25 Giugno 2021

Virtus Ciserano Bergamo-NibionnOggiono Serie D: Lillo alla prima gioia lecchese, e Citterio rilanciano Commisso

Le più lette

San Gallo Settimo: nuovo campo a San Benigno e fine settimana ‘galattico’

Settimana col botto per il San Gallo Settimo! Dopo aver disputato una serie di amichevoli di prestigio con Torino...

Giovanile Centallo, calciomercato senza freni: ufficializzato anche Michael Martino

Settimana di fuoco per quanto riguarda il calciomercato centallese: il Direttore Sportivo Samuele Parola ha messo a segno un...

FBC Saronno: il Gorla Maggiore cede il titolo e gli amaretti sono in Promozione

In casa FBC Saronno le cose si muovono, eccome se si muovono: a inizio giugno la notizia della collaborazione...

Con un gol per tempo la matricola terribile NibionnOggiono espugna il Carlo Rossoni di Ciserano nella sfida playoff contro i padroni di casa della Virtus Ciserano Bergamo e il sogno dei lecchesi di giocarsi la promozione nella post-season prosegue. Sono tre punti meritati per i ragazzi allenati da Giuseppe Commisso, capaci di riprendersi in fretta dalla battuta d’arresto casalinga con il Breno; buon gioco, ottima condizione fisica per il NibionnOggiono contro un’altra formazione in forma come la Virtus Ciserano Bergamo di Ivan Del Prato, che dal canto suo disputa una buona partita ma è meno performante in attacco rispetto agli ospiti e si deve arrendere ai gol nel primo tempo di Citterio e nei minuti di recupero della seconda frazione di gioco di Lillo, entrato al posto di Barzotti.

 

Lampo di Citterio. I due undici in campo dimostrano subito di aver voglia di affrontarsi a viso aperto senza tatticismi estremi e a tutta velocità. Le due formazioni sciorinano un ottimo calcio, però curiosamente bisogna attendere il 25′ minuto per vedere un tiro in porta, conclusione debole da una decina di metri di Barzotti per il NibionnOggiono, Mauro Colleoni blocca facilmente. E’ l’antipasto del gol del vantaggio ospite, che accade 60 secondi più tardi con un tocco ravvicinato di Citterio, questa volta Mauro Colleoni si deve arrendere. La risposta bergamasca è affidata a Confalonieri al 30′, girata di destro e Guarino respinge a mani aperte. NibionnOgiono, al 36′, a un passo dal raddoppio, perfetto lancio per Citterio che stoppa ed è da solo davanti a Mauro Colleoni, recupero fantastico di Spini che mette in corner. Salvataggio che vale come un gol. Non ci sono più emozioni fino al terzo minuto di recupero concesso da Valentini e squadre al riposo con il NibionnOggiono in vantaggio con merito per aver avuto le due migliori opportunità per segnare, sfruttandone una con Citterio. Virtus Ciserano Bergamo perfettamente all’altezza degli avversari e sfida ancora apertissima.

 

Chiude Lillo. Virtus Ciserano Bergamo e NibionnOggiono rientrano in campo per il secondo tempo senza novità nelle formazioni e la prima emozione la danno gli ospiti in contropiede al 6′, perfetto assist filtrante di Barzotti per Jamal Idriss, che solo al cospetto di Mauro Colleoni invece di concludere mette in mezzo un improbabile pallone per Tremolada, anticipato dalla difesa bergamasca. Al 10′ altra opportunità per raddoppiare per i ragazzi di Giuseppe Commisso, pallone vellutato di Tremolada per barzotti che di testa impatta male e consente a Mauro Colleoni una parata semplice. La Virtus Ciserano Bergamo ha una buona opportunità per pareggiare al 21′, traversone dalla destra di Pozzoni, Careccia arriva bene a colpire di testa, mandando però tra le braccia di Guarino che lo aspettava in quell’angolo. Le cose non si mettono benissimo per la Virtus Ciserano Bergamo al 24′ quando Esposito si fa cacciare ingenuamente da Valentini per uno spintone a un avversario. Così, il NibionnOggiono comincia a far girare palla con l’uomo in più e al 36′ spreca con Lillo dal dischetto di rigore, sarebbe stato il match-point. Al 45′ episodio dubbio nell’area ospite, tocco braccio o petto di Tocci ma Valentini lascia correre. E al 47′ altra protesta per una spinta su Esposito; ribaltamento di fronte e al 48′ il NibionnOggiono chiude la contesa con la seconda rete, filtrante in area per Lillo che di destro in diagonale supera Mauro Colleoni. Tre punti per il NibbionOggiono per proseguire nella corsa, inaspettata, verso i playoff, invece la Virtus Ciserano Bergamo perde colpi anche se con nove giornate ancora da disputare la post-season resta sempre raggiungibile.

 

IL TABELLINO

VIRTUS CISERANO BERGAMO- NIBIONNOGGIONO 0-2
RETI: 26′ Citterio (N), 48′ st Lillo (N).
VIRTUS CISERANO BERGAMO (4-3-1-2): Mau. Colleoni 6, Pozzoni 7, Pellegrini 7, Ricozzi 7, Del Carro 6.5, Nessi 6.5, Chiarparini 6 (20′ st Haoufadi 6), Careccia 6, Esposito 6, Confalonieri 7, Spini 7 (35′ st Ambrosini sv). A disp.: Mat. Colleoni, Suagher, Capitanio, Bonfanti, Muchetti, Galdoune, Jaouhari. All. Del Prato 6.5.
NIBIONNOGGIONO (4-4-2): Guarino 6.5, Premoli 6, Tocci 7, Romano 6.5 (30′ st Arrigoni 6), Boni 6.5, Antonini 6.5, Jamal Idrissi 6.5, Fumagalli 7, Tremolada 7, Barzotti 6 (12′ st Lillo 6.5), Citterio 7.5. A disp.: Ceesay, Bernardi, Losa, Redaelli, Donadio, Calmi, Villa. All. Commisso 7.
ARBITRO: Valentini di La Spezia 5.5.
ASSISTENTI: Palermo di Pisa e di Meraviglia di Pistoia.
AMMONITI: Ricozzi (VCB), Barzotti, Tremolada (N).
ESPULSO: 24′ st Esposito per comportamento anti-sportivo (VCB).

 

LE PAGELLE

VIRTUS CISERANO BERGAMO
Mau. Colleoni 6
È attento nelle uscite e a giocare con i piedi, non può farci nulla in occasione delle due reti lecchesi.
Pozzoni 7 Da i suoi cross millimetrici, specialmente nella ripresa, vengono i pericoli per la porta di Guarino.
Pellegrini 7 Premiato prima del fischio di inizio per le 100 presenze in Prima squadra con la maglia bianco-rossoblù sciorina una prestazione superba.
Ricozzi 7 È il vero signore del centrocampo bergamasco, dirige l’orchestra e distribuisce le energie con intelligenza.
Del Carro 6.5 Il capitano va alla guerra e in qualche modo arriva sempre sul pallone.
Nessi 6.5 L’intesa con Del Carro è ormai una delle colonne portanti dell’undici bergamasco.
Chiarparini 6 Partita di sacrificio sul versante destro del centrocampo bergamasco, senza particolari slanci
20′ st Haoufadi 6 Prova a fare l’ariete nelle incursioni finali per cercare il pareggio.
Careccia 6 Il match-winner dell’ultima partita a Scanzorosciate questa volta non riesce a trovare il guizzo giusto.
Esposito 6 Gioca bene spalle alla porta ed è utile alla squadra; si fa trasportare in un battibecco e lascia la squadra in dieci.
Confalonieri 7 E’ il più pericoloso dell’attacco di casa e mostra anche dei colpi di fantasia non indifferenti.
Spini 7 Corre per due alle spalle del duo di attacco Esposito-Confalonieri e salva un gol quasi fatto in recupero su Citterio (35′ st Ambrosini sv).
All. Del Prato 6.5 La squadra continua a giocare bene, questa volta però è quasi assente in fase offensiva e arriva la sconfitta.

 

NIBIONNOGGIONO
Guarino 6.5
Pur non essendo un gigante non si fa mai sorprendere sulle palle alte e fa buona guardia sul destro di Confalonieri.
Premoli 6 Difende con giudizio sul versante destro, senza abbandonare il fortino.
Tocci 7 Un gigante sulla fascia sinistra; non si batte nell’uno contro uno e fa anche il fluidificante vecchia maniera.
Romano 6.5 Corre e costruisce contemporaneamente, esce quando ha finito le energie
30′ st Arrigoni 6 Ha circa 20 minuti a disposizione e li usa per far girare il pallone e fare barriera a centrocampo.
Boni 6.5 Bello il duello con Esposito, difficilmente commette errori quando entra sull’avversario.
Antonini 6.5 Regista difensivo, si interscambia con Boni nelle marcature sul duo Confalonieri-Esposito.
Jamal Idrissi 6.5 Dimostra una buona tecnica e fa da raccordo tra centrocampo e attacco.
Fumagalli 7 Non si ferma un attimo e ha il tempo di giocare una marea di palloni a centrocampo.
Tremolada 7 Quando prende velocità è molto difficile da fermare per la difesa bergamasca.
Barzotti 6 Ha mezzi tecnici superiori per la categoria ma non ci mette la giusta grinta; conunque, sufficiente.
12′ st Lillo 6.5 Ci mette pochissimo a capire il ritmo partita e mette in frigo i tre punti con la rete del definito 2-0 ospite.
Citterio 7.5 E’ opportunista nello sbloccare il risultato e soltanto un recupero da applausi di Spini gli nega la doppietta personale.
All. Commisso 7 Ormai i suoi ragazzi formano un collettivo quasi perfetto; il sogno di qualificarsi ai playoff continua.

 

ARBITRO
Valentini di La Spezia 5.5 Dimostra di non avere ben in mano le redini della partita.

 

LE INTERVISTE

Al termine della partita, Ivan Del Prato, tecnico della Virtus Ciserano Bergamo: «E’ stata una buona partita, che è diventata nervosa nel finale, indirizzata male dall’arbitro; soprattutto noi ci siamo troppo agitati nell’ultima parte della gara quando dovevamo rimanere lucidi per cercare di segnare la rete del pareggio. Secondo me, è stato un risultato bugiardo, con la Virtus Ciserano Bergamo che è rimasta in dieci con l’espulsione strana di Esposito e il secondo gol subito in pieno recupero al 93′. Le squadra stavano giocando una buona partita e la terna l’ha rovinata; sono cose che vanno dette perché sono state determinanti per l’esito del match». La Virtus Ciserano Bergamo ha dimostrato ancora una volta di potersela giocare con tutte. «Sì, abbiamo dimostrato di essere competitivi contro tutte le squadre del girone B e al cospetto di un ottimo NibionnOggiono; purtroppo, quello che conta è il risultato e noi abbiamo perso, anche se considero il punteggio non veritiero per ciò che si è visto in campo. E’ un peccato perché con un risultato positivo avremmo potuto chiudere il discorso salvezza con ampio margine di tempo sulla fine del campionato. Adesso dobbiamo pensare subito all’impegno di mercoledì in casa del Sona, per mettere punti in classifica e poter festeggiare la permanenza nella categoria.

A fine gara, Giuseppe Commisso, allenatore del NibionnOggiono: «È stata una prestazione quasi perfetta dei miei ragazzi. Se devo proprio trovare il pelo nell’uovo, avremmo dovuto chiuderla prima nella ripresa, mi riferisco soprattutto all’occasione da gol avuta da Barzotti. Sono molto contento per l’immediata reazione del NibionnOggiono dopo la sconfitta casalinga per 3-1 con il Breno, partita in cui non avremmo meritato di perdere ma è andata così contro un’ottima formazione che gioca un buon calcio come il Breno, quello di Confalonieri nel primo tempo respinto da Guarino. Non è facile espugnare il campo di una squadra forte come la Virtus Ciserano Bergamo e noi ci siamo riusciti subendo, praticamente, un solo tiro in porta». Questa stagione da matricola terribile prosegue alla grande e anche il sogno di qualificarsi per i playoff da neo promossa: «Con i tre punti conquistati a Ciserano possiamo dire, senza poter essere smentiti, che uil NibionnOggiono è salvo e anche nel campionato 2021-2021 disputerà il campionato di Serie D. Già da qualche settimana ho chiesto ai miei calciatori se negli ultimi due mesi volevano vivacchiare o divertirsi, con questo successo contro la Virtus Ciserano Bergamo hannon ispsoto che voglio divertirsi e provare ad andare ai playoffo, che sarebbero un grandissimo e inaspettato risultato per il neo promosso NibionnOggiono».


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli