16 Maggio 2021

Sona-Virtus Ciserano Bergamo Serie D: Marchesini e Gerevini lanciano Damini, Spini entra e segna, ma non basta

Le più lette

Serie C Femminile, Real Meda: ufficiale l’esonero di Mario Reggiani

Un fulmine a ciel sereno in casa Real Meda, che nella settimana di sosta che porta alla diciottesima giornata...

L’ex Ministro Spadafora sbotta: Riforma dello Sport rinviata al #duemilamai!

La decisione (con votazione in Parlamento) di rinviare al 2024-2025 l’entrata in vigore della Riforma dello Sport che ha...

Sestri Levante-Lavagnese Serie D: Ruvo fa suo il derby e sogna i playoff

Al Sivori Ruvo fa la parte del leone, attacca la sua preda, divora la sua carcassa e bracca i...

Importante vittoria per il Sona di Damini che al Comunale batte
2-1 la Virtus Ciserano Bergamo, diretta concorrente per il discorso salvezza.
In uno dei gironi più equilibrati dell’intera Serie D, le due compagini vanno alla ricerca di una vittoria che, alla luce della classifica attuale con tante squadre i pochi punti, avrebbe un peso specifico non indifferente.

 

Il triangolo sì. Al 3’ scende subito il gelo sugli spalti per la botta ricevuta in pieno volto dal malcapitato Careccia. Il centrocampista bergamasco rimane a terra sanguinante e l’arbitro decide di far entrare la barella sul terreno di gioco. Fortunatamente, dopo diversi minuti, il giocatori si alza sulle proprie gambe ed esce accompagnato dallo staff, ma viene comunque portato al vicino ospedale di Peschiera del Garda per poter escludere l’eventuale presenza di un trauma cranico. Passato lo spavento, si inizia a giocare. Le due squadre fanno sul serio, giocando a viso aperto sin dai primi minuti. La prima vera occasione capita sui piedi di colui che non ti aspetti: il difensore della Virtus Nessi, vista l’inefficacia dei suoi compagni offensivi, decide di mettersi in proprio e di provare la sortita offensiva, tira ma è bravo Dal Bosco a deviare in angolo con un buon riflesso. Al 27’ Maicon si esalta e, nel tentativo di imitare Nessi, sfrutta la passività della difesa ospite per incunearsi in area e provare la conclusione, che viene però murata all’ultimo. 10 minuti più tardi ecco la bella azione che porta al gol il Sona: Gerevini dal limite dell’area serve largo Rasic, il quale fa partire un bel cross rasoterra che viene raccolto puntualmente da Marchesini sul secondo palo. Vantaggio per i padroni di casa. Al 44’ c’è ancora tempo per assistere al bel tentativo da fuori area di Gerevini con il sinistro, palla di poco a lato.

 

Fino all’ultimo respiro. L’intervallo dà il tempo a Gerevini di riflettere sul pallone calciato di poco a lato al termine del primo tempo. Il risultato? Al 2’ della ripresa, servito ottimamente da Montresor, Gerevini insacca di testa alle spalle di Colleoni. Un minuto dopo Rasic potrebbe chiuderla se solo il portiere bergamasco non chiudesse bene sul primo palo. Da quel momento in poi, la Virtus mette la testa fuori dal guscio. Nessi, Chiarparin e Confalonieri si rendono pericolosi dalle parti di Dal Bosco, ma senza mai incidere per davvero. E allora tocca a Spini caricarsi i suoi sulle spalle: al 28’ si fa trovare smarcato in area e con freddezza segna il gol della speranza. Il Sona fatica a gestire le partite, la Virtus lo sa e aumenta il pressing in vista dei minuti finali. Le occasioni nel finale capiterebbero anche alla Virtus che, però, non ha ancora fatto i conti con Dal Bosco: al 32’ Pellegrini a tu per tu con il portiere calcia con decisione ma trova l’opposizione dell’estremo difensore veronese, mentre al sesto e ultimo minuto di recupero Confalonieri lascia partire un bel tiro angolato dal limite dell’area, ma Dal Bosco è ancora una volta bravissimo a deviare la palla.
Ne scaturisce un calcio d’angolo che, si risolverà con un nulla di fatto, condannando la Virtus alla sconfitta. 

IL TABELLINO

SONA-VIRTUS CISERANO BERGAMO 2-1
RETI: 37’ Marchesini (S), 2’ st Gerevini (S), 28’ st Spini (V).
SONA (4-2-3-1): Dal Bosco 6.5, Gecchele 6, Montresor 7 (42’ st Numerato sv), Boccalari 6, Dal Cortivo 6, Maicon 6 (35’ st Vaudagna sv), Gerevini 7.5, Belfanti 6.5, Rasic 6.5, Torri 5 (16’ st Duguet 5.5), Marchesini 7.5 (16’ st Zingertas 6 (40’ st Belem Nacarato Lucas sv). A disp. Carletti, Frinzi, Rossi, Zanette. All. Damini 6.5.
VIRTUS CISERANO BERGAMO (4-3-3): Colleoni Mau. 5.5, Pozzoni D. 5.5, Pellegrini 6, Ricozzi 6, Del Carro 5.5, Nessi 5.5, Careccia sv (6’ pt Chiarparin 5.5 (37’ st Pozzoni L. sv) , Muchetti 6, Haoufadi 5 (1’ st Spini 7), Confalonieri 5.5, Jaouhari 5.5 (12’ st Bonfanti 6.5). A disp. Colleoni Mat., Capitanio, Nessi, Moioli, Galdoune. All. Del Prato 5.
ARBITRO: Gambuzzi di Reggio Emilia 7.
ASSISTENTI: Ferhati di Latina e Cirillo di Roma.
AMMONITI: Chiarparin (V), Boccalari (S), Belfanti (S), Duguet (S), Ricozzi (V).

LE PAGELLE

SONA
Dal Bosco 6.5
Alterna uscite a vuoto a parate salva risultato, mezzo punto in più per l’intervento decisivo negli ultimi secondi di partita.
Gecchele 6 Quando la Virtus ci prova non è sempre irreprensibile nell’affondare l’intervento, regge bene l’urto finale.
Montresor 7 Sempre molto accorto e ben posizionato quando deve difendere. Puntuale e intelligente nel proporsi in zona d’attacco, è suo l’assist al bacio per il 2-0. (42’ st Numerato sv).
Boccalari 6 Primo tempo di livello, se solo migliorasse la precisione del tiro e dell’ultimo passaggio diventerebbe devastante.
Dal Cortivo 6 Attento in chiusura, pecca, come spesso gli accade, di leggerezza in alcune occasioni.
Maicon 6 Sembra essersi calato definitivamente nella realtà della Serie D, spinge costantemente e sfiora il gol da cineteca dopo aver fatto fuori mezza difesa. Cala nella ripresa e viene sostituito. (35’ st Vaudagna sv).
Gerevini 7.5 Si fa sempre trovare ben smarcato, poi prima sfiora e poi trova il gol del raddoppio, che risulta decisivo nelle economie del match.
Belfanti 6.5 Riconquista palle, imposta e accompagna l’azione…che altro deve fare? Giocatore che, se gioca al suo posto, risulta essere determinante.
Rasic 6.5 Fa tante cose, lo si può definire un attaccante moderno, grande merito per il passaggio che apre le marcature. Combatte fino all’ultimo secondo.
Torri 5 Entra ed esce dal match a intermittenza, quando ha lui il pallone sembra poter far male ma il problema è che lo tocca troppe poche volte.
16’ st Duguet 5.5 Sembra essere in palla ma l’abbassamento del baricentro del Sona non lo favorisce.
Marchesini 7.5 Uno dei più attivi fin dal primo minuto, ha gamba e vivacità da vendere, non a caso è lui a farsi trovare pronto sul secondo palo per insaccare l’1-0.
16’ st Zingertas 6 Entra bene ma viene sostituito per il passaggio alla difesa a 5 (40’ st Belem Nacarato Lucas sv).
All. Damini 6.5 Solito martello fuori dal campo, prepara al meglio la partita ma fatica a far rimanere i suoi sul pezzo nelle situazioni di vantaggio.

 

VIRTUS CISERANO BERGAMO
Colleoni Mau. 5.5 In occasione del secondo gol poteva starci l’uscita alta ad anticipare il colpo di testa di Gerevini.
Pozzoni D. 5.5 Sempre concentrato, è protagonista di diverse belle chiusure difensive ma Marchesini è troppo solo quando colpisce per l’1-0.
Pellegrini 6 Riesce a domare con ordine le sortite offensive degli avversari lungo la sua fascia di competenza.
Ricozzi 6 Fa sentire il suo apporto carismatica a tutta la squadra ma è bravo anche sia in fase di interdizione che di impostazione. È preda di nervosismo verso il termine del match.
Del Carro 5.5 Tanti interventi decisi sul pallone ma rimane più di un dubbio sul posizionamento in occasione del secondo gol subito.
Nessi 5.5 Si spinge volentieri in avanti andando vicino al gol in più di occasione, è anche lui responsabile dello stallo generale che porta al primo gol del match.
Careccia sv Un grosso spavento pronti e via. Per fortuna abbandona il campo sulle proprie gambe
6’ pt Chiarparin 5.5 Entra a freddo per l’infortunio del suo compagno e risulta essere piuttosto timido nelle giocate (37’ st Pozzoni L. sv).
Muchetti 6 Tanto cuore per il capitano che fa quel che può, svariando molto per tutto il centrocampo per dare i dettami di gioco alla sua squadra. 
Haoufadi 5 Arretra di parecchi metri per trovare palloni giocabili e non fornisce supporto alla manovra offensiva bergamasca
1’ st Spini 7 Con lui in campo è un’altra storia, con il suo gol tiene in vita le speranze dei suoi.
Confalonieri 5.5 Primo tempo da dimenticare, tocca pochi palloni e con scarsa incisività. Meglio nella ripresa quando sfiora anche il gol del pari in extremis.
Jaouhari 5.5 Non sembra soffrire particolarmente la stazza fisica dei difensori centrali sonesi, ci prova con qualche guizzo tra le linee ma non arriva mai alla conclusione
12’ st Bonfanti 6.5 Mette benzina alla manovra della Virtus con il suo ingresso in campo.
All. Del Prato 5 La sua squadra manca completamente di mordente e regala un tempo e mezzo agli avversari.

 

ARBITRO
Gambuzzi di Reggio Emilia 7 Grande personalità del direttore di gara: autorevole, attento e bravo nel mantenere la disciplina anche quando gli animi si infiammano.

LE INTERVISTE

Damini, allenatore Sona: «Al contrario di 10 giorni fa (contro lo Sporting Franciacorta, ndr) quando meritavamo di vincer e ci siamo visti scippare la partita all’ultimo, oggi meritavamo di pareggiare e invece l’abbiamo vinta. Abbiamo sbagliato atteggiamento un po’ tutti dopo il 2-0 per un blocco mentale nostro, nel momento in cui sembra tutto sistemato molliamo e diventiamo presuntuosi. Infatti non sono per niente contento».

 

Del Prato, allenatore Virtus Ciserano Bergamo: «C’è il rammarico di non aver fatto un primo tempo all’altezza in cui siamo stati troppo rinunciatari e di aver subito il secondo gol che abbiamo preso dopo pochissimi minuti del secondo tempo. La partita era apertissima e infatti poi abbiamo avuto anche diverse occasioni per poterla pareggiare. Abbiamo regalato troppo e portiamo a casa una sconfitta che, purtroppo, ci fa male. Noi siamo venuti qua per portare a casa un risultato pieno per uscire dalla zona di pericolo e invece abbiamo commesso diversi errori. Siamo stati poco propositivi, non come al solito, per cui brucia».


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli