14 Aprile 2021

Fossano – Borgosesia Serie D: Areco punisce subito, Viassi all’ultimo posto tra sprechi e infortuni in serie

Le più lette

Scanzorosciate, Matteo Speranza sul futuro: «Ho varie opzioni fra le quali scegliere, ma non escludo la permanenza»

Il futuro di Matteo Speranza è ancora un libro aperto, tutto da scrivere. Allo Scanzorosciate da un anno, il...

Vergiatese-Pontelambrese Eccellenza: Mammetti show, Fiorito parte col piede giusto

Tre punti di sostanza e la certezza che questa Vergiatese ci proverà fino alla fine a giocarsi il passaggio...

Pergolettese-Piacenza Serie C: l’inzuccata di Corbari manda in paradiso i lupi

Se quella del Piacenza non è una vittoria salvezza, poco ci manca. Perché i tre punti maturati al Voltini...

Forse non è davvero l’annata giusta per il Fossano, lo zero a tre subito da una diretta concorrente per la salvezza suona ora come una condanna definitiva. Giocare partendo sotto di un gol non è di certo facile, se si aggiunge un’imprecisione grottesca sotto porta la strada non può che essere in salita. Per il Borgosesia, trovare subito il vantaggio mette la gara sui binari migliori, perché giocare bassi e puntare sulle ripartenze in campo aperto di Bramante è il modo in cui più possono far male i ragazzi di Rossini. Zero a tre che nasce su questi presupposti, nessun dominio o vittoria schiacciante, ma comunque meritata da un Borgosesia che sfrutta le occasioni per indirizzare la gara secondo le sue volontà cosa che è mancata a un Fossano ormai giù di corda.

Vantaggio che nasce dal calcio di inizio, un po’ di palleggio fino al lancio di Vecchi sulla sinistra, azione sulla linea di fondo e palla messa indietro, qui il primo errore fatale della gara con i centrocampisti di Viassi a ridosso dei difensori, schiacciati verso la porta si dimenticano degli uomini a rimorchio, uno di questi è Areco che arma il tiro e batte Merlano senza pressioni. Un minuto dopo azione fotocopia, ma questa volta al tiro ci va Bramante di prima intenzione e Merlano riesce ad opporsi, due minuti di fuoco. Dopo di ciò la gara inizia a svilupparsi, con il Fossano frastornato che cerca in Romani un appiglio, il fantasista risponde presente cercando sempre palla e provando a manovrare l’azione offensiva della squadra. Quando però il pallone viene recuperato dal Borgosesia la velocità di Bramante diventa un fattore e solo alcune scelte di passaggio sbagliate non creano ulteriori pericoli al Fossano, che a sua volta si presenta al tiro due volte nel finale di tempo, entrambe con Romani che mette fuori.

Nella ripresa inizia il vero e proprio festival dello spreco fossanese, a inaugurarlo è Lazzaretti: cross dalla destra di Adorini che trova Lazzaretti solo a un metro da Barlocco, conclusione al volo a lucidità zero che centra il portiere miracolato. Poi ancora occasione con Romani che calcia da sinistra, palla che si impenna e Barlocco che interviene bene. Ancora sprechi all’11’ st con Specchia che crossa da sinistra, Brondi è solo dentro l’area ma il suo colpo di testa muove solo l’aria e il pallone sfila via per l’incredulità dei presenti. Anche Romani ha la sua occasione da non mancare, ma da buona posizione dentro l’area calcia centrale. I gol mancati sono ora davvero tanti, e i per stare dietro ai modi di dire, i gol subiti pochi. Il Fossano gioca nella metà campo del Borgosesia e per forza di cose deve alzare i difensori giocandosi l’uno contro uno, Bellocchio fa bene su Bramante ma la velocità del dieci ospite a volte è devastante.

In una di queste di queste occasioni di palla ribattuta del Borgosesia, Bramante riesce a girarsi e mandare in campo aperto Perego che parte tra le proteste per un fuorigioco, uno contro uno con Merlano e freddezza nel firmare il raddoppio. Per il Fossano è ora di fare i conti con quanto sprecato, Romani ci prova ancora su punizione ma Barlocco si oppone ancora. Resta solo il tempo per un’altra ripartenza con Perego che apparecchia per Bramante, mancino preciso sul secondo palo a mandare il Fossano nel baratro.

 

IL TABELLINO DI FOSSANO – BORGOSESIA SERIE D

FOSSANO-BORGOSESIA 0-3
RETI: 1′ Areco (B), 22′ st Perego (B), 43′ st Bramante (B).
FOSSANO (4-3-3): Merlano 6.5, Bertoglio 5, Specchia 5.5 (25′ st Manuali 5.5), Bellocchio 6, Scotto 6, Galvagno 5 (42′ Aloia 5.5), Romani 6.5, Brondi 5, Reymond 5 (25′ st Volpatto 5.5), Lazzaretti 5, Adorni 5.5 (12′ st Coulibaly 5). A disp. Bosia, Bergesio, Medda, Di Salvatore, Brero. All. Viassi 6.
BORGOSESIA (5-3-2): Barlocco 6.5, Confalonieri 6.5, Cortinovis 6.5, Vecchi 6 (32′ Iannacone 6), Bajic 6.5, Gerace 6.5 (38′ st Matera sv), Monteleone 7, Szafran 6.5, Perego 6.5 (44′ st Rivi sv), Bramante 7, Areco 6.5 (19′ st Beretta 6). A disp. Xausa, Baiardi, Russo, Diongue, Sapone. All. Rossini 7.
ARBITRO: Virgilio di Agrigento 6.
AMMONITI: 45′ Confalonieri[01] (B), 30′ st Romani (F).

LE PAGELLE DI FOSSANO – BORGOSESIA SERIE D

FOSSANO (4-3-3)
Merlano 6.5 Al secondo minuto chiude la porta a Bramante, poi tiene in partita i suoi con un paio di uscite basse sugli attaccanti avversari.
Bertoglio 5 Nel primo tempo gioca alto ma sulle uscite deve rivedere i tempi, nel secondo si abbassa ma pecca nel servizio ai suoi compagni.
Specchia 5.5 Duetta bene con Romani andando a sovrapporsi, ma dietro di lui lascai qualche buco dove si infila Bramante. 25′ st Manuali 5.5 
Bellocchio 6 Costretto spesso all’uno contro uno con Bramante riesce anche a contenerlo e leggere qualche buon anticipo.
Scotto 6 Anche lui costretto all’uomo contro uomo, si gestisce bene.
Galvagno 5 Subisce la maledizione degli infortuni, ma quando è in campo non si rende troppo utile ala causa. 42′ Aloia 5.5 Buona lotta, crea una piacevole confusione, ma è poco incisivo negli ultimi metri.
Romani 6.5 Il faro della squadra, si carica sulle spalle la manovra offensiva e quasi tutti i pericoli creati nascono dai suoi piedi. Anche lui però manca una ghiotta occasione per metterla in rete.
Brondi 5 In due occasioni dentro l’area manca facili occasioni.
Reymond 5 Nel giro palla non è efficace, quasi mai verticale e anzi, mette in difficoltà i compagni con scarichi di difficile gestione.  25′ st Volpatto 5.5 Da una sua palla non scaricata nasce una ripartenza pericolosa.
Lazzaretti 5 Si mangia un gol da un metro, la buona volontà non può compensare questo errore.
Adorni 5.5 Nei primi due minuti io Borgosesia sfonda dalla sua aprte due volte, poi va crescendo reggendo gli uno contro uno e mettendo una buona palla a Lazzaretti. 12′ st Coulibaly 5 I suoi strappi non si vedono, stop e controlli mancati si.
All. Viassi 6 Poco da dire alla gestione della partita, i palloni non buttati dentro hanno fatto la differenza.

BORGOSESIA (5-3-2)
Barlocco 6.5 Balla tra i meriti suoi e i demeriti degli avversari, ma comunque sempre attento.
Confalonieri 6.5 Prende un giallo nel primo tempo ma si gestisce alla grande.
Cortinovis 6.5 Gara impegnativa, si deve disimpegnare nelle due fasi e col tempo perde lucidità in fase offensiva, ma si può perdonare.
Vecchi 6 Dà il via all’azione del vantaggio e guida la retroguardia fino quando resta in campo.
32′ Iannacone 6 Gara ordinata, sta con la linea e calcia via.
Bajic 6.5 Preso a pallonate nel finale ma è quello era da fare per salvare il risultato.
Gerace 6.5 Scherma la difesa è mette qualità nel gestire i palloni in uscita.
Monteleone 7 Corsa indietro ad aiutare Confalonieri e subito a proporsi per la ripartenza in appoggio a Bramante, instancabile.
Szafran 6.5 Pulito nel palleggio e bravo nel chiudere le linee di passaggio.
Perego 6.5 Sbaglia qualcosa e pare accusare il colpo, ma il gol del raddoppio gli restituisce fiducia.
Bramante 7 Arma in più, il gol è una perla che corona la sua gara.
Areco 6.5 Subito a rimorchio, non crede nemmeno lui di avere tutta quella libertà per freddare Merlano.
19′ st Beretta 6
All. Rossini 7 La gara si mette subito bene, fare quello che si era provato diventa più semplice e il tutto viene condotto in porto senza sbavature.


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli

nativery.com, 601bdb002ee3c4075ca20115, DIRECT appnexus.com, 11707, RESELLER, f5ab79cb980f11d1 google.com, pub-4529259506427490, DIRECT, f08c47fec0942fa0