16 Maggio 2021

Serie D, Girone A: Daidola rientra in scia, sorrisone Cretaz

Le più lette

CBS-Corneliano Roero Eccellenza: la lavagna tattica di Andrea Mantegari

L'inesperienza fa il risultato. Osservando la distinta prima del fischio d’inizio, salta subito all'occhio dall’età media delle due formazioni...

Alcione, esonerato Emanuele Pischetola: decisione presa in prima persona dal Presidente Marcello Montini

Emanuele Pischetola è stato esonerato dall’Alcione. Non c’è tregua per i sismologi milanesi, già al lavoro da diverse settimane...

Juventus-Virtus Entella Under 17: tripletta stratosferica di Turco, e i bianconeri volano

La Juventus vince, in casa, contro la Virtus Entella con il risultato di 4-0. I bianconeri hanno concesso pochissimo...

Cucù! Guarda chi spunta in vetta. La Castellanzese cade rovinosamente a Bra e lascia campo libero alla capolista a sorpresa PDHAE. A sorpresa perché le giornate che mancano sono sempre meno e non è una vetta di inizio stagione, dettata magari dalla condizione o da fattori temporanei. Così come la Castellanzese è giusta considerarla una sorpresa, ma nel pratico anche una certezza consolidata, così ora anche per il PDHAE di Roberto Cretaz. Agevolato dal mancato allungo delle contendenti nei due turni in cui i valdostani han pareggiato con Sanremese e Casale e dai rinvii del Gozzano, gli orange ora sbucano in cima grazie a una doppietta di Carmine Sterrantino che ha dimostrato di saper aspettare la sua occasione per imprimere e incidere. Il classe 2002 è infatti spesso partito dalla panchina e all’improvviso è tornato a fare il protagonista così come lo è stato nella trasferta di Imperia. Cretaz ora ha 20 giorni di stop da sfruttare per incrementare l’ingresso di Vignali negli schemi così da avere al 100% un’arma in più per un forcing finale che partirà da Legnano e prevederà comunque i tre scontri diretti con le concorrenti.
Già, le concorrenti. Perché se i valdostani vanno in “vacanza” guardando tutti dall’alto dei monti è anche grazie a Fabrizio Daidola e al suo Bra. All’Attilio Bravi Lillo Rossi e compagni mettono in scena uno dei più bei primi tempi di tutto il campionato, non solo loro, ma in generale. 45’ minuti di qualità in fase di impostazione, 45’ di cinismo, 45’ di corsa costante e organizzata tanto da imbrigliare una squadra che non perdeva da quindici partite, ma soprattutto che non concludeva una gara senza segnare dal lontanissimo 4 novembre, nel 0-2 interno con la Lavagnese. Una partita perfetta che regala a Daidola non solo una gioia immensa per il suo compleanno, ma anche perché questa rappresentava una partita spartiacque. È vero che mancano ancora molti scontri diretti, ma perdere domenica avrebbe significato per Merkaj e soci rimanere a 9 punti dalla Castellanzese capolista e 5 dal Gozzano terzo con due partite in meno. Invece del Game Over, Daidola inserisce la moneta e i suoi gli regalano 4 vite che dopo la pausa potrà giocarsi con tante armi in più: la prima è un Merkaj più sereno per essere tornato al gol; la seconda è un Cappelluzzo sbloccatosi; la terza è il ritorno di Tuzza e la quarta è una rosa cambiata in panchina, più giovane, ma che sta dimostrando di mantenere lo stesso livello di concentrazione e cattiveria. Tutte frecce utili per affrontare gli ultimi otto incontri con due scontri diretti. A partire dal Gozzano che, covid permettendo, sarà la prima ad affrontare i giallorossi alla ripresa del calendario ordinario. Questi ultimi nelle scorse settimane hanno frenato e l’altalena di rinvii con cui stanno affrontando le settimane recenti sicuramente non aiuta, anche perché i rinvii sono per casi di positività interna, non tanto delle avversarie e questo potrebbe influire non poco su una possibile ripresa. Ammesso poi che domenica prossima si riesca a giocare il derby della Cremosina, il calendario fitto che aspetta Soda e squadra potrebbe influire specie sul reparto offensivo dove a fare le differenza sono sempre i soliti due Sylla e Allegretti con un Mastaj in batteria che fatica a incidere (una sola rete nel 0-3 col Saluzzo all’andata).


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli