Casale – Savona Serie D, Coccolo non sfonda e il Savona strappa un punto

0
717

A conferma di un campionato strano, se non folle, il Casale non riesce ad andare oltre lo 0-0 con un Savona che se nel primo tempo propone anche qualcosa, nella ripresa deve ringraziare un Coccolo tanto attivo in fase di smarcatura, quanto impreciso sottoporta. Dopo un prepartita interamente dedicato ai pompieri vittime di Quargnento, prende vita un primo tempo molto fisico ma con pochissime occasioni. I nerostellati si fanno preferire nelle primissime battute, ma la regia di Poesio non riesce a trovare con regolarità Coccolo. Infatti la prima emozione da registrare è una punizione di Di Lernia dai 30 metri che impegna Vettorel in una parata non impossibile, ma scenica. Due pungi e palla larga. Col passare dei minuti anche il Savona vuole dimostrare di non esser venuto a fare la comparsa. Se D’Ambrosio e Giovannini non riescono a trovare varchi sugli esterni nonostante si invertano con regolarità, qualche pertugio lo trovano i passagi di Disabato. Cross al 21′ che trova l’inzuccata alta di Siani e verticale ancora per Siani che si dimostra poco pericoloso da prima punta calciando lentamente sulle sicura braccia di Rovei. De Paola spinge e sprona e gli striscioni trovano possesso nella metà campo casalese, scoprendo però il fianco ad una ripartenza di Mair (lanciato dal rognoso Vecchierelli). L’ex Milano City si fa apprezzare da contropiedista, ma meno come finalizzatore crossando n malo modo sul fondo.

Alle poche occasioni del primo tempo, si contrappongono le tante nerostellate nella ripresa grazie ad un Coccolo che riesce con più facilità a scappare alla buona marcatura di Ghinassi e Castellana, a un Poesio più decisivo tra le linee e ai cambi di Buglio. Scalda i motori il n°7 monferrino con un tiro defilato murato da Tissone. Tocca poi a Mair, prima di uscire, a sprecare due occasioni entrambe da posizione defilata nell’area piccola: una sparata fuori di molto (scelta e realizzazione sbagliate) e una botta sparata su Vettorel sul primo palo. Lamesta rileva il posto di Mair e gopo 3′ dal suo ingresso è già chiamato in causa da un bel cambio di gioco di Poesio, ma il suo cross è tardivo e murato. La mediana guidata da Albani crolla e Poesio cresce esponenzialmente: a testimoniarlo è il filtrante geniale per Coccolo che taglia fuori due volte Castellana, ma tentenna troppo al limite dell’area piccola permettendo a Ghinassi di arrivare con prepotenza e sparare in angolo. Coccolo prova a farsi perdonare sugli sviluppi del corner ma la sua magia potente al volo sorvola di un soffio la traversa.
De Paola legge la sofferenza e si gioca la carta Tripoli (dopo quelle di Mehic e Dinane) per cercare di beffare il dominio territoriale casalingo e quasi quasi ci riesce. Al 30′ Giovannini non trova Tripoli sul secondo palo per un soffio, mentre al 44′ Tripoli semina tutti sull’out di destra e scodella per Mehic che sceglie di non concludere e fare la torre per Giovannini. Sulla riga di porta però arriva capitan Cintoi a cui manca solo il mantello per completare la figura da supereroe. Tra pericoli di Tripoli sale in cattedra Di Lernia sventagliando da maestro per Lamesta che mette giù e fa partire un traversone che attraversa tutta l’area piccola senza però trovare la deviazione di Miello sul secondo palo. Niente da fare, neanche l’ultima invenzione di Poesio in pieno recupero riesce a spezzare la maledizione e infatti, sull’assist del trequartista di Buglio, Coccolo non riesce a centrare lo specchio.

IL TABELLINO DI CASALE SAVONA SERIE D 0-0
CASALE (4-2-3-1): Rovei 6.5, Bianco F. 6.5, Villanova 7, Vecchierelli 6.5 (33′ st Miello 6.5), Cintoi 7.5, Pinto 7, Coccolo 6, Poesio 7, Mair 5 (12′ st Lamesta 7), Di Lernia 6.5, Mullici 5.5 (40′ st Todisco 6.5). A disp. Tarlev, Graziano, Provera, Brugni, Lanza, Buglio. All. Buglio.
SAVONA (4-3-3): Vettorel 6, Fricano 5.5, Tissone 6, Albani 6, Ghinassi 7, Castellana 6.5, Giovannini 7, Buratto 5.5 (21′ st Dinane 6), Siani 5 (28′ st Tripoli 6.5), Disabato 6.5, D’Ambrosio 5 (12′ st Mehic 6.5). A disp. Guadagnin, Brignone, Shekiladze, Amabile, David, Curci. All. De Paola.
ARBITRO: Iannello di Messina 6.5 Gioco un po’ troppo spezzettato, ma il metro è buono e coerente.

LE PAGELLE DI CASALE SAVONA SERIE D

CASALE (4-2-3-1)
All. Buglio 6.5 Risponde a un primo tempo timido con cambi azzeccati. La prestazione c’è, manca l’ultimo tocco per allungare in classifica.
Rovei 6.5 Più impegnato coi piedi coi quali non sfigura.
Bianco 6.5 Egregio su D’Ambrosio, più in difficoltà con Giovannini, ma ne esce più che pulito.
Villanova 7 Con le brutte riesce a chiudere l’out.
Vecchierelli 6.5 Tanta cattiveria nel recuperare mille palloni. Efficace. 33′ st Miello 6.5 Si mette subito in evidenza con qualche sfuriata in fascia. non trova l’1-0 per centimetri.
Cintoi 7.5 Il salvataggio sulla riga corona una prestazione perfetta. Annulla un non ostico Siani.
Pinto 7 Ottima coordinazione di reparto. Non sbaglia un intervento.
Coccolo 6 Primo tempo in serissima difficoltà. Nella ripresa trova le misure sui cagnacci in marcatura e ci si infila. Sottoporta però è in giornata no.
Poesio 7 Col passare dei minuti trova maggior libertà in trequarti e regala assist interessanti.
Mair 5 Buone progressioni, ma le scelte sono spesso e volentieri sbagliatissime. 12′ st Lamesta 7 Subito in palla. Fa apprezzare assoli pericolosi.
Di Lernia 6.5 Il piede è caldo. Non trova un altro gol di punizione, ma qualche sventagliata d’autore la fa vedere.
Mullici 5.5 Poco chiamato in causa, poco incisivo. Fantasma. 40′ st Todisco 6.5 In 10 secondi si prende subito un fallo in trequarti buttandosi di faccia su una gamba alta. Cazzimma.

SAVONA (4-3-3)
All. De Paola 6.5 La squadra tiene mentalemente in avvio, di fortuna nel secondo. Furbo nel cercare il colpaccio coi cambi offensivi.
Vettorel 6 Qualche indecisione, ma alla fine tiene la porta immacolata.
Fricano 5.5 Farsi scappare Mair ripetutamente è sintomo di fatica. Graziato dagli errori dell’ex Milano City.
Tissone 6 Poco evidente, ma qualche intervento in copertura gli vale la sufficienza.
Albani 6 Nella ripresa scompare anche a causa della squadra che si abbassa troppo, però in avvio battaglia con coraggio.
Ghinassi 7 Eccellente marcatura e provvidenziale sull’indecisione di Coccolo.
Castellana 6.5 Primo tempo di sostanza.
Giovannini 7 Tra i più attivi e costanti. Il giovanotto è l’unico in grado di far soffrire Bianco.
Buratto 5.5 Impalpabile in entrambe le fasi. 21′ st Dinane 6 Discreto in fase di copertura.
Siani 5 Annullato dai due colossi nerostellati. Si deprime e sbaglia alcuni elementari imperdonabili. 28′ st Tripoli 6.5 Il giallo dalla panchina fa storcere il naso, ma se il Savona rischia il colpo gobbo è per la sua freschezza e fantasia.
Disabato 6.5 Quando il Savona riesce a fare 4 passaggi di fila è perché passano da lui.
D’Ambrosio 5 Mai, mai, mai pericoloso. 12′ st Mehic 6.5 Eccede in generosità sul cross di Tripoli. Molto attivo.

LE PAROLE A FINE GARA DI FRANCESCO BUGLIO

LE PAROLE A FINE GARA DI ANTONIO PINTO