martedì 2 Giugno 2020 - 10:58:07

Serie D, Calvina: Delcarro, un centrocampista con il vizio del gol

Le più lette

Centro Schiaffino e Palazzolo, unione di intenti: ecco il comunicato ufficiale congiunto

Centro Schiaffino e Palazzolo uniscono le forze in una nuova collaborazione. Ecco il comunicato ufficiale dei due club che...

Bacigalupo – Atletico Torino, Palmiere: «Una testa, due matricole, se funziona sarà una bomba»

Fusione sì, fusione no, giovanili, prima squadra,... Le voci in queste settimane si sono sprecate, ma alla presentazione del...

Villa Valle, ora è ufficiale: Marco Bolis è il nuovo allenatore della prima squadra

Era nell'aria da giorni, adesso c'è anche l'ufficialità: Marco Bolis è il nuovo allenatore del Villa Valle in Serie...

Andrea Delcarro si sta rendendo protagonista di una stagione di grande spessore al suo primo anno con la Calvina. Al ragazzo classe ’93 originario di Treviglio piace spesso impreziosire con il gol il lavoro di sostanza in mezzo al campo; in questo campionato, infatti, ne ha già segnati 10. Delcarro conosce bene la categoria fin dagli esordi con la Rudianese. Dopo cinque stagioni con il Caravaggio, ha vestito anche le maglie di Levico Terme e Clodiense. Quest’estate la Calvina l’ha prelevato dall’Adriese, dove aveva avuto modo di conoscere Michele Florindo, il tecnico che con il suo arrivo ha cambiato il volto della squadra, invertendo il trend negativo di inizio stagione.

Come sta andando la tua prima stagione con la maglia della Calvina?

«Tornare a Brescia dove avevo giocato i primi anni in Serie D è stato una cosa particolare. Sono tornato vicino a casa. Mi sono trovato subito bene. Il presidente, il direttore e tutto lo staff sono grandi persone che hanno già fatto calcio e sanno bene come far le cose. Lo staff è competitivo, mi sono trovato alla grande. A inizio anno le cose non erano partite benissimo. Perdere 7 partite di fila compresa la Coppa Italia non è mai una bella cosa, ma ero sicuro che ci potevamo tirare su. Poi con l’arrivo di Florindo, che avevo già avuto l’anno scorso all’Adriese e con gli acquisti che ha fatto la società a dicembre abbiamo cambiato passo. Adesso il bilancio è sicuramente positivo. Anche se con una partita in più rispetto ad altre squadre, ritrovarsi terzi in classifica ai primi di marzo è sicuramente una grande cosa».

Con l’arrivo di Florindo hai iniziato anche a segnare…

«Con il mister ho un bel feeling, anche l’anno scorso avevo fatto 8 gol con lui. Arrivare in doppia cifra per un centrocampista è tanto, era un obbiettivo che mi ero fissato quest’anno. Se segno io da centrocampista è grazie alla squadra e ai miei compagni».

Quali sono le tue caratteristiche?

«Le mie caratteristiche sono l’inserimento e il colpo di testa. Sono un interno di centrocampo a cui piace buttarsi dentro. Come giocatore mi piace tanto Milinkovic Savic».

Com’è il rapporto con tuo fratello gemello Francesco, difensore del Villa d’Almè?

«Abbiamo giocato praticamente 18 anni insieme, poi dopo le annate al Caravaggio, purtroppo ci siamo dovuti dividere. Giocare insieme a un fratello gemello ti dà tanta forza. Anche distanti riusciamo a restare uniti. Speriamo in un futuro di giocare ancora insieme, non si sa mai».

Che impatto ha avuto Florindo sullo spogliatoio?

«I numeri parlano da soli. Si è subito trovato bene con la realtà Calvina. Si è trovato bene con tutti, principalmente con i giocatori più vecchi. Ci ha fatto sentire tutti importanti. A dicembre ha dato una mano alla società nel mercato, prendendo i giocatori giusti e adatti al suo modulo.  Con il 4-3-1-2 con cui giochiamo, con i nuovi giocatori di esperienza che sono arrivati facciamo la differenza. Io ero convinto che avrebbe potuto far bene, perché anche l’anno scorso aveva fatto bene. Siamo stati in testa tutto l’anno e siamo arrivati secondi. Non si meritava di essere lasciato a piedi, quindi sono contento che si sia preso questa rivincita».

Qual è l’obbiettivo adesso?

«Per come era iniziata la stagione adesso che sei in zona playoff ci vuoi rimanere fino alla fine. Secondo me siamo una grande squadra, siamo un grande gruppo e stiamo bene. Stare là in alto è sempre bello, quindi cercheremo di arrivare in zona playoff. Sperando con tutto il cuore che questa stagione finisca, perché vorrebbe dire che tutta questa situazione sarebbe finita».


Sprint e Sport lo trovi in tutte le edicole di Piemonte, Valle d’Aosta e Lombardia il lunedì mattina e sullo store digitale. Abbiamo attivato la sezione PREMIUM, un servizio riservato agli abbonati.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli

Privacy Policy Cookie Policy