16 Maggio 2021

Tritium – Sona Calcio Serie D: Personè e Artaria firmano la vittoria in casa per i biancazzurri; Strada illude Zattarin

Le più lette

Alcione-Pro Patria Under 15: la decide Ferrario, i Tigrotti di Tomasoni battono gli orange 2-1

Al centro sportivo di via Olivieri è andato in scena il test match che ha visto l'Alcione sfidare i...

Real Melegnano Under 19: la genesi di Fondrini, da calciatore professionista ad allenatore ambizioso

Allenatore giovane ma con tanta voglia di fare, e un futuro ancora tutto da scrivere. Lui è Fondrini Denis,...

Caronna risponde al Vianney, interesse della Piscinese Riva

Qualche strascico nell'addio al Vianney, ma ora Gaetano Caronna è sul mercato e si dirige verso la Piscinese Riva....

È stata una sfida ad alti livelli la partita tra Tritium e Sona, terminata con una vittoria casalinga per i biancazzurri di Calvi che superano i ragazzi di Tommasoni per 2-1. Dopo l’esordio amaro di settimana scorsa, il neo tecnico della Tritium ha già inanellato due successi di fila e per la prestazione vista in campo per gli altri avversari non c’è da star tranquilli. Ne sa qualcosa il Sona, a cui va dato il merito di aver tenuto testa alla Tritium, anche se poi solo in occasione del momentaneo pareggio si è dimostrato veramente cinico sotto porta. Nonostante il pressing e il forcing della Tritium fin dalle prime battute di gioco, i rossoblù sono i primi a calciare verso la porta di Zanellato al 10’ con Boccalari, ma il suo tiro, centrale, non impensierisce il numero uno. La partita nel primo quarto d’ora di gioco è combattuta soprattutto a centrocampo, con le due squadre che provano diverse opzioni di gioco, tra cui i lanci lunghi per superare le dighe centrali in mezzo al campo. Il Sona sembra essere più coraggioso e al 18’ si fa nuovamente vedere dalle parti di Zanellato con Duguet che dalla destra crossa dal lato opposto per Marchesini, che batte direttamente trovando però l’esterno della rete. La Tritium comunque non resta a guardare e al 26’ Artaria, il migliore di giornata, ne dribbla due e poi tre concludendo da poco fuori area, con Dal Bosco che non è preciso nella presa dando modo a Valente di recuperare la palla e di ripassarla nuovamente ad Artaria, che questa volta calcia sul palo più lontano, ma senza fortuna. Anche la prima rete non si fa attendere e allo scoccare del 35’ è Personè a segnare ed esultare approfittando di una dormita di tutta la linea difensiva del Sona che si fa sorprendere, favorendo così l’attaccante biancazzurro, che sigla il vantaggio. Il secondo tempo si apre non solo con la pioggia, ma anche con i fuochi d’artificio in campo: già al 6’ infatti Strada riesce a pareggiare i conti grazie anche a una deviazione che gli facilita il compito di segnare con un’incornata vincente. Ma neanche il tempo di esultare, non fa in tempo a passare nemmeno un giro di lancette, che al 7’ i padroni di casa sono di nuovo in avanti con Artaria, che infila la palla in rete sempre di testa con una zuccata che non lascia scampo a Dal Bosco. I cambi operati da entrambi gli allenatori danno da una parte nuova linfa tra le fila della Tritium, mentre dall’altra non cambiano l’inerzia della partita per il Sona, che nel corso di tutta la ripresa prova rendersi pericoloso attraverso i calci piazzati di Boccalari, che però non vengono sfruttati dai compagni. La Tritium tenta anche la via del terzo gol con Valente e Marinoni, ma i tentativi non vanno a buon fine. Dopo quattro minuti di recupero finisce la partita, che vede la Tritium più sicura e conscia delle sue capacità; non così il Sona, chiamato a riflettere su ciò che è stato fatto o meno nel corso della gara.

TRITIUM SONA MAZZA SERIE D - FILIPPO STRADA
Il solo Filippo Strada non basta al Sona per impensierire i padroni di casa

IL TABELLINO

TRITIUM 2
SONA M. MAZZA 1

RETI (1-0, 1-1, 2-1): 35’ Personè (T), 6’ st Strada (S), 7’ st Artaria (T). 
TRITIUM (4-4-2): Zanellato 6.5, Aquilino 6.5, Barzaghi 6, Forlani 6.5 (30’ st Fischetti 6), Ambrosini 6.5, Mazzola 6, Caferri Lo. 6.5, Artaria 8 (24’ st Lolli 6.5), Personè 7.5 (1’ st Marinoni 7), Valente 6.5, Motta 6.5 (19’ st Aldè 6.5). A disp.: Miori, Caferri Le., Bertaglio, Degeri, Zulli. All. Calvi 7.
SONA (4-3-3): Dal Bosco 6.5, Montresor 6.5, Belfanti 6, Boccalari 6.5, Dal Cortivo 6, Zamboni 6.5, Vaudagna 6 (21’ st Tomasini 6), Torri 6 (1’ st Rasic 6.5), Duguet 7 (37’ st Alves 6), Strada 7.5, Marchesini 6 (32’ st Valbusa 6). A disp.: Rosa, Maicon, Belem, Multari, Zingertas. All. Tomamsoni 6.
AMMONITI: Artaria (T), Tommasoni (S), Zanellato (T). 
ARBITRO: Molinaro di Lamezia Terme 6 Dirige bene la gara, anche se non manca qualche incertezza.

TRITIUM SONA MAZZA SERIE D - MAURO CALVI E GIANLUCA LEO
Sorridenti per la vittoria l’allenatore della Tritium Mauro Calvi e il Direttore Sportivo Gianluca Leo

LE PAGELLE

TRITIUM
Zanellato 6.5 Buoni i suoi tempi di uscita, anche se è rimasto un po’ spiazzato in occasione della rete di Strada.
Aquilino 6.5 Ha fiato da vendere, mantiene la sua posizione lungo la linea difensiva, facendo bene le cose più semplici.
Barzaghi 6 Gioca meglio nel primo tempo: è più reattivo e più propositivo, va calando invece nella seconda frazione di gioco.
Forlani 6.5 Si spende per la squadra, sente però la fatica nelle gambe e nel momento del cambio esce stremato.
Ambrosini 6.5 Bravo in fase di copertura, bravo a non commettere fallo e bravo a non perdere la palla. Con lui non c’è da temere.
Mazzola 6 Non sempre è preciso quando si tratta di lanci lunghi per fare ripartire i suoi compagni più avanzati. Comunque ci prova.
Caferri Lo. 6.5 Deve fare a sportellate con sulla sua fascia. Spesso è richiamato da Calvi per la posizione da tenere in campo.
Artaria 8 Occupa tutta la zona centrale del campo e anche le fasce. Spazia da una parte all’altra.
Personè 7.5 Il suo apporto in attacco è fondamentale non solo per la sua presenza, ma anche per la sua rete.
Valente 6.5 Non si sottrae all’uno contro uno, così come non si risparmia quando deve indietreggiare per aiutare i suoi.
Motta 6.5 Prova a sorprendere gli avversari cambiando gioco. I suoi assist sono con il contagiri.
All. Calvi 7 La sua cura sta cominciando a dare i primi frutti. Fa capire ai suoi gli errori spiegando i giusti movimenti.

 

SONA 
Dal Bosco 6.5 Si fa sorprendere sul secondo gol. Alterna parate decisive ad altre di ordinaria amministrazione. Comunque fa bene.
Montresor 6.5 Punta sulla velocità con o senza palla al piede. È una bella gatta da pelare per i difensori di casa.
Belfanti 6 C’è qualche imprecisione al momento del tiro, ma nel complesso durante tutti e 90 i minuti se la cava.
Boccalari 6.5 Smistatore di palloni in mezzo al campo. Serve i suoi compagni e fa bene anche in fase di interdizione.
Dal Cortivo 6 Si aiuta con la sua altezza, rimane l’ultimo di difesa. Mette più quantità che qualità; comunque è efficace.
Zamboni 6.5 Allenatore in campo, l’età non pesa sulla sua condizione fisica, giocando una partita ad alta intensità.
Vaudagna 6 Più ombre che luci. La sua prestazione è buona, ma avrebbe potuto dare qualcosa di più. 
Torri 6 Non sfigura durante la prima frazione di gioco. Si comporta bene soprattutto in zona d’attacco.
Duguet 7 I suoi scatti impensieriscono, così come le sue giocate e i suoi cross per i compagni nell’area piccola.
Strada 7.5 Ha il merito di pareggiare, ma non ha il tempo di esultare. La rete rimane la ciliegina sulla torta per la sua gara.
Marchesini 6 Lavora sotto traccia, sempre pronto a intercettare i palloni e ad assalire lo spazio.
All. Tomamsoni 6 Non smette mai di dare indicazioni ai suoi. Frustrato più per il risultato che per la partita dei ragazzi.

TRITIUM SONA MAZZA SERIE D - SALVATORE PICCINATO
Il vice allenatore del Sona Salvatore Piccinato si dimostra fiducioso per le prossime gare

LE INTERVISTE

A fine gara il tecnico Mauro Calvi parla così della prova in campo dei suoi ragazzi alla luce della vittoria ottenuta: «I risultati aiutano, il gruppo lavora bene e si è visto contro la Casatese, lo Scanzorosciate e anche oggi e dalle prestazioni poi arrivano i risultati. Il gruppo merita e tutti meritano di giocare, tant’è che fare la formazione è difficile anche per continuare a tenere il ritmo e l’intensità alti. Ritmo e intensità che servono a mettere in difficoltà gli avversari e che servono anche ad arrivare alle singole giocate».

Rammaricato per la sconfitta il vice allenatore del Sona Salvatore Piccinato: «È stata una partita sfortunata, abbiamo preso gol su un mezzo infortunio, ma le partite sono così, quando poi non concludi finisci per prendere gol. È un momento difficile, dalla prossima cercheremo subito di raddrizzarla, perché si riparte sempre dallo 0-0».


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli