25 Giugno 2021

Villa Valle-Vis Nova Serie D: i bergamaschi asfaltano le lucertole con la tripletta di bomber Castelli

Le più lette

Torneo Eusalp, la Lombardia chiude al terzo posto: battuto il Veneto dopo i calci di rigore

Si conclude con un ottimo terzo posto l'avventura al Torneo Eusalp della Lombardia. La squadra di Matteo Medici ha...

Rappresentativa Nazionale Femminile Under 21: pubblicata la lista delle convocate per il primo incontro dell’area nord

È ufficialmente iniziata l'attività della Rappresentativa Nazionale Femminile dedicata all'Under 21. Un progetto nuovo del dipartimento femminile, che vede...

All Stars Under 16: ecco le quattro semifinaliste che si affronteranno a Collegno

L'All Stars sta per arrivare alle battute finali. Per gli Under 16 è stato il weekend dei quarti, che...

Tra le mura di casa il Villa Valle asfalta 4-1 la Vis Nova, portandosi in cascina tre punti cruciali per la corsa alla salvezza, dal valore ancora più considerevole arrivando dalla sfida contro una diretta concorrente. I giallorossi (oggi in tenuta bianca) si ripetono dopo il fondamentale successo ottenuto nel turno precedente sul campo del Crema, provando a mettersi definitivamente alle spalle il periodo di crisi che ha tenuto la vittoria lontana dai bergamaschi per circa due mesi. I neroverdi, invece, non riescono a rialzarsi dopo la sconfitta con il Desenzano e vedono avvicinarsi in classifica gli avversari odierni (un punto di distacco ora tra le due squadre), rendendo la lotta per non retrocedere sempre più combattuta e avvincente. Il match viene deciso nel primo tempo, in cui gli uomini di Mussa travolgono le lucertole con un netto 4-0, grazie alla tripletta del bomber Castelli e alla rete di Austoni. L’episodio chiave dell’incontro è, però, al 18’ quando sull’1-0 Stropeni viene espulso per aver raccolto con le mani il pallone al di fuori della propria area di rigore, condannando i compagni a giocare 70 minuti in inferiorità numerica. A nulla serve, nella ripresa, il gol della bandiera siglato da Proserpio.

 

Valanga giallorossa. Sin dalle prime battute della gara, il Villa Valle mostra un approccio più convinto e aggressivo, mentre la Vis Nova appare abbastanza imballata e in difficoltà nel trovare spazi in cui penetrare. I bergamaschi lasciano spesso avanzare i neroverdi fino alla linea di metà campo, per poi tentare di effettuare lo scippo del pallone, in modo da ripartire velocemente. Al 9’, proprio grazie ad una ripartenza, i padroni di casa passano in vantaggio: Crotti porta palla fino alla trequarti, vede un corridoio in cui servire con un passaggio illuminante Austoni, quest’ultimo si addentra all’interno dei 16 metri e trafigge Stropeni con un rasoterra fulmineo. Le lucertole, che già erano partite abbastanza stordite, accusano il colpo mostrando parecchia confusione nelle proprie idee. A compromettere ulteriormente la situazione è Stropeni al 18’. Il portiere esce dall’area per recuperare un passaggio sbagliato dal Villa, vista la pressione di De Meio arretra credendo di essere rientrato nei confini del rettangolo, tuttavia si trova ancora al di fuori quando si impossessa con le mani della sfera. L’arbitro Tomasi non ha dubbi, reputa l’episodio una chiara occasione da gol ed espelle il numero 1. La superiorità numerica galvanizza ancora di più i padroni di casa, permettendo loro di esprimere il proprio gioco con maggiore facilità e scioltezza; all’opposto taglia le gambe in modo irreversibile alla compagine di Giussano. I bergamaschi fiutano l’odore del sangue e al 24’ trovano il raddoppio. Dagli sviluppi di un corner, Crotti veste ancora i panni dell’assist-man e mette al centro un traversone, nel mezzo spicca Castelli che, con la sua incornata, fa 2-0. Gli ospiti sono ancora sotto shock e dopo pochi minuti subiscono anche il tris: Austoni salta Tranquillini ed effettua un cross basso, su cui si avventa ancora Castelli che insacca. I ragazzi di Comi provano a reagire tramite un moto d’orgoglio. Il protagonista è due volte Fall che, però, si fa ipnotizzare in entrambi i tentativi da un reattivo Pisoni. Ciò nonostante, nel recupero arriva la stangata definitiva che spegne ogni speranza di rimonta ai neroverdi. Essi si fanno trovare troppo sbilanciati, permettendo ai giallorossi di partire nuovamente in contropiede: Lleshaj dalla corsia sinistra mette al centro, dove sul secondo palo sbuca Castelli per siglare la tripletta personale e il 4-0 di squadra.

 

Ordinaria amministrazione. Nella ripresa i ritmi della partita si affievoliscono notevolmente, con il Villa Valle che gestisce l’ampio vantaggio attraverso un lento giro palla privo di particolari ambizioni. Vista la montagna insormontabile che si trova dinnanzi, la Vis Nova si adatta alla nuova inerzia della partita, non creando particolari squilli nei primi 20 minuti. Al 22’ arriva il gol della bandiera: Orellana Cruz si divincola alla grande sulla destra e mette al centro dove Proserpio, con una buona girata, conclude alle spalle dell’estremo difensore locale. Nella parte restante del match le lucertole tentano di accorciare ulteriormente le distanze, ma la chance più ghiotta capita a Tremolada che spreca. Si conclude, dunque, l’incontro con il punteggio di 4-1, regalando tre punti al Villa Valle che accendono sempre di più la lotta salvezza per il finale di stagione.

 

IL TABELLINO

Villa Valle-Vis Nova 4-1
RETI (4-0, 4-1)
: 9’ Austoni (VV), 24’, 32’ e 49’ Castelli (VV), 22’ st Proserpio (VN).
VILLA VALLE (4-3-2-1): Pisoni 6.5, Brioschi 6.5, Crotti 7.5 (9’ st Sogno 6), Cavagna 6.5 (16’ st Tarchini 6), Lleshaj 7, Albani 6.5, De Meio 6.5, Rondelli 7 (35’ st Caradonna sv), Austoni 7 (33’ st Bonfanti sv), Castelli 8.5 (18’ st Granillo 6.5), Meregalli 6.5. A disp. Cristini, Micheli, Assolari, Picozzi. All. Mussa 7.
VIS NOVA (3-5-2): Stropeni 4.5, Tranquillini 5.5, Cazzaniga 6, Tremolada 5.5, Dugnani 5, Fossati 5.5, Caruso 6 (20’ Orellana Cruz 7), Proserpio 6.5 (32’ st Giandinoto sv) , Schingo 6 (20’ Ragone 6), Fall 5 (13’ st  Migliavacca 5.5), Molteni 5 (6’ st Gnaziri 6.5). A disp: De Lisio, Airoldi, Redaelli, Della Torre. All. Comi 5.
ARBITRO: Tomasi di Lecce 7.
ASSISTENTI: Schirinzi di Casarano e Salvemini di Molfetta.
AMMONITI: 48’ Crotti (VV).
ESPULSI: 18’ Stropeni (VN).

 

LE PAGELLE

VILLA VALLE
Pisoni 6.5 Incolpevole sul gol subito, per il resto si fa sempre trovare pronto con interventi reattivi. In particolare è bravo a salvare due volte su Fall, quando il risultato è di 3-0.
Brioschi 6.5 Mostra spirito propositivo e iniziative interessanti sulla fascia sinistra. Difensivamente non incappa in grandi pericoli.
Crotti 7.5 Si dimostra ancora una volta il giocatore in più di questa squadra. Fornisce due assist al bacio per le prime due reti, inoltre trascina i compagni con una sicurezza e un’esperienza da veterano.
9’ st Sogno 6 Entra in campo sul 4-0 con lo scopo di siglare un gol, ci prova più volte senza però centrare l’obiettivo.
Cavagna 6.5 Si abbassa spesso all’altezza dei difensori per prendere il pallone e iniziare ad impostare la manovra. Solita certezza.
16’ st Tarchini 6 Porta sul terreno di gioco sostanza e aggressività, a volte si lascia andare troppo alla foga agonistica.
Lleshaj 7 Instancabile per tutti i 90 minuti, lo si può trovare praticamente ovunque. Niente male l’assist per il gol del 4-0.
Albani 6.5 Si occupa principalmente della zona centro-destra del campo con dedizione e abnegazione. Bravo ad inserirsi sui calci piazzati.
De Meio 6.5 Non si mette particolarmente in mostra nel corso di tutta la gara. Tuttavia, è da elogiare per averci creduto fino in fondo sul pallone che causa l’espulsione di Stropeni.
Rondelli 7 Dal suo ritorno in campo la sua presenza si è sentita eccome. Solido e roccioso nel contrastare i pochi tentativi avversari; a volte prova anche l’avventura nella metà campo offensiva. (35’ st Caradonna sv).
Austoni 7 Tanto movimento a scardinare la difesa della Vis Nova; si iscrive al tabellino con un gol e un assist. Unica macchia un pallone perso al limite dell’area che sarebbe potuta costare caro. (33’ st Bonfanti sv).
Castelli 8.5 Tripletta da bomber d’area che conduce la sua squadra alla vittoria. Con queste tre reti raggiunge quota 14 in campionato, un bottino veramente notevole.
18’ st Granillo 6.5 Crea pericolosità svariando sul fronte d’attacco. Sfiora il 5-1 con un tiro dalla distanza.
Meregalli 6.5 Non deve risolvere grandi problemi in difesa, ma quando ce ne sono interviene con puntualità.
Mussa 7 Seconda vittoria consecutiva che dà certamente morale ai suoi ragazzi. L’approccio alla partita è veramente ottimo, così come l’atteggiamento con cui la sua compagine approfitta della superiorità numerica.

 

VIS NOVA
Stropeni 4.5 Condanna i suoi a giocare in dieci per oltre 70 minuti, a causa di un’ingenuità assolutamente evitabile.
Tranquillini 5.5 Quando viene puntato va parecchio in difficoltà. Si riprende parzialmente da terzino nel secondo tempo, affacciandosi con più costanza nella metà campo offensiva.
Cazzaniga 6 Uno dei più propositivi nella prima frazione da incubo dei neroverdi. Se non altro ci prova, proponendosi spesso dalla sinistra.
Tremolada 5.5 Lì in mezzo non riesce ad amministrare come dovrebbe. Va vicino al gol del 4-2, ma sciupa sparando alto.
Dugnani 5 Non riesce a contenere le avanzate di Austoni, venendo saltato ripetutamente. Giornata da dimenticare.
Fossati 5.5 Tenta di scuotere i compagni con la sua leadership, ma anche lui appare in balia dell’attacco giallorosso.
Caruso 6 Viene sostituito dopo appena 20 minuti per risolvere una problematica legata agli “Junior” presenti in campo.
20’ Orellana Cruz 7 Il migliore della Vis Nova, porta vivacità e pericolosità al reparto offensivo. Fornisce l’assist per il gol della bandiera.
Proserpio 6.5 Mette intensità a centrocampo per contrastare gli avversari; uno degli ultimi a mollare. Segna la rete che rende il risultato meno pesante. (8’ st Giandinoto).
Schingo 6 Costretto ad uscire per far entrare il portiere di riserva, non ha tempo di incidere nel match.
20’ st Ragone 6 Non ha responsabilità sui tre gol subiti, anzi nel finale evita un passivo peggiore con delle buone parate.
Fall 5 Ingabbiato dai centrali di difesa del Villa. Ha due buone opportunità per riaprire la gara, ma le spreca entrambe. (13’ st Migliavacca 5.5).
Molteni 5 In mezzo al campo è troppo spaesato. Cerca di rendersi pericoloso con i calci piazzati, tuttavia non produce mai nulla di veramente insidioso.
6’ st Gnaziri 6.5 Il suo ingresso porta dinamismo e brio in un centrocampo abbastanza spento.
Comi 5 La sua squadra appare spaesata già nei primi minuti. Il rosso sicuramente complica la situazione, ma non dà mai l’impressione di essere davvero in partita.

 

ARBITRO
Tomasi di Lecce 7
Sempre vicino all’azione e pronto a prendere la decisione corretta, come nel caso dell’espulsione di Stropeni.


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli