28 Ottobre 2020 - 10:14:56
sprint-logo

Serie D, Breno e Tritium fuori al primo turno di Coppa Italia, ma a testa alta

Le più lette

Cigliano – San Nazzaro Sesia Prima Categoria: Farjaoui stappa la gara, poi Bagnis blinda il successo dei giallorossi

Ottimo match interno del Cigliano, che non gioca benissimo nel primo tempo ma riesce ad aggiungere al vantaggio di...

Lecco-Alessandria Primavera 3: esordio da sogno per il Lecco, decisivo Malinverno

Comincia con un indiscutibile trionfo per 3-1 la prima partita stagionale del Lecco, impegnato con l’Alessandria nel proprio debutto...

Sg. Chieri – Castellazzo: Lanza straordinario, Castellazzo sconfitto

Il Sg. Chieri continua la propria striscia positiva in campionato grazie alla vittoria per 2-0 ottenuta nel match casalingo...

Le due compagini lombarde impegnate nella Coppa Italia Coca Cola, Tritium e Breno, salutano al primo turno la competizione. Entrambe le formazioni si sono comportate bene mettendo in difficoltà le rispettive avversarie, ma ciò non è bastato per superare, rispettivamente, Juve Stabia e Padova.

La formazione di Pelati inizia nel migliore dei modi la partita con un 3-5-2 molto attivo e che non permette alla Juve Stabia di controllare la partita visto che il pallone e sempre nei piedi dei biancazzurri. Sul finire della prima frazione, però, ecco l’episodio che sblocca la gara: l’autogol di Aldè che beffa Miori. Nella ripresa l’estremo difensore della Tritium mantiene i suoi in partita con due ottimi interventi, prima su Golfo e poi su Della Pietra. Al 68′ Personè raccoglie palla dopo un grave errore di Codromaz, ma la conclusione dell’attaccante dei bergamaschi si stampa sula traversa. È il preludio alla rete del pareggio, che arriva al 36′ con Marzeglia, bravo a insaccare un bel cross di Caferri. Passano 5 minuti è i campani si portano di nuovo in vantaggio grazie al grandissimo tiro dalla distanza di Mastalli. Il ragazzo di scuola Milan permette alla Juve Stabia di accedere al prossimo turno, ma onore alla Tritium, rimasta in partita per tutta la durata della gara.

Risultato più tondo, 2-0, quello subito dal Breno a Padova, ma la sostanza non cambia. Al 13′ i padroni di casa passano subito in vantaggio con Santini che approfitta di un batti e ribatti in area granata e ribadisce in rete un pallone vagante. Breno bravo a non disunirsi nel 3-5-2 sclelto da Tacchinardi e a mantenere la gara in equilibrio fino al raddoppio veneto al 29′ del secondo tempo con una punizione velenosa di Ronaldo che sorprende Serio sul primo palo. Da lì il ritmo cala sino al triplice fischio che certifica l’eliminazione della squadra di Tacchinardi, che al 44′ va vicino al gol del 2-1 con un colpo di testa di Tanghetti che esce di un soffio.

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli