’alta classe, ma la sua fisicità è l’arma vincente.
Torri 6.5 Veramente inesauribile, corre dal primo all’ultimo minuto pressando ogni singolo avversario e interrompendo l’inizio della manovra avversaria. Insieme a Vaudagna formano due mezzali perfette a sostegno della qualità offensiva. (37’ st Numerato sv)
Rossi 6 Forse la nota meno lieta della prestazione complessiva della squadra dovuta forse a una posizione di campo non congeniale alle sue caratteristiche. Da un suo errore di passaggio nasce il gol del 2-1 dello Scanzorosciate e il suo apporto in fase offensiva è decisivo in maniera indiretta, quando colpisce la traversa da cui poi nasce il pareggio nel primo tempo. (31’ st Valbusa sv)
Gerevini 7 Un gol di pregevole fattura e tanti movimenti per creare confusione tra le maglie della difesa avversaria. Creativo, efficace e determinante, una performance importante che lancia la squadra verso la salvezza.
All. Damini 7 Imposta la partita sul possesso e il dominio del gioco, pesa l’assenza di un vero centravanti ma trova comunque la soluzione per conquistare tre punti.

ARBITRO
Romei di Isernia 7
Una gara corretta, condotta in maniera pressoché impeccabile.


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli