18 Giugno 2021

Villa Valle-Scanzorosciate Serie D: un doppio Di Lauri rilancia Valenti, per Mussa ormai è notte fonda

Le più lette

Nuovo portiere per il Settimo: per l’Eccellenza 21/22 arriva Marco Cariolo

Gioventù al potere a tinte viola. Il Settimo del nuovo tecnico Mario Gatta guarda al futuro, sia in vista...

Accademia Vittuone-Oratoriana Vittuone Pulcini: doppietta Lomuscio e Ramadan, Hoxha li segue a ruota

Bellissimo derby fra l’Accademia Vittuone e l’Oratoriana Vittuone, partita ad alta intensità nonostante il caldo asfissiante, entrambe le squadre vogliono...

Pro Sesto-Piacenza Under 17: Borsatti, Fedeli e Hrom regalano la vittoria a Forlini, crollano i biancocelesti

Il Piacenza di Forlini conquista i tre punti in trasferta, strappando la vittoria alla Pro Sesto di Martinelli, grazie...

Lo Scanzorosciate si aggiudica per 2-1 il derby bergamasco contro il Villa Valle, guadagnando così 3 punti fondamentali per rilanciarsi in ottica salvezza. Per Mussa ed il Villa, invece, la situazione inizia a farsi sempre più cupa; con la striscia di partite senza vittoria che si allunga ad 8 e con il successo che continua a mancare da quando il nuovo allenatore ha preso il posto di Bolis. L’incontro viene deciso nel secondo tempo da tre episodi, in particolare tre calci da fermo. In generale il match non risulta eccessivamente ricco di occasioni, questo perchè prevale in entrambe le compagini il timore di perdere la gara e di regalare punti preziosi ai rivali. Dunque la sfida si rivela più che altro una guerra di nervi, caratterizzata da duri scontri e dominio della foga agonistica, ai danni degli schemi e delle strategie ben definite. Mussa si affida al solito 4-5-1, mentre Valenti risponde con un 4-3-3 che, però, diventa anch’esso un 4-5-1 in fase di non possesso.

La paura. Sin dall’inizio il clima derby si sente eccome, con le due squadre impaurite di compromettere ulteriormente la classifica e di regalare il trionfo all’altra. La conseguenza di questo reciproco atteggiamento è la manifestazione della paura da parte di entrambe. Le due formazioni optano per permettere all’avversaria di gestire il pallone in impostazione, per poi attaccare le seconde palle e ripartire in contropiede. In particolare ad applicare questa tattica sono i padroni di casa che, però, commettono diversi errori evitabili, gettando al vento diverse chance potenziali. Ad ogni modo sono proprio loro a produrre l’unica palla gol dei primi 45 minuti: al 28’ Castelli, servito in profondità da Crotti, si lancia verso la porta difesa da Berardelli sfoderando un destro potente ma centrale; l’estremo difensore risponde presente e, anche grazie all’aiuto della traversa, devia in angolo. Infine gli uomini di Mussa tentano di oltrepassare la difesa ospite con frequenti lanci lunghi, tuttavia la retroguardia di Valenti si dimostra sempre sul pezzo ed attenta. Lo Scanzo, perciò, disinnesca efficacemente gli attacchi casalinghi, anche se offensivamente risulta abbastanza sterile e poco concreto. Le uniche volte in cui si avvicina all’area avversaria è grazie a qualche calcio d’angolo, ma senza mai essere veramente pericoloso.

Il derby si accende. Nella ripresa la gara subisce subito una svolta improvvisa al 4’: sugli sviluppi di un corner Micheli trattiene troppo vistosamente Mazza, il direttore Selva giudica l’intervento falloso indicando il dischetto. Dagli undici metri si presenta Di Lauri che glacialmente batte Pisoni, seppur quest’ultimo indovini il lato corretto in cui tuffarsi. La rete e l’episodio arbitrale accendono inaspettatamente l’incontro. Il Villa prova a reagire allo svantaggio, sfiorando l’1-1 in due circostanze. Prima con Micheli che svetta di testa e manda alto di poco; poi con Castelli che, però, calcia troppo debolmente per sorprendere il portiere. Gli uomini di Mussa, alla ricerca del pari, si espongono maggiormente in avanti concedendo le ripartenze allo Scanzo. Al 28’ Aranotu si gira in area da bomber vero portandosi a tu per tu con Pisoni, tuttavia il numero 1 giallorosso è straordinario ad evitare il 2-0. Doppio vantaggio che è rimandato solo di un paio di minuti, in quanto sempre Aranotu parte velocissimo in contropiede e, giunto ormai vicino all’area casalinga, viene steso dall’ultimo uomo Lleshaj. L’arbitro decide di graziarlo estraendo semplicemente il cartellino giallo, tra le proteste degli ospiti. La beffa arriva ugualmente, dato che Di Lauri batte la punizione magistralmente sparando un missile sotto al sette. Il 2-0 sembra poter mandare in archivio definitivamente la partita, ma al 35’ Berardelli commette una follia scalciando, con la palla in mano, Castelli che si era avvicinato in pressing. Selva decide di risparmiare l’espulsione anche a lui; ma comunque assegna il calcio di rigore che, lo stesso numero 30 locale, realizza. Con la rete che dimezza le distanze il finale diventa rovente, anche se la retroguardia di Valenti riesce a reggere, portandosi a casa un successo fondamentale.

Villa Valle-Scanzorosciate Serie D foto rigore Di Lauri
Di Lauri si appresta a battere il calcio di rigore dell’1-0

IL TABELLINO

VILLA VALLE-SCANZOROSCIATE 1-2
RETI (0-2, 1-2): 5′ st Di Lauri (S), 34′ st rig. Di Lauri (S), 36′ st rig. Castelli (V).
VILLA VALLE (4-5-1): Pisoni 6.5, Tarchini 5 (25′ st Ferrari 5), Crotti 5.5, Micheli 5.5, Cavagna 6, Lleshaj 6, Bonfanti 5.5 (9′ st Caradonna 5.5), De Meio 5.5 (18′ st Granillo 5.5), Picozzi 6 (42′ st Austoni sv), Castelli 6.5, Meregalli 5. A disp. Cristini, Stanzione, Brioschi, Ghisalberti, Monza. All. Mussa 5.
SCANZOROSCIATE (4-3-3): Berardelli 5, Cazzago 6, Corno 6.5, Zanola 6.5 (44′ st Zambelli sv), Mazza 6.5, Rota 6.5, Di Lauri 7.5, Baggi 7, Spampatti 6.5 (33′ st Comelli 6), Aranotu 7 (44′ st Gambarini sv), Stefanoni 6 (23’ st Hadaji 6.5). A disp. Romeda, Sacchini, Binetti, Malvestiti, Travellini. All. Valenti 6.5.
ARBITRO: Selva di Alghero 5.5.
ASSISTENTI: Della Monica di La Spezia e Accardo di La Spezia.
AMMONITI: Di Lauri (S), Meregalli (V), Cavagna (V), Baggi (S), Caradonna (V).
ESPULSO: 49′ st Ferrari (V).

LE PAGELLE

VILLA VALLE
Pisoni 6.5
Sui due gol subiti può ben poco. Nel finale tiene a galla i suoi con un grande intervento su Aranotu.
De Meio 5.5 Molto nervoso per tutto il corso della gara, riesce a combinare poco.
Micheli 5.5 Nei duelli in uno contro uno è difficilmente superabile. Troppo ingenuo, però, a concedere un rigore decisamente evitabile.
Meregalli 5 Molto in difficoltà quest’oggi. Sbaglia diversi interventi oltre che vari lanci, sua specialità.
Picozzi 6 Cerca di creare pericolosità dalla sinistra proponendosi con discrete sovrapposizioni.
Bonfanti 5.5 Si fa saltare troppo spesso in ripiegamento. In fase offensiva produce poco.
Tarchini 5 Non riesce ad agire da filtro. Inoltre sbaglia troppi appoggi e passaggi semplici.
Cavagna 6 Uno dei più positivi, se non altro resta la solita sicurezza quando ha il pallone tra i piedi.
Crotti 5.5 Troppo impreciso, soprattutto in ripartenza dove commette errori non da lui.
Lleshaj 6 Mette grande cattiveria agonistica e grinta, in particolare nel primo tempo in cui prova a trascinare con carattere i suoi.
Castelli 6.5 Lotta per 90 minuti contro i centrali avversari, riuscendo a creare la maggior parte delle occasioni della squadra. Nel finale si procura e trasforma il rigore che dà un minimo di speranza ai suoi.
All. Mussa 5 Sconfitta pesante, sia per la rivalità con lo Scanzorosciate che per la classifica. La vittoria non è ancora arrivata da quando è subentrato in panchina, ora iniziano ad essere tante partite.

 

SCANZOROSCIATE
Berardelli 5
Disputa per 80 minuti una buona partita, rispondendo presente quando viene chiamato in causa. Poi decide di commettere una follia senza senso regalando il rigore e rischiando l’espulsione; la giovane età lo giustifica in parte.
Cazzago 6
Bravo a contenere le avanzate casalinghe sulla fascia di sua competenza.
Mazza 6.5
Si procura con astuzia il rigore dell’1-0. Per il resto copre sempre bene intervenendo con puntualità.
Rota 6.5
Si occupa di far partire l’azione da dietro, tentando anche qualche discreto lancio.
Corno 6.5
Insistente in fase di spinta sulla sinistra, si dimostra essere un cliente scomodo per gli avversari.
Di Lauri 7.5
Decide il derby con una doppietta da impazzire; fenomenale la punizione del 2-1. In aggiunta si inserisce di continuo mettendo in difficoltà la difesa del Villa.
Zanola 6.5
Mette grande sostanza al servizio della squadra. Effettua scivolate e recupera palloni con grande grinta.
Baggi 7
L’ex di giornata si distingue con una prova notevole, in cui si getta con aggressività ed intensità sui portatori avversari.
Spampatti 6.5
Mandato in campo dal 1’ per l’infortunio nel riscaldamento di Parravicini, non sfigura affatto, anzi genera pericolosità tagliando continuamente dentro al campo.
Aranotu 6.5 Un po’ ingabbiato da Micheli nel corso del primo tempo, nel secondo si scatena diventando letale in contropiede.
Stefanoni 6
Prestazione caratterizzata da generosità e molta corsa.
All Valenti 6.5 Non certo una partita sfavillante quella disputata dalla sua squadra, tuttavia centra l’obiettivo di giornata portando a casa tre punti cruciali per provare a salvarsi.

 

ARBITRO
Selva di Alghero 5.5
Spesso lascia correre un po’ troppo. I due rigori ci sono, anche se mancano le espulsioni a Lleshaj e Berardelli.

LE INTERVISTE

Nel post-partita non rilascia alcuna dichiarazione il Villa Valle, in silenzio stampa.

Invece si esprime così Valenti, tecnico dello Scanzorosciate: «Vittoria che ci dà sicuramente morale, dato che ci permette di accorciare la classifica; sono orgoglioso della prestazione dei ragazzi. Nel primo tempo abbiamo giocato un po’ d’attesa concedendo poche occasioni, anche se pure loro non hanno spinto più di tanto. Abbiamo sbagliato troppo spesso la giocata finale, in particolare con i tre là davanti. Nella ripresa siamo entrati in campo più motivati, siamo stati più presenti in area ed abbiamo avuto più opportunità per fare gol. Gli episodi hanno deciso spesso questo campionato, noi abbiamo perso o pareggiato diverse partite per via di ciò; oggi siamo stati bravi a sfruttarli a nostro favore. Riguardo il rigore causato da Berardelli, è sicuramente una stupidaggine che ha rimesso in discussione una gara praticamente chiusa; tuttavia è giovane ed imparerà dall’errore. Con il successo in questo derby proveremo sicuramente ad acquisire la fiducia necessaria per agguantare la salvezza».

Villa Valle-Scanzorosciate Serie D foto Valenti
Nicola Valenti, allenatore dello Scanzo

 

 


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli