venerdì, 10 Aprile 2020

Serie D, Pavesi-Vitali e la maledizione del 13° uomo

Le più lette

Under 19 Regionale: a tu per tu con Nicola Rota, allenatore del San Pellegrino Terme

Nicola Rota racconta come vive la difficile situazione che ha colpito l'Italia intera. L'allenatore, dopo una carriera da giocatore,...

Arcellasco, Ottolina non sarà più il tecnico delle Poiane. Per lui si prospetta un futuro da Direttore Tecnico

Dopo cinque anni di permanenza sulla panchina dell'Arcellasco, dalla prossima stagione Alfredo Ottolina non sarà più il tecnico delle...

Città di Varese, intervista a Daniele Ruffo: quando tutto sarà finito sogno di giocare allo Stadio

Il centrale difensivo del Città di Varese racconta la sua esperienza in biancorosso e le sue grandi passioni

Manuel Pavesi e Giorgio Vitali hanno in comune un primato che di solito non dà grande gioia ai calciatori. I due, infatti, sono al primo posto come i calciatori che sono subentrati di più. Sono ben 20 le occasioni in cui hanno fatto il loro ingresso in campo a gara in corso. L’attaccante esterno classe 1997 del Legnano, sempre presente nella lista dei convocati nelle 27 giornate fin qui disputate, ha collezionato solo 7 gettoni dall’inizio, di cui l’ultimo alla 19° giornata nel derby perso contro la Castellanzese, penultima gara di Vincenzo Manzo come allenatore dei lilla. Da quando, alla 21°, sulla panchina si è seduto Giovanni Cusatis, Pavesi non è mai partito nell’undici titolare, anche per il 3-5-2 scelto come modulo fisso, mentre l’ex Casale ama muoversi in un tridente o in un centrocampo a 4, proprio come giocava Manzo, ma anche lui era solito usare la difesa a 3 e in quei casi per Pavesi c’era inizialmente la panchina. Solamente in un’occasione, nel pareggio contro il Seregno al 10° turno, è riuscito a disputare l’intera gara. Stessa sorte anche in Coppa, dove nei due turni disputati dal Legnano, Pavesi ha messo insieme 48 minuti. Nelle varie occasioni da subentrato è comunque riuscito ad andare a segno per due volte, ed è stato decisivo nella vittoria per 1-0 alla 5° giornata in casa del Ponte San Pietro. Due anni più giovane, ma stesso destino per Giorgio Vitali, anche se l’attaccante del Brusaporto è sceso in campo dall’inizio nelle ultime due partite a posto di Spampatti, dove però non è riuscito ad andare a segno, anche se nella sfida persa contro il Villa Valle è rimasto per la prima volta in campo per tutti i 90 minuti. Sono 4 le marcature in campionato e tutte da subentrato. La prima, e unica decisiva, nell’1-0 alla quarta giornata contro il Ponte San Pietro, che sembra avere un certo fascino per chi gioca meno. Vitali è sceso in campo dall’inizio un totale di cinque volte. Va leggermente meglio in Coppa dove è stato titolare nel 2° e 3° turno, in quest’ultimo ha anche siglato una doppietta, che però non ha potuto evitare l’eliminazione dalla competizione per mano dell’inveruno. Vitali non è stato convocato solamente in due occasioni per la doppia giornata di squalifica comminatagli in seguito all’espulsione nella gara contro il Legnano in occasione del 13° turno di campionato. Vitali si augura ovviamente di rimanere nelle undici scelte di Del Prato, mentre Pavesi proverà a costringere Cusatis a un cambio di modulo o l’esterno d’attacco dovrà convincere il proprio tecnico ad affidargli la fascia sinistra nel suo 3-5-2.

SCARICA L’APPLICAZIONE DI SPRINT E SPORT


Sprint e Sport lo trovi in tutte le edicole di Piemonte, Valle d’Aosta e Lombardia il lunedì mattina e sullo store digitale. Abbiamo attivato la sezione PREMIUM, un servizio riservato agli abbonati.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli

Privacy Policy Cookie Policy