Tritium – Scanzorosciate Serie D: Marzeglia non punge, Scanzo che Corno!

Le più lette

Ardor Lazzate – Cassina Rizzardi Under 14: Mercuri vola col suo tridente

Cassina Rizzardi espugna Lazzate. In un bel match, l’Ardor perde 0-3, un passivo forse troppo ingeneroso dato il grande...

Barbaiana – Solese Under 19: Campi-Angeloni, la capolista non stecca!

Angeloni e Campi stendono la Solese! 5-1 al termine di una bella partita che vede vittoriosi i padroni di...

Castenedolese – Pavoniana Regionale Under14: Botta e risposta e spettacolo all’Olivari

Botta e risposta tra due squadre che giocano a viso aperto dando vita ad uno spettacolo all’altezza della categoria...

Termina 0-0 il derby bergamasco di alta classifica a “La Rocca” di Trezzo, con lo Scanzorosciate di Valenti che dopo la sconfitta interna contro la Virtus Bolzano voleva ritornare alla vittoria per continuare a cullare il sogno chiamato playoff. Dall’altra parte, però, c’è la matricola Tritium di Marco Sgrò, squadra in forma ed in salute che avrebbe voluto continuare con una vittoria questo suo buon avvio di 2020. L’inizio di match è frizzante, con le due squadre che non rinunciano a giocare il pallone dando fin dai primi minuti un buon ritmo al match. A prendere in mano il pallino del gioco è lo Scanzo che, trascinata da un Bertacchi particolarmente ispirato, nella prima parte di gara schiaccia la Tritium nella sua metà campo sviluppando il gioco principalmente sulla corsia mancina, sfruttando il buon piede e la grande corsa di Corno. Il primo squillo del match è infatti di marca Scanzo, a testimonianza della sua superiorità in avvio. Dagli sviluppi di un lancio dalle retrovie, Aranotu scatta sul filo del fuorigioco e scappa in profondità, scarico ad uscire per Corno che di prima intenzione mette al centro dove s’avvita Bangal, bravo a tagliare a centro area, ma sfortunatamente per lui la sua torsione termina alta sopra la porta difesa da Rota. Dopo 17’ di solo Scanzo, ecco che la Tritium prova a farsi vedere dalle parti di Berardelli, quando Personè con un pallone intelligente serve Marzeglia tra Rota e Paris; l’ex Seregno controlla bene e si gira, ma la sua conclusione viene strozzata dalla difesa giallorossa e diventa facile presa di Berardelli. Passano 2’ ed è ancora la Tritium a presentarsi pericolosamente in avanti. Un gran bel tiro-cross di Gabellini da destra, attraversa tutta l’area impegnando Berardelli che anticipa Marzeglia salvando il risultato. Dopo un avvio timido a metà ripresa la Tritium è finalmente entrata in partita. Alla mezz’ora è ancora la Tritium che va al tiro con Guerrini, bravissimo sull’out mancino a controllare e ad accentrarsi, ma la sua conclusione termina di poco a lato. Lo Scanzo dopo un avvio sprint sembra aver perso smalto e la biancoblù ne approfitta. I padroni di casa, infatti, sul finire di primo tempo controllano indisturbati la partita, senza però riuscire a trovare il colpo vincente. Al 38’ poi, da un bel cross di Guerrini da sinistra Marzeglia tenta la deviazione area che però termina di poco a lato. Al rientro dagli spogliatoi il leit motiv di come si era chiuso il primo tempo non cambia, con la Tritium in costante proiezione offensiva. Lo Scanzo sembra aver perso la sicurezza e lo smalto di inizio gara e, senza Giangaspero là davanti, fatica ad impensierire concretamente la retroguardia abduana. Malgrado tutto, al 16’ è lo Scanzo a confezionare la più grande pallagol del match: Aranotu con la sua velocità tiene vivo un pallone che sembrava destinato al fondo e lo scodella sul secondo palo dove arriva come un treno Corno che controlla e calcia in porta; sulla traiettoria s’avventa Bangal che prova a disturbare l’uscita di Rota, ma all’ultimo arriva Bertaglio che salva tutto. Al 25’ è ancora Scanzo a sfiorare il vantaggio, con Bangal che servito benissimo da Bertacchi da dentro l’area calcia un destro potentissimo sul quale però Rota risponde bene deviando in corner. Nel finale di gara è sempre la formazione di casa a provarci con maggiore intensità. Sul fronte Scanzo, nemmeno l’ingresso di Giangasepro a 15’ dalla fine ha permesso alla squadra di Valenti di tornare alla vittoria. Tritium e Scanzo, esattamente come all’andata, si annullano trovando un altro pareggio che di fatti non accontenta nessuno.

TRITIUM 0
SCANZOROSCIATE 0
TRITIUM (4-4-2): Rota 6.5, Caferri 7, Perico 6, Motta 6.5, Della Volpe 6.5, Bertaglio 7, Guerrini 6.5, Aldé 6.5, Personé 5.5, Gabellini 6 (31’ st Campanella 6), Marzeglia 6 (29’ st Vitali 6). A disp. Caprioli, Russo, Sordillo, Di Bella, Adobati, Romano, Cascino,. All. Sgrò 6.5.
SCANZOROSCIATE (3-5-2): Berardelli 6.5, Bertolotti 6, Corno 7, Nessi 5.5, Paris 6, Rota 6.5, Zambelli 6.5, Vallisa 6, Aranotu6.5 (30’ st Giangaspero 6), Bertacchi 6.5, Bangal 6. A disp. Colleoni, Motta, Albini, Fumagalli, Moraschini, Lizzola, Fumagalli, Gambarini. All. Valenti 6.
ARBITRO: Rispoli di Loci 6.
ASSISTENTI: Mezzadria di Varese e Boato di Padova.
AMMONITI: 21’ Zambelli (S), 31’ Bertacchi (S), 31’ Marzeglia (T), 37’ st Perico (T).

PAGELLE TRITIUM

L'undici iniziale della Tritium
L’undici iniziale della Tritium

Rota 6.5 Schierato a sorpresa a causa della febbre che ha fermato acerbi, il giovane portierino se la cava bene. Poche volte chiamato in causa, ma la parata su Bangal a metà ripresa gli vale la sufficienza piena.
Caferri 7 Vera e propria spina nel fianco per la retroguardia giallorossa. Attacca e difende con grandissima qualità mettendo sempre in seria difficoltà Corno, costretto spesso ad abbassare il raggio d’azione.
Perico 6 Rispetto a Cafferri si proietta meno in avanti. Tiene la posizione e difende la sua zona con ordine.
Motta 6.5 Buona prova in mezzo al campo. Tanti palloni toccati in fase di costruzione senza mai commettere errori. Si mette in mostra con qualche apertura davvero spettacolare.
Della Volpe 6.5 Dietro è sempre attento e concertato. Magari non è il più elegante dei difensori, ma è sempre più che efficace.
Bertaglio 7 Guida la difesa con carisma e autorevolezza. Aranotu vista la sua velocità è un cliente molto difficile, ma lui se la cava egregiamente e salva anche il risultato sul tentativo di Corno sul finire di gara.
Guerrini 6.5 Sicuramente è tra le fila abduane uno dei più propositivi. Bel piede e tanta personalità, pecca però in concretezza: a volte tocca la palla una volta più del necessario.
Aldé 6.5 In mezzo al campo è una piovra. Di certo l’ex Vimercatese non ruba l’occhio, ma tocca un’infinità di palloni spezzando spesso e volentieri l’azione dello Scanzo.
Personé 5.5 Rota gli si francobolla addosso e lui fatica ad entrare in partita.
Gabellini 6.5 Ottimo piede a servizio dei compagni. Oggi però la palla sembra non volersi alzare e molti suoi cross risultato facili prede della difesa ospite.
Marzeglia 6 Con la sua fisicità è sicuramente un attaccante molto complicato da marcare. Lui si muove e svaria, però non riesce a trovare la stoccata vincente.
All. Sgrò 6.5 La sua squadra ha affrontato la terza forza del campionato con tanta personalità. Dopo un avvio timido, la squadra ha preso possesso del gioco mancando però di precisione negli ultimi metri di campo.

PAGELLE SCANZOROSCIATE

L'undici iniziale dello Scanzorosciate
L’undici iniziale dello Scanzorosciate

Berardelli 6.5 Viene poche volte impegnato seriamente dall’attacco biancoblù, ma quando è costretto ad intervenire è sempre molto attento.
Bertolotti 6 Partita un po’ timida. Non ruba l’occhio né in fase offensiva né in fase difensiva, fa il suo compito senza commettere gravi sbavature.
Corno 7 Sull’out di destra mette in scena con Caferri una bellissima sfida. Attacca e difende dimostrando di avere una grande corsa ed un gran piede: peccato per quell’occasione avuta a metà ripresa annullata da Bertaglio.
Nessi 5.5 In fase di marcatura nulla da dire, ma gli errori grossolani in fase di impostazione gli valgono l’insufficenza: per ben due volte, tutto solo, un suo passaggio orizzontale sbagliato innesca l’attacco della Tritium chiamando Rota agli straordinari.
Paris 6 Classica sua partita molto solida. Non concede praticamente nulla all’attacco di casa mettendoci sempre una pezza.
Rota 6.5 Altra grande prestazione per lui. Marzeglia non era di certo l’attaccante più facile da marcare, ma lui non si fa spaventare e con esperienza e fisico limita molto l’ex Seregno.
Zambelli 6.5 In mezzo al campo è un po’ ovunque. Difende e attacca, crea e distrugge: è il vero motore immobile della formazione di Valenti.
Vallisa 6 Il giovane 2002 gioca con molta personalità in mezzo al campo. Parte alla grande interrompendo sul nascere due occasioni della Tritium, ma con il passare dei minuti si perde contro la grande intensità messa in campo dagli abduani.
Aranotu 6.5 Con la sua velocità è sempre un pericolo per la difesa di Sgrò. Le azioni più pericolose dello Scanzo, infatti, nascono da due suoi ottimi salvataggi. Dopo l’infortunio la prestazione di oggi è sicuramente incoraggiante per il proseguo.
Bertacchi 6.5 Gioca con un tempo di gioco in più rispetto agli altri. Mai un passaggio banale: gioca contemporaneamente da regista e da trequartista mettendo in mostra le sue enormi doti tecniche.
Bangal 6 S’accende a sprazzi. Attaccante rapido e scattante che potrebbe sicuramente fare di più. Peccato per il suo grande destro neutralizzato da Rota nel finale di gara.
All. Valenti 6 Dopo la sconfitta interna di domenica contro la Virtus Bolzano forse era lecito aspettarsi qualcosa in più. Lo Scanzo gioca da Scanzo solamente 17’, poi subisce l’intensità ed il ritmo dei padroni di casa, senza però mai soffrire eccessivamente. Davanti l’assenza di Giangaspero per più di un’ora di gioco si sente eccome.


Sprint e Sport lo trovi in tutte le edicole di Piemonte, Valle d’Aosta e Lombardia il lunedì mattina e sullo store digitale. Abbiamo attivato la sezione PREMIUM, un servizio riservato agli abbonati.

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli

Indietro
Privacy Policy Cookie Policy