4 Marzo 2021

Casale – Lavagnese Serie D: Coccolo fa risplendere la stella

Le più lette

Pro Sesto-Pro Patria Serie C: pari senza reti nel derby tra le “Pro”, a prevalere sono organizzazione, attenzione e voglia di non scoprirsi

Il derby delle "Pro" non lo vincono né i sestesi né i bustocchi. A prevalere su tutto sono l'organizzazione,...

Serie D, pesanti inibizioni in casa Folgore Caratese. 14 mesi a Criscitiello, 6 a Diciannove, che lascia il Dipartimento?

Inibizione fino al prossimo 1 settembre per Giacomo Diciannove, fino al 30 aprile 2022 per Michele Criscitiello. Tre giorni...

Fanfulla – Villa Valle Serie D: Palmieri risponde Castelli, a Lodi finisce in parità

Finisce 1-1 la sfida fra Fanfulla e Villa Valle alla Dossenina di Lodi nella 20° giornata del Girone B...

Un tre a zero che premia la continuità, che fa sorridere, che dà sollievo. Il Casale di Francesco Buglio infila il sesto risultato utile consecutivo ai danni di una Lavagnese ben ingabbiata e che prova a insediare, senza riuscirci, Drago solo da piazzato. Buglio sorride grazie anche al suo zoccolo duro che partita dopo partita diventa sempre più decisivo.

Vincenzo Ranieri non cambia il modulo usato dal suo predecessore Gianni Nucera e continua col 4-3-3 anche se orfano di Avellino e Rossini al centro della difesa. Buglio invece va avanti col 3-4-1-2 o 3-5-2 a seconda delle fasi di gioco, con larghi Nouri (sempre più titolare ai danni di M’Hamsi) e Mullici e in mezzo al campo i due 2002 Raso e Romeo. Poesio a fare il solito ruolo di cerniera tra reparto mediano e offensivo.

Non passa molto per fare capire al Casale che la stella è sempre più benevola, perché dopo 9′ di studio, i veterani del Palli trovano la giusta via per passare in vantaggio. Mullici si accentra leggermente per avere il giusto corridoio per pescare Lo scatto di Lorenzo Coccolo ad allargarsi sulla destra. Stop e serpentina verso il centro dove semina sia Profumo che Di Lisi, per poi portarsi il pallone sul sinistro all’altezza della lunetta. Mancino strozzato sul terreno che elude il tuffo di Boschini e si insacca per un 1-0 precoce, ma potente.

Con un inizio così la partita diventa di più facile lettura per il Casale che ora aspetta pazientemente i liguri senza schiacciarsi troppo, ma facendo buon uso della capacità in rottura di Raso in mezzo al campo e dell’intelligenza esperta del trio Todisco-Cintoi-Bettoni in retroguardia. La Lavagnese, dal canto suo, prova una timida reazione affidandola però al solo D’Orsi largo a destra che impegna maggiormente Drago da piazzati (punizioni o angoli). Il massimo rischio arriva al 18′ con una punizione dello stesso D’Orsi sulla testa di cantatore che termina larga.

Con quasi nessun pericolo dietro la manovra piemontese è più rilassata, anche se mai elegante, e può cercare lo spunto giusto per Coccolo o Colombi. Quest’ultimo lotta spesso di fisico ricavandosi anche una buona occasione al 22′ quando spalle alla porta si gira all’improvviso e, complice una deviazione di Bacigalupo in marcatura, costringe Boschini ad un volo per metterla in angolo. Se la Lavagnese non accelera, i monferrini si concedono il lusso di accompagnare il punteggio negli spogliatoi senza ulteriore strappi, ma richiedendo anche un rigore su Poesio al 26′ per un contatto con Bacigalupo. Per Selvatici di Rovigo non c’è niente.

Gli ospiti, guidati da Oneto in assenza del capitano designato Avellino, non riescono cambiare il ritmo alle loro incursioni neanche nella ripresa, ma alzando di qualche metro il baricentro scoprono il fianco alla velocità di Coccolo che dopo soli sei giri di lancette costruisce una palla gol gigantesca. Spostato a sinistra, il 10 nerostellato mette il turbo e con un velo lascia di sasso Bacigalupo. Arrivato in area mette un pallone docile docile sul dischetto per il sinistro di Colombi che però spreca calciando addosso ad un Boschini già per terra. Il 2-0 fallito sembra poter essere segnale di sventura e Buglio fa arretrare Mullici e Nouri su posizioni più difensive, schierando di fatto una difesa a 5. Il cattivo rischia di diventare realtà su un lancio verticale per Buongiorno che approfitta di un’uscita non precisissima di Drago per alzare un cucchiaio. Nouri salva sulla riga, ma comunque la bandierina di Ferhati di Latina è alta.

Abbiamo detto che è la vecchia guardia a trascinare il Casale e così è perché al 21′ un tiro Poesio (con deviazione) e un colpo da biliardo di Coccolo ancora dal limite, chiudono la partita portando i nerostellati sul 3-0 in un solo minuto. La ritrovata fiducia di gruppo fa si che anche gli ultimi disperati e poco pericolosi tentativi liguri finiscano in nulla di fatto.

Buglio torna a gioire al Palli con un 3-0 che rotondo e largo che danno ragione allo stesso tecnico quando la scorsa settimana a Gozzano dichiarò che sarebbe partito da lì, dal pareggio con la capolista, un nuovo campionato, in cui si sarebbe visto un nuovo Casale. Il vero Casale.

CASALE-LAVAGNESE 3-0
RETI: 9′ Coccolo (C), 21′ st Poesio (C), 22′ st Coccolo (C).
CASALE (3-4-1-2): Drago 6.5, Todisco 7 (34′ st Guida sv), Nouri 7, Raso 7.5, Cintoi 7, Bettoni 6.5, Mullici 6.5 (41′ st Lewandowski sv), Poesio 7 (37′ st M’Hamsi 6.5), Colombi 6 (30′ st Franchini 6.5), Coccolo 8.5 (44′ st Cocola sv), Romeo 6.5. A disp. Tarlev, Graziano, Fontana, Lanza. All. Buglio 7.5.
LAVAGNESE (4-2-3-1): Boschini 6, Oneto 5.5, Profumo 5 (35′ st Di Vittorio sv), Bacigalupo G. 5, Basso 5.5, Di Lisi 5.5, Cantatore 5.5 (35′ st Bei sv), Alluci 5.5, Buongiorno 6, D’Orsi 6.5 (7′ st Addiego Mobilio 5.5), Tripoli 5.5 (24′ st Rovido 6). A disp. Bova, Orlando, Bagnato, Rossini, Romanengo. All. Ranieri 5.
ARBITRO: Selvatici di Rovigo 6.5.
AMMONITI: 19′ Poesio (C), 23′ Bettoni (C), 25′ D’Orsi (L).

 

PAGELLE CASALE

All. Buglio 7.5 La squadra è maturata e ora è ben lanciata verso un campionato totalmente differente rispetto a quello fatto vedere nel girone d’andata. Partita ben interpretata e gestita. Ha ritrovato il miglior Coccolo e ora sono guai per chi gli si mette davanti.
Drago 6.5 Qualche uscita così così, che però non porta danni. Sempre attento e preciso su tutti i piazzati che arrivano dalle sue parti e, anche grazie ai suoi interventi, non diventano pericoli.
Todisco 7 Nella linea a tre con gli altri due mastini è sempre più determinante. Intelligente a gestire i rapporti con Mullici sulla corsia sinistra e ordinato nel muoversi col reparto. 34′ st Guida sv
Nouri 7 Il cliente più insidioso della giornata è il suo, ma lui lo gestisce con una maturità che sembra un veterano. D’Orsi fa qualcosa solo da piazzato.
Raso 7.5 Una mediana centrale composta da due 2002 fa specie, ma lo fa ancora di più vederlo giocare con grinta e sicurezza. Sia nella gestione del pallone che in fase di interdizione è dominante.
Cintoi 7 Alla guida della terza miglior difesa del girone. Mai in affanno né sulle palle alte né sulle palle basse mettendo il collare a Buongiorno.
Bettoni 6.5 In marcatura si comporta egregiamente azzardando anche interventi duri sempre precisi e che gli costano qualche cicatrice. È il primo play della squadra e lo fa bene, ma si prende qualche rischio di troppo.
Mullici 6.5 Gara ordinata in cui dosa le forze e punta sul buon posizionamento. Pregiato l’assist in verticale a inizio gara, poi sta più attento in difesa. 41′ st Lewandowski sv
Poesio 7 Danza bene tra le linee trovando passaggi e aprendo spazi al reparto offensivo. Il gol è una ciliegina che gli dà fiducia e nuova centralità nella squadra. 37′ st M’Hamsi 6.5 Entra positivo concedendosi anche una bella cavalcata a sinistra.
Colombi 6 Il gol mangiato rischia di pesare tantissimo sull’economia della partita e l’errore è grave. Alla fine va tutto per il verso giusto e la buona gara in fase di contrasto e di posizione gli vale la sufficienza. Spesso cerca spesso spunti buoni individuali. 30′ st Franchini 6.5 Va a battagliare come se il Casale fosse sotto di 0-1.
Coccolo 8.5 Dopo qualche indizio lasciato nelle precedenti giornate, Coccolo torna a fare Coccolo, ovvero una fabbrica costante di occasioni create e realizzate. Due gol su iniziative personali d’autore e un assist non sfruttato da fantascienza. Devastante. 44′ st Cocola sv
Romeo 6.5 Si intende sempre di più con Raso e cresce di peso nonostante il suo sia un ruolo ombra. Buoni break e dà fluidità al giro palla.

PAGELLE LAVAGNESE

All. Ranieri 5 Esordio da dimenticare per l’ex vice di Nucera. Gara subito in salita e che non sembra mai poter esser di nuovo messa in discussione. Il cambio D’Orsi o è per un problema fisico o non si spiega.
Boschini 6 Beffato da Coccolo in avvio con un rimbalzo strano, si fa trovare pronto come e dove può sulle altre conclusioni nerostellate.
Oneto 5.5 Non direttamente responsabile di marcature sbagliate o svarioni, ma non spinge come potrebbe sull’out destro su un non difensore come Mullici.
Profumo 5 Coccolo lo lascia fermo come un birillo sul primo gol e quando sale Nouri non si fa trovare sempre pronto e sicuro. 35′ st Di Vittorio sv
Bacigalupo G. 5 Che dalle sue parti arrivi Coccolo o Colombi, raramente vince un duello.
Basso 5.5 Serve qualità in mezzo al campo per provare a cambiare l’inerzia di una partita che vede la Lavagnese sempre più spenta. Non riesce a garantirla.
Di Lisi 5.5 Anche lui in marcatura su Colombi e Coccolo va spesso in difficoltà.
Cantatore 5.5 Balla tra una difesa esperta del Casale e un centrocampo giovane senza trovare un’ispirazione. 35′ st Bei sv
Alluci 5.5 Insieme al collega di reparto quando assediato non riesce a far sentire la sua presenza e non riesce a leggere la posizione di Poesio, o quanto meno ad arginare la sua influenza.
Buongiorno 6 I palloni che riceve sono pochi e spesso ingiocabili. Non si perde d’animo e continua a battagliare trovando anche una mezza occasione nell’unico duello vinto con Cintoi.
D’Orsi 6.5 Il più, nonché l’unico, pericoloso dei liguri. Sullo spunto non riesce a superare Nouri ma con palla ferma mette palloni interessanti che i compagni non riescono a sfruttare o che la difesa monferrina legge bene. 7′ st Addiego Mobilio 5.5 Un esterno alto del suo livello potrebbe, potenzialmente, far cambiare le cose. Così non è.
Tripoli 5.5 Mai pescato sull’out sinistro. Quando provano a raggiungerlo la morsa di Todisco lo annulla. 24′ st Rovido 6 Spende buone energie e quanto meno suda la maglia.


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli