17 Maggio 2021

Fossano – Gozzano Serie D: Carboni e Sylla scassinano il Pochissimo

Le più lette

Torino-Roma Primavera 1: i granata lottano per 94 minuti ma Tall dà la zampata vincente allo scadere

Una delle partite più belle dell'anno, un'altalena di emozioni che alla fine premia la squadra di De Rossi. Un...

Renate-Modena Under 17: remuntada giallo schocking, i Canarini rimettono “in gabbia” le Pantere

Non passerà alla storia come la celebre rimonta subita dal Milan col Liverpool nella finale di Champions del 2005...

Arconatese-Sestri Levante Serie D: con Selvatico e Marianelli i liguri continuano a sognare, agli oroblù non basta un super Pastore

Da una parte chi vuole definitivamente lasciarsi alle spalle lo spettro delle sabbie mobili, dall'altra chi vuole cercare a...

In un modo o nell’altro, bello o brutto, a fatica o meno, il Gozzano vince. Questa regola supera anche un buon Fossano che regge l’urto rossoblù nel primo tempo e nella ripresa azzarda anche qualcosa in più. Alla fine però il solito Sylla toglie le castagne dal fuoco e risponde al colpo esterno del Bra a Sestri Levante.

Partito Leonardo Di Salvatore (accasatosi a Imperia in settimana), Viassi non si fida a lanciare subito Volpatto titolare e nel tridente davanti piazza Fogliarino alla sinistra di Alfiero con compiti anche più difensivi in fase di non possesso. Il 2002 infatti si abbassa spesso sulla linea dei centrocampisti, più di quanto non faccia Galvagno a destra. Seconda da titolare per il nuovo arrivo Bellocchio che questa volta dovrà vedersela con un centravanti di razza come Sylla. Soda non si sconfessa e mantiene un 3-5-2 dove in mediana ad avere più licenze offensive è il 2001 Confalonieri.

Come primissimo approccio è preferibile quello del Fossano che nei primi 15′ sfrutta un Reymond dominante davanti alla difesa a recuperare palloni e utilizzare la boa di Alfiero in verticale. Buoni scambi stretti e Gozzano neutralizzato, specie sui lanci lunghi sui quali Scotto e Bellocchio reggono lo scontro fisico con Sylla. In alternativa il Gozzano sceglie la fascia sinistra per spingere e sul tandem Vono-Piraccini guadagna metri, oltre che occasioni. Proprio Piraccini guadagna una buona punizione che Vono trasforma in occasione con un tiro secco che Merlano toglie da sotto la traversa. Sull’angolo che deriva ancora Vono pesca bene Sylla. Colpo di testa a incrociare e Mastaj non ci arriva sul secondo palo.

Ora il Gozzano ha più fiducia e più serenità in impostazione ed alza il baricentro con più serenità e continuità collezionando una buona serie di cross e occasioni, principalmente dai piedi di Vono che sia da cross (al 22′ trova ancora Sylla, ma la testata è schiacciata), sia da piazzato crea grattacapi a Merlano che si mette in evidenza con un’uscita di pugni bassa al 26′ e guarda verso l’alto ringraziando al 28′ quando l’ennesima incornata di Sylla si stampa sulla traversa. Il Fossano non riesce più a uscire e anche sul fianco sinistra inizia ad accusare segni di cedimento. prima dell’intervallo il Gozzano ci riprova arrivando al cross con Confalonieri e con Kayode. Quest’ultimo trova anche Pavan (che aveva avviato l’azione partendo palla al piede dalla difesa), ma, non essendo un centravanti, non sfrutta a dovere il cross rasoterra che gli finisce tra i piedi in area piccola.

Nella ripresa il Fossano si difende meglio, concedendo meno spazio a Vono (Coviello lo annulla nella ripresa) e soffrendo solo saltuariamente sulle imbucate per Sylla. Una al 6′ con un cross di Kayode e il centravanti non ci arriva per poco, una al 10′ con imbucata verticale di Cella. Di tanto in tanto i cuneesi riescono anche a uscire facendo affidamento su un Alfiero costante nel lottare schiena alla porta, ma che riesce a trovare anche un po di campo per attaccare lo spazio.

Nonostante ancora qualche imbucata verticale per Sylla (Manuali regala una rimessa laterale rapida che Confalonieri trasforma in assist perfetto per Sylla, ma Merlano salva), la partita si blocca su un risultato e un andazzo che fa comodo a Viassi. Soda prova a invertire Vono e Kayode, ma Viassi legge subito e gli cambia i terzini che nella ripresa sembrano vincere bene i duelli. I primi cambi arrivano solo alla mezzora e anche questi non riescono a cambiare l’inerzia di una partita che sembra destinata allo 0-0.

Il Gozzano ha pelo, carisma ed esperienza e anche quando sembra destinato ad un pareggio che frenerebbe la classifica, riesce ad emergere con due uomini simbolo. Al 39′ Carboni segue a uomo Alfiero fino a centrocampo, leggeremEnte defilato a destra. Gli ruba il pallone (Viassi denuncia un fallo) e si reinventa assistman con un lancio perfetto per la velocità di Sylla. Destro a incrociare e Merlano che questa volta sfiora solo il salvataggio col piede, deviando il pallone sotto all’incrocio. 0-1. Il piano di B di Viassi è il consueto passaggio al 4-2-3-1, così entra Gabriele Di Salvatore e, come nel suo esordio, rischia di procurarsi un rigore al 2′ di recupero quando si lancia verso un pallone al limite e comunque entra a contatto con un difensore ospite. Fichera di Milano dice di no e il Fossano non riesce a riprendere una partita che sembrava poter portare un punto pesante.

Forse non tanto per una classifica ancora tutta da scrivere, quanto per il morale di un gruppo in crescita che si affaccia al girone di ritorno con la missione salvezza da guadagnare sul campo. Festeggia invece il Gozzano che vince ancora di misura e si prepara al doppio big match con Folgore Caratese e Bra.

FOSSANO-GOZZANO 0-1
RETI: 39′ st Sylla (G).
FOSSANO (4-3-3): Merlano 6.5, Bellocchio 6.5 (44′ st Brero sv), Scotto 6.5, Alfiero 6.5, Galvagno 6, Brondi 6, Reymond 5.5 (11′ st Volpatto sv), Coviello 6.5, Fogliarino 6 (43′ st Di Salvatore G. 6), Manuali 6, Lazzaretti 6.5. A disp. Roscio, Bertoglio, Marin, Medda, Coulibaly, Lanfranco. All. Viassi 6.5.
GOZZANO (3-5-2): Vagge 6, Carboni 7, Vono 6 (41′ st Siano sv), Sylla 6.5, Kayode 6.5, Confalonieri 6.5 (32′ st Carta sv), Piraccini 6 (47′ st Bane sv), Bianconi 6.5, Cella 7, Mastaj 6 (32′ st Olivato sv), Pavan 6.5. A disp. Cincilla, Gemelli, Modesti, Rampin, Sangiorgio. All. Soda 6.5.
ARBITRO: Fichera di Milano .
AMMONITI: 4′ st Vono[00] (G), 11′ st Confalonieri (G), 20′ st Brondi (F), 22′ st Pavan (G), 30′ st Kayode[04] (G), 40′ st Olivato[01] (G), 42′ st Fogliarino[02] (F), 43′ st Lazzaretti[01] (F).

PAGELLE FOSSANO

All. Viassi 6.5 Prepara meticolosamente il match e sfiora l’impresa contro la capolista. I suoi sono disposti molto bene in campo; si preoccupa più di non concedere nulla agli avversari piuttosto che creare pericoli.
Merlano 6.5 Risponde presente con un paio di interventi non semplici. Nell’episodio del gol tenta il miracolo con il piede ma non è particolarmente fortunato.
Bellocchio 6.5 Partita attenta davanti ad un avversario ostico come bomber Sylla; sbaglia poco e chiude bene gli spazi. 44′ st Brero sv
Scotto 6.5 Preciso e concentrato, come il compagno di reparto. Si occupa spesso di impostare dal basso e lo fa con personalità.
Alfiero 6.5 Gioca quasi sempre spalle alla porta e lontano dai suoi compagni. Fa a sportellate con i difensori avversari cercando di tenere su palla e far salire i compagni. Nel secondo tempo ha qualche mezza occasione per agire in area rossoblù, dove cerca dribbling stretti che fanno aumentare almeno il numero degli angoli a favore.
Galvagno 6 Parte forte con qualche spunto interessante sulla destra. Si sacrifica durante la fase difensiva per tutti i 90′; manca un po’ il suo aiuto ad Alfiero nel momento di ripartire.
Brondi 6 Non tira mai indietro la gamba e svetta bene sulle palle aeree contese. Peccato per qualche imprecisione tecnica in fase di costruzione.
Reymond 5.5 Inizia molto bene prendendo in mano la mediana fossanese; si spegne lentamente con l’andare dei minuti fino ad essere sostituito. Non sembra al meglio della condizione. 11′ st Volpatto sv
Coviello 6.5 Nel primo tempo fatica a contenere le percussioni di Vono. Meglio nella ripresa dove abbina solidità difensiva e lucidità in fase di possesso.
Fogliarino 6 Il più giovane in campo tra i titolari di Viassi; non brillantissimo palla al piede ma certamente caparbio e tenace nel ripiegare in fase difensiva. 43′ st Di Salvatore G. 6 Entra ad una manciata di minuti dal termine e si rende protagonista del discusso episodio da rigore durante i minuti di recupero. E’ l’arma tattica del Fossano da giocarsi a partita in corso per dare imprevedibilità alla manovra.
Manuali 6 Centrocampista nuovamente adattato a terzino sinistro per colmare l’assenza di Clivio. Partita attenta senza spunti particolari; si occupa lui dei calci piazzati.
Lazzaretti 6.5 Il più dinamico e propositivo tra i centrocampisti di Viassi. Ordinato e lucido in entrambe le fasi.

PAGELLE GOZZANO

All. Soda 6.5 3 punti pesanti ottenuti grazie alla grinta e alla determinazione trasmessa ai suoi ragazzi quando la partita sembrava indirizzarsi verso lo 0-0. Altra vittoria di misura che evidenzia ancora una volta la maturità del suo gruppo.
Vagge 6 Disimpegna bene con i piedi quando coinvolto nella manovra. Nessun intervento degno di nota.
Carboni 7 Leader tecnico del pacchetto arretrato. Coordina i movimenti dei compagni da vero capitano e l’imbucata di trenta metri in verticale per il gol di Sylla è il miglior gesto tecnico visto nei 90′. Tiene Alfiero il più lontano possibile dalla porta di Vagge.
Vono 6 Nella prima metà della gara è una spina nel fianco della difesa avversario. Abbina rapidità e tecnica sopraffina. Nella ripresa il suo rendimento cala drasticamente di fronte a un Coviello più attento; a nulla serve il tentativo di Soda di spostarlo da destra a sinistra. 41′ st Siano sv
Sylla 6.5 La girata vincente di prima intenzione che decide il match fa passare in secondo piano qualche imprecisione dentro l’area, specialmente nel primo tempo. Alla fine chi fa gol ha sempre ragione, ma si poteva sbloccare un po’ prima.
Kayode 6.5 Il giovane 2004 continua a mostrare un gran potenziale e un’ottimo passo per ricoprire questo ruolo con continuità. Partita senza sbavature ad eccezione di un cartellino giallo ingenuo nel finale per aver allontanato il pallone.
Confalonieri 6.5 Mezz’ala vivace, combina bene con Cella e tenta di dare supporto agli attaccanti nei pressi dell’area di rigore avversaria. 32′ st Carta sv
Piraccini 6 Inizia alla grande dialogando bene con Vono sull’out di destra. La sua verve si spegne pian piano, ma rimane solido in copertura sulla linea mediana. 47′ st Bane sv
Bianconi 6.5 Non commette errori e dà sicurezza ai compagni quando c’è da alzare la linea difensiva per aggredire alto gli avversari.
Cella 7 Quando riceve il pallone ha già in mente come gestirlo. Nonostante sia un 2001 dimostra ancora una volta maturità e capacità di gestire i tempi di gioco. Nella ripresa si prende la licenza di cercare più filtranti per Sylla.
Mastaj 6 Si sacrifica molto, forse troppo. Ottima grinta ma talvolta rischia di lasciare troppo isolato il compagno di reparto e non essere perfettamente lucido quando conta di più. 32′ st Olivato sv
Pavan 6.5 Partita attenta, senza errori. Sfiora la zampata vincente sulla sponda di Sylla durante gli sviluppo di un corner. Nel primo tempo si lancia in progressione e si ritrova un pallone tra i piedi in area piccola. Non è la sua zona e non finalizza, ma dà un segnale di carica ai suoi.

Pagelle a cura di Massimiliano Grosso


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli