9 Marzo 2021

Sporting Franciacorta – Breno Serie D: il sussulto di Brancato decide il derby

Le più lette

Eccellenza Lombardia, è ufficiale: ripartono 33 società, venerdì 12 la conference call con il Presidente Tavecchio per sottoporre il format

Dopo cinque mesi dallo stop del campionato adesso è ufficiale: saranno 33 le società di Eccellenza che torneranno in...

Leone XIII Under 15: Giulio Guidotti, jolly di centrocampo e metronomo degli Orange

Al centro del nostro appuntamento odierno coi protagonisti del calcio giovanile milanese c’è il centrocampista del Leone XIII Under...

Patentino Uefa C, abilitazione per 60 tecnici

Sono 60 i nuovi allenatori abilitati Uefa C, annunciati dalla FIGC il 23 febbraio scorso. Con l’abilitazione di Allenatore...

Cala la nebbia sul terreno di gioco e sullo Sporting Franciacorta: Brancato, in pieno recupero, regala tre punti fondamentali al Breno in un match tiratissimo, nervoso, che premia la squadra che ci ha provato di più. Resta l’amaro in bocca per gli uomini di Zattarin: una sconfitta giunta all’ultimo istante, quando tutto sembrava far presagire la chiusura a reti bianche dell’incontro.
L’avvio di gara è agonistico, con le due squadre che provano qualche incursione in ripartenza cercando di sfruttare la velocità dei rispettivi calciatori offensivi. In particolare si fa notare Saporetti, sgusciante in un paio di circostanze, ma che non riesce ad arrecare pericoli concreti alla porta difesa da Tota. La gara si blocca per diversi minuti, con una lunga fase di studio. Brivido intorno al 18’, con Brancato che manda in rete da due passi su un cross da punizione, ma la sua posizione è palesemente irregolare al momento dell’impatto. La partita non è spettacolare, ma il Breno sembra essere più in palla: Tanghetti è il più vivace dei suoi, con delle belle incursioni sulla destra non concretizzate. Interessante la progressione di Ndiour al 25’, che permette a Brancato di servire l’accorrente Melchiori, ma la sua conclusione da fuori area non è precisa. L’unica arma a disposizione dei padroni di casa pare essere il contropiede, e proprio uno avviato dal solito Saporetti aveva le carte in regola per essere letale, ma Tota in due tempi si fa trovare preparato. Il gioco è spezzettato, complici diverse entrate sanzionate dall’arbitro Zoppi, che non lesina il cartellino giallo. Da segnalare il brutto scontro frontale tra l’esordiente Lelj e Triglia, fortunatamente senza conseguenze; va peggio a Pilotti, che subisce un colpo in un contrasto in area con lo stesso Triglia e all’intervallo è costretto a lasciare spazio a Filigheddu tra i pali. Prima frazione di gioco tesa, ma noiosa dal punto di vista delle occasioni da gol.
Ripresa che parte ad un ritmo più elevato: Bitihene spreca un invito di Giorgino ed esagera nel tentare un ulteriore dribbling entrando in area di rigore avversaria. Dall’altra parte, analoga situazione, con Melchiori che perde il tempo giusto. Caso al 15’: viene fischiata una punizione dal limite per un intervento falloso di Sow al limite dell’area, sebbene gli uomini di Tacchinardi invochino il calcio di rigore. Il clima diviene ancora più incandescente per un altro fallo di Sow non sanzionato con quello che sarebbe stato il doppio giallo: Zattarin lo sostituisce correndo ai ripari. Cartellino rosso che non viene evitato da Firetto, che al 27’ viene espulso per somma di ammonizioni. La superiorità numerica non si sente moltissimo, almeno fino al recupero: da un ennesimo calcio di punizione, Brancato svetta più in alto di tutti e decide di testa, all’ultimo respiro, il derby. Una sconfitta che brucia per lo Sporting Franciacorta, più che altro per come è maturata, ma ai punti avrebbe assolutamente vinto il Breno: è stata più determinata e nel complesso è quella che ha avuto maggiormente il pallino del gioco tra le mani.

IL TABELLINO

SPORTING FRANCIACORTA 0
BRENO 1
RETI: 47’ st Brancato (B).
SPORTING FRANCIACORTA (4-4-2): Pilotti 6 (1’ st Filigheddu 6), Fiorentino 5.5, Firetto 5, Giorgino 6, Lelj 6, Piccinni 6.5, Scaglia 6, Sow 5 (18’ st Zambelli 6), Saporetti 6.5, Pagano 5.5 (20’ st Mozzanica sv), Bitihene 5.5 (10’ st Boschetti 6). All. Zattarin 6.
BRENO (3-5-2): Tota 6.5, Ndiour 6, Boldini 6.5, Tagliani 5.5, Lordkipanidze 6 (25’st Pelamatti sv), Melchiori 6.5 (29’ st Mondini sv), Triglia 6.5, Sorteni 6 (17’ st Braidich 6), Tanghetti 6.5 (17’ st Carminati 6.5), Sampietro 5.5, Brancato 7. All. Tacchinardi 6.5.
ARBITRO: Zoppi di Firenze 6 Dubbi su un fallo al limite di Sow e su una possibile doppia ammonizione non comminata a quest’ultimo. La tensione del match non aiuta, ma riesce a tenere bene.
AMMONITI: Scaglia (S), Tagliani (B), Tanghetti (B), Lordkipanidze (B), Giorgino (S), Sow (S), Melchiori (B), Ndiour (B).
ESPULSI: 27’ st Firetto (S) per doppia ammonizione.

LE PAGELLE

SPORTING FRANCIACORTA
Pilotti 6 Parata sicura alla mezz’ora su Tanghetti. Subisce una botta in uno scontro con Triglia: sostituito all’intervallo (1’ st Filigheddu 6 Praticamente mai impegnato, non può nulla sul colpo ravvicinato di Brancato).
Fiorentino 5.5 Non male in fase di contenimento, manca in spinta.
Firetto 5 Bella iniziativa al 15’, con un cross non raccolto dai compagni. Non male alcune giocate tecniche. Crolla nella ripresa, lasciando in inferiorità numerica i suoi compagni per doppia ammonizione.
Giorgino 6 Bravo in difesa e nello smistare la sfera nella ripresa.
Lelj 6 Esordio convincente per il neoacquisto del Franciacorta.
Piccinni 6.5 Puntuale negli interventi, chiude tutti gli spazi nel primo tempo. Il migliore dei suoi.
Scaglia 6 Ammonizione per proteste evitabile. Nella ripresa sale di tono, con una conclusione che finisce in bocca a Tota.
Sow 5 Ci prova con un tiro nel finale di primo tempo, ma può fare di più. Rischia grosso in due circostanze: sostituito.
Saporetti 6.5 Nel primo tempo è un moto perpetuo, il più pericoloso in assoluto tra le sue fila.
Pagano 5.5 Spento, poteva essere molto più utile alla causa.
Bitihene 5.5 Qualche spunto interessante, ma perde l’attimo giusto al momento del tiro, complici anche gli interventi di Sorteni e Ndiour.
All. Zattarin 6 Squadra che ci prova in ripartenza, ma è troppo poco. Paga nel finale un conto salatissimo.

BRENO
Tota 6.5 Bell’intervento nella prima frazione di gioco. Poco impensierito per il resto.
Ndiour 6 Tanta corsa, se la deve vedere con Saporetti che è un cattivo cliente oggi.
Boldini 6.5 Movimenti interessanti in costruzione, benissimo in copertura.
Tagliani 5.5 Non molto in vista, poteva dare qualcosa in più.
Lordkipanidze 6 Bella chiusura su un’iniziativa del vivace Saporetti.
Melchiori 6.5 Buona prestazione, soprattutto in fase di assistenza.
Triglia 6.5 Il più mobile dei suoi nei primi minuti. Duella con Piccinni che è in giornata. Generoso.
Sorteni 6 Prova ad utilizzare il dribbling in un paio di azioni (17’st Braidich 6 Allunga la manovra in alcuni frangenti).
Tanghetti 6.5 Il più vivace. Corre tanto e ci prova nel primo tempo, ma non riesce ad essere preciso nella battuta a rete (17’st Carminati 6.5 Vince diversi rimpalli a centrocampo e chiude bene le poche sortite dei padroni di casa).
Sampietro 5.5 Si fa vedere davvero poco, cresce nella ripresa ma non basta per la sufficienza.
Brancato 7 Rete giustamente annullata al 18’. Nel finale di primo tempo blocca Bitihene. Gara importante, con l’acuto finale che lo rende il match-winner.
All. Tacchinardi 6.5 Organizzata, è quella che ci ha provato di più. Il colpo di Brancato permette di ottenere una vittoria meritatissima.


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli