22 Giugno 2021

Sona-NibionnOggiono Serie D: Numerato e Rossi fermano la corsa dei lecchesi di Commisso

Le più lette

Fanfulla-NibionnOggiono Serie D: le interviste post-partita ai due allenatori

Il finale thrilling dell'atto conclusivo dei play-off di questa infinita stagione ha lasciato naturalmente l'amaro in bocca al tecnico...

Pavia Eccellenza: stangati Ceriani e Petrucci, Menicucci chiede chiarimenti a Crl e Lnd per i torti arbitrali

Il gol di Volpini in pieno recupero, che ha condannato il Pavia alla quinta sconfitta in campionato, ha fatto...

Torneo Eusalp, il cammino della Lombardia di Matteo Medici: 20 motivi (più uno) per sorridere

Manuel Ravasio come Gigi Buffon, Alessandro Pellegrino come Fabio Grosso: il cuore torna a Germania 2006, l’attualità ci porta...

Ipoteca la salvezza il Sona, che sul proprio campo trova una vittoria preziosissima regolando per 2-0 il NibionnOggiono, che rimane a sua volta ancorato in zona playoff, con il vantaggio sul sesto posto che si riduce però a due sole lunghezze. Si decide tutto nei primi 20 minuti, con i padroni di casa cinici a sfruttare le prime vere occasioni del match e abili ed organizzati nell’arco del secondo tempo, in cui non concedono nulla alla squadra di Commisso. Damini presenta due novità rispetto alla vittoriosa trasferta in casa del Ponte San Pietro: Dellafiore fa il suo ritorno da titolare al centro della difesa, sostituendo Frinzi, e Gerevini lascia il posto a Rossi, con la posizione da centravanti occupata da Numerato. Nel NibionnOggiono, invece, Commisso perde Tremolada, sostituito nell’undici iniziale da Losa, e opta per altre due novità rispetto alla vittoria col Fanfulla: Arrigoni si piazza in mezzo al campo al posto di Romano e Villa parte dal primo minuto come centravanti, in uno schieramento sulla carta molto offensivo.

 

Tutto in cinque minuti. Le due squadre vengono messe in campo dai rispettivi allenatori con due moduli uguali e due formazioni a specchio, il che rende l’inizio di partita molto tattico e pieno di duelli individuali. Fin dalle prime battute il ritmo è basso e l’aggressività elevata, complice anche un terreno di gioco, condizionato dalla pioggia, che rende più pesanti alcuni contrasti non intenzionalmente cattivi. Il NibionnOggiono prova a mantenere il possesso, partendo dalla difesa, ma su un errore in costruzione nasce il primo e decisivo episodio del match. Losa sbaglia un tocco arretrato per Dellafiore e Rossi recupera palla sulla trequarti offensiva: la transizione del Sona è immediata, il tiro di Rossi viene deviato e smanacciato da Guarino, con Numerato lesto a mettere in rete da pochi passi per il vantaggio casalingo. Passano cinque minuti e arriva il raddoppio: la squadra di Damini conquista una punizione dal lato destro dell’area, quasi un corner ravvicinato, e Rossi sorprende tutti calciando direttamente in porta. Il mancino è preciso e potente e si insacca alle spalle del portiere ospite. La partita rimane su toni agonistici intensi e questo agevola il controllo delle operazioni del Sona: i contrasti e i conseguenti falli aumentano ulteriormente e le proteste non mancano. Il NibionnOggiono non riesce però così a tessere il proprio gioco, che rimane molto spezzettato, e non arriva mai a creare minacce a Dal Bosco. La prima frazione si chiude invece con un’occasione in transizione per Marchesini, il cui destro però termina alto.

 

Mancata reazione ospite. All’uscita dagli spogliatoi, dopo l’intervallo, Commisso presenta tre novità e uno schieramento tattico diverso, con un 3-5-2 che mira ad allargare le maglie di casa e a cercare maggiore incisività sugli esterni. Il ritmo degli ospiti è fin da subito più alto, con un giro palla più veloce e la ricerca di occasioni per riaprire la partita; il Sona però non si fa sorprendere e mostra un’ottima organizzazione difensiva, affidandosi quando possibile a contropiedi che possano chiudere definitivamente il match. La squadra ospite cerca una folata che possa rendere pepato il finale, ma non trova nessuna occasione utile; Damini chiude ulteriormente ogni varco, coprendosi con un 4-4-1-1 che non offre soluzioni agli ospiti. L’unica vera opportunità capita a cinque minuti dalla fine: il cross dalla destra di Romano trova incerto in uscita Dal Bosco, ma da pochi passi Idrissi non riesce a trovare lo specchio della porta. È l’unico brivido finale, a parte l’espulsione dello stesso Idrissi all’alba del recupero per qualche parola di troppo rivolta al direttore di gara Mazzoni. Il Sona può così festeggiare una vittoria che mette un sigillo importante in ottica salvezza: sono infatti sette ora i punti di vantaggio sulla zona playoff a sole tre giornate dalla conclusione. La squadra di Commisso vede invece avvicinarsi le concorrenti alla zona playoff ed è chiamata subito a rispondere settimana prossima contro il Ponte San Pietro.

IL TABELLINO

SONA-NIBIONNOGGIONO 2-0
RETI: 13’ Numerato (S), 18’ Rossi (S).
SONA (4-3-3): Dal Bosco 6, Maicon 6 (32’ st Belfanti sv), Gecchele 6.5 (1’ st Frinzi 6.5), Belem 7, Boccalari 7, Dellafiore 7, Marchesini 6.5 (17’ st Multari 6), Vaudagna 6.5, Torri 6, Numerato 7.5 (48’ st Caldeo sv), Rossi 7 (17’ st Gerevini 6). A disp. Rosa, Lavarini, Zanette, Valbusa. All. Damini 7.
NIBIONNOGGIONO (4-3-3): Guarino 6, Premoli 6.5, Fognini 5.5, Fumagalli 5.5 (13’ st Donadio 6), Boni 6, Antonini 6.5, Losa 5 (1’ st Tocci 6), Arrigoni 5.5 (30’ st Romano 6.5), Villa 5 (1’ st Citterio 6), Barzotti 6, Lillo 5.5 (1’ st Idrissi 5). A disp. Attianese, Bernardi, Comberiati, Calmi. All. Commisso 5.5.
ARBITRO: Mazzoni di Prato 7.
ASSISTENTI: Spoletini di Rieti e Licari di Marsala.
AMMONITI: Numerato (S), Tocci (N), Arrigoni (N).
ESPULSO: 45’ st Idrissi (N) per proteste.

 

LE PAGELLE

SONA
Dal Bosco 6 Pomeriggio di relativa tranquillità, solo un sussulto su un’uscita non sicura nel finale.
Maicon 6 Rispetto alle abitudini non spinge quasi mai, tiene con sicurezza la posizione in difesa non concedendo nulla (32’ st Belfanti sv).
Gecchele 6.5 Insieme a Dellafiore offre grande sicurezza in mezzo alla difesa, annullando completamente Villa. Deve abbandonare all’intervallo per problemi fisici.
1’ st Frinzi 6.5 Sostituisce degnamente il compagno, si fa guidare da Dellafiore e non sbaglia nulla.
Belem 7 Ottima gamba, è autore di numerosi interventi difensivi precisi e puntuali. Dalle sue parti il Nibionnoggiono non passa mai.
Boccalari 7 Gestisce con grande sapienza il pallone quando il Sona è chiamato a fare possesso, ci mette il fisico quando invece c’è da contrastare le iniziative avversarie. Prestazione di grande sostanza.
Dellafiore 7 Il suo rientro è preziosissimo per la squadra di Damini. Mette esperienza e solidità al centro della difesa, guidando con autorità un reparto che non va mai in difficoltà.
Marchesini 6.5 Si vede a sprazzi, ma entra nell’azione dell’1-0 e si rende pericoloso nel finale di prima frazione; tanto movimento, non dà punti di riferimento.
17’ st Multari 6 Affretta alcune decisioni, soprattutto in fase offensiva, dovute alla giovane età. Si sacrifica tanto nell’aiutare la squadra.
Vaudagna 6.5 Grande grinta, prima in mezzo al campo poi largo a destra. Vince molti contrasti, non tira mai indietro la gamba.
Torri 6 Dei tre centrocampisti è quello che si fa notare meno, con pochi palloni toccati. Meno appariscente anche in fase di interdizione, aiuta comunque la squadra.
Numerato 7.5 È al posto giusto nel momento giusto per il gol del vantaggio. Gioca da finto centravanti, venendo sempre incontro a legare il gioco tra centrocampo ed attacco. Offre un contributo gigantesco in fase di non possesso, con tanti contrasti vinti e una marea di palloni recuperati (48’ st Caldeo sv).
Rossi 7 Col suo sinistro dà sempre la sensazione che possa nascere qualcosa di pericoloso. Splendida la punizione che trae in inganno Guarino e che vale il raddoppio.
17’ st Gerevini 6 Entra per dare un riferimento davanti e tenere su palloni col suo fisico: ci prova, non sempre ci riesce.
All. Damini 7 La squadra trova le reti alle prime occasioni utili; mostra poi un’ottima organizzazione difensiva e dà l’impressione di poter far male in contropiede, pur non riuscendoci. Ottima la gestione tattica e dei cambi.

 

NIBIONNOGGIONO
Guarino 6 Leggermente sorpreso dalla traiettoria da Rossi, ma la palla entra dove lui non può arrivare.
Premoli 6.5 Non soffre sulla destra, nella ripresa prova a spingersi in avanti da terzo della retroguardia e a trascinare i suoi da vero capitano.
Fognini 5.5 Anonimo sia quando viene schierato da terzino nel primo tempo, sia quando Commisso lo alza nella ripresa. Mai uno spunto degno di nota.
Fumagalli 5.5 Tanta corsa, ma anche molta confusione. Tecnicamente oggi non al massimo, qualche errore di troppo.
13’ st Donadio 6 Entra con la giusta verve e prova ad aiutare Idrissi sull’out di destra; non riesce però a offrire nulla di pericoloso.
Boni 6 Non riesce a chiudere sul primo gol del Sona, ma l’errore non è suo. Non deve compiere interventi particolari, nella ripresa non deve fronteggiare pericoli.
Antonini 6.5 Guida con autorevolezza la linea difensiva, anche lui senza responsabilità sulle reti avversarie.
Losa 5 Un suo sciagurato retropassaggio apre le porte del contropiede del Sona che porterà all’1-0. Fatica a riprendersi, non offrendo la giusta intensità a metà campo.
1’ st Tocci 6 Schierato come quinto di centrocampo, prova a dare spinta e gamba, ma manca qualità nei cross e nelle rifiniture.
Arrigoni 5.5 Tanta gamba e tanta intensità in mezzo al campo, ma arriva troppo spesso in ritardo nei contrasti e commette numerosi falli, che gli costano anche l’ammonizione.
30’ st Romano 6.5 Pochi minuti in campo, ma tanta corsa e un’iniziativa che porta all’unica vera occasione dei suoi. Buon impatto.
Villa 5 Annullato dalla retroguardia avversaria, non vede mai palla davanti e fa poco movimento per farsi notare dai compagni.
1’ st Citterio 6 Prova a mettere il fisico davanti e a dialogare con Barzotti; tanta volontà, ma manca di concretezza.
Barzotti 6 Il movimento non manca, cerca di dare una spinta ai suoi in avanti ma non trova mai il guizzo buono.
Lillo 5.5 Da sinistra prova quasi sempre ad accentrarsi, finendo però così nell’imbuto della difesa del Sona. Ci prova, ma con scarsi risultati.
1’ st Idrissi 5 Coinvolto spesso dai compagni, prova a dare impatto sulla destra, pur non creando pericoli. Rovina tutto con l’ingenua ed inutile espulsione nel finale di partita.
All. Commisso 5.5 La squadra va sotto anche per errori in costruzione, che forse oggi, su un campo pesante, sarebbe stato meglio evitare. La reazione nella ripresa è solo accennata, non trova mai il modo di scardinare la difesa del Sona.

 

ARBITRO
Mazzoni di Prato 7 La partita è fin da subito agonisticamente intensa, ma non gli sfugge mai di mano; tanti fischi, ma corretti, e buona gestione dei cartellini.

 

LE INTERVISTE

Chiamato ad analizzare nel post gara la prestazione odierna, l’allenatore del NibionnOggiono Giuseppe Commisso commenta così la sconfitta della squadra: «Abbiamo giocato un brutto primo tempo, commettendo errori sui loro gol che non ci possiamo permettere e che capitano troppo spesso quando le partite non vanno nella nostra direzione; in fase di palleggio abbiamo mostrato delle lacune e la squadra non mi è piaciuta. La gara è stata spezzettata e forse è mancato qualche cartellino in più da parte del direttore di gara, ma noi ci siamo lasciati trascinare e non abbiamo mostrato le qualità di cui disponiamo». Il secondo tempo, poi, vede una diversa lettura da parte di Commisso: «Loro hanno rischiato pochissimo e si sono abbassati sempre di più, a noi è mancato l’episodio per rimettere in carreggiata la partita. Abbiamo concesso pochissimo in ripartenza, faticando però a creare le occasioni per rimettere in piedi il match». La squadra ora si trova con due soli punti di vantaggio sulla zona playoff; a proposito di questo e del finale di stagione, il tecnico aggiunge poi: «Dobbiamo giocare senza assilli, sapendo che ad inizio anno nessuno ci dava in una situazione simile. Dobbiamo riprendere già da settimana prossima a mostrare ciò di cui siamo capaci e che abbiamo fatto vedere nel corso di questa stagione; ora abbiamo due partite consecutive tra le mura di casa, dobbiamo riprendere subito a fare punti».


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli