25 Giugno 2021

Tritium-Real Calepina Serie D: Lussignoli segna e trascina i suoi alla vittoria, Nordi con l’amaro in bocca

Le più lette

ColicoDerviese Promozione: riconfermato Vola, preso Passerini, portiere con un passato nel calcio a 5

La ColicoDerviese si prepara alla prossima stagione con la prima riconferma e il primo acquisto, entrambi in porta. A...

Chieri-Venaria Under 19 All Stars: la fotogallery della partita

Al vantaggio chierese di Masante, il Venaria di Ermanni risponde calando un tris firmato Pavanello e Nepote (2-3 finale)....

FBC Saronno: il Gorla Maggiore cede il titolo e gli amaretti sono in Promozione

In casa FBC Saronno le cose si muovono, eccome se si muovono: a inizio giugno la notizia della collaborazione...

Si è conclusa con una vittoria in trasferta per 3-2 la partita tra Tritium e Real Calepina, che vede i bergamaschi vincere segnando tre reti in casa dei milanesi e ottenere altri tre punti che collocano la squadra di Carminati al vertice del Girone B a braccetto con il Crema. La gara, bella per tutti i 90 minuti, è stata viva e interessante con le due squadre che hanno corso, concluso, giocato a viso aperto e senza esclusione di colpi. Colpi che la Real Calepina ha dovuto subire nelle prime battute dell’incontro da Motta, Lorenzo Caferri e Degeri, quest’ultimo al tiro, che non concretizzano a pieno quanto prodotto. Chi invece concretizza e segna è proprio la squadra ospite, che già all’8’ è in vantaggio grazie a Okyere, che finalizza una bella azione corale dei suoi compagni, con Valois e Lussignoli ad avanzare sulla destra e a crossare in area e con Giangaspero che attira su di sé l’uomo favorendo il gol. Gli assalti degli orobici continuano con i tiri a botta sicura di Giangaspero, Manenti, per ben due volte, e Okyere e con la Tritium che fatica a resistere, ma il tecnico Nordi a metà del primo tempo cambia il modulo di gioco e dal 4-5-1 iniziale passa al 3-5-2 cambiando in questo modo anche l’inerzia della gara. E al 25’ infatti è proprio la squadra di casa ad avere un’occasionissima con Motta che approfittando della confusione in area conclude prendendo il palo. I biancazzurri cominciano a dare segnali di vita e al 31’ Degeri, Personè, Lorenzo Caferri e Forlani scambiano tra di loro con quest’ultimo che trova anche il fallo a ridosso dell’area avversaria. Il cambio di modulo permette ai ragazzi di Nordi di arrivare più agevolmente nella metà campo avversaria e al 34’ è ancora Lorenzo Caferri, il migliore tra i suoi, a disorientare i marcatori accentrandosi e concludendo con la palla fuori di poco dalla porta di Gherardi. La Real Calepina comunque c’è e due minuti dopo è proprio la squadra ospite a divorarsi una ghiotta occasione con Giangaspero, che davanti a Zanellato non trova la zampata vincente per il raddoppio. L’ultima occasione del primo tempo è sempre per i bergamaschi, che al 44’ con Belotti battono un fallo da centrocampo, Okyere riceve e passa al solito Giangaspero, che però spara alto. Nel secondo tempo le squadre non si risparmiano né da una parte né dall’altra, ma è solo al 22’ che gli ospiti arrotondano il parziale e a marcare il tabellino è Lussignoli che calcia una punizione poco fuori l’area avversaria con la barriera che devia e spiazza Zanellato, che non può far altro che guardare la palla finire in rete. I giochi però vengono riaperti cinque minuti dopo da Motta, che di nuovo approfitta della confusione nell’area bergamasca per segnare. I padroni di casa insistono con il solito Caferri, che al 29’ di testa prova la zuccata vincente, ma un colpo di reni di Gherardi basta per togliere la palla dalla porta e rifugiarsi in corner. Il secondo gol della Tritium comunque arriva e al 38’ è Forlani a segnare da calcio piazzato, grazie a Guerrini bravo a ottenere il fallo commesso da Capelli. Neanche il tempo di esultare che la Real Calepina è di nuovo in vantaggio e di nuovo con Lussignoli, che realizza una personale doppietta approfittando di un malinteso nella difesa milanese e coronando così una bella prestazione. Fino al 50’ non succede più nulla. Una Real Calepina un po’ sorniona ma sempre vigile non perde mai la barra del timone e ottiene un’altra preziosa vittoria in ottica classifica. La Tritium ha saputo riaggiustare il tiro e prendere le contromisure alla squadra bergamasca, ma non è bastato per portarsi a casa un punto che comunque sarebbe stato meritato.

IL TABELLINO

TRITIUM 2
REAL CALEPINA 3

RETI (0-2, 2-2, 2-3): 9’ Okyere (R), 22’ st Lussignoli (R), 27’ st Motta (T), 38’ st Forlani (T), 39’ st Lussignoli (R).
TRITIUM (3-5-2): Zanellato 6, Caferri Le. 6, Bertaglio 5.5 (1’ st Aldè 6.5), Motta 6.5 (40’ st Zani 6), Della Volpe 6 (30’ st Raffaglio 6), Gritti 6, Caferri Lo. 7, Forlani 6.5, Personè 5.5, Degeri 6 (5’ st Mari 6), Zulli 6 (23’ st Guerrini 6.5). A disp.: Miori, Aquilino, Colleoni, Valente. All. Nordi 6.
REAL CALEPINA (4-3-1-2): Gherardi 6, Fini 6, Valois 7.5 (30’ st Cerri 6.5), Belotti 6.5, Capelli 6, Piacentini 7, Lussignoli 8, Careccia 6.5, Giangaspero 7.5 (32’ st Sonzogni 6), Manenti 6.5 (18’ st Duda 6.5), Okyere 6.5 (25’ st Colonetti 6). A disp.: Rossi, Lanza, Locatelli, Villa, Lancini. All. Carminati 7.
ARBITRO: Casalini di Pontedera 6.5 Deciso e puntuale a far rispettare regole e distanze tra i marcatori e i punti di battuta delle punizioni.
AMMONITI: Belotti (R), Personè (T), Sonzogni (R), Zani (T).

TRITIUM REAL CALEPINA SERIE D - LORENZO CAFERRI
Il più pericoloso della compagine milanese, Lorenzo Caferri

LE PAGELLE

TRITIUM
Zanellato 6 Giornata impegnativa, rimane spiazzato in occasione del secondo gol causa deviazione in barriera. 
Caferri Le. 6 Deve badare più alla difesa che all’avanzata sulla fascia sinistra. Argina come può le incursioni avversarie.
Bertaglio 5.5 Non in giornata, richiamato più volte da Nordi è un po’ in difficoltà a gestire gli assalti.
Motta 6.5 Segue come un’ombra il suo uomo. È un brutto cliente per chiunque della Real Calepina.
Della Volpe 6 Usa un po’ di malizia nei suoi falli, ma uno di questi costa il secondo gol subìto.
Gritti 6 Non sempre preciso nel prendere posizione in difesa, fa di tutto per rimanere alle calcagna dei suoi avversari.
Caferri Lo. 7 Più incisivo come esterno di fascia. Dà quella marcia in più che permette ai suoi di salire e far male.
Forlani 6.5 Ha il merito di rimettere in pari il risultato, ma la sua punizione non basta. La sua gara comunque buona.
Personè 5.5 Rimane un po’ isolato in zona d’attacco, viene ingabbiato tra le maglie difensive e fatica a farsi vedere dai compagni.
Degeri 6 Costretto a indietreggiare per dar man forte nelle retrovie, non sfrutta al meglio una punizione interessante.
Zulli 6 Sul filo del fuorigioco aspetta solamente l’occasione giusta per partire e colpire gli ospiti.
All. Nordi 6 Cambiando il modulo in corso d’opera riesce a cambiare faccia alla sua quadra, più pericolosa e propositiva.

REAL CALEPINA
Gherardi 6 Pronto e attento quando serve, non abbassa mai la guardia. Se la vede brutta in un paio di circostanze. Comunque fa bene.
Fini 6 Partita di sacrificio per tutti e 90 i minuti, tanta buna corsa senza leziosità. Semplice e pragmatico al punto giusto.
Valois 7.5 Fa bene in entrambe le fasi. Il suo apporto è fondamentale soprattutto nel corso del primo tempo.
Belotti 6.5 Non si perde in fronzoli e se c’è da spazzare via la palla lo fa senza pensarci due volte. Ferma più di un assalto.
Capelli 6 Bastione difensivo, rimane l’ultimo uomo del reparto a fare buona guardia al fortino di Gherardi.
Piacentini 7 Gestisce bene anche le situazioni più difficili. Predica calma e non sente la pressione degli avversari.
Lussignoli 8 Bravo nelle giocate e nei passaggi ai compagni. Autore di una doppietta, è incontenibile per i padroni di casa.
Careccia 6.5 Bravo a recuperare il pallone in mezzo al campo, non molla un colpo e fa da filtro tra centrocampo e attacco.
Giangaspero 7.5 Protegge la sfera e attira al contempo gli uomini su di sé favorendo le incursioni in area.
Manenti 6.5 Si spende per la squadra e non sfigura. La sua è una partita di spessore.
Okyere 6.5 Piccolo di statura, ma diabolico nelle giocate e negli inserimenti. Apre le marcature.
All. Carminati 7 Si fa sentire quando si tratta di ritrovare la giusta posizione in campo. Non manca di spronare e incitare i suoi.

TRITIUM REAL CALEPINA SERIE D - CARMINATI
Carminati, il tecnico dei bergamaschi sorridente per la vittoria

LE INTERVISTE

A fine gara il DS della Tritium Gianluca Leo commenta così la gara dei suoi ragazzi: «Onestamente nel primo tempo abbiamo giocato con il freno a mano tirato. Dispiace aver preso il terzo gol su un lancio deviato da un nostro giocatore. C’è tanto da lavorare e lavoreremo».

Carminati invece fa i complimenti alla sua squadra e non solo: «Abbiamo avuto quei dieci minuti dove non siamo riusciti a gestire la gara e abbiamo preso le due reti. La squadra nel complesso è stata brava, ma non dobbiamo dimenticare che ci sono anche gli altri. I ragazzi comunque sono stati bravi e gli faccio i complimenti per il loro lavoro, così come faccio i complimenti anche alla Tritium, al lavoro che stanno facendo anche loro che non meritano la classifica che hanno».


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli