7 Marzo 2021

Virtus Ciserano Bergamo – Tritium Serie D: Personé spaventa, ma Confalonieri e Del Carro guidano Del Prato fuori dalla zona calda

Le più lette

Alcione Eccellenza: si interrompe il rapporto con il DS Angelo Anselmi, il saluto del Presidente Montini

Nella giornata in cui si è dato il via libera all'Eccellenza, in casa Alcione si conclude la collaborazione, cominciata...

Gravina: Eccellenza pronta a partire, ora i format. Per i fondi aspettiamo il Decreto Ristori

Si è concluso il Consiglio Federale FIGC e la sentenza è positiva: via libera all'Eccellenza. Non è ancora uscita...

eSerieD, la Lombardia ha il V Factor: Virtus Ciserano Bergamo, Varese e Villa Valle ai playoff; il Desenzano Calvina non stona nel Round 2

Il Round 1 giunge al termine ed emette i primi verdetti della eSerieD: Virtus Ciserano Bergamo, Varese e Villa...

Tre punti fondamentali per la Virtus Ciserano Bergamo che supera 3-1 una Tritium che nel primo tempo mette in seria difficoltà la compagine di casa. Nel calcio, però, si sa, contano i gol che si fanno e poco importa se sbagli due occasioni davanti al portiere quando gli avversari alla prima azione ti trafiggono e passano in vantaggio.
Inizia il match e la formazione ospite parte subito forte con Lolli che lancia dalla propria trequarti Personé che si libera del proprio marcatore e si porta solo davanti al portiere, ma Colleoni è bravissimo a salvare la propria porta. Al 14′ è Barzaghi a portarsi in avanti e non sulla sua corsia di competenza. L’esterno della Tritium riesce ad arrivare sul fondo e a crossare in mezzo per la testa di Mattia Colleoni che impatta bene la sfera, senza però trovare la porta. Alla prima vera azione offensiva, la Virtus Ciserano Bergamo passa in vantaggio: Moioli allunga la falcata e serve Ambrosini, che chiude il triangolo, poi crossa sul secondo palo dove arriva Confalonieri che, dimenticato da tutti, può insaccare comodamente in rete. La Tritium non ci sta, non si perde d’animo e al 37′ trova il pari: Lolli parte defilato a sinistra, crossa in mezzo per Personé che sbuca davanti a Capitanio e trafigge il povero Matteo Colleoni. Meritato pareggio per gli ospiti che però vanno sotto al 40′: Ricozzi prende palla in area e la difende dall’attacco di Personé che va a contrasto. L’arbitro vede un incrocio di gambe tra i due giocatori ed indica il dischetto. Dagli undici metri si presenta Esposito che è freddo e trafigge il povero Miori. La Tritium potrebbe accusare il colpo, ma prova comunque a riequilibrare la gara proprio nei minuti finali, quando Barzaghi si porta in area palla al piede e crossa in mezzo per Personè, ma Del Carro si frappone, probabilmente con un braccio. Protestano a lungo i giocatori della Tritium, ma il direttore di gara lo giudica non punibile e lascia correre.
Inizia la ripresa e gli ospiti provano a rendersi pericolosi tenendo palla nella metà campo avversaria, ma senza creare grossi grattacapi. Intanto il tempo scorre e le lancette corrono inesorabili: i padroni di casa si chiudono molto bene, lasciando le briciole alla Tritium che dopo 15 minuti cerca la palla lunga per innescare i propri attaccanti. A rendersi pericolosi però sono proprio i ragazzi di Del Prato: Confalonieri allarga di prima per la corsa del neoentrato Spini che si porta in area, ma centra Miori che mura il tiro. Sugli sviluppi dell’angolo battuto proprio dallo stesso Spini, è Del Carro a svettare più alto di tutti e a mettere al sicuro il risultato con uno stacco di testa. La Virtus Ciserano Bergamo potrebbe consolidare per altre due volte il risultato con la velocità di Spini, che al 40’ sfrutta la sponda bellissima di Haoufadi e si lancia verso la porta, ma da dentro l’area calcia a lato. Siamo ormai nei minuti finali ed è ancora Spini che vuole a tutti i costi comparire sul tabellino, ma ancora una volta pecca di precisione e non trova la via del gol.
La sfida si chiude così con il successo della formazione di Del Prato che approfitta degli stop di Fanfulla e Sona per guadagnare un paio di posizioni in classifica, mentre per Nordi si tratta della terza sconfitta consecutiva.

IL TABELLINO

VIRTUS CISERANO BERGAMO 3
TRITIUM 1
RETI (1-0, 1-1, 3-1): 28′ Confalonieri (V), 37′ Personé (T), 40′ Esposito (V), 31′ st Del Carro (V).
VIRTUS CISERANO BERGAMO (4-3-3): Colleoni 6, Moioli 6.5, Pellegrini 6, Ricozzi 6 (45′ st Careccia sv), Del Carro 7, Capitanio 5.5, Chiarparin 5.5 (43′ st Galdoune sv), Muchetti 6, Esposito 6.5 (23′ st Haoufadi 6), Confalonieri 7 (36′ st Bonfanti sv), Ambrosini M. 6.5 (14′ st Spini 6.5). All. Del Prato 6.5. A disp.: Colleoni Mauro, Suagher, Pozzoni, Fanzaga.
TRITIUM (4-4-2): Miori 6, Aquilino 5.5, Barzaghi 6, Aldé 6, Bertaglio 5.5 (43′ st Valente sv), Ambrosini C. 5.5, Caferri Lo. 6.5 (28′ st Artaria 6), Marinoni 5.5 (23′ st Zulli 6), Personé 6, Lolli 6.5, Colleoni 5 (7’ st Fischetti 6). All. Nordi 5.5. A disp.: Zanellato, Caferri Le., Motta, Raffaglio, Forlani.
ARBITRO: Gasparotti di Rovereto 5.5 Alcune decisioni da rivedere in una direzione di gara non impeccabile, a prescindere dal presunto tocco di mano di Del Carro.
AMMONITI: Muchetti (V), Aquilino (T), Barzaghi (T), Ambrosini C. (T), Del Carro (V).

Virtus Ciserano Bergamo Tritium Serie D-Terna
La terna arbitrale, con al centro l’arbitro della gara: Silvia Gasperotti

LE PAGELLE

VIRTUS CISERANO BERGAMO
All. Del Prato 6.5 Tre punti fondamentali che lo portano a metà tra i playoff e i playout. Continua il buon momento della squadra.
Colleoni 6
Non deve fare grandi interventi. Trasmette però sicurezza al pacchetto arretrato.
Moioli 6.5 Sempre attento e concentrato in entrambe le fasi, è lesto nell’anticipare l’attaccante.
Pellegrini 6 Tanta corsa, tante accelerazioni e un bel po’ di sacrificio. Mostra il giusto spirito.
Ricozzi 6 Partita ordinata in mezzo al campo, dà buone geometrie alla squadra.
Del Carro 7 Sontuoso in difesa, non gli scappa mai l’uomo ed è sempre attento.
Capitanio 5.5 Gara anche sufficiente, ma si perde malamente Personè sul gol. Da rivedere.
Chiarparin 5.5 Il ragazzo non fa mancare la sua corsa, ma oggi gira a vuoto.
Muchetti 6 Meno preciso di altre sue comparse, specie nel primo tempo. Cresce con l’andare della partita.
Esposito 6.5 Fa tanto lavoro sporco, facendo a sportellate con in difensori. Freddo dagli undici metri a trafiggere Miori.
Confalonieri 7 Il valore aggiunto della squadra, quello che dà il tocco di classe e che inventa la giocata. Meravigliosa l’apertura al volo per Spini ed è lesto a fiondarsi in area per il vantaggio.
Ambrosini M. 6.5 Nonostante la sua giovane età, mostra grande confidenza con la categoria. Sta crescendo bene.
14′ st Spini 6.5 Entra molto bene in partita. Sfiora tre volte il gol ed è suo il cross da cui nasce il gol del 3-1.

Virtus Ciserano Bergamo Tritium Serie D-Virtus
L’undici scelto da Del Prato

TRITIUM
All. Nordi 5.5 I suoi non concretizzano quanto di buono fatto nel primo tempo. La corsa alla salvezza si complica ulteriormente.
Miori 6
Compie alcuni buoni interventi, soprattutto nel finale. Incolpevole sui gol presi.
Aquilino 5.5 Fatica a contenere le offensive dal suo lato. Meglio nella ripresa.
Barzaghi 6 Il migliore del pacchetto arretrato, soprattutto per la fase di spinta.
Aldé 6 Prova ad amministrare il possesso lì in mezzo. Nella ripresa però perde un pizzico di fisiologica lucidità.
Bertaglio 5.5 Qualche errore in fase di copertura, mentre quella difensiva è da rivedere.
Ambrosini C. 5.5 Prestazione molto simile a quella del uso compagno di ripartire, con qualche uscita in più su cui lavorare.
Caferri L. 6.5 Il motore del centrocampo. Prova a dare la spinta a tutte le azioni offensive della sua squadra.
Marinoni 5.5 Perde diversi contrasti in mezzo al campo, costretto a uscire a metà ripresa.
Personé 6 Tanto lavoro per la squadra, trova un bel gol con un grande anticipo sul difensore. Ingenuo nel commettere il fallo da rigore.
Lolli 6.5 Il più vivo del pacchetto avanzato. È da lui che nascono tutte le azioni pericolose.
Colleoni 5 Poco incisivo in fase di spinta, sembra lui l’uomo che si perde Confalonieri sul gol del vantaggio.

Virtus Ciserano Bergamo Tritium Serie D-Tritium
L’undici scelto da Nordi

LE INTERVISTE

Molto soddisfatto Ivan Del Prato che commenta così la partita e il momento generale della squadra: «Non abbiamo iniziato bene: la Tritium ha spinto, creando un’occasione abbastanza pulita con Personè. Siamo riusciti a passare in vantaggio con Confalonieri ma loro ci hanno subito agguantato. Questo avrebbe potuto cambiare la gara: loro potevano prendere maggior fiducia e colpirci, invece siamo stati bravissimi a ritornare in avanti con Esposito. Nella ripresa ci siamo difesi bene, senza correre pericoli e anzi abbiamo rischiato di chiuderla in più occasioni. È una vittoria importante: la volevamo fortemente per poterci così staccare dalla zona calda e poi per dare continuità di risultati. Adesso testa al Crema: è una squadra giovane, ma allo stesso tempo forte ed esperta. Sarà sicuramente un test difficile, ma interessante, e ci andiamo con le nostre qualità e il nostro coraggio. Rispetto a inizio anno, dove magari giocavamo meglio ed eravamo più spettacolari, adesso siamo più cattivi e più squadra e i risultati si stanno vedendo».


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli